Quanto consuma l’Alfa Romeo Giulietta GPL.

Quando si compra un’auto il dato dei consumi è uno tra i parametri più considerati per la scelta. Anch’io quando scelsi la mia Giulietta, ero indeciso sulla motorizzazione da scegliere: benzina, diesel o GPL? La scelta – non scontata – dipende tantissimo dal tipo di percorso che si fa giornalmente e dal chilometraggio annuo che si prevede di coprire. La differenza di prezzo delle ultime due motorizzazioni rispetto quella a benzina, infatti, non è trascurabile e coprirebbe l’acquisto di carburante per varie decine di migliaia di chilometri.

Vivendo a Milano (o in una qualsiasi città con ZTL) bisogna fare i conti con l’area C che aumenta i costi di gestione di un’auto non “ecologica“. La mia scelta, alla fine dei calcoli, è caduta sulla Giulietta GPL che combina le buone prestazioni dei motori turbo Alfa Romeo (88KW, 120CV) con la possibilità di risparmio di un GPL.

Una delle domande cui rispondere è: “quanto costa un pieno di GPL?”. In televisione infatti, i vari spot ci han sempre confuso le idee puntando sul basso prezzo di un pieno di GPL. Come vedrete sotto, in effetti, un pieno non ha mai superato 35 euro ma va considerato che un pieno di tale carburante non permette di percorrere lo stesso numero di chilometri di un pieno di benzina o diesel.

Alfa Romeo Giulietta GPL - Costo rifornimenti

A differenza di quanto realizzato per la Panda a metano (di cui preparai un report dei consumi raggiunti sia i 5000km che i 10000km) questa volta ho scelto di concentrarmi solo su un report sulla lunga distanza perché l’uso fatto nei primi mesi (ho raggiunto i 10.000 in meno di 100 giorni) avrebbe dato risultati falsati. Perché? La risposta è semplice: la Giulietta è una bella auto che ama farsi guidare. Se la Panda a metano infatti invitava a concentrarsi sul risparmio e la praticità, la Giulietta ti spinge a goderti la strada, le curve, i lunghi viaggi magari anche abbastanza tortuosi.

Alfa Romeo Giulietta - Strade percorseI primi 2500km erano volati con un buon 90% di tratte autostradali. Valutare i consumi a 5000km, con la metà dei chilometri percorsi in autostrada avrebbe, dal mio punto di vista, falsato i risultati. Inoltre, devo ammettere che, i primi tempi, risparmiare carburante era qualcosa di veramente arduo per il mio piede. Il piacere di riprendere in terza, di pennellare una curva, superava ogni richiesta di parsimonia. Dopo 20 mila chilometri la percentuale di percorrenza si è ben bilanciata (con un leggerissimo vantaggio per l’autostrada dovuto al mio lavoro), come visibile nel grafico a torta.

I primi 12-13 rifornimenti, per le ragioni descritte sopra, hanno delle medie abbastanza alte. Probabilmente non in maniera assoluta perché anche col piede pesante si son mantenuti sotto i 10€ ogni 100 chilometri, ma sicuramente la Giulietta mi ha tranquillizzato e dimostrato di poter fare molto di meglio nei mesi successivi.

Alfa Romeo Giulietta - Euro per 100km GPL

In linea di massima devo ammettere che la Giulietta consuma poco ma non in maniera sorprendente. E’ “lì dove ci si aspetta che sia”. Parlando con un collega con una guida simile alla mia che possiede una Ford Focus 1.6 diesel si è visto che il risparmio rispetto al suo diesel è del 15% circa. Dal grafico sopra è possibile rendersi conto che il costo ogni 100km si sta attestando intorno ai 7 euro. Valore che – comunque – risulta abbastanza inferiore a quello della vecchia Punto benzina che ho rottamato.

Alfa Romeo Giulietta - Valori totali consumi

Lo specchietto sulla destra riporta i valori medi di questi mesi. Uno dei dati più interessanti, secondo me è quello dell’autonomia: si riescono a percorrere quasi 400km senza dover cambiare carburante[1]. In pratica da Milano si arriva comodamente a Siena, ad Udine o a Losanna potendo contare sul risparmio fornito da questo carburante alternativo.

E’ utile ricordare che lo stile di guida influisce tantissimo sui risultati. Impostando il regolatore di velocità a 120km/h costanti il costo riesce a raggiungere facilmente i 6€/100km grazie anche alla sesta marcia leggermente più lunga delle versioni diesel o benzina. Il grafico sotto mette a confronto il costo con la velocità media tenuta durante il consumo di un intero pieno di GPL: è chiaro che, sebbene interessanti, i dati vadano presi con le pinze. E’ facilissimo infatti avere medie alte anche in condizioni di traffico non proprio scorrevole per via di una guida più grintosa e meno rilassata.

Alfa Romeo Giulietta - Confronto velocità media e consumi

La mia Giulietta (allestimento Distinctive) prevede anche cerchi da 17″ e ruote 225/45 e la cosa è piacevole quando si tratta di gestire una curva o una bella frenata ma al contempo quest’aspetto non va trascurato durante l’analisi dei consumi poiché aumento di peso e maggiore resistenza al rotolamento incidono sul risultato finale[2].

Per concludere, nel mio favoloso foglio di calcolo, ho realizzato una tabellina dei valori minimi registrati fin ora e – rullo di tamburi – la Giulietta ha toccato i 5,56€/100km (o, in altre parole: 7,19l/100km). Ovviamente la Panda a metano riusciva a star sotto con disinvoltura disarmante ma è utile ricordare che si tratta di due auto che hanno in comune esclusivamente il numero delle ruote. Per il resto è tutta un’altra musica…

Emanuele

PS: se siete arrivati fin qui e avete voglia di continuare a seguire i miei consumi nei prossimi mesi, potete farlo a questo indirizzo (da cultore dei numeri aggiorno i dati tramite l’app sul cellulare durante ogni rifornimento!).

[1] La Giulietta come tutte le auto bifuel ha anche un serbatoio della benzina di pari dimensioni delle versioni mono-carburante.

[2] Vi segnalo, in tal proposito, un interessante test di Quattroruote (numero 702, Marzo 2014) in cui hanno confrontato in varie condizioni le tre dimensioni di pneumatici disponibili per la Giulietta e dal quale è risultato proprio il 17″ come il più bilanciato.

Aggiornamento del 9 Gennaio 2015: a corredo, ho scritto un post su quanto costa mantenere ogni anno un’auto.

113 commenti » Scrivi un commento

  1. Pingback: La connessione wifi sul Frecciarossa. | …time is what you make of it…

  2. 1) che impianto gpl monta ? iniezione gassosa ?
    2) io un BRC (iniezione gassosa) su un’audi ed il funzionamente è combinato tra gpl e benzina, ossia consuma contemporaneamente una percentuale di benzina durante il funzionamente (il sistema inietta anche benzina per eviatre problemi agli iniettori), anche sulla giulietta è cosi’ ?
    grazie molte

    • Ciao Cesare, l’impianto GPL della Giulietta è a iniezione gassosa senza contemporaneità con la benzina. Quest’ultima viene utilizzata automaticamente quando la centralina rileva una grande richiesta di potenza. Se vuoi leggere qualche informazione in più, qui trovi il PDF delle specifiche dell’impianto Alfa Romeo. Il motore (sedi valvole, cilindri) sono stati riprogettati e rinforzati per lavorare a GPL senza problemi.
      Ciao,
      Emanuele

  3. Certo che se io mi considero un maniaco del risparmio (3 Alfasud 1200, 1 33, 1 lancia dedra 1800 16v 145Cv, tutte a gpl) con medie tutte attorno ai 10Km/l, tu Emanuele superi tutti per precisione nei dati relativi ai consumi della tua Giulietta.
    Dopo ferragosto mi arriverà la Giulietta Sprint a gpl, allora comincerò a fare i dovuti confronti; attualmente con la Punto 1400 a gpl percorro mediamente 12-12,5 Km/l..
    Mi sento alfista, ma non guido di conseguenza, tanto per avere un’idea le pastiglie dei freni mi durano sempre più di 80.000 Km.
    Quando avrò dati precisi spero di poterteli comunicare.
    Un saluto a tutti

    • Ciao Gianfranco, cosa intendi per mCX? Se ti riferivi al CX (coefficiente di penetrazione aerodinamica), nel caso della Giulietta è pari a 0,31.
      Ciao,
      Emanuele

      • Non te ne scappa una! A me invece è scappata una m in più infatti intendevo il Cx.
        Grazie per la risposta, e mi chiedevo comunque come mai l’Alfa non indichi mai tale coefficiente; forse ha paura di fare brutta figura verso le rivali?
        Una domanda un po’ cattivella: Secondo te con un muso tipo la 159 (sempre che sia possibile alloggiare tutta la meccanica) il coefficiente, oltre che l’estetica, sarebbe migliorato?
        Un salutone gianfranco

        • Ciao Gianfranco, non valutare il Cx solo come indice negativo. Una alta efficienza aerodinamica comporta vantaggi dal punto di vista dei consumi (sia meccanico che del carburante) ma può comportare svantaggi dal punto di vista della tenuta di strada. Giusto per far un esempio, il Cx di una auto di Formula 1 è stimato intorno allo 0,7. Questo perché tutti gli alettoni e le alette servono per premere l’auto contro l’asfalto. Se da un lato aumentano i consumi, dall’altro migliora notevolmente la capacità dell’auto di affrontare una curva ad alta velocità (e se la macchina è più incollata, le gomme faticano meno) o frenare con efficacia. Per questo nelle nuove auto (vedi la nuova Giulia) iniziano a far capolino alettoni mobili all’anteriore: in condizioni di marcia rilassata si predilige il risparmio del carburante, in condizioni di guida sportiva si punta sulla tenuta di strada.
          Ricorda inoltre che un ottimo Cx non è automaticamente segno di bassi consumi: se riesco a costruire un’auto che pesa qualche quintale in meno perché utilizzo materiali leggeri, anche con un Cx leggermente peggiore otterrò consumi più bassi. Alla fine il risultato è quel che conta, posso arrivarci puntando sul Cx o sul risparmio del peso, o sull’ingegnerizzazione del motore…
          Insomma, valutare il Cx è utile, ma non è una chiave di volta.
          Ciao,
          Emanuele
          PS: il frontale della 159, nonostante gli anni, è stupendo esteticamente.

