Me Voy…

Lo sapevo io… lo sapevo. In questo periodo… una canzone mi ha fatto sognare…

Una canzone più di tutte… mi sapeva di estate… di sere in libertà… di spensieratezza sotto le stelle…

Mi sono ritrovato a cantare questa canzone in macchina, ad alto volume, con un braccio fuori il finestrino che combatteva contro il vento e la mano che… ballava con le differenti correnti.

Finalmente ho scoperto chi la canta… si tratta di Julieta Venegas: l’ennesima “messicana” finita in Top 10 in Italia in queste settimane.

Effettivamente però… non solo la sua musica esprimeva questa libertà… il testo (intraducibile ad orecchio), non è tanto diverso… e così, eccolo qui.

Visto che non hai saputo capire il mio cuore
e quello che c’era in lui
visto che non hai avuto la capacità
di vedere chi sono

visto che non ascolti tutto ciò
che ti sta vicino
ascolti solo il rumore che c’è fuori
ed io, che sto da parte
sparisco per te

non piangerò nè dirò che
non merito questo,
perchè probabilmente lo merito
ma non lo voglio, per questo…

me ne vado, che peccato, ma addio
ti saluto e me ne vado,
che peccato, ma addio
ti saluto

perchè so, che mi aspetta qualcosa di meglio
qualcuno che sappia darmi amore,
quello che può addolcire anche il sale
e che fa in modo che sorga il sole

io pensavo che mai me ne sarei andata via da te,
che era amore vero, durato per tutta la vita
però oggi ho capito, che non è
sufficiente per noi due

non piangerò nè dirò che
non merito questo,
perchè probabilmente lo merito
ma non lo voglio, per questo…

me ne vado, che peccato, ma addio
ti saluto e me ne vado,
che peccato, ma addio
ti saluto…

Julieta Venegas – Me Voy

Forse è così che andrà… intanto, mentre scrivo, ascolto questa canzone in loop… e mi rimetto a sognare un pò… per conto mio.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

2 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » Scelte… consapevoli.

  2. Pingback: Contraddizioni sonore. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.