EdgeRouter X

Recentemente ho mandato in pensione il router che usavo [1] in quanto faticava coi 30Mbit sulla porta WAN della mia connessione Eolo e, avendo ricablato casa con cavi eth6 e connettori schermati, stavo cercando esclusivamente prodotti Gigabit-class. Avevo iniziato a valutare il glorioso Fritz! quando, stuzzicato da un amico, son finito con l’acquistare un “EdgeRouter X” della Ubiquiti.

Ubiquiti - EdgeRouter X

Si tratta di un prodotto per soli nerd basato su Debian che funge esclusivamente da router (no modem, no access point [2]) dalle prestazioni micidiali, con firewall configurabile a zone o ad ACL, PoE in-out su due porte e che permette tutto quello che siete già abituati a fare in una shell. Non si tratta di un  prodotto accendi-inserisci-le-password-et-voilà ma di un dispositivo altamente configurabile con prestazioni superiori a qualsiasi router casalingo.

Lo uso da un mesetto e ne sono soddisfattissimo. Certamente è progettato per altri carichi ma sulla mia trenta megabit non fanno più paura il numero di connessioni e posso attivare il DPI sul router senza paura di rallentare il traffico. Consigliatissimo a casa di ogni nerd, si compra (anche) su Amazon a 65€.

Emanuele

[1] Trattasi di un Linksys WRT54GL preso un decennio fa con il progetto FON e convertito poi con DD-WRT che con Eolo 30/3 iniziava a dare segni di affaticamento.

[2] Al momento a fare da Access Point è rimasto un Netgear DGN2200v3 ma spero in Babbo Natale per poterlo sostituire con un Unifi

5 commenti » Scrivi un commento

    • Ero praticamente certo di vederti spuntare sotto questo post. Se dovessi prenderlo sono certo non te ne pentirai. Può fungere da DHCP server multiplo, server PPPoE (!), OpenVPN e contemporaneamente PPTP e IPsec… tecnicamente non ha limiti essendo praticamente una macchinetta debian. Sul web c’è anche chi gli ha montato un pacchetto per attivare l’autenticazione 2FA su OpenVPN con il protocollo di Google Authenticator. Sulle regole del firewall si torna a parlare di metriche, di stato del pacchetto etc. La sezione di routing supporta l’OSPF per realizzare network pesati o puoi realizzare load balancing su più linee. Appena inizi ad usarlo ti rendi conto che hai sempre sopravvalutato enormemente qualsiasi router consumer-grade.
      Ciao,
      Emanuele

    • Posso dire che mi sembra la versione cinese? Low-cost, CPU single core da 650mhz contro un dual-core da 850mhz, 64mb di RAM vs i 256 DDR3, basse prestazioni (493Mbps di max flow contro il Gigabit), porte 10/100 contro le gigabit, case in plastica contro l’alluminio… mi sembrano due prodotti nettamente diversi.
      Ciao,
      Emanuele
      PS: qui trovi i datasheet con le specifiche tecniche.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.