Tutto il mondo è… paese.

Settimana scorsa ero in America e nel weekend ho beccato la festa di St. Patrick. Nei miei giri americani ho avuto fortuna, l’ultima volta ero lì nel weekend di Halloween e perfino il personale dell’aeroporto era vestito in maschera (per intenderci, ad effettuare il mio check-in fu Pikachu).

Con St. Patrick ho avuto netta la sensazione di come certi eventi abbiano origini contadine. In quei carri trascinati da pickup con tanta gente in piedi intenta a salutare intravedevo usanze molto da farmer certamente poco cittadine. I carri addobbati senza le qualità artistiche dei nostri carnevali li rendeva ingenuamente banali.

St. Patrick è una delle feste più sentite per Chicago e migliaia di persone da varie parti d’America brulicano le strade tra il lungo lago e la downtown dei grattacieli dove persino il fiume viene colorato di verde per l’occasione.

Il cielo terso ma l’aria gelida completavano il suggestivo quadretto di cui ho goduto sorseggiando un rovente caffè americano comprato strategicamente per riscaldare le mani.

Emanuele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.