Auto rimessa a nuovo…

Oggi dopo aver accompagnato la mia pulcina all’allenamento dei bambini, ho passato il pomeriggio rimettendo a nuovo la mia 500 Sporting…

  • Flessibile nuovo per collegare la marmitta (era smarmittata completa…): 75 euro
  • Lampadina anabbagliante: 5 euro
  • Autolavaggio (c’erano tracce di pizza di un anno e mezzo fa… :-D): 8 euro

Che gran fortuna l’euro… penso che qualche anno fa me la sarei cavata con la metà dei soldi.

Vabbè… intanto il comune della mia città ha deciso di combattere l’inquinamento con un provvedimento di cui non capisco il senso. Praticamente circolano le auto più nuove (la normativa “euro 4” è diventata obbligatoria dal Gennaio 2006) e tutti i mezzi pubblici o di soccorso.

Questi provvedimenti “volti a salvaguardare l’ambiente” mi sembrano solo un contentino per chi vorrebbe un ambiente più sano e, dall’altro lato, un metodo per incentivare la gente ad acquistare una nuova auto (e il povero muratore, che si tiene la sua vecchia auto come fosse una Mercedes non avendo i soldi per cambiarla, poveretto, non può neanche circolare: cornuto e bastonato!). Evvai con le speculazioni…
Non è così che si risolve il problema. Non è una domenica pomeriggio ed un lunedi mattina a salvare il pianeta. Se ci sta veramente a cuore l’ambiente dovremmo incentivare l’utilizzo di mezzi pubblici (leggasi: renderli efficienti e puntuali), creare piste ciclabili (l’unica che conosco è quella che arriva a Mondello e non è neanche così comoda da utilizzare…) e mettere in atto tutte quelle tecnologie che realmente potrebbero aiutarci in tal senso (sono convinto che le auto elettriche per la massa le vedremo solo tra 20 anni, quando il petrolio sarà realmente finito).
Anche a Palermo ci si accontenta invece di dare una facciata alle cose, senza fare attenzione ai contenuti.

Della serie “abbiamo un progetto anti-inquinamento attivo da mesi”.
Il solito slogan da politici per intenderci…

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.