          • La prossima volta prima di aprire bocca Ti sottopongo la questione, così evito
            di dire qualche cavolata di troppo.
            Sono ancora in attesa della mia Giulietta sprint gpl canna di fucile,
            acquistata usata con immatricolazione febbraio 2015 e probabilmente avrà circa
            13.000Km, al prezzo di € 18000.
            Allora comincerò a valutare i consumi, naturalmente non scientificamente come
            da Te evidenziato sul tuo blog.
            Ti ringrazio delle delucidazioni sul Cx e mi inchino alle Tue conoscenze in
            materia, d’altra parte da un ingegnere non ci si può aspettare altro.
            Un grazie e salutoni gianfranco

          • Ciao Gianfranco, se anche tu decidessi di usare, meticolosamente, Spritmonitor sul tuo cellulare (o dal tablet o dal pc) potremo confrontare i consumi.
            In bocca al lupo, vedrai che non ti pentirai dell’acquisto…
            Ciao,
            Emanuele

          • Grazie per l’invito, ma purtroppo alla mia età non mi sono ancora completamente
            adattato alla tecnologia di Voi giovani, infatti uso il telefonino perché me lo
            ha imposto mia moglie per potermi catturare quando non sono a casa, ed è già
            tanto se quello che ho ereditato da lei non è ancora di quelli a disco.
            Scherzi a parte cercherò di fare del mio meglio come ho sempre fatto, tenendo
            conto dei pieni e dei chilometri fatti, infatti sono ossessionato dal fatto di
            non voler consumare una goccia di benzina a parte naturalmente quella di
            avviamento.
            Non appena sarò in possesso della giulietta Ti comunicherò il tutto.
            Salutoni Gianfranco

            PS: ho nostalgia degli impianti primordiali del GPL quando potevo regolare la
            quantità di gas tramite l’apposita vite, oppure riducendo l’entrata dell’aria
            mettendola sulla posizione invernale che la prelevava attorno ai circuiti di
            scarico, oppure riducendo l’uscita del gas dal bombolone.
            Mi ricordo quando sostituivo tutte le guarnizioni del polmone dopo una
            perfetta pulizia dello stesso effettuando da solo la revisione/manutenzione
            dello stesso.
            Ovviamente erano tutte prove empiriche, ma qualche risultato me lo ha dato,
            infatti con la 33 alfa facevo circa 12 Km/l, con la Y 10 circa 15 Km/l con il
            motore 1000 fire, e con la Nissan Micra del 1997 circa 14 Km/l.
            Da domani naturalmente non potrò più divertirmi, anche se i nuovi impianti
            sono notevolmente migliorati ed affidabili, ma vuoi mettere la soddisfazione
            che già molti di Voi sta provando con la giulietta turbo?

  4. Pensa che mi stavo giusto chiedendo: chissà mai se qualcuno ha fatto un lavoraccio come quello fatto da me tanti anni fa (e pubblicato nel 2011!) sul Come va la Grande Punto GPL?

    🙂

    Mi sei spuntato tra i primi risultati, e ti faccio i miei complimenti per la chiarezza e il dettaglio del tuo post.. 🙂

    Mi accingo anche io ad acquistare la Giulietta GPL.. e ho trovato il tuo post davvero utile!

    Vorrei farti una domanda: Quanto incide il fatto che la centralina “inietti” benzina assieme al GPL specialmente con una guida col piede pesante? Ho visto che hai fatto pochissimi km a benzina ma mi chiedevo se in realtà fosse come mi dicevano alcuni che “dopo i 3500 giri va a benzina”… sigh…

    Grazie per la tua cortesia e complimenti anche per il tuo sito 🙂
    Marco

    • Ciao Marco, grazie per i complimenti. In questo report avevo monitorato “pochi” chilometri, se fai un salto su Spritmonitor vedrai la situazione aggiornata all’ultimo riferimento (con oltre 50.000km sotto le ruote).
      Riguardo i consumi della benzina, è vero che il sistema cambia carburante quando si ha il piede pesante, ma è anche vero che – da quel che mi sembra di notare – accade raramente e per brevi istanti. Insomma, ho 32 anni, non guido come un settantacinquenne e i consumi sono quelli che vedi. Attualmente il mio consumo di benzina è pari a 0,37l/100km e ad alzare la media concorrono anche alcuni tratti in cui avevo terminato il GPL ed ero andato a benzina.
      Ciao,
      Emanuele
      PS: complimenti anche a te per i tuoi bei report sulla Punto, cercherò di leggerli quanto prima con attenzione anche per poter fare un confronto…

      • Dimmi che esiste un’app comoda per raccogliere tutti quei dati!! 😀
        Io vado avanti di note sul calendario Google (manco fossero riunioni!) e segno 5/6 info fondamentali.. tu sei 10km avanti a me 🙂

        Detto questo, grazie mille per la risposta…
        Direi che la media tenuta comunque è di ca. 10.5km/l effettivi.. non male.. non fantastica, pensavo qualcosa di meglio.

        In 50.000km che problemi ti ha dato la macchina? Parlo di qualsiasi cosa, da lampadine bruciate, a iniettori, a spia gialla motore accesa (io ormai ci sono abituato, ho costanti scazzi con gli iniettori.. pace!), volante rumoroso, cigolii ecc…

        L’idea di spendere circa 18.000eur per quest’auto di 1 annetto (non voglio prenderla nuovissima) mi dà un po’ di fastidio, considerando quello che leggo in giro sulla bassa qualità costruttiva degli interni, plastica visibile e poca insonorizzazione se comparata alla Golf o alla Classe A… Quindi preferisco raccogliere più info possibili 🙂

        Grazie ancora, e a presto
        Marco

        • Ciao Marco, si che esiste l’app. Anch’io ho un file excel che tengo come “backup” (in cui annoto anche le ore di viaggio tra un rifornimento e l’altro) ma Spritmonitor sul cellulare è comodissima.
          La media non è male, ma se provi a cercare su quel sito, vedrai che c’è gente che fa molto meglio di me. Non so quale sia lo stile di guida o i percorsi, però mi rendo conto anch’io che quando provo a guidare più rilassato le medie sono più basse. Purtroppo ultimamente vado spesso di fretta e così in macchina non mi controllo più di tanto…
          Riguardo ai problemi, fin ora – toccatina scaramantica – non è successo nulla. Né mezza lampadina, né spie impazzite. Funziona tutto… ma è anche vero che ho fatto 50.000km in un anno e mezzo.
          Che versione prenderai? 18.000€ per un auto usata di un anno sembrano tanti, a meno che non sia stra-piena di optional…
          Ciao,
          Emanuele

          • Sono contentissimo per te, e mi auguro lo stesso eheh 🙂
            Io puntavo alla 1.4 TB 120CV GPL Distinctive (la Progression mi sembra un po’ come la Active della mia GP.. ho optato per la Dynamic che aveva comunque volante e pomellino cambio in pelle – che cmq si spella dopo qualche anno, mortacci loro – e qualche amenità simpatica che non avendo mai avuto in un’auto, vorrei avere..)

            Le km0 Progression stanno sui 18500eur.. le distinctive le trovi aziendali di 1 anno e ca. 15.000km appunto a quella cifra… ma sto guardando solo Autoscout.. dici che potrei ottenere di meglio?

            grazie mille

          • Ho provato diverse app alla fine, mi hai fatto “prendere bene” 🙂

            Alla fine direi che l’interfaccia più bella su iOS è quella di “Road Trip LE” ma non dà possibilità di inserire note e altre info.

            Quella che usi tu, Spiritmonitor, mi piace un sacco come livello di dettaglio, ma mi irrita il fatto di non poter mettere gli eur pagati quando aggiungo un rifornimento 🙂 né il costo a litro di carburante: tu come lo metti? Lo riesci a visualizzare in qualche modo?

            Grazie di tutto
            Marco

  5. P.S. Posso chiederti la gentilezza di mandarmi via mail un export di prova di questa app con due o tre linee eh, solo per vedere il format e provare a usare i miei dati su Excel e farci un bell’import? 🙂
    grazie 1000

    • Ciao Marco, l’app da sia la possibilità di inserire quanto pagato e i litri totali (ed automaticamente calcola il costo al litro), sia la possibilità di indicare il prezzo al litro e i litri acquistati (e automaticamente indica il totale speso).
      L’export in CSV dei dati di Spritmonitor, riporta le seguenti informazioni:

      Date: Format DD.MM.YYYY (e.g., 23.02.2010)
      Odometer, distance, quantity, total price: Numeric without thousands separator
      Currency: Standard abbreviation (e.g., EUR, USD)
      Fueling type: 0=invalid fueling, 1=full fueling, 2=partial fueling, 3=first fueling
      Tires: 1=summer tires, 2=winter tires, 3=all-year tires
      Roads: Sum of 2=motor-way, 4=city, 8=country roads (e.g., motor-way and country roads: 10)
      Driving style: 1=moderate, 2=normal, 3=fast
      Fuel sort: 1=Diesel, 2=Biodiesel, 3=Vegetable oil, 4=Premium Diesel, 6=Normal gasoline, 7=Super gasoline, 8=SuperPlus gasoline, 9=Premium Gasoline 100, 12=LPG, 13=CNG H, 14=CNG L, 15=Bio-alcohol, 16=Two-stroke, 18=Premium Gasoline 95, 19=Electricity, 20=E10
      Note: Text
      Consumption, BC-consumption, BC-quantity, BC-speed: Numeric without thousands separator

      Quello delle note invece:
      Date: Format DD.MM.YYYY (e.g., 23.02.2010)
      Odometer, trip: Numeric without thousands separator
      Type: 1=Maintenance, 2=Repair, 3=Change tires, 4=Change oil, 5=Insurance, 6=Tax, 7=Supervisory board, 8=Tuning, 9=Accessories, 10=Purchase price, 11=Miscellaneous, 12=Care, 13=Payment, 14=Registration, 15=Financing, 16=Refund, 17=Fine, 18=Parking tax, 19=Toll, 20=Spare parts
      Note: Text

      In pratica riesci a portarti via tutte le informazioni che immetti.
      Ciao,
      Emanuele

      PS: ovviamente se userai Spritmonitor potremo fare un confronto molto comodo dei costi di esercizio.

      • Mannaggia.. non mi consente di fare quindi il data entry del prezzo (che poi è quello che “conosco” perché lo pago, mi spiego? eheh). Amen, vorrà dire che guarderò sempre quanti litri carico e inserirò quelli…

        Sarebbe stato ancora più bello – ma posso usare il campo Note – se potessi inserire (facoltativo) in parallelo anche il prezzo a litro della benzina, così da vedere esattamente quanto sto risparmiando col GPL 🙂

        Sto usando cmq Spritmonitor ora sulla Grande Punto come test, mi farà piacere farlo sulla Giulietta e confrontarmi con te 🙂 Ah, alla fine mi sta passando la voglia della Distinctive.. troppo grosse le ruote, mi costerebbero un casino… meglio la Progression mi sa!

