Il vento lento.

Cerchi un equilibrio. Lo trovi.

Allora avanzi sul filo… come un vero funambolo. Sai che la vita è fatta di difficoltà da affrontare e così non ti scoraggia il fatto di dover camminare su un filo.

Poi arriva un soffio di vento… e l’equilibrio ti sembra di perderlo per sempre.

E allora ti chiedi che ci stai a fare li. Ti chiedi perché Dio ti mette davanti agli occhi tutte le cose che hai visto.

Ti chiedi perché sei ancora sveglio… e se Dio aveva previsto anche questo.

Ti chiedi perché mezz’ora sembra non finire.

Ti chiedi perché in Vespa ti ritrovi a cantare.

Addormentati con me.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

2 commenti » Scrivi un commento

  1. La storia del filo e del funambolo mi ricorda tanto NEVE!
    Attento a non perdere l’equilibrio allora 😛

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.