Kalimera a tutti…

Jamboree Panellenico - GreciaRieccomi!

Sono a casa da ieri ma la stanchezza m’ha portato direttamente a letto.

Dove sono stato? Beh… finalmente è arrivato il momento di spiegare tutto.

Alcuni gruppi (scout) della mia città negli scorsi anni hanno fatto dei campi gemellati con alcuni gruppi scout Greci e così, quest’anno, i Greci hanno ricambiato l’ospitalità offerta invitandoci al loro Jamboree Panellenico: un incontro di tutti gli scout greci.

A differenza di quello italiano però, il movimento scout greco è finanziato dal comune di appartenenza e così… la nostra permanenza in Grecia è stata totalmente gratuita per noi. Dal pullman per gli spostamenti fino al luogo ove dormire ed il cibo giornaliero.

Le attività organizzate erano ovviamente “a misura di greco”: praticamente le numerose conferenze e relazioni tenute in questi giorni erano in lingua Greca (indecifrabile! :-P) ma… fortunatamente, abbiamo potuto sfruttare questo tempo per girare un pò Patrasso. Non che mi abbia affascinato più di tanto… assomiglia nè più nè meno ad un paesone di mare siciliano. Un pizzico noiosa come città… e forse anche un pò troppo sporca in questi giorni (gli spazzini del luogo scioperavano da giorni…).

Effettivamente questa mini-vacanza in Grecia è letteralmente volata… siamo stati ad Olimpia a visitare l’antico luogo delle Olimpiadi (ecco un posto affascinante…), mentre la visita ad Atene è durata solamente mezz’ora: ci siamo andati dopo aver lasciato i bagagli all’aeroporto.

Non sono mancati ovviamente alcuni momenti un pò stressanti… (la stanchezza gioca brutti scherzi…) ma in linea di massima tutto è filato liscio. Certo, alcune persone non cambieranno mai. Tale padre, tale figlio. No?

Giusto per commentare un pò le attività a cui abbiamo assistito, mi vien da dire che… lo scoutismo greco vive su un pianeta differente da quello italiano. Grazie al sostentamento finanziario i gruppi greci vivono attività abbastanza diverse da quelle alle quali siamo abituati noi. In questo Jamboree, ad esempio, abbiamo fatto una catena umana sul ponte più lungo della Grecia (2,5km… ndr.: in Grecia si fa e funziona. A Messina si mangiano i soldi). Fin qui tutto ok, l’avremmo potuto organizzare anche noi italiani… l’unica differenza però è che a filmare il tutto c’era… nientepopòdimenoche… un elicottero!

Anche le loro sedi rispecchiano la ricchezza finanziaria che li contraddistingue. Il “Patrasso 2”, si trova in una palazzina che potrebbe davvero essere un pub italiano. Interni in legno, con camino, acquario, computer, stanze per dormire… all’esterno un giardinetto con palme, chiostro, angolo bar, vasca con i pesci e fontana… un posto davvero magico se confrontato con le nostre sedi (solitamente poste nei sotterranei delle chiese). Il tutto rimaneva tra l’altro aperto a qualunque orario per permettere agli scout di viverci. Studiare, suonare, mangiare… uno scoutismo totalmente diverso.

Il tutto può sembrare una buona cosa, però, d’altro canto, riflettevo che il bello del nostro scoutismo è che, tramite le nostre mani realizziamo “buoni cittadini”. Tutto è auto-finanziato in qualche modo, i soldi non arrivano dall’alto lasciando a noi il mero compito di gestirli. Due stili diversi, entrambi con dei pro e dei contro ugualmente importanti.

Infine, mi è sembrato che il tenore di vita degli scout greci sia abbastanza elevato (a differenza dello scoutismo italiano in cui si trovano sia i figli di papà che… i figli della strada…). Giusto per prenderne una a caso (ma c’è di meglio…), una ragazza con la quale abbiamo particolarmente legato in questi giorni (non chiedetemi di scrivere il suo nome… io la chiamo semplicemente “Basilico” :-D), era figlia del direttore della Opel a Patrasso e… nonostante i suoi 18 anni, girava già con una Audi TT Turbo. Ma ci sono anche esempi migliori…

Beh… in definitiva una bella esperienza. Un posto nuovo visitato ed una stupenda vacanza di Pasqua insieme alla mia pulcina…! Ah, stavo dimenticando una cosa! Quest’anno ho vissuto due “Domeniche delle palme” e neanche una Pasqua. La Pasqua in Grecia cade infatti domenica prossima… ed ogni 4 anni coincide con l’Italia. Strano eh? 🙂

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » Megite, un giornale on-line auto-prodotto.

  2. x emanuele
    ciao sono Anna ho letto del tuo viaggio in grecia…fantastico! vorrei portarci i miei ragazzi scout ovviamente è da tanto che ci pensiamo e ci fantastichiamo su…non è che mi daresti i giusti contatti?
    ciao ciao

  3. Ciao! Siamo una squadriglia che per la specialità di internazionale vorrebbe conoscere qualche gruppo scout in Grecia.. Avresti alcuni contatti da fornirci? Te ne saremmo grate, a presto
    Sq. Volpi

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.