Studi dimostrano che riconoscimenti costanti e disponibili non producono la maggiore dipendenza; piuttosto, sono le ricompense sporadiche e randomiche quelle che ci tengono all’amo. Gli animali, umani inclusi, diventano ossessionati dai sistemi di ricompensa che solo occasionalmente e randomicamente ci concedono un bene. Manteniamo il comportamento condizionato per maggior tempo quando la ricompensa è assente perché sicuramente – sicuramente – la zolletta di zucchero apparirà la prossima volta.

Tratto da: Michael Harris – The end of absence

Dai, adesso torniamo a controllare per l’ennesima volta se sul cellulare è arrivato – per caso – un nuovo tweet, whatsappino, o messaggio in bacheca.

Emanuele

Foulard.

Le mie impressioni sul nuovo Apple Watch? Chi cerca (o si aspettava) un sostituto di un cellulare rimarrà profondamente deluso. L’Apple Watch non sarà una disruptive innovation (come fu con l’iPhone al suo tempo) ma svela in maniera lampante la … Leggi ancora →