Soli, che noia.

E’ più di una settimana che sono solo a casa, la mia famiglia è partita per una vacanza ed io sono rimasto qui… sia per non lasciare sola la mia pulcina durante i suoi esami e sia perchè si avvicinavano i miei.

Però… mi sto rendendo conto che forse sarebbe stato meglio partire. Forse, avevo bisogno di ricaricare le pile… mi sento stanco ed abbattuto.

Mi sembra mi stia cadendo il cielo addosso, ma penso anche che sia colpa mia se mi ritrovo sempre in queste situazioni.

E’ tutto difficile maledizione.

Forse dovevo partire, rilassarmi un pò e poi tornare alla carica…

E poi da soli… che brutta cosa. Non è che non sia abituato a stare lontano dalla mia famiglia… la cosa brutta è però ritrovarsi nella propria casa, in silenzio. Non c’è nessuno.

Non c’è tua sorella che suona la batteria, tuo fratello che si fa odiare al pianoforte… non c’è tuo padre che viene a chiederti aiuto per qualche *cavolata* (non per lui) informatica.

La sera ti siedi a cena… in un tavolo così enorme per una persona. Guardi la tv ma non hai con chi commentare qualcosa. E’ così deprimente…

E’ strano, per la prima volta nella mia vita sento il bisogno di riaverli qui. Non vedo l’ora che arrivi domenica.

Voglio tornare nella confusione di sempre…

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.