Cosa sto combinando in questi giorni?!

C’è aria di novità… e si vede, vero?!
Il blog che si sposta… io che devo scrivere una lettera… tante cose!
Che sto combinando?
Beh… tutto è iniziato circa due settimane fa… un venerdi sera a casa di Peppe. Mi trovavo li per una pizza mentre lui, con Maurizio e l’altro Peppe dovevano organizzare alcune cose per l’apertura del gruppo scout, il giorno dopo.
Mi sono reso conto, grazie anche alle loro insistenze “dai torna… dai torna…”, che in fin dei conti, non mi ero mai allontanato dagli scout. Ero rimasto sempre a gironzolargli intorno… senza riuscire ad uscirne. E’ quasi una sorta di malattia immagino.
Ho preso la partenza circa 2 anni fa… ma non mi sono ancora perso nessuna route estiva del clan dal quale sono uscito.
“Servizio”. Era questo il motivo per il quale andavo e/o venivo richiesto. Dare una mano…
E in fondo… questo venerdi, ero ancora li… a ritagliare numeri per un gioco… perchè?! Non ero fuori?
No.
Gli scout fanno ormai parte di me, ed il modo che mi hanno insegnato li, di affrontare le cose e fare delle scelte lo è anche. Perchè dunque tirarsi ancora indietro?
Così… con un pizzico di coraggio, ho deciso di rientrare. Rientrare come capo. Si lo so… avrei potuto farlo prima, ma… sinceramente, mi sono reso conto che quella dimenticanza di due anni fa mi ha scottato dentro, tanto. In questi 2 anni fuori, ho avuto “paura” di riprendere, riprendere ogni attività che potesse distrarmi da ciò che doveva essere il mio obbiettivo: la laurea.
Tutto questo adesso sta diventando più “reale”. Studio (entro i miei limiti :-P), ho di nuovo dei colleghi (che avevo perso visto l’anno indietro…), sto seguendo le materie del terzo anno e qualche materia a scelta. Inizio a sentire l’odore (ancora distante) della Laurea. Devo continuare con questo ritmo e questa voglia di riuscire
Oggi, un pò di sconforto ha colpito anche la mia pulcina… (di solito immune a queste cose, molto più di me…), e così, mi ritrovo a pensare alla frase che ho detto a lei…

Quanto manca al traguardo? Continua e non pensarci.

E’ questo lo spirito con il quale vanno affrontate le cose… se ci si ferma a pensare tutti i miliardi di problemi che si hanno, si rimane li… impietriti. Piano piano invece, tutto si affronta e tutto passa.
E’ giusto rimanere “razionali”.
Così… ecco che ritorno agli scout. Andrò sicuramente al reparto, visto che li c’è più bisogno. Beh… non è per niente un brutto posto… ho bei ricordi del mio servizio in reparto da rover. Penso che nè più, nè meno sarà divertente tanto quanto.
Domani avrò la mia prima riunione di Co.Ca. (non sono Lapo… Co.Ca. sta per “comunità capi” :-)) …e domani stesso dovrò presentarmi alla co.ca. con una lettera. Quella lettera di cui vi accennavo oggi pomeriggio.
Sinceramente avrei voluto scriverla oggi… ma un pò per il sonno (uffa non so che mi stia succedendo in questi giorni… non riesco a dormire più tanto la notte… devo ri-regolarmi!), e un pò per la mancanza di ispirazione l’ho rimandata… vedrò di scriverla domani, anche se sinceramente vorrei farlo con calma, visto che è una cosa alla quale tengo. Non voglio scrivere quattro cose giusto perchè vanno scritte. Spero domani di trovare tutto il tempo necessario per scrivere una bella lettera.
Tra l’altro voglio vedere la mia pulcina… visto che per due giorni non ci siamo potuti vedere (tranne in webcam: il miglior regalo che potessi mai farle!!! :-D). Lei doveva studiare e io sono stato senza macchina…
Devo vederla.
Ok basta… è già l’una meno dieci… domani ho lezione alle 8 e quindi è meglio se cerco di ristabilire i ritmi e vado a dormire.
6 ore di sonno sono già poche.
Sogni d’oro a tutti…
Emanuele

PS: sono in pochi ad avere l’indirizzo di queste pagine… *anonimo visitatore* se ci sei, lascia pure un segno!! 🙂

PPS: vista l’aria di novità… ho aggiornato anche www.dreamsworld.it, ho convertito la homepage da .html a .php aggiungendo anche qualche piccola novità… giusto per renderla un pizzico più utile di com’era prima. 🙂

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.