        • Beh non si riesce a fare un confronto punto-punto rispetto alla benzina (sebbene tu puoi usare il campo Note e poi riversare tutto su un Excel e far fare a lui i calcoli), però puoi utilizzare il prezzo medio della benzina in Italia pubblicato dal Ministero dei trasporti o su prezzibenzina.it.
          Riguardo le gomme, io ho la Distinctive con le 225/45 e sebbene non siano estreme come quelle da 18″ le trovo dure – specie al retrotreno – quando si incontra qualche buca (mi accorgo della differenza quando guido la Punto della mia ragazza). E’ vero però che le sospensioni così diverse hanno anche un comportamento decisamente più rassicurante in curva…
          Riguardo i costi, qualcosa risparmi, non so dirti esattamente quanto. A me la Progression lascia un po’ perplesso dentro, perché si impoverisce abbastanza. In ogni caso il motore ti darà soddisfazioni…
          Ciao e fammi sapere,
          Emanuele

  6. Ciao Emanuele!

    Oggi a pranzo mi sono confrontato con un caro amico che ha la Giulietta Distinctive TB 120CV Benzina (no GPL) con Sport Pack, e ti dirò.. mi ha alquanto depresso 🙂

    Quando gli ho detto che avrei preso la Giulietta come la sua mi ha detto “lascia perdere, non te la consiglio per niente!”. E mi ha elencato una serie di rotture di balle notevoli, a cui è andato incontro dall’acquisto (Gennaio 2011):

    1) bluetooth non funzionante (ritardo di 2secondi costante nelle conversazioni), dopo mille lamentele arriva tipo di Magneti Marelli con firmware SOLO per il suo impianto per farlo funzionare – ma vabbeh
    2) porte non in quadro dall’acquisto. Portata 2x in concessionaria, ancora imperfette ora.
    3) specchietti retrovisori elettrici (che si aprono e chiudono all’accensione/spegnimento) andati in blocco. Portata in concessionaria
    4) Fascio cavi passante verso il portellone posteriore che si logora: problemi quindi a luce retro e posizioni
    5) qualità costruttiva normale (come Grande Punto dentro, un po’ più curata.. ma non giustifica la spesa di 10000eur in più mediamente 2o me)
    6) consumi nettamente più alti ora dopo 80.000 km (forse iniezione)
    7) Lampadine che si fulminano in maniera abnorme (6x in poche decine di migliaia di km)
    8) Freni che fischiano nonostante 3x cambi pastiglie, e averle adattate perfettamente allo scalino. Soluzione proposta: sostituzione ANCHE dei dischi..
    9) Climatizzatore bloccato dopo 2gg dall’acquisto (ventole bloccate)
    10) Pomello del cambio cambiato 3x in garanzia perché logorato

    Insomma, mi sto tristemente ricredendo sulla scelta. Sarà stato un po’ sfigato lui? Eppure in diversi forum noto che non sono proprio problemi sporadici ma diffusi.. Sarà che con la versione 2014 han forse risolto?

    Boh, chiedo la tua di esperienza invece.. se hai voglia di raccontarmela 🙂

    Grazie
    Marco

    • Ciao Marco, come potrai vedere dai miei report su Spritmonitor, la mia Giulietta ha quasi 60.000km percorsi in poco più di un anno e mezzo. Inizio con questo dato per farti capire che non si può assolutamente pensare che la mia esperienza sia dovuta alla possibilità di tenere l’auto sempre in garage ferma a riposo. Tutt’altro.
      In questi 60000km non ho mai cambiato una lampadina (ho il sensore crepuscolare, quindi si accedono in autonomia), né ho avuto problemi agli specchietti elettrici (sicuro si chiudessero in automatico allo spegnimento? Nella MY14 devi scegliere tu quando chiuderli, io lo faccio quando parcheggio in luoghi angusti, questo forse allunga la vita al motorino…).
      I consumi li sto tenendo sott’occhio e puoi verificarli anche tu, è difficile però stabilire quanto influisca il motore e quanto il proprio piede per capire se i consumi stiano variando.
      Io non so come guidi il tuo amico, quanto pesti sui pedali, a me i freni non fischiano e non ho la guida di un pensionato, in ogni caso 3 sostituzioni in 80000km è un numero assurdo. Io dovrò verificarli al prossimo tagliando per la prima volta…
      Il pomello è sano, forse leggermente di bassa qualità è il tastierino accanto al nuovo uConnect: il tasto dell’apri-porte ha perso leggermente la sua colorazione più superficiale.
      Il clima (il mio è l’automatico bi-zona) va alla grandissima (per il dispiacere della mia ragazza che preferisce viaggiar senza…). Al tagliando dei 30000km ho sostituto il filtro anti polline come previsto.
      Riguardo il Bluetooth, la prima versione della Giulietta montava il Blu&Me Fiat che era – effettivamente – una roba mostruosa: un mio amico nella sua Punto ogni tanto è costretto a staccare la batteria per resettarlo e anche lui ha problemi con l’audio delle telefonate via Bluetooth. Nella MY14 (non prendere la versione vecchia a km0!) è stato sostituito con lo uConnect che è tutto un altro prodotto (deriva dalla Chrysler ed è entrato nel gruppo Fiat dopo la fusione dei marchi). L’unico appunto spiacevole è che la versione con navigatore (che possiedo) non ha ricevuto degli aggiornamenti delle mappe. Per il resto funziona alla grande (e regola l’orologio dell’auto via GPS in automatico, quindi ti scordi anche del cambio dell’ora).
      Questa è un po’ la mia esperienza… riguardo ai forum, è logico che troverai problemi: non esiste l’auto perfetta e non mi è giunta voce che i centri assistenza non abbiano più lavoro. Devi anche considerare che chi non ha problemi non va a scrivere da nessuna parte. Insomma, se cerchi Golf e problemi, anche lì troverai forum pieni nonostante anche quella sia una buona macchina (molto più noiosa esteticamente secondo me).
      Ciao,
      Emanuele

      • Allora, come sempre esordisco con un grazie, so quanto sia impegnativo avere un blog e rispondere bene a ogni commento degli utenti (ah, a proposito: ti sei fatto un giro sul mio portale Time Lapse Italia? 🙂 ecco cosa intendo con “quanto sia impegnativo” eheh )

        Tornando alla Giulietta:
        1) CLIMATIZZATORE
        Dopo averlo fatto rientrare dopo i primi 2gg, gliel’hanno sistemato e non ha più dato problemi. Resta ovviamente la (sua) rottura di avere una macchina nuova pagata quasi € 30.000 e averla fatta rientrare per questo e altri motivi listati eheh

        2) FRENI E FISCHI
        Mi sono espresso male.
        Lui a 80k km ha dovuto togliere le originali consumate a metà solo perché gli dava fastidio il fischio. Da quando le ha sostituite per quell’occasione, gliele hanno dovute cambiare 3 volte perché anche con pastiglie nuove l’auto fischiava di brutto.

        3) BT
        Ottimo, grazie mille per la segnalazione sullo uConnect.
        Tra l’altro scusa, ma la MY2014 la riconosco perché è quella che internamente ha proprio lo schermo touch grosso sopra le “manopole” di regolazione clima ecc, vero? Hai altri suggerimenti?

        4) AVARIA MOTORE
        Parlandogli ancora poi ieri, ha aggiunto che a 65.000km ha avuto un’avaria motore. Spia accesa (inizialmente lampeggiante ad intervalli di due bip ogni 3 sec, poi si è accesa del tutto dopo qualche metro).
        Mi spiega che l’auto ha un sistema di blocco che serve per non danneggiare ulteriormente le componenti del motore: il conservative mode. In questa modalità l’auto non supera i 30km/h.
        Per farla breve: a 65k Km gli si è incrinata (impercettibilmente) la ceramica isolate della candela del primo cilindro e questo non permetteva la corretta erogazione e quindi i sensori hanno segnalato avaria motore.
        :-O

        5) GUARNIZIONI CHE VOLANO
        Oh sarà stato sfigato eh, ma ripeto per € 28.500 a casa mia non dovrebbero esistere queste cose.
        Ti racconto anche questa (cacchio a me spiace persino raccontarla ma pace): la prima volta che ha lavato l’auto, la guarnizione lato guidatore non ha retto la pressione della lancia!!
        Andato direttamente al MotorVillage di Torino, gli hanno cambiato TUTTE le guarnizioni portiere.
        :-/

        Vabbeh basta con le sue sfighe… 🙂

        START AND STOP A GPL?
        Ho invece una domanda che mi ha sempre incuriosito: lo Start and Stop funziona anche per quelli che vanno a GPL? Mi riesce difficile pensarlo.. tipo si spegne e si riaccende già commutato a GPL? boh.. ero curioso di chiedertelo già da un pezzo ma non mi è venuto in mente prima 🙂

        Emanuele, come sempre grazie del tuo tempo, e alla prossima
        Marco

        • Ciao Marco, la GPL la riconosci dalla mascherina esterna frontale a V aperta superiormente. Internamente ha lo uConnect da 5″ o da 6,5″ in base agli optional e i tasti i a bilanciere della prima versione sono sostituiti da una pulsantiera posta alla sua sinistra.
          La versione a GPL non ha lo Start&Stop…
          Grazie per i complimenti, rispondo sempre nei ritagli di tempo,
          Emanuele

          • ciao Emanuele!

            Volevo soltanto darti un feedback .. perché ho finalizzato l’acquisto di una Volkswagen Golf 7 TGI (quella a metano).. la differenza di prezzo era ridicola (tipo +800eur) quindi ho voluto optare per una tedesca, sperando di avere ancora meno rotture di FIAT, sebbene ami il design e stile della Giulietta e la trovi ben più bella della Golf.. ma dentro, le ho provate entrambe, e ammetto che Golf è un altro mondo..

            Insomma, scriverò un altro post ma non potrò confrontare con te i miei dati 🙂

            Grazie ancora di tutto e buon viaggio 😉

          • Ciao Marco, innanzitutto auguri! Ottima scelta, la Golf è anch’essa una gran bella macchina (anche se le linee ripetitive sono un po’ noiose…), in ogni caso non te ne pentirai assolutamente.
            Riguardo ai consumi, al contrario, sono ancora più interessato di prima! Usa Spritmonitor, sono curioso di scoprire se e quanto possa essere conveniente. Io ho “scartato” l’opzione metano perché viaggio tanto è in autostrada le stazioni con metano non sono così frequenti… In ogni caso son curiosissimo di scoprire il costo medio al km di una auto di categoria simile con differente carburante ecologico.
            Tienimi aggiornato e ancora auguri!
            Ciao,
            Emanuele

          • Beh allora sarà un piacere condividerle con te anche qui 😉

            Intanto voglio condividere i dati della Grande Punto GPL 1.4 77CV con impianto Landi Renzo, su Spritmonitor (già che c’ero ho imparato a testarlo).

            Ti presento la mia:
            https://www.spritmonitor.de/en/detail/710982.html

            E tra 30gg circa, inizierò con la Golf TGI 🙂

            A presto!

          • Figata vero?

            Direi alla pompa meno cara di tutta Torino e Provincia come minimo.. una no logo, nella zona industriale di Grugliasco (TO). E il metano per la TGI è a 2km da lì, e sta a 0,995/kg.. non il massimo ma non malaccio!

            Pensa te che gli hanno aperto da 1 mese un Q8 Self di front, con GPL annesso.. Una settimana col GPL a poco più, e non se la in*ulava nessuno. Hanno dovuto metterlo allo stesso costo per avere qualche cliente.
            Si vocifera (ma non so) che in passato abbiano anche tentato di farli fuori perché hanno un giro clienti pazzesco..! Io comunque vado lì da 3 anni ormai..

