La tigre e la neve.

Sono due giorni che piove senza sosta. Stanotte ero poco sereno… nonostante i vetri camera, i tuoni mi hanno svegliato. E bussavano così forte dentro me… che mi facevano paura. E’ strano, non avevo mai avuto paura dei tuoni prima d’ora.

Adesso tutto si sta riempiendo di bianco. Si, Palermo. Grandina come non mai.

Vedo il rosso dei tetti dei garage ricoperti di un dolce strato di ghiaccio… e torno indietro con gli anni, all’ultima nevicata da queste parti. Il tempo che scesi… era già scomparso quasi tutto, ma qualche palla, tra le macchine posteggiate riuscii a tirarla. Ero piccolo e le mani ghiacciavano… eppure ero talmente felice che ero corso giù così rapidamente che il fiato lasciato dallo stupore, sul vetro della cucina, era ancora li quando ero giù.

E poco mi importava se erano stati lavati da poco. E poco mi importava se le dita erano ghiacciate. E poco mi importava anche del raffreddore.

Sto ascoltando una dolce melodia… e sto rileggendo un pezzo di un film d’arte.

Su su… svelti eh, svelti, veloci… Piano, con calma. Non v’affrettate, eh. Poi non scrivete subito poesie d’amore, eh! Che sono le più difficili aspettate almeno almeno un’ottantina d’anni eh… Scrivetele su un altro argomento, che ne so su… su… il mare, il vento, un termosifone, un tram in ritardo, ecco, che non esiste una cosa più poetica di un’altra, eh? Avete capito? La poesia non è fuori, è dentro! Cos’è la poesia? Non chiedermelo più, guardati nello specchio: la poesia sei tu! E vestitele bene le poesie! Cercate bene le parole! Dovete sceglierle! A volte ci vogliono 8 mesi per trovare una parola! Sceglietele, che la bellezza è cominciata quando qualcuno ha cominciato a scegliere! Da Adamo ed Eva: lo sapete Eva quanto c’ha messo prima di scegliere la foglia di fico giusta? Come mi sta questa, come mi sta questa, come mi sta questa… Ha spogliato tutti i fichi del paradiso terrestre! Innammoratevi! Se non vi innammorate è tutto morto! Morto, tutto è… Vi dovete innammorare e diventa tutto vivo, si muove tutto, dilapidate la gioia! Sperperate l’allegria! Siate tristi e taciturni con esuberanza! Fate soffiare in faccia alla gente la felicità! E come si fa? Fammi vedere gli appunti che mi son scordato! Questo è quello che dovete fare! Non son riuscito a leggerli! Per trasmettere la felicità bisogna essere felici. E per trasmettere il dolore bisogna essere felici. Siate felici! Dovete patire, stare male, soffrire, non abbiate paura a soffrire, tutto il mondo soffre! Eh? E se non avete i mezzi non vi preoccupate, tanto per fare poesia una sola cosa è necessaria: tutto! Avete capito? E non cercate la novità, la novità è la cosa più vecchia che ci sia. E se il pezzo non vi viene da questa posizione, da questa, da così, beh… buttatevi in terra! Mettetevi così! Eccolo qua… Oh! È da distesi che si vede il cielo! Guarda che bellezza, perché non mi ci sono messo prima!? Cosa guardate? I poeti non guardano, vedono! Fatevi obbedire dalle parole! Se la parola… “muro”! “Muro” non ti dà retta… non usatela più per 8 anni, così impara! Che è questo? Boh! Non lo so! Questa è la bellezza! Come quei versi là, che voglio che rimangano scritti lì per sempre! …Forza cancellate tutto.

Tratto dal film “La tigre e la neve” di Roberto Benigni.

Ho un maglione… ho aperto la finestra ed insieme a queste dolci note, è bello sentire il rumore della grandine che si distrugge per terra. Ma non muore… perché inizia a far parte di una cosa più bella. Di un colore uniforme. Di un bianco candido.

E spero che non smetta di grandinare… perché oggi ho tante cose da fare.

Oggi devo sdraiarmi, guardare il cielo… e sentire la grandine…

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. A VOLTE SE NESSUNO(A PARTE ME IN QUESTO MOMENTO)NON FA NESSUN COMMENTO E PERCHE CIO CHE FAI(ASCOLTARE UN BRANO DI BACH, GUARDARE LA GRANDINE, LEGGERE UN LIBRO) E’ POESIA, LA TUA VITA, LE TUE EMOZIONI SONO POESIA CANDIDA…

  2. Pingback: Fate soffiare, in faccia alla gente, la felicità! - …time is what you make of it…

  3. Pingback: Struggle for pleasure. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.