Just a yellow lemon tree…

Sono ufficialmente riprese le lezioni… anche quelle “pesanti”. Meglio così… dovrò darci dentro.

Il libro (“Istruzioni di volo per aquile e polli“) sta risultando interessante… oggi sono rimasto, dopo le lezioni, mezz’oretta nel parco dell’università a leggerlo.

Mi sembra sia quasi una continuazione di quello letto prima (“Chiamati all’amore“) perchè, se quello serviva a dare le basi… questo insegna più praticamente come trovare la felicità.

Mi piace il modo di scrivere di De Mello… doveva essere una persona carismatica. Sa entrare dentro… sa colpire bene a fondo, con precisione però. Non cade in qualunquismi… è stupefacente la chiarezza con la quale sia riuscito a parlare di certe cose; doveva avere trovato davvero una serenità d’animo profonda: aveva tutto chiaro. Chissà se sia morto con il sorriso sulle labbra…

Comunque, una cosa che mi ha fatto riflettere è stato il fatto che… ciò che diceva nel precedente libro viene quasi integrato, approfondito. In “Chiamati all’amore” insegnava a cercare la felicità dentro noi stessi… perchè effettivamente, noi esistiamo indipendentemente dai fattori esterni. Quello che sembra darci felicità… un tempo non esisteva e la gente era comunque felice.

Adesso cerca di fare un passo avanti… la felicità va cercata dentro di se… ed è persino stupido dire “cambio vita, cambio lavoro, cambio amicizie e relazioni per trovare la felicità”. Si ricade nello stesso errore… ci si ritrova a cercare la felicità al di fuori di sé. Come se cambiare qualcosa esternamente a noi, possa essere la “felicità eterna”. Anche quelle sono distrazioni.
Per questo non voglio scappare. Per questo voglio affrontare ciò che mi aspetta. Voglio fare questo passo per la mia crescita. Non cambierò vita. Non cambierò amici e compagnia. La felicità va ricercata dentro di se, non c’è bisogno di cambiare nulla.

Concludo con un suo “aforisma” che in fondo fa capire come la vita la si vive felice solo se si è “terreno fertile”. Non arriverà mai da fuori.

La pioggia è sempre la stessa, ma fa crescere i roveti nella macchia e i fiori nei giardini.

E adesso prendo la Vespa… passo a prendere un amico e mi faccio un bel giro.

E… visto che ci sono, mi prendo anche un bel gelato.

Sono una bella persona, mi basta questo per essere felice.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

2 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » The blue blue sky…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.