            Tu a quanto lo fai?

          • Ciao Marco, scusa se rispondo con un evidente ritardo, ma nel mentre mi son sposato e son pure stato in viaggio di nozze. Direi che son giustificabile! Detto ciò… io lo pago quando mi va bene 0,545€/l. Diciamo che mediamente sto poco sotto gli 0,6€/l.
            Intanto immagino tu avrai ricevuto la tua nuova Golf. Come ti trovi? Quali sono i consumi? Hai iniziato a tracciarli su Spritmonitor? Su su, dimmi qualcosa che son curioso!
            Ciao,
            Emanuele

  7. Ma dai, congratulazioni Emanuele! Direi ben giustificato il tuo ritardo, eheh… 🙂

    Pensa che 3 giorni fa ho fatto l’ultimo pieno di GPL a 0,489/l.. e oggi alle 11 ho lasciato (per sempre, con un nodo in gola ma vabbeh… io son pure un po’ scemo, ma mi affeziono anche alle mie cose) in concessionario la mia splendida Grande Punto con 141.000km circa.

    Ho ritirato la mia nuova auto: Golf 7 TGI (è la versione a metano) 1.4 110CV Comfortline BlueMotion Technology, con Business Pack e Mirror Pack. Splendida, fiammante, lucidissima, e soprattutto già col pieno di metano e 1/4 serbatoio pieno di benzina, oltre che a una bella bottiglia di vino, portachiavi e 1lt d’olio per rabbocchi.

    Insomma, l’auto è ora da me in garage con 15km ahah.. il computer di bordo mi dà 13km/kg stimato e 350km autonomia col pieno ma ovviamente è tutto fuorché attendibile.

    Ho già la mia scheda relativa su sprit monitor:
    https://www.spritmonitor.de/en/detail/721519.html

    Direi che tra qualche mese farò un bel report (con un post sul mio sito) non solo sui consumi ma sull’esperienza di guida. Posso solo dirti che.. beh, è TUTTO un altro mondo di auto eh… l’interno è meraviglioso e trasuda qualità da (quasi) tutte le parti.

    Ti terrò aggiornato… grazie mille per il tuo tempo come sempre!
    Marco

    • Ciao Marco, beh, auguri per la nuova arrivata. La Golf a livello di qualità degli interni è ai vertici della sua categoria. Sicuramente i tedeschi ci sanno fare. Dai, sono curioso di scoprire come ti andrà col metano, appena scriverai il report segnalamelo pure, sarà un confronto interessante. Intanto, al volo, ho notato che la Punto che hai inserito – in pratica – consuma più della mia Giulietta. Avrai il piedino pesantuccio anche tu… 😉
      Buona serata,
      Emanuele

  8. eh purtroppo no, il problema era legato al consumo anomalo a causa di iniettori non più funzionanti come si deve nell’ultimo periodo, e che non avevo voglia di sostituire.. :-/

    Ci sentiamo presto! 🙂

  9. E’ da un po’ che non mi faccio sentire, ma stavo aspettando di prendere un po’ il piede, pardon mano, con la Giulietta Sprint 1, 2 Turbo Gpl.
    Ragazzi, Voi, io vado per i 69, che macchina!!!!!!!!!
    Interni favolosi, andate e controllate, ma quello che mi ha lasciato di stucco è la tenuta di strada.
    La mia esperienza motoristica è tutta a gpl sin dal 1970, e come vi dicevo in precedenza me la cavavo mettendoci le mani sui polmoni gpl: 3 Alfasud, 1 33 Sport Wagon, 1 Dedra 1800 16valvole 145 CV, poi una micra 1300 di mia figlia, 1 Y 10 del 1986 (rigorosamente a gpl), ed 1 Grande Punto 1400 70CV gpl di mia figlia.
    La macchina l’ho acquistata su Subito in provincia di Treviso a 7Km da casa, quindi da privato, il 27 agosto, è stata immatricolata il 27 febbraio 2015, con 15K Km, al prezzo di 18.000€ più 630 di passaggio di proprietà; il vecchio proprietario l’ha cambiata, non ci crederete mai, perchè ha il bagagliaio troppo piccolo.
    Devo Credergli?
    Comunque ho avuto un gran c@@o.
    Veniamo al dunque: dopo un aver ingranato con un po’ di confidenza ho vuotato il serbatoio del gpl ed ho fatto il pieno di 39,5 l con corrispettivo di € 21,70 (€ 0.549/l).
    No autostrada, poca città e piede leggero come al mio solito, risultato 498Km. (non conto balle per farmi bello o per far credere che la Giulietta consuma poco).
    Precedentemente, fatto il pieno con serbatoio non vuoto, quindi non posso sapere quanto gpl avevo a bordo, ho fatto: Treviso-Cremona 240 km tutta autostrada a 130; Cremona-Mantova 60 Km di statale con una marea di autovelox; Mantova -Treviso 170 Km a 130.
    Risultato 425 Km di gpl, il resto a benzina.
    Sta’ macchina, a detta dei miei nipoti Wolvaghisti e golfisti sfegatati , è una superbomba, andate dal concessionario e datele un’occhiata anche all’interno, ovvio parlo solo della Sprint.
    Al primo semitagliando dei 15K Km ho fatto inorridire l’addetto alla ricezione perchè gli ho semplicemente chiesto se poteva ridurmi un po’ l’alimentazione del gpl, come avevo fatto in precedenza sulla mia Dedra 1800 16v, il tutto per risparmiare.
    Mi ha guardato storto e mi ha detto: “Ma Lei sa dove si trova? Qui siamo all’Alfa Romeo!”
    Pur stempiato aveva i capelli diritti.
    Non si può fare, non perchè lui non lo voglia, ma perchè i nuovi impianti Euro6 non permettono uno scostamento di + o – il 4%, per poter rimanere entro i parametri di inquinamento.
    Quelli sono e quelli rimangono.
    Non sono ne’ scientifico, ne’ tecnologico, mi piace guidare, se posso corro, sorpasso, faccio qualche stronzata, ma in genere ho l’occhio sui consumi.
    Voglio migliorare, anche se sembra difficile, ma mi sono accorto che qualche volta mi distraggo con le marce e mi dimentico la sesta, comunque quando avrò più elementi Vi terrò informati.
    Ripeto, per i miei gusti, corroborati anche da un giudizio di mio fratello che da giovane faceva i rally, la macchina è un mostro, sicura, scattante, veloce e piantata in strada e con me consuma poco.
    Perciò W l’ALFA.

    saluti gianfranco

    • Cavoli Gianfranco che consumi. Perché non provi anche tu ad usare Spritmonitor tramite smartphone per registrare i consumi? Valutare il rendimento su uno/due pieni può essere sorprendente ma non dimostra bene le capacità dell’auto (quanti altri pieni invece tendiamo a non ricordarli perché il consumo non ci ha sorpreso particolarmente?). Insomma, se hai voglia, prova a segnarti un po’ tutto per 5-10.000km…
      Buona guida,
      Emanuele

  10. Cari ragazzi, sempre Voi, non fate conto sui miei consumi in quanto dopo 45 anni di gpl sono diventato un caso umano, in poche parole quando salgo in macchina sono un supersparagnino, e mi sto domandando se per caso non sono diventato maniaco e paranoico.
    Come già detto in precedenza, uso il telefonino quasi solo per ricare la batteria, in quanto me lo ha rifilato lafiglia dopo l’ennesimo suo cambio, e mia moglie me lo ha messo in tasca per poetermi controllare.
    Scherzi a parte, vi spiego a cosa sono dovuti i miei consumi così bassi.
    Piede leggero, ovvio, anche perchè la Giulietta ti aiuta in modo sorpendente con la sua elasticità a gpl, infatti il suo numero di ottani è superiore a 130 e lo scoppio nei cilindri non è violento come a benzina, pertanto io per cambiare marcia difficilmente supero i 1500 giri cosicchè a 55Km/h sono già in 6a marcia (sempre che non mi dimentichi come già detto).
    Se posso non sto attaccato alle autovetture che mi precedono in modo da non dover usare il freno ogni dieci metri come la maggior parte degli automobilisti, e mi baso sempre sull’andatura di veicoli tren o quattro posizioni davanti a me, in modo da preverne l’andatura e quindi anticipare la mia; infatti le pastiglie dei freni e relativi dischi mi durano due volte rispetto all’usura di un utente normale (non lo dico io ma il mio meccanico di fiducia che continua a mandarmi a quel paese perchè non lo faccio mangiare).
    Ovvio se devo correre corro, ma sempre rispettando quanto detto sopra, anche in autostrada guardo molto avanti a me e cerco di prevedere la mia andatura; certo non dormo, anzi sono vigile soprattutto guardando dietro come pochi fanno (almeno così penso).
    Veniamo ai consumi, tutto sommato la giulietta non consuma poco se usata diciamo in maniera convenzionale, infatti credo che si attesti sui 10 Km/l in autostrada, e sugli 11/11,5 km/l su atrade extraurbane, poi è chiaro che se voglio usarla per divertirmi allora mano al portafoglio (relativamente) e andiamo a 8 Km/l che comunque, pur facendoti risparmiare per poter ammortizare il maggior costo sborsato, ti permettono sempre di confrontarti con vetture che a benzina fanno 16 km/l.
    La Giulietta devo riconoscere che è una brutta bestia, più la guidi più sei invogliato a divertirti, a sentire la sua ripresa, la silenziosità, a parte quella di rotolamento che con i sui pneumatici 2225745 r17 è fastidiosa banche per me che sono alquanto sordo, nonchè la tenuta di strada che in montragna ti fa divertire un sacco.
    Comunque mi segno i vari consumi , ma difficilmente vuotomil serbatoio in quanto odio consumare benzina, a parte quella dfi avvio, per tale motivo è difficile sapere l’esatta percorrenza, in quanto il rifornimento risente della pressione del gpl ancora presente nel serbatoio che non ha sempre corrispondenza alla quantità rimasta nel serbatoio stesso.
    Vi terrò informati per quanto mi è possibile, e comunque se devo consigliare a qualcuno un ottimo compromesso tra benzina, diesel, metano o gpl, bè non ho alcun dubbio, il gpl da dei numeri a tutti, facile da trovare, economico, pulito e con un rendimento eccezzionale, poi se uno abita in condominio ed ha i garage interrati allora non c’è niente da fare.
    Saluti a tutti.

    PS: Per Emanuele: ottimi i tuoi rilievi, ma la notizia delle nozze…………….hai, hai,hai!!!!!!
    Auguroni e figli maschi (io ho due femmine, tre purtroppo con la madre).

