Ehi, mi fido di te…

Case di pane, riunioni di rane
vecchie che ballano nelle chadillac
muscoli d’oro, corone d’alloro
canzoni d’amore per bimbi col frack
musica seria, luce che varia
pioggia che cade, vita che scorre

cani randagi, cammelli e re magi

Forse fa male eppure mi va
di stare collegato
di vivere di un fiato

di stendermi sopra al burrone
di guardare giù
la vertigine non è
paura di cadere
ma voglia di volare

Mi fido di te
Mi fido di te
Mi fido di te
Mi fido di te…
io mi fido di te
ehi mi fido di te
cosa sei disposto a perdere

Lampi di luce, al collo una croce
la dea dell’amore si muove nei jeans
culi e catene, assassini per bene
la radio si accende su un pezzo funky
teste fasciate, ferite curate
l’affitto del sole si paga in anticipo prego
arcobaleno, più per meno meno

Forse fa male eppure mi va
di stare collegato
di vivere di un fiato
di stendermi sopra al burrone
di guardare giù
la vertigine non è
paura di cadere
ma voglia di volare

mi fido di te
mi fido di te
mi fido di te
cosa sei disposto a perdere
mi fido di te
mi fido di te
io mi fido di te
cosa sei disposto a perdere

Rabbia, stupore; la parte, l’attore
dottore che sintomi ha la felicità

evoluzione, il cielo in prigione
questa non è un’esercitazione
forza e coraggio
la sete, il miraggio
la luna nell’altra metà
lupi in agguato il peggio è passato

Forse fa male eppure mi va
di stare collegato
di vivere di un fiato
di stendermi sopra al burrone
di guardare giù

la vertigine non è
paura di cadere
ma voglia di volare

mi fido di te
mi fido di te
mi fido di te
cosa sei disposto a perdere
eh mi fido di te
mi fido di te
mi fido di te
cosa sei disposto a perdere…

(Jovanotti – Mi fido di te)

Sono le quattro… dovrei mettermi a studiare… eppure mi va di stare collegato… d’altronde, sono abituato (sfortunatamente forse) a fare sempre tutto all’ultimo minuto… e forse è una cosa che TU un pò non sopporti… ma è l’adrenalina che mi da la concentrazione… sono i secondi che rimangono al traguardo che mi danno forza.

“Pioggia che cade, vita che scorre”. Ripenso ancora a questa notte, a quelle foto, a quei visi, a quelle giornate estive ma anche a quelle invernali, a quei ritorni a casa in bicicletta… stanco, ma pieno dentro.

Dottore, che sintomi ha la felicità? Chissà, certa gente cerca la felicità in qualcosa di preciso… senza invece rendersi conto che la felicità si può trovare in tutto quel che si fa e si vive… anche una cosa noiosa, affrontata con un bel sorriso può diventare divertente.

Mi fido di te, cosa sei disposta a perdere? All’incontro dell’altro giorno, pensavo anche a questo. Pensavo a te invece di *distrarmi* come magari avrei fatto un tempo. E pensavo alle mie scelte, al mio SI convinto quel giorno di oltre 2 anni e mezzo fa. Pensavo alle mie rinuncie… ma non mi pesavano affatto, anzi, era bello rendersi conto di aver rinunciato a qualcosa… per una cosa ancora più grande, un progetto di vita.
E’ inutile negarlo, quando due persone stanno insieme devono necessariamente rinunciare ad una parte del loro ego, per donarsi agli altri. Amore è anche saper rinunciare, e io, sono felice di rinunciare per te. Ed ecco che si capisce chi è per me, la dea dell’amore che si muove nei jeans

Ti amo tanto e mi fido di te. Lo sto scoprendo in questi giorni in maniera particolare, e mi ritrovo così, a dirtelo in continuazione.
Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. è qualcosa di cui molta gente non si accorge… non basta ricevere, l’amore è pú di parole dolci e cazzate il giorno di s.valentino…
    (la canzone è bellissima, tra l’altro)
    non so come sarà la vita adesso per te, ma spero ti vada bene.. ci sono momenti nell’esistenza di ognuno in cui le cose sono speciale perché hanno un significato a causa di una persona esterna, magari diversa da te, magari uguale, ma l’importante è capire cosa importa davvero – best wishes for you

  2. Grazie per gli auguri che senza dubbio ricambio… la mia vita, la si può leggere un pò qua e là su questo blog, la tua invece non è saltata fuori dal tuo commento, anche se mi sembra di capire che comunque condividi ciò che ho scritto… e ciò che sento.
    Non può che farmi piacere…
    Ciao,
    Emanuele

  3. Pingback: Io vorrei, non vorrei, ma se vuoi… - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.