La ‘A’ infinita…

Dopo 3 mesi e mezzo di attesa, finalmente oggi è arrivato il giorno della prova…

Nonostante guidi lo scooter da quando ero quattordicenne l’emozione non mancava… anche se, ovviamente, era da imputare totalmente al mio carattere. Ero emozionato ma allo stesso tempo certo che sarebbe andato tutto bene…

Ed in effetti è andata così. Le due prove (una tra i birilli e l’altra per strada) erano fattibili anche ad occhi chiusi e braccia incrociate… probabilmente il test più complicato è stato arrivare fino allo stadio attraversando la giungla della città alle 8 del mattino…

Comunque, ho la patente… anzi, avrei la patente. La dea bendata mi ha voluto premiare… ed alla consegna delle nuove patenti, mentre l’esaminatore diceva “controllate se la foto ed i vostri dati sono corretti” mi consegnava la mia che… aveva la foto di un altro!

Che gran fortuna… certo non al livello di un altro candidato che s’è ritrovato nel tesserino la foto di una ragazza.

(Mi chiedo ovviamente se quando stampano le patenti bevono e tengono dei party oppure cercano di lavorare seriamente).

Beh… in conclusione, lunedi prossimo dovrò andare a ritirarmi la patente ristampata alla motorizzazione…

Emanuele

PS: all’inizio mi sembrava di essere arrivato ad un raduno per vespisti… oltre il 50% dei candidati ha infatti effettuato la prova con un vespone… 😉

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

1 commento » Scrivi un commento

  1. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » Furore nostalgico.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.