  11. Buongiorno ieri ho ordinato la Giulietta 1.4 GPL in pronta consegna, dovrei ritirarla la prossima settimana appena sistemate le varie pratiche burocratiche di passaggio ed altro. Leggendo le vostre esperienze mi rincuora molto sapere che i consumi sono umani (o quantomeno a portata di portafogli).
    Ho optato per questa versione per due motivi:
    1) Nelle mie passate esperienze ho avuto un pessimo rapporto con il FAP
    2) Abitando in montagna capita spesso di avere il gasolio ghiacciato

    In attesa dell’arrivo della mia Giulietta vi mando un caloroso saluto

    • Sicuramente ti troverai molto bene con il gpl in quanto io ne ho sempre apprezzato l’elasticità dei motori così alimentati, dovuta allo scoppio emno violento, cosa che si apprerzza soprattutto in salita.
      Ora non c’è più l’eventuale problema dell’avviamento dovuto al freddo, in quanto lo stesso avviene sempre a benzina,; comunque con i vecchi impianti che partivano esclusivamente a gas io non ho avuto mai noie di sorta, e ciò era dovuto alla cura che prestavo all’impianto stesso mediante regolazioni manuali.
      Addirittura mi è successo (capodanno 1980 mattina) di ritrovarmi al parcheggio di un paese di montagna in centro Italia, per la precisione Castel di Tora in provincia di Rieti, con una temperatura di -10 gradi e la gente presente che non riusciva a mettere in moto nemmeno le macchine a benzina, mentre io sono salito sulla mia Alfa sud che senza la minima esitazione è partita a gpl.
      Nessuno dei presenti ci credeva, ed io aperto il cofano ho mostrato loro l’impianto; a pensare che allora aveva il carburatore doppio corpo ed i cilindri erano contrappostie con condotti di aspirazione piuttosto lunghi, pertanto dovevano creare più problemi del normale.
      La Giulietta di cui sono felice possessore mi da un piacere di guida ineguagliabile, non vedo l’ora di provarla in montagna magari in uno dei mitici passi, Sella, Falzarego, Pordoi, Campolongo, Giau o San Pellegrino, ma non muoio neanche si mi ammazzano (come diceva il buon Guareschi) se non ho fatto lo Stelvio.
      Un salutone a tutti

  12. Ciao Emanuele!
    Torno su questa pagina così, per aggiornarti un pelino su come vanno le prime impressioni di guida: la mia Golf 7 TGI a metano si sta rivelando una macchina super brillante, silenziosa da far paura, priva di scricchiolii o rumorini fastidiosi 🙂 E io che pensavo che “Vabbeh, è comunque un’auto a metano.. andrà quel che andrà!”. Ho paura a premere su quel pedale, ha una grinta che fa spavento..! 🙂

    Ho fatto solo un pieno da quando l’ho presa (ma perché l’ho ritirata, e per lavoro son andato via quasi una settimana..) quindi ho ben pochi km (350) all’attivo.

    I consumi? Direi eccessivi considerando che non l’ho mai tirata essendo in rodaggio per i primi 1.500km. Sono quello che su Spritmonitor consuma più di tutto, ma credo sia normale agli inizi dover “normalizzare le cose”.

    Guarda tu stesso:
    http://www.spritmonitor.de/en/detail/721519.html

    In sostanza spendo come per la Grande Punto, ma ho un’altra auto sotto alle chiappe, che comunque già mi rende molto felice!

    Detto questo mi chiedevo: come funzionano i rifornimenti parziali di benzina? Sai che ho il dubbio di star facendo erroneamente data entry? Hai voglia di dirmi se secondo te è ok o se sto sbagliando qualcosa?

    Grazie mille
    Marco

    • Ciao Marco, non so che tipo di rifornimento avevi fatto, quindi non posso confermarti che sia tutto coerente, però posso dirti che devi semplicemente indicare come parziali tutti i rifornimenti che non fai fino a riempire il serbatoio. Il giorno che avverrà Spritmonitor calcolerà la media dei chilometri considerando tutti i rabocchi parziali. Prova a fare un pieno così ti rendi conto. In ogni caso bel risultato, ottimi consumi considerata la classe dell’auto. Io ho evitato il metano (sebbene ne sia entusiasta, avevo fatto un report della Panda a metano che usano i miei) perché viaggiando molto è difficile riuscire a fare metano con facilità in autostrada. Ho un collega che in certe tratte è costretto ad uscire dall’autostrada, raggiungere il rifornimento e poi rientrare. Col GPL questo problema praticamente non esiste, specie nel nord italia. Insomma – come al solito – non esiste l’auto perfetta ma l’auto che più si addice alle nostre esigenze.
      Ciao e… buon viaggio!
      Emanuele

      • Sì esatto.. io ho considerato proprio una percorrenza in generale per un buon 95% in situazioni dove il metano è disponibile. Quando mi troverò in zone poco coperte (quasi mai) andrò a benzina, che male tanto non le fa.. 🙂

        La cosa spaziale è che nonostante ci siano 6 gradi fuori Torino in questi giorni, la macchina parte a metano anche dopo 2gg di riposo!! Mentre dopo ogni rifornimento, l’elettronica la fa andare a benzina per 5min abbondanti.. vai a capire.. sarà comunque una scelta più che ponderata.

        Ti aggiornerò nel tempo… per ora posso dirti che sono a 750km, e che questo weekend ho fatto qualche prova tra autostrada (piedino poco leggero) e statale briosa, e sono a 4,53kg/100km ovvero oltre i 22km con € 0,96! Davvero non male… per un’auto con tanta cattiveria e così piacevole da guidare, direi!! 🙂

        Insomma… primi chilometri, e Marco super contento della scelta!

        • Scusate se mi intrometto, ma visti i costi relativi ai consumi della golf a metano di Marco, 0,96€ per 22 km, non sono più molto convinto del reale risparmio di tale alimentazaione rispetto al gpl. Infatti se prendiamo in considerazione le osservazioni fatte da Emanuele relative a:
          1) numero di stazioni di servizio dei due carburanti;
          2) alla loro dislocazione, molto poche in autostrada;
          3) alla minore autonomia delle auto alimentate a metano con conseguente consumo di benzina per arrivare al distributore;
          4) tempi relativi più lunghi nei rifornimenti.
          Tutto ciò premesso, e consderando che la mia Giulietta consuma mediamente 22 Km con € 0.99 ( ovvero 12 km/l a 0,540 €/l, calcolo eseguito, salvo errori che mi correggerà Emanuele, per rapportarlo al consumo di Marco), noto che la differenza con il metano è minima.
          Come ripeto sono 45 anni che vado a gpl, pertanto ho il piede e lo spirito adatto e mi regolo di conseguenza; comunque da quando ho la giulietta vi giuro che qualche volta mi scappa una sgommatina così tanto per recuperare un po’ di giovinezza.
          Comunque la macchina migliore è quella che da soddisfazioni, se uno vuole il massimo e non gli importa di spendere, bè allora non resta che la benzina; se poi vuole avere quasi il massimo ma risparmiare un po’ (alla fin fine non molto) allora seglierà il diesel; in ultima troviamo quelli come noi che badano al sodo e al portafoglio allora dovranno fare bene le valutazioni tra gpl e metano.
          Tutto sommato personalmente considero il gpl un pochino superiore al metano, però non condanno chi seglie quest’ultimo.
          Un saluto a tutti. gianfranco

          • Ciao Gianfranco!
            Considera che la mia è nuova eh.. ha 800km oggi e stando a quanto mi dicono altri sul forum VW, ci andrà un bel po’ prima che si “armonizzi”.. e il piede tenuto non era dei più leggeri eheh! 🙂

            Detto questo, diciamo che a regime sarebbe meglio considerare i 26,5km/kg ai 130kmh, e circa 29km al kg ai 90kmh.

            Il risparmio, specialmente col costo del GPL oggi, non è dei più alti rispetto al GPL. Il metano devi averlo vicino, altrimenti non conviene per niente. Io a Torino ne ho almeno 5 o 6 quasi comodi, uno sulla strada lavoro-casa quindi son contentissimo così.

            L’autonomia oggi non è delle migliori – 300km – ma a regime dovrebbe stare anche sui 380 con 15kg, che è comunque più di quanto facessi ormai con la Grande Punto a GPL.!

            Staremo a vedere, ormai è una lotta all’ultimo km ahha

            Grazie a tutti per i commenti

        • Per Marco.
          Ecco una cosa che mi sono dimenticato di dirvi, e riguarda l’autonomia delle autovetture che normalmente oggi prendiamo in considerazione.
          Secondo me dovrebbero avere tutte un’autonomia per i carburanti ecologici di almeno 450/480 Km, e forse ancora non mi bastano.
          Su tutte quelle che ho posseduto dalla preistoria ad oggi, con impianti montati successivamente, avevo sempre bombole (ai vecchi tempi) o ciambelle di capienza superiore o pari a 58 l, con possibilità pertanto di rifornirmi di 48 l circa, in quanto normalmente si supera la soglia dell’80% di legge, dato che le valvole scattavano/no a loro piacimento; attualmente sulla mia giulietta normalmente riesco ad immettere, a serbatoio vuoto, almeno 39,5 l senza aver taroccato nulla.
          Bè risparmiare la rottura di scatole di un rifornimento ogni 5 non è poco, soprattutto se devi viaggiare in autostrada dove i prezzi dei carburanti sono da rapina.
          Voi forse non potete saperlo, ma con i vecchi bomboloni, che ti fregavano normalmente 1/4 di portabagagli, quando scattava la valvola, che era simile a quella della benzina (io da bravo figlio di buonadonna quando il sebatoio era vuoto aprivo il bocchettone e piegavo all’insù l’asta del galleggiante), si faceva oscillare la macchina premendo sul paraurti o sulla fiancata, per far entrare ancora un paio di litri, in quanto il galleggiante era posto alla sommità e permetteva quindi ondeggiando di aprire ad intermittenza il condotto di entrata.
          Immagino la vostra prima obiezione: “Ma era pericoloso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!”
          Tutto quello che ci circonda è pericoloso, ma se abbiamo un po’ di cervello lo usiamo in modo da non farci male; infatti se prevedo di dover parcheggiare la macchina al mare sotto il sole penso di essere un tantino intelligente da avere il serbatoio del gpl a non più di 3/4 cioè con almeno una tacca spenta.
          In inverno invece non ho problemi a riempirla del tutto, come non ho problemi a fare un extrapieno se mi accingo immediatamente a consumare l’eccesso.
          In parole povere l’alimentazione a carburanti ecologici, gpl o metano ci rendono un pochino più accorti e parsimoniosi, sia come condotta di guida che come comportamento su strada, tanto è vero che questo forum, GRAZIE a Emanuele, ci consente di confrontarci su un tema, quale quello dei cosumi, che probabilmente gli sgommatori a benzina manco si pongono.
          Di nuovo un saluto a tutti gianfranco

          • Passavo di qui… e ho pensato di aggiornarvi eheh!

            Allora, sono passate due settimane circa… ho fatto due test con la mia Golf 7 TGI 110CV 1.4 turbo, a metano:

            1) SETTIMANA AMBIENTALISTA
            (che tanto non si discosta molto dal mio standard di guida normale)

            2) SETTIMANA DEL TAMARRO
            (mi auguro che “tamarro” non sia un concetto prettamente torinese.. comunque.. “settimana del ragazzino che corre e sfreccia e tira le marce e brucia i semafori” ecco!)

