Volare nel vento…

Stamattina ho fatto una foto al cielo sopra Terrasini… (ero li per il pernottamento con i ragazzi dell’Alta sq. per le totemizzazioni…).

Volare nel vento... - Cielo sopra Terrasini

Il cielo, era bello… ma inquietante. Non si vedeva il sole… ma le nuvole sembravano volersi muovere rapidamente.

Sarebbe una bella fortuna essere una nuvola… vorrei poter vedere il sole sempre sopra di me… e avere la capacità di ritrovarmi sollevato rispetto ai “problemi del mondo”.

Ho voglia di volare,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. …sfoglio questo ‘libro’ a ritroso nel tempo e scopro il cielo…Una volta ho letto in un libro una frase che mi accompagna sempre…”in Kazakistan il cielo è sempre blu, perchè gli abitanti sanno sempre che oltre le nuvole c’è un blu sconfinato che li aspetta”…Ritornando a De Mello, ho letto anch’io istruzioni di volo per aquile e polli e ne ho iniziato un altro, bellissimo, “la preghiera della rana”, me ne andavo in giro durante le mie lunghe passeggiate con questo libro in mano e…ogni pagina era un pò di energia…finchè…non ho incontrato qualcuno che mi hadetto: “che stai leggendo? …me lo presti?”…e il libro ha preso il volo…Oggi però, incuriosita dal tuo consiglio sono andata in libreria e ho comprato Neve…Due libri ti consiglio io: Monte Cinque di Cohelo e “…e venne chiamata due cuori” di Marlo Morgan (questo è molto particolare…). Buon sabato pomeriggio…e ancora un sorriso (non si sorride mai abbastanza). Giovanna

  2. Ti rispondo dopo qualche giorno… incuriosito però da una cosa: come ti sembra Neve? Hai iniziato a leggerlo? 🙂
    Io penso che me lo regalerò, se nessuno lo farà, per Natale… così dovrò resistere ancora un pò.
    Nel mentre mi segno i titoli dei due libri. Il primo sarà sicuramente bello, Cohelo: un nome, una garanzia. L’altro non lo conosco ma vedrò di cercare in giro qualche bella recensione…
    Ciao,
    Emanuele

  3. …Non ti preoccupare per le risposte…io non hon fretta…anzi…Neve…sì ho cominciato a leggerlo…dammi ancora un pò di tempo e ti dirò quel che ne penso: è molto piccolo…è bianco come la neve ma da quello che ho letto finora, probabilmente si colorerà come l’arcobaleno per permettere agli occhi di vedere ciò che è e non ciò che appare…E poi…Cohelo…il primo che ho letto è stato l’Alchimista – “quando hai un desiderio il mondo intero cospira affinchè esso si realizzi”, in un momento particolare della mia vita, e poi ho letto tutti i suoi libri. Quello che non mi ispirava, non so perchè, era proprio “monte cinque”…eppure, è quello che mi ha lasciato maggiormente il segno – diciamo che ti fa riflettere molto sulle Prospettive…E poi…hai letto qualcosa di Sergio Bambaren?
    Ora ti lascio, sempre con un sorriso e ti auguro una buona serata.

    Giovanna

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.