Errati obiettivi comuni.

“Tutti pensano a cambiare l’umanità, ma nessuno pensa a cambiare sé stesso.”

Lev Tolstoj

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

6 commenti » Scrivi un commento

  1. Io penso a non cambiare nessuno che è meglio 🙂 No me stessa perchè con pregi e difetti mi piaccio come sono ne chi mi circonda perchè non credo sia giusto, credo che ognuno andrebbe accettato così com’è punto 🙂

  2. Certo… accettare è corretto. Non è corretto pretendere di non cambiare i nostri difetti perché “siamo fatti così”. Mi sembra troppo limitativo e triste. Penso che, in quanto creature di Dio, sia nostro dovere migliorare ciò che si è lavorando su se stessi, ed i difetti sono il punto di partenza.
    Ciao,
    Emanuele

  3. Io non ho mai voluto cambiare nessuno, ma non permetto neanche che “qualcuno cambi me”! Sei daccordo Emanuele? Non mi è mai interessato di cambiare l’umanità, per me l’umanità se la deve vedere lei, io penso a me stesso, in questo sono molto egoista. Mi dispiace se qualcuno ha pensato di me questo, significa che ho non ha voluto capirmi o ha scelto di non capirmi. Io viaggio da solo, l’ho sempre fatto nella mia vita. Per me è giusto così. Certo te ne poni di interrogativi vero emanuele? 😮

    P.S. nella mia vita mi sono capitate cose molto pesanti, ma ho notato che a posto di puntare il dito ai “problemi” il dito è stato rivolto a me. Cambiare l’umanità? Per cosa? Soldi? Potere? Non mi sono mai interessate certe cose. Ci tengo però al rispetto, cosa di cui non sono mai stato in ondato.

    Nota: Poniti la domanda: “è bello puntare il dito su qualcuno” e sopratutto “perchè”. Assillati di perchè nella vita, mai dare per scontato niente.

  4. No… è anche giusto “cambiare l’umanità”. E quando penso al cambiare, penso a Ghandi, penso a Madre Teresa, penso a papa Giovanni Paolo II, penso a tutte quelle persone che hanno fatto qualcosa per “lasciare il posto un po’ migliore di come l’hanno trovato” (B.P.).
    Però è anche vero che spesso tanta gente pensa che sia meno importante migliorare se stessi. Come se non si fosse un granello di questa umanità… e quindi forse, per migliorarla, si dovrebbe anche pensare a cambiar se stessi.
    Spesso si dimentica questo aspetto…
    Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.