            Beh i risultati mi hanno sconvolto…

            AMBIENTALISTA
            Consumo medio: 4,52kg/100km ovvero 22,1km/kg con 1kg metano a € 0,959

            TAMARRO
            Consumo medio: 5,73kg/100km ovvero 17,45km/kg

            Quindi se non sbaglio le cose, parliamo di un 27% in più dei consumi medi (non è poco eh) ma… è tutto un altro guidare, tutta un’altra risposta, tutta una goduria senza senso 🙂

            A voi un parere su questi altri dati!

            Ciao,
            Marco

          • Se tamarro corrisponde a bere ogni tanto un buon bicchiere di vino, allora viva
            il tamarro alla faccia del risparmio di qualche euro; se invece corrisponde ad
            una ubriacatura , allora è proprio tamarro tamarro oltre che aver buttato via i
            soldi.
            Pe rquanto all’ambientalista, ora di moda, io sono uno di questi solo perchè
            mi secca bruciare risorse che reputo non infinite, non solo, ma anche per
            risparmiare qualche euro e bermelo in santa pace con un buon Prosecco delle mie
            parti: Prosit…..
            Si vive una volta sola, quindi godiamoci le nostre vetture, chi con la golf,
            chi con la punto e chi come il sottoscritto che ha avuto finalmente la fortuna
            di ritornare all’Alfa.

  13. Ciao Gianfranco grazie per le tue impressioni. Io però i mitici passi Sella, Gardena, Giau, Pordoi e Stelvio preferisco farli in bici.
    A presto
    Enrico

    • ahah no aspetta, gianfranco.. non fraintendermi. Non sono tipo da mettersi alla guida ubriaco, sarei un vero coglione considerando che potrei farmi male seriamente, distruggere una macchina che mi è costata ANNI e anni di soldini messi da parte (guadagnassi molto almeno… ma invece!), e soprattutto con una bimba in arrivo mi darei dello sprovveduto eheh!

      Detto questo, come dirti.. il tamarro è.. beh guarda qui:
      https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080709054051AA1Q9Qa

      In gergo Torinese (dei quartieri più poveri e malfamati), il tamarro in genere è il ragazzino spiantato e morto di fame, che però farebbe carte false per comprarsi “un Golf nero turbo diesel che minchia oh, spacca di brutto!”, mi spiego? haha! Quello che si farebbe il mutuo a 10 anni pur di averlo e sfoggiarlo.

      Ecco, io non ho un Golf TDI (diesel), ma il TGI a metano, ho una guida attenta all’ambiente perché detesto lo spreco di risorse per me e per gli altri, e odio sfoggiare le cose che ho 🙂

      Però ho applicato, per puro scopo scientifico e statistico ahah, una guida da tamarro per una settimana 😀

      Un abbraccio a tutti
      Marco

      • Certo che non ti considero un ubriacone, anche perchè uno che acquista una Golf
        a metano deve essere una persona estremamente ragionevole, infatti lo considero
        capace di rinunciare a qualche cosa di eccitante, tipo far fischiare le ruote o
        correre come un dannato, pur di poter ricavare il meglio dalla sua macchina
        senza spendere uno sproposito.
        Comunque un bicchierino di Prosecco durante i pasti te lo consiglio, magari al
        posto di un Barbera o Nebbiolo o Barbaresco che sono piuttosto pesantucci.
        Un salutone gianfranco

  14. Non aspettarmi, alla mia età e dopo i postumi di un infarto,, continuo ad andare a gpl; comunque ti invidio e non poco, se puoi farli.
    Chiedi ad Emanuele se ti accompagna, sempre che la moglie gli lasci un attimo libero, altrimenti marco sarà sicuramente a disposizione.

    Salutoni a tutti.

  15. Ritirata la mia giulietta sabato. Pieno fatto con 18,6€ per un totale di 35,16 lt. Appena rabbocco vi so dire quanti Km ho macinato. Per ora pienamente soddisfatto dal punto di vista prestazionale.
    A presto
    Enrico

  16. Ciao emanuele(abbiamo lo stesso nome), intanto vorrei farti i complimenti per le tue competenze. Ma una domanda che mi affligge tanto e’ la seguente. Sono un grande appassionato del marchio Alfa Romeo ed anche se ho solo 31 anni ho avuto la fortuna di imparare a guidare con Alfa 75 90 e giulietta mitiche di un tempo e da qui a sei mesi comprerò la nuova giulietta. La mia domanda è la seguente. Essendo un motore con turbina, ma comunque a gpl…a lungo andare( 90/100 mola km), potrebbe dare problemi alla turbina??? Comunque per notizia ho messo gpl stamane e 0,45 €/l. Grazie mille e complimenti per il blog…

    • Ciao Emanuele, Henry Ford diceva che quello che non c’è non può rompersi. E’ vero che le nostre Alfa hanno il turbo ma sinceramente non ho mai letto sui forum di problemi alla turbina della Giulietta. La mia ha superato i 60.000km (come puoi vedere su Spritmonitor) e fin ora, oltre ai due tagliandi fatti regolarmente, non mi ha mai dato problemi: neanche una lampadina fulminata. Dire che non possa certamente accadere nulla è impossibile, ma per ora mi sta dando grandi soddisfazioni dal punto di vista dell’affidabilità.
      Ciao,
      Emanuele

  17. Buongiorno Emanuele, ti ringrazio per le preziose info! Ho appena ritirato la giulietta gpl e sono curioso di monitorare i costi su Spritmonitor.

  18. Cari ragazzi, scusate se mi intrometto, ma è solo per mettervi in guardia sul prezzo del gpl.
    Non sempre quello che costa meno è un affare, in quanto il costo è dato dai prezzo alla pompa diviso per i chilometri e percorsi.
    Mi spiego meglio, il gpl, come meglio potrà spiegarvi Emanuele (l’originale), è composto da una miscela di gas, dei quali i due principali sono il Butano ed il Propano, in percentuali varie entro i limiti del 95% dell’uno o dell’altro, non si si quale è il preponderante.Se non erro il propano ha un potere calorifico maggipre del butano, pertanto se la sua percentuale è maggiore, maggiori saranno i km percorsi con un litro.
    Dalla mia più che 40ennale esperienza ho constatato che generalmente, ma non sempre, quando il gpl costa di pìù faccio più km per litro di carburante. Pertanto non prendetela come regola fissa, ma quando avrete, con una certa esperienza, individuato un distributore, magari anche comodo, che con dovuti raffronti vi soddisfa, continuate il più possibile a rifornirvi presso di esso in modo da creare una certa fiducia fra voi e gli addetti al distributore.
    Attenzione però che può succedere che in certi casi, specialmente in inverno, lo stesso distributore presso cuii vi rivolgete frequentemente, può rifornirsi a sua volta non dal solito fornitore, vuoi per mancanza di prodotto o per altri motivi, pertanto i risultati varieranno anche di molto.
    Io sono fortunato ad averne uno vicino a casa di cui mi fido cecamente, tanto è vero che qualche volta mi hanno avvertito che il gpl non era il solito, pertanto non facevo il pieno ed aspettavo qualche giorno. Vi garantisco che la differenza può arrivare anche ad 1, 5 – 2 km/l, e non
    sono pochi.
    Scusate il lenzuolo, ma per chi si accinge ad usare il gpl è meglio metterlo al corrente di molte sorprese.
    Un salutone a tutti
    gianfranco

  19. Sabato 28/12 partito da Treviso con il pieno di 38 l di gpl, tramite strada statale Romea fino a Ravenna, quindi E 45 fino a Terni ed ultimi 35 Km di statale con arrivo a Rieti.
    Totale 450 Km, oggi giro vizioso attorno alla città per consumare il restante gpl per un totale di 475 Km.
    Andatura secondo codice, in quanto sulla Romea ci sono parecchi autovelox, ed il traffico tutto sommato era abbastanza scarso, quindi a 90Km/h sulla E 45 da Ravenna a Sansepolcro, in quanto pur essendo a doppia corsia per senso di marcia, in Emilia ci tengono alla tua vita e da rompico….i ti impongono una velocità da pisolino pomeridiano, infine in Toscana ed Umbria quasi sempre a 110 che per la Giulietta è una velocità da risveglio dal pisolino di cui sopra.
    Una media di 12,5 Km/litro mi sembra non sia da buttare via in quanto con 21,25€ è proprio un bell’andare come risparmio.
    Se poi consideriamo che non mi sono mai dovuto fermare per rifornirmi, ma solo per andare in bagno, bè allora posso garantirvi che la Giulietta mi da quelle soddisfazioni che non ho mai provato in 37 anni per andare a trovare la morosa prima, dal 1978 al 1983, ed i suoceri poi, con Alfasud 1200, Alfa 33 1300 infine Dedra 1800 SW 16v.
    Non invidiatemi, fate i capricci come i bambini, ma cercate di entrarne in possesso, entusiasmo garantito per tutti.
    Salutoni e Buon Anno a TUTTI gli AMICI del forum, in particolare al capobanda Emanuele.

    Gianfranco

  20. Per i primi 1000 km sono ben al di sopra dei consumi che leggo qui: diciamo che sono più sugli 8km/l (non ho i conti precisissimi), nonostante ce la metta tutta per guidare col piede leggero. Complice il fatto che vengo da un bel diesel (con cui facevo senza problemi i 17 in città e i 22 in autostrada), probabilmente devo abituarmi al motore. Spero di arrivare presto ai 12,km/l che riesci a fare tu, Gianfranco.
    A tal proposito, qualcuno sa dove trovare il grafico con la curva di coppia? L’ho cercata online ma senza successo.
    Buon viaggio a tutti!
    Edoardo

    • Non demoralizzarti, per prima cosa 1000 Km sono niente, aspetta almeno i 5000, quando il motore comincerà ad essere meno legato; in secondo luogo siamo in inverno, quindi un periodo dove i consumi sono leggermente più alti; terzo, e non per vantarmi, ma solo per incoraggiarti, io ho sulle spalle quasi 45 anni di guida a gpl, pertanto il mio piede e la mia condotta si sono assuefatti a questo tipo di guida; non che sia totalmente differente dal benzina, ma un po’ di più dal diesel da cui dici di provenire.
      Un esempio stupido è che io, quando posso ma molto spesso, a 50 Km/h sono già in sesta marcia, e sto molto attento dosando l’acceleratore a che non mi si accenda il triangolino giallo sul displei che invita a scalare marcia, e mi succede raramente di notare quello che mi invita a salire.
      Intanto goditi senza strafare la tua Giulietta, poi piano piano, quando sarai completamente a tuo agio potrai cominciare a guidare in modo risparmioso.
      Se proprio devo dirtela tutta, due difetti li ho riscontrati sulla Giulietta:
      1) Serbatoio del gpl leggermente scarso, ero abituato a fare circa 42-45 litri di gpl, e se li avessi sulla giulietta, bè avrei fatto almeno 550 Km con un buon risparmio di tempo nel tempo (bisticcio di parole, ma mi avrai capito).
      2) Il motore frena poco o niente, mentre io sono abituato a frenare molto scalando le marce, tanto è vero che in discesa con le mie vecchie auto inserivo il condizionatore per regolare la velocità.
      Non metterti a ridere, ma quando sono in macchina sono attento sia alla guida, sia a tutto ciò che mi circonda, in più sono diventato un pidocchio sui consumi, così si dice dalle mie parti di chi cerca di risparmiare.
      Comunque buon divertimento a tutti e salutoni.

