Elezioni comunali: il lato comico.

Ieri mi sono soffermato sull’aspetto socio-politico delle elezioni ma… in questi due giorni ho raccolto anche tantissime perle.

Il palermitano, ovviamente, vuole lamentarsi… sempre. Lo sto facendo io adesso e lo faceva sia chi arrivava che chi completava la votazione.

Il primo impatto era fantastico. Se avessi preso un voto per ogni persona che ha detto “mi… ma è un lenzuolo” (riferendosi alla scheda per votare) sarei sicuramente diventato sindaco stracciando gli avversari. Ironia a parte, almeno il 70% di chi entrava s’è lamentato per la grandezza delle schede.

Poi ovviamente si finiva nel panico… la gente entrava nella cabina e dimenticava chi votare. E così… “posso andare a guardare un attimo? Ho dimenticato…”“ok, vada ma lasci tutto dentro!”.

C’erano però gli anziani. Quelli che, marito e moglie, votavano a turno per potersi scambiare “la lente”.

Poi anche la classica scena da candid-camera: nipote venticinquenne più nonnina. Votano in due cabine accanto. La nonnina tra tutti quei cerchi si perde e inizia a dubitare di poterne uscire viva.

Non esce però. Alza la voce e chiede aiuto… “ma dov’è che devo segnare!!”. Il nipote, dall’altra cabina, cerca di soccorrerla… “più a destra… dopo il gabbiano…” (?!?!?). La nonna farfuglia sempre più preoccupata della sua vita “ma dove… qui ci sono alberi ma non ci sono gabbiani!”. Allora arriva il tocco di genio del nipote… non esce, non la chiama fuori ma… si abbassa e si accovaccia per poter comunicare da una cabina all’altra da sotto…

Ovviamente noi scrutatori eravamo morti dal ridere. Il segretario però l’ha invitato a smetterla così che non abbiamo fatto in tempo a scattare una foto…

Lo stress del voto non si fermava li però. La gente era convinta che fosse una tremenda brutta figura non richiudere la scheda seguendo precisamente l’ordine di piegatura. Anche li arrivavano dunque persone sudatissime alla ricerca di aiuto in estremis.

Quando finalmente la scheda era nell’urna… alle persone tornava il sorriso. Roba da non crederci.

Ovviamente queste elezioni fatte di domenica con una stupenda giornata quasi-estiva hanno trasformato più volte le cabine elettorali in cabine-doccia. La gente, domenica, era in tenuta da spiaggia: infradito, pareo, magliettine copri-costume e borsa trasparente. Per alcuni attimi ho immaginato di vedere, sopra una cabina, un telo da mare… in quel momento più che scrutatore mi sono immaginato bagnino.

Per chi ama quei concorsi strani che solo gli statistici e gli appassionati seguono, la domanda più furba delle elezioni 2007 è arrivata il sabato mattina. Un signore, quasi quarantenne, si accorge di aver sbagliato ed esce fuori chiedendo “mi scusi, ha una gomma?”. Alla faccia delle matite copiative indelebili.

C’è infine un girone che vorrei ricordare. Tra i dannati delle elezioni c’è il girone degli smarriti. Tutte quelle persone che hanno cambiato residenza o che sono state spostate di seggio senza ricevere ancora comunicazione del nuovo seggio.

Vagavano. Un signore con moglie al seguito ha dichiarato di aver girato tutti i seggi di 3 scuole prima di trovare quello giusto. Un vero super-eroe del voto.

E’ a loro che dedico questo mio post. Immagino che, dopo la chiusura delle 15, saranno state ancora centinaia le anime disperse condannate a vagare per altri 5 anni…

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. dsadasdas geniale sto post specie per il “girone degli smarriti” ora però qui nasce una domanda: rifarai lo scrutatore? 😛

  2. Uhm… e perché no?! 160 euro per farmi tutte quelle risate ti sembran pochi?! 😛
    E poi… se non ci vado, come mi lamento dopo?! Sono pur sempre palermitano! 😆
    Ciao,
    Emanuele

  3. 😕
    OTTIMO..
    ALMENO NN MI SENTO SOLA..
    ..SN PUGLIESE E VOTAI A SUO TEMPO X IL “MIO GOVERNATORE”.. MA POICHE DA CIRCA 6 ANNI ABITO A PALERMO HO PRESO LA RESIDENZA LO SCORSO ANNO.. HO VOTATO.. RISULTATO: PROFONDA DELUSIONE..

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.