Indeciso…

E’ da 24 ore che vorrei scrivere qualcosa. Ho in mente un paio di post, uno più tecnico, l’altro più personale.

Nell’indecisione ho lasciato scorrere il tempo e non ho scritto nulla…

Voi usate le bozze di WordPress? Io sono così “squadrato mentalmente” che non sopporto l’idea di pubblicare un post con un ID successivo ad uno non pubblicato, così… evito in toto le bozze. Se inizio a scrivere, devo anche finire prima di iniziare il post successivo. Visto a che livello arriva la mia paranoicità?

Comunque, Natale è passato, senza frizzi e lazzi. Abbiamo fatto una cena in famiglia (si, niente pranzo perché abbiamo aspettato mia sorella e marito che arrivassero con l’aereo da Milano…), allegra si, ma non abbondante.

Insomma, questo Natale è stato veramente molto “pacato”.

Non voglio rattristarmi però. Ho ripensato, piuttosto, all’omelia della veglia di ieri notte.

Natale è gioia. Gioia di vivere, gioia nel cuore. Quella gioia contagiosa che si vede a certe suore missionarie. Quella gioia serena che si vede in un bel sorriso solare.

Ogni qual volta ci si rattrista, si ha… meno fede. Perché se crediamo in Dio Salvatore, non dobbiamo dimenticarcene specialmente nei giorni grigi.

Così, stasera ringrazio Dio per questa serata, non euforica ma comunque degna d’esser vissuta serenamente. 🙂

Tutto il resto un giorno arriverà, senza fretta.

Sogni d’oro,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

5 commenti » Scrivi un commento

  1. Questo è un commento fuori luogo forse.
    Anzitutto AUGURI DI BUON NATALE, perchè poi Natale è ogni giorno 🙂
    E GRAZIE per quello che hai scritto, specie nel post precedente a questo…
    buona giornata!!!
    TONY

  2. Beh il natale non deve per forza essere urla di gioia o grandi mangiate e giocate a carte, può anche essere una semplice cena in famiglia, tranquilla senza troppi fronzoli…

  3. Grazie a te Tony, ti auguro – visto che Natale è già passato, almeno un bel 2008. 😉
    Zobbi, è vero… però sento a destra e sinistra di gente che si diverte, che fa pranzi e cene luculliane etc.
    I miei amici, che sanno che adoro mangiare tanto, mi chiedono in continuazione quanto abbia divorato per questo Natale.
    Non è stato così… un po’ di arrosto, un po’ di salsiccia e poco altro. Però eravamo tutti felici di rivedere la famiglia unita a tavola. Quanto meno è stato un bel Natale per questo.
    Ciao,
    Emanuele

  4. La cosa più importante è che la famiglia si sia riunita…il resto non conta, o almeno, conta poco. 😉

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.