      gianfranco

  21. Grazie Gianfranco,
    in effetti penso che la differenza sia dovuta all’esperienza: ho omesso che la macchina è usata – 10.000km – quindi il motore dovrebbe essersi già sgranchito; inoltre cerco come te di rimanere sempre nella fascia tra i 1000 e i 2000 rpm proprio per ottimizzare la coppia.
    A tal proposito un difetto che trovo assai fastidioso è la mancanza del computer di calcolo per il consumo istantaneo e sui 100km, che nelle auto precedenti mi divertivo a usare proprio per arrivare al minor consumo possibile: una vera sfida!
    Concordo appieno sul freno motore, che potrebbe ridurre ancora un po’ i consumi. Ma tant’è…
    Dato che ne parli ho una domanda sull’autonomia. Su carta la ciambella è data di 38l, eppure non ho mai fatto un rifornimento maggiore di 32l. E’ normale? Rimane sempre un residuo di gas che non viene pescato dal motore?
    In ogni caso grazie dei vostri consigli e informazioni,
    Edoardo

    • Ciao edoardo, secondo me effettuare i cambi tra 1000 e 2000rpm ti fa consumare di più perché la coppia del motore lì sta “nascendo” e per riprendere velocità sei istintivamente portato ad aprire di più la farfalla (pressando sull’acceleratore leggermente di più). Quattroruote tempo fa, tra i consigli per ridurre i consumi, indicava per i motori benzina di effettuare le cambiate tra i 2000 e i 2500rpm (e mantenere il motore intorno ai 2000 che spinge bene con un filo di gas) mentre per i diesel consigliava i 1500-2000rpm (la coppia dei diesel è notoriamente più bassa).
      Per monitorare i consumi, è vero che nella versione GPL manca l’indicazione istantanea, ma stai provando ad usare SpritMonitor?
      Infine, riguardo ai pieni, ricordati sempre che la valvola di chiusura è tarata per lasciare un 20% del serbatoio libero per permettere l’espansione del gas in caso di riscaldamento senza aumentare di troppo la pressione. Il 20% di 38l sono 7,6l quindi se arrivi a 32l va più che bene.
      Ciao e buon viaggio a tutti,
      Emanuele

  22. Ti ringrazio Emanuele: per questo sto cercando un grafico della coppia della Giulietta, dato che anche a me 1000-2000 giri sembrano pochi soprattutto per un benzina 1.4 (anche se è il range “consigliato” dall’indicatore).
    Grazie molte per l’informazione sulla capacità del serbatoio: era precisamente l’informazione che mi mancava!
    A breve inizio a usare Spritmonitor e metterò qui gli aggiornamenti, casomai servissero a soddisfare la curiosità di qualcuno!
    buon viaggio,
    Edoardo

  23. Quello che dice Emanuele riguardo all’utilizzo del numero dei giri del motore è giusto se si vuole avere un’andatura cosiddetta normale, mentre io sono un po’ più portato ad un’andatura risparmiosa nel senso che ho ormai una sensibilità del piede che mi permette di ottenere ottimi risparmi nei consumi anche sotto a quelli indicati da Emanuele, e ciò è dovuto alla mia lunga esperienza con l’alimentazione a gpl, però cerco di restare il più possibile sui 2000 rpm.
    Infatti se guardo il recente viaggio da Treviso a Rieti dei giorni scorsi posso considerarmi soddisfatto, premettendo però che non ho dovuto usare spesso il cambio dato il poco traffico trovato lungo il percorso.
    Per quanto alla capacità del serbatoio devo ricordare che quello della Giulietta originale di fabbrica è di 48 l che riempito all’80% danno 38 l.
    Il fatto che Edoardo non sia riuscito ancora a riempirlo più di 32 l vuol dire che non aveva consumato tutto il gpl tanto da passare automaticamente a benzina, pertanto il residuo associato alla pressione residua presente nel serbatoio fanno si che le valvole della pompa scattino anzitempo.
    Un’altra causa sono la taratura delle pompe, a me è successo addirittura che a serbatoio vuoto non siano riusciti a rifornirmi per più di 25 l, per fortuna questo è successo ad Urbino per cui non mi vedranno più in quel distributore.
    Normalmente dove mi rifornisco a serbatoio vuoto mi erogano dai 38,5 ai 39,5 l, e per fortuna il gpl è di ottima qualità anche se non dei più economici, ora è a o,559 €/l contro i 0,489 – 0530 dei distributori nella mia zona.
    Per Edoardo un consiglio che posso dare è di rifornirsi nei primi tempi a serbatoio pressoché vuoto e di cambiare, se possibile, il distributore per alcune volte, in modo da individuare quello che più si avvicina ai dati che ho descritto sopra; poi con un po’ di esperienza tutto andrà a posto ed i consumi senderanno, magari non ai miei valori, ma almeno dovrebbero avvicinarsi.
    Solo come riferimento posso indicarti, secondo il mio stile, che percorro sulle lunghe percorrenze mediamente 90 – 95 Km per ogni tacca del trip che si spegne, pertanto per un po’ di tempo prova a controllare visivamente quanti Km percorri per ogni tacca, coì potrai regolarti in merito
    Spero di non avervi tediato ripetendo le stesse cose, e nell’occasione un salutone a tutti.

    Gianfranco

    • Ciao Gianfranco, mi spiace per l’inesattezza sulle dimensioni del serbatoio. Ero al lavoro quando ho risposto ai commenti e ricordavo male la dimensione. Confermo che il serbatoio è da 48lt con un massimo rifornibile di 38lt (con una tolleranza di due litri in eccesso).
      Riguardo alle tue medie (ti ostini a non usare SpritMonitor dal cellulare, ma sarebbe un confonto utilissimo per tutti!) io le ho raggiunte solo sulle liscissime strade svizzere in cui – per evitare le salatissime multe – viaggiavo costantemente entro i limiti stradali. In Italia non ho più ripetuto quelle medie lì o comunque è successo molto raramente.
      Riguardo al freno motore poco incisivo, secondo me è dovuto al down-sizing del motore che – per la massa dell’auto – ha giochi relativamente piccoli. Credo accadrà sempre più spesso nelle macchine nuove: un tempo le auto avevano cilindrate più grosse a parità di massa. Adesso invece i cavalli li spremono da motori con cilindrate sempre più piccole.
      Ciao,
      Emanuele

      • Caro Emanuele, non occorre che ti scusi per l’inesattezza sulla capienza del serbatoio, infatti ho capito subito che poteva trattarsi di un lapsus dovuto al momento della risposta, ho solo fatto la mia precisazione per non allarmare Edoardo e cercare di spiegare il perché lui non abbia fatto rifornimenti per più di 32 l.
        Purtroppo la tua spiegazione sul freno motore mi fa rimpiangere i bei tempi nei quali lo usavo costantemente per risparmiare le pastiglie ed i dischi dei freni che normalmente mi duravano oltre gli 80.000 km le prime e mai cambiati i secondi; ora mi devo rassegnare, acqua passata non macina più.
        Ti garantisco che quanto riportato riguardo al mio ultimo viaggio a Rieti non è dovuto ad una andatura da vecchio rimbambito, comunque dato il percorso effettuato mi sono attenuto il più possibile ai limiti imposti con qualche piccolo sforamento, ed i 450 km li ho percorsi in circa 5 ore e mezza, esclusa
        la sosta per il caffè a metà strada.
        Il primo dell’anno ritorno a Treviso e vi farò partecipi del consumo relativo, vediamo se confermo quanto fatto all’andata.
        Un saluto a tutti

        gianfranco

      • ciao ragazzi e buon quasi 2016 a tutti voi!
        Onestamente è un po’ che mi chiedo perché si stia andando appunto verso un “dimagrimento dei motori” a fronte di un aumento di cavalli! La Giulietta ha 120CV sotto un 1.4, la mia Golf TGI ha un 1.4 110CV turbo, la Focus a benzina di mio padre di ormai 14 anni fa 100CV per un 1.600! E andando indietro ricordo le Fiat Tipo 1.6 dgt da 82 cavalli!

        Voi ne sapete di più? Come mai si sta andando sempre più vs quella direzione?

        grazie a tutti!

        • Ciao Marco, la risposta è molto semplice: diminuire le emissioni. Se a parità di giri esprimi maggiore potenza bruciando minore carburante hai un motore ottimizzato in tal senso. Ovviamente l’energia prodotta dall’esplosione del carburante data una quantità definita di combustibile e comburente, è fissa, quindi si procede per ottimizzazioni e recuperi dell’energia prodotta (si è passati prima dall’iniezione elettronica per finire adesso ad un ritorno massiccio dell’uso delle turbine). Consumi ridotti significano anche emissioni ridotte (il vero problema delle case automobilistiche è quello, perché l’Occidente ha definito degli step di diminuzione delle emissioni; fosse stato un semplice problema di consumi le case non avrebbero mai investito tutti questi soldi in R&D). Il fenomeno prende il nome di Downsizing.
          Ciao e auguri a tutti,
          Emanuele

          • Sempre gentile e puntuale Emanuele, grazie 1000! 🙂
            Buon anno anche a te/voi, e.. inizio 2016 faccio che uscire con la mia recensione super dettagliata della Golf 7 TGI 110CV a metano… eheh… dopo quasi 4000km in nemmeno 2,5 mesi posso avere già qualche idea in merito alla mia bella macchina!

            A presto

          • Ciao Marco, a distanza di quasi un anno, cosa ci dici dei consumi della tua Golf a metano? Ho sbirciato un po’ sul tuo account Spritmonitor e sebbene siano bassi, mi sembra che in questo momento il gioco non valga la candela rispetto ad un GPL. Cosa ne pensi?
            Ciao,
            Emanuele

          • Scusami Emanuele, stavo inserendo un mio commento durante la tua risposta per cui non l’avevo letta e sono arrivato in ritardo, tutto spiegato, anche troppo ti ringrazio e rinnovo gli auguri

          • hey Emanuele, ciao!
            Felice di risentirti..

            Dunque.. soddisfatto della Golf? Decisamente sì. I consumi, beh.. considera che il mio piede non è dei più leggeri.. c’è chi ci fa anche 430km con quei € 13.50 che ti costa il pieno.

