Cani.

Ci sono giorni in cui i cani andrebbero bastonati.

E’ solo che sono troppo educato. E’ solo che penso che esista una giustizia divina. E’ solo che… mi dispiace e avrei voglia di spaccare la faccia ad un paio di persone perché l’unico metodo per discutere coi cani è quello.

Ma non spaccarla lievemente. Una bella dozzina di ginocchiate sul naso. Pugni sul viso dati come fosse un tabellone da distruggere. E poi quando il cane è a terra, continuare. Come se il diavolo fosse esploso dentro i bicipiti. Continuare e continuare, finché le nocche delle dita non sono gonfie. Finché non arrivano in dieci persone a separarti da quel cane.  👿

Far valere tutte le giornate di palestra insomma.

Ecco, Signore, meno male che sono una persona educata.

Perdona e dimenticherai… certe cose però fanno male. 😥

Emanuele

7 commenti » Scrivi un commento

  1. Perdona e dimenticherai… è una frase di un bellissimo brano di Elisa, “Una poesia anche per te”. Anche a me piace tantissimo ascoltare questa Grande Artista. Ritengo che sia una delle poche vere Grandi Artiste e veramente innovative che abbiamo nella nostra Italia.

    Ma ritornando al discorso… Che ti è capitato Emanuele???
    Ti devono aver veramente fatto girare le balle per farti incazzare in questo modo…

    • Stupenda Elisa. Decisamente molto meno stupenda certa “gente”. Il fatto è che… il mondo può farmi quel che vuole. Può offendermi, può deridermi, può umiliarmi. Riesco sempre a sopportare tutto.
      C’è solo una cosa che mi manda in bestia: quando qualcuno disturba le persone a me care. Non vanno toccate. Sono sacre.
      Quando succedono cose simili, esce un Emanuele che non sbuca fuori mai e che sorprende persino me. Sento un nervosismo interiore che non so spiegare. Non è per niente simile all’incazzatura che posso provare se qualcuno disturba me. Sento che… se non fosse per quei valori in cui credo e per cui darei davvero la vita, oggi l’unico rimedio era andare a spaccare la faccia ad una persona.
      Non voglio buttar via tutto ciò che dico e tutto ciò in cui credo per gente del genere. Non lo meritano. C’è chi dall’Alto vede e provvede però, di questo ne sono sicuro.
      Dispiace, quello si e avevo voglia di sfogarmi in qualche modo.
      Mi hanno insegnato che le mani non vanno mai usate… e che al massimo la propria forza va sfruttata per difendersi, non per attaccare.
      Tutto qui…
      Ciao,
      Emanuele

  2. Sei una persona decisamente matura. Condivido perfettamente il tuo punto di vista. Pensarla così è una scelta giusta per quanto mi riguarda e ti confido, che anch’io la penso in questo modo.

    Odio il cattolicesimo e tutte le altre religioni. Non faccio distinzione.

    Sono cresciuto e ora ho altre idee insomma, idee meno fantasiose sulla spiritualità, idee un po’ più coscienti.

    Ma credo in Dio tutt’ora.

  3. Come ho letto il primo rigo mi sono detto: questo è matto…
    In Italia la lobbi per i quadrupedi è potentissima.
    Spesso si perdona un malefatta di un quadrupede più volentieri di un bipide. Te la devonno aver fatta grossa Emanuele.Io sarei più per sputargli in faccia non vorrei sporcarmi ne mani ne ginocchi.
    Lascia perdere, non ne vale la pena con certa gente.

    • Grazie Nicola… diciamo che dopo essermi sfogato tutto è iniziato a diventare più razionale.
      AndreaPac… mi dispiace averti fatto spaventare e forse, indicare con “cani” certa gente è stato quasi un complimento. Proprio quegli animali sono “il miglior amico dell’uomo”.
      Comunque non l’hanno fatta grossa a me… altrimenti sarei fresco e sereno.
      E’ proprio vero, con certa gente non val la pena discutere.
      Ciao,
      Emanuele

    • Roberto, quando un mio amico ha letto questo post mi ha detto “da oggi posso chiamarti Pacciani? C’è una violenza nascosta dentro di te enorme…”. In effetti è vero, queste parole fanno impressione pure a me. La realtà però è che, come ho già detto, *il mondo* può disturbarmi quanto vuole e rimango sempre indifferente ma se da fastidio a qualcuno a cui voglio bene… divento una belva. Ovviamente poi non trascendo e non mi abbasso ai livelli descritti, però dentro sento un fuoco impressionante… vorrei poterlo farlo sfogare ma so che non è sicuramente quello il modo migliore per farsi ragione.
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.