Ridere.

E’ il contesto giusto per farlo?
Sono dell’umore giusto per ridere?
Chi ho di fronte merita una mia risata?
Chi è intorno è pronto ad accoglierla?

Un adulto che decide di ridere compila in pochi istanti una check-list. Tutto deve essere positivo affinché la risata non sia trattenuta, ridimensionata o inghiottita.

I bambini ridono senza troppi perché. Giorgia mi sta mostrando l’innocenza spensierata e ad ogni risata priva di preconcetti io – dentro me – la ringrazio per il grande dono.

Emanuele

4 commenti » Scrivi un commento

  1. Amo i sorrisi e le risate e vengo pure presa bonariamente in giro da alcuni adulti che mi sono vicini…Che ci posso fare. Posso dirti Manu che già a sei anni tendono a sparire i sorrisi spontanei a causa dei mille divieti degli adulti. Ho notato che nelle mie classi le mie risate ne fanno scaturire altre e spesso ridiamo assieme. Sono più bambina di loro in definitiva. Ho sempre amato quella frase del Vangelo: “Se non ritornerete come bambini non entrerete mai”.
    Nella nostra società dove i bimbi vengono adultizzati credo che già a sei anni ciò si perda e che mantenerlo o riconquistarlo sia un dovere per la felicità nostra e altrui.
    Buona giornata, Robi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.