Cade la pioggia…

Ero a letto e dormivo… però avevo lasciato la finestra aperta perché quando sono andato a letto stava piovendo e chi mi conosce sa che adoro il suo rumore. Mi piace la pioggia che sbatte sopra un ombrello, mi piace il rumore che si sente chiusi, imbottiti con giubbotti ed una sciarpa, dentro una macchina… mi piace sentirla sbattere sul davanzale della mia finestra….

Mi ha risvegliato, cadeva forte…

Ho aperto gli occhi e m’è tornata in mente una canzone.

Cade la pioggia e tutto lava,
cancella le mie stesse ossa…
Cade la pioggia e tutto casca
e scivolo sull’acqua sporca.
Si, ma a te che importa poi,
rinfrescati se vuoi
questa mia stessa pioggia sporca…
Dimmi a che serve restare,
lontano in silenzio a guardare,
la nostra passione che muore in un angolo e…
non sa di noi…
non sa di noi…
non sa di noi.
Cade la pioggia e tutto tace,
lo vedi sento anch’io la pace.
Cade la pioggia e questa pace
è solo acqua sporca e brace…

c’è aria fredda intorno a noi
abbracciami se vuoi
questa mia stessa pioggia sporca.
Dimmi a che serve restare,
lontano in silenzio a guardare,
la nostra passione che muore in un angolo
E… dimmi a che serve sperare,
se piove e non senti dolore,
come questa mia pelle che muore,
che cambia colore,
che cambia l’odore…
Tu dimmi poi che senso ha ora piangere,
piangere addosso a me,
che non so difendere questa mia brutta pelle,
così sporca,
tanto sporca,
com’è sporca
questa pioggia sporca…
Si ma tu non difendermi, adesso…
tu non difendermi adesso…
tu non difendermi
piuttosto torna a fango, si ma torna…
E dimmi che serve restare,
lontano in silenzio a guardare,
la nostra passione non muore
ma cambia colore
tu fammi sperare
che piove e senti pure l’odore
di questa mia pelle che è bianca
e non vuole il colore
non vuole il colore…
no…
no…
La mia pelle è carta bianca per il tuo racconto
scrivi tu la fine
io sono pronto.
Non voglio stare sulla soglia della nostra vita
guardare che è finita,
nuvole che passano e scaricano pioggia come sassi
e ad ogni passo noi dimentichiamo i nostri passi,
la strada che noi abbiamo fatto insieme
gettando sulla pietra il nostro seme,
a ucciderci a ogni notte dopo rabbia
gocce di pioggia calde sulla sabbia
amore, amore mio
questa passione passata come fame ad un leone
dopo che ha divorato la sua preda ha abbandonato le ossa agli avvoltoi
tu non ricordi ma eravamo noi,
noi due abbracciati fermi nella pioggia
mentre tutti correvano al riparo

e il nostro amore è polvere da sparo
il tuono è solo un battito di cuore
e il lampo illumina senza rumore
e la mia pelle è carta bianca per il tuo racconto
ma scrivi tu la fine,
io sono pronto.

Negramaro – Cade La Pioggia (Feat. Lorenzo Jova Cherubini)

C’è fresco nella mia stanza. La finestra non la chiudo… preferisco sentire il dolce profumo dell’autunno.

Tutto muore, tutto rinascerà a primavera. Tutto diventa freddo, tutto si riscalderà con un nuovo sole.

Torno nel mio letto, sotto il mio lenzuolo… a sentire nuovamente questa magia.

Peccato solo che sia solo.

Sogni d’oro,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

1 commento » Scrivi un commento

  1. ero a letto che dormivo anch’io e mi sono fiondata giù mezza addormentata perchè c’era il mio gatto fuori, alla pioggia, che è entrato tutto stroppicciato nel pelo e miagolando.poi ascoltando la pioggia e i tuoni soprattutto,mi sono girata e rigirata.un sogno,il mio giardino verde (SPERANZA).SEI PRONTO AD ANDARE AVANTI,SEI CARTA BIANCA NEL SILENZIO DELLA SOLITUDINE MA CHE MAGIA, BOCCIOLI DI ROSE DORATI CADONO LIEVI COME PIOGGIA SU DI NOI.L’ALCHIMIA DELL’AMORE…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.