L’auto mi deride…

Sono appena tornato da una veglia di Natale e… nonostante non penso di esser diventato San Francesco, oggi mi sembra che gli oggetti riescano a parlarmi…

Di pomeriggio in cucina è successo con il tè, stasera invece, tornando a casa è toccato alla mia automobilina…

Rientrando, ho visto il cancello del condominio chiudersi, ma sia per la pioggia che per la strada bagnata non ho voluto forzare l’andatura per riuscire a bloccarne la chiusura tramite le fotocellule…

Così, m’è toccato scendere per aprire con la chiave, rientrando in macchina però i miei occhi sono caduti sul contachilometri parziale…

Contachilometri l33t...

Che ci leggete? Io c’ho letto l337… che è un modo molto da “slang internettiano” per scrivere Leet.

Chi scrive “leet”? Solitamente viene scritto da chi si sente “superiore” a chi “non ne è capace”…

Bene, forse la mia macchinina voleva sfottermi un po’ per non aver creduto in lei. Chissà adesso quale altro fantomatico oggetto della casa deciderà di parlarmi!

Vado a cena… sperando che il piatto non si lamenti per la mia ingordigia! 😉

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. Cioè io e te leggiamo sia andrea beggi che eriadan…oggi leggendo i commenti di andrea e di paolo mi sei capitato tu! Mi piace questo blog!

  2. Mi ricorda quel telefilm, mi pare si chiamasse “Supercar” dove la macchina parlava! 😡

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.