Stai con me…

Vorrei scrivere per te qualcosa che…
che ti dica beh… sto pensando a te.
E tu dove sei… se non sei con me.
Ma l’amore che cos’e’… e’ pensare a te.
E vieni a casa mia… quando vuoi…
dormirai con me… solo se vorrai.
Non ti voglio fermare io ti lascero’ andare…
c’e’ sempre una partenza stai con me o stai senza!
Perche’ credo che amare sia lasciar liberi di fare…
stai con me o senza me…
stai con me o senza me…
Vorrei vivere con te… anche solo un giorno dai!
Mi basterebbe sai… che meraviglia sei…
per uno come me… che scappa sempre e…
da ogni storia che… lega le caviglie…
Non ti voglio fermare io ti lascero’ andare…
c’e’ sempre una partenza stai con me o stai senza!
Perche’ credo che amare sia lasciar liberi di fare…
stai con me o senza me…
stai con me…
Non ti voglio fermare io ti lascero’ andare…
c’e’ sempre una partenza stai con me o stai senza…
perche’ credo che amare sia lasciar liberi di fare…
stai con me (stai con me) o senza me…
stai con me o senza me…

(Mauro Di Maggio – Non ti voglio fermare)

Pulcina mia… sei alla riunione con i ragazzi del reparto… e io sono qui a pensare a te. Già penso a quando partirai per Praga… so già che non sarà così bello vederti partire… (maledetti viaggi d’istruzione), però so bene che è giusto che vada così… che in fondo, non è tenendoti legata a me che potrò evitare di non farti scappare mai. E poi… è l’ultimo tuo anno…
Amare… è lasciar liberi di fare. E’ proprio così… più stringo il pugno… più la sabbia esce dalle fessure… se tengo il pugno aperto… la sabbia non cade…. è bellissimo quell’esempio…

Una mamma e un bambino stanno camminando sulla spiaggia.
Ad un certo punto il bambino chiede: “Come si fa a mantenere un amore?”
La mamma guarda il figlio e poi gli risponde: “Raccogli un po’ di sabbia e stringi il pugno…”
Il bambino stringe la mano attorno alla sabbia e vede che più stringe
piu’ la sabbia gli esce dalla mano. “Mamma, ma la sabbia scappa!!!”
“Lo so, ora tieni la mano completamente aperta… ”
Il bambino ubbidisce, ma una folata di vento porta via la sabbia rimanente.
“Anche cosi’ non riesco a tenerla!”
La mamma sempre sorridendo: “Adesso raccogline un altro po’ e tienila nella mano aperta
come se fosse un cucchiaio…
abbastanza chiusa per custodirla e abbastanza aperta per la liberta’ “.
“Il bambino riprova e la sabbia non sfugge dalla mano ed e’ protetta dal vento.
“Ecco come far durare un amore…”

So che è una “eterna lotta con la gelosia umana”… ma… è giusto così. Ne sono più che sicuro… d’altronde mi ripeto sempre che se mancasse la fiducia, che rapporto sarebbe?! Devo potermi fidare di te… e fiducia non significa saper dire “mi fido di te” solo a parole. Fiducia significa appunto… lasciarti libera di fare.
Se è Amore… come intendo io, sono sicuro che tornerai… 1000 volte partirai… e 1000 volte tornerai… sempre con lo stesso sorriso, e la stessa voglia di baciarmi…
Ti amo tanto pulcina mia… non vedo l’ora che la tua riunione finisca… per poterti sentire nuovamente.
Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » Piccole orme, piccoli passi.

  2. Pingback: Un (piccolissimo eh) dubbio… - …time is what you make of it…

  3. Pingback: Amare senza ammalarsi. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.