            Giusto oggi pubblicavo una foto su Facebook.. che in inverno (tempo migliore per caricare e andare a metano) faccio 150km e ho ancora due tacche prima della metà serbatoio (ca. 50km extra)! D’estate a 150km ho il misuratore della pressione già al 50%.. quindi tendenzialmente, pur col mio piede, ora che ho 16.000km all’attivo ho un’auto che 380km circa me li fa.

            Conviene rispetto ad un GPL così basso di quest’anno? Forse poco poco. Ma sta risalendo in queste settimane, in più io non pago il bollo per 5 anni e dal 6° lo pago 1/5 del normale.

            Mi conviene rispetto al GPL? Probabilmente sì 🙂 Ma resta il fatto che la Golf è un altro pianeta.. meravigliosa, la ricomprerei domani.. pur con qualche piccolo scazzo eh!

            Ma ne parlerò a breve sul mio blog 😉
            Spero di aver risposto alla tua domanda

        • Questa di Marco è una domanda che mi sono posto anch’io, ma tutto sommato è roba da ingegneri, quindi Emanuele sarà costretto a darci una bella lezione.
          Una mia risposta semplice semplice è che la tecnologia in tutti i sensi in questi ultimi anni ha fatto, e sta facendo, passi da gigante, pertanto integrando l’aiuto del computer nella progettazione, dei robot nella costruzione ed assemblaggio e dell’elettronica di bordo per la gestione del motore, fanno si che con una piccola cilindrata hai prestazioni impensabili qualche anno fa.
          Vi racconto un piccolo particolare che mi è capitato oramai più di 40 anni fa, nell’informarmi sulle caratteristiche dell’Alfasud che volevo acquistare, un amico meccanico mi ha consigliato di ordinare la macchina durante le ferie estive in quanto l’ordine sarebbe stato inoltrato, almeno a quei tempi, subito dopo le ferie pertanto l’auto stessa sarebbe stata costruita dopo la manutenzione e rettifica di tutti i macchinari della fabbrica che allora si faceva durante il periodo estivo.
          Vi giuro che la mia Alfasud pur facendo ruggine da tutte le parti, quasi quasi anche quelle in plastica, come meccanica e motore era un gioiello; rabbocco di olio solo quando questo era al minimo in modo da rigenerare il più possibile quello rimasto (cosa questa sempre che vi consiglio, non rabboccatelo mai se ne manca poco a meno che non dobbiate intraprendere un lungo viaggio), nessun consumo di acqua, e dopo averla venduta con 150.000 km il nuovo proprietario, dopo un serio incidente, ha recuperato il motore e lo ha montato su un altro telaio perché dopo una verifica completa era risultato come nuovo; nessun deposito nei pistoni e nelle camere dei cilindri, in quanto il gpl non ne lascia, non solo ma non diluisce l’olio del motore pertanto questo si presentava sempre pulito.
          Attualmente sulla nuova Giulietta è tutto un altro mondo, prestazioni e consumi sono eccellenti, una fluidità di guida ed una tenuta di strada incomparabili, con qualche difetto per i miei gusti come ho già detto in precedenza che posso riassumere in:
          1) freno motore nullo, a meno di non scalare fino alla seconda se non in prima; dico questo perché sono abituato a prevedere i tempi di arresto in funzione di quello che si presenta davanti a me, come code o semafori oppure incroci e rotatorie varie; non parliamo poi delle discese, dove normalmente inserivo il condizionatore anche d’inverno al fine di avere una maggiore decelerazione
          A tal proposito consiglio sempre a tutti di usarlo anche durante la stagione invernale per mantenere in ordine le guarnizioni in gomma del medesimo, altrimenti se non attivato di tanto in tanto gli OR tenderebbero a seccarsi, vi raccomando questo accorgimento di tanto in tanto, e non mettetevi a ridere.
          2) Visibilità posteriore scarsa, e questa la posso giustificare data la linea.
          3) Serbatoio del gpl leggermente scarso, in quanto seppure io riesca a superare i 450 km di percorrenza, un utente normale, anche se non corsaiolo, arriva appena appena a 400 km, il che non mi sembrano molti.
          Aspettiamo comunque una risposta scientifica da parte di Emanuele al quesito di Marco (sempre che l’Ingegnere si sia ripreso dalle feste natalizie e di fine anno).
          Salute a tutti e BUON ANNO NUOVO

          gianfranco

  24. Ciao a tutti! Da due settimane guido una Giulietta Gpl distintictive di maggio del 2014 comprata quindi usata con 25000km…premetto che già la adoro, mi piace moltissimo guidarla, la sento già mia! Volevo solo chiedervi una cosa…è normale che sul mio display nel cruscotto non mi venga fuori il consumo nè medio nè istantaneo? perché se fosse un difetto ed essendo ancora in garanzia Alfa porto a farla controllare. Grazie, Walter

  25. Io ho una Sprimt gpl del 27/02/2015 dove non viene visualizzato il consumo istantaneo e questo per il semplice motivo che tutte le macchine alimentate a gpl non possono calcolare tale dato im quanto il gpl liquido non è uniforme come il gasolio e la benzina, essendo questo formato dalla miscela di due gas con caratteristiche fisiche diverse, pertanto non è possibile uniformare i dati di consumo istantanei (almeno così me l’hanno venduta, per ora io ci credo, comunque Emanuele come al solito potrà confermare o meno).
    Restando in attesa saluto tutti

    gianfranco

  26. Ciao,io ho comprato una giulietta MY 2014 a km0…gpl distinctive,ma ho un problema…con 38 litri di gpl faccio 200-250 km…ma non sono troppo pochi?guido tranquillo ed ho i cerchi da 18…non andrebbe rivista la centralina?premetto che ho in totale 6150 km….grazie

  27. Ciao! La mia distinctive del 2014 con le gomme da 17 pollici con un pieno di Gpl fa 300 km se giro solo a Milano centro, 400 in autostrada a 130 km/h…

  28. Buongiorno ing. sono rimasto piacevolmente sorpreso da tutti i suoi calcoli davvero precisi, al punto che la disturbo per un suo consiglio. A oggi sono possessore di una Alfa 159 cv150 diesel ormai decrepita (270000 km) in dieci anni. Premetto che il diesel, con la sua spinta ai bassi regimi mi entusiasta davvero tanto.
    Il problema che oggi non faccio più i km di un tempo, oggi parliamo di 8000 / 8500 km annui quindi penso che dovrò abbandonare il diesel. L’intenzione è di comprare una Giulietta 120cv Turbo a gpl. Vorrei sapere un suo parere in generale e se a quel punto conviene il gpl con i relativi costi, ing la ringrazio anticipatamente e attendo la sua risposta.
    Marco da bologna

  29. Salve a tutti. Io ho una Giuly 1400 turbo GPL e volevo sapere, una volta per tutte, se sia o meno buona norma percorrere ogni tot km a GPL qualche centinaia di Km a benzina. C’è chi dice si e chi no; chi sostiene che a nulla serve il rafforzamento delle sedi valvole per la combustione secca del GPL e chi invece sostiene che le vetture che nascono a GPL dalla casa madre non necessitano di alcun accorgimento in termini di alternanza del carburante del tioi GPL/benza/GPL. Voi che ne pensate al riguardo? Grazie Alex

    • E’ dal 1970 che vado a gpl con tutte le vetture che negli anni ho posseduto: 3 Alfasud 1200, 1 Alfa 33 1300, 1 Dedra 1800 16 valvole, nonchè una Y10 fire, una micra 1300 prima serie, ed una punto 1400, ora sono superarcifelicissimo possessore di una giulietta sprint a gpl.
      La mia prima proccupazione è quella di spendere poco, pertanto la benzina la uso solo per mettere in moto e poi sempre a gas; rimpiango i vecchi impianti che partivano a gpl, ma solo per il motivo sopradetto, per il resto con l’attuale non c’è storia.
      Dico e ripeto che non ho mai avuto noie alle sedi delle valvole o meglio alle valvole stesse; chiamiamolo caso o meglio fortuna, fatto sta che continuo a non preoccuparmi per questo.
      Ricordo che nel 1983 avendo ceduto ad un amico la mia seconda alfasud, questo amico dopo un incidente ha pensato bene di smontare il motore che aveva sul groppone 145.000Km e di rimontarlo su un telaio dove il motore era distrutto.
      Orbene, nella revisione, dovuta ad un eccesso di zelo, quando hanno tolto le due testate, i cilindri ed i pistoni erano di uno splendore inaudito, tanto è vero che il meccanico non credeva che avesse percorso tutti quei chilometri, non solo ma le valvole e le sedi erano al pari dei cilindri e pistoni.
      Certo è che se un motore nasce male allora non c’è nulla da fare, ma la mia esperienza fino ad ora mi dice di non ascoltare tutto quello che si mormora, ma in base alla propria esperienza valutare con un certo occhio critico le prestazioni ed il comportamento della propria vettura.
      Come già in precedenza ho già detto, la mia giulietta del 27.02.2015, acquistata usata nell’agosto del 2015, quando la guido solo io percorre mediamente 12 km/l, mentre se la usa anche mia moglie allora scende a 11 Km/l. questione di piede.
      Per i molti che hanno dei dubbi sulla quantità di gpl che può rifornire il serbatoio, la mia contiene dai 38 ai 40 litri, a seconda della pressione della pompa, semprechè il serbatoio sia ben vuoto.
      Un salutone a tutti

  30. Grazie Gianfranco per aver voluto condividere la tua esperienza pluridecennale/pluripropulsori con alimentazione a GPL. E sembra proprio il caso di dire “GPL sempre e per sempre” lasciando alla benzina il solo ruolo di starter. Ma volevo anche chiederti rispetto alla tua Giulietta sprint se anche a lei, come presumo, l’impianto GPL è un aftermarket, dal momento che la versione sprint della giulietta con motore 150 cv multiair non mi risulta sia prodotta dall’Alfa con alimentazione a GPL. E volevo anche chiederti, in caso affermativo, se hai fatto mettere o era già presente una qualche paratia anticalore sotto la scocca all’altezza del serbatoio del GPL, dal momento che un ramo del doppio scarico della sprint passa sotto al serbatoio del GPL stesso. Grazie e w la giulietta.

    • La mia è una giulietta Sprint turbo 1400 120Cv, nata e cresciuta già a gpl dato che l’Alfa Romeo si è degnata di adattare l’alimentazione a gpl anche andando contro la vulgata (ormai stantia) che il gpl rende le autovetture dei muli. Certo che un certo calo di prestazioni del pari a benzina ci sono, mentre la giulietta come la mia che esce dalla fabbrica già dotata di impianto a gpl va meglio con questa alimentazione che non a benzina vedi anche: http://www.quattroruote.it/news/primo_contatto/2013/02/17/la_nostra_video-prova_su_strada.html.
      La sprint rispetto agli altri allestimenti, così come quello della prova, ha solo le rifiniture migliori, imitazione della fibra di carbonio e qualche altro particolare di secondo piano; pertanto scarichi e telaio è tutto come le altre sue sorelle.
      Spero di essere stato di aiuto, nell’occasione saluto tutti.

      gianfranco

      • IMPORTANTE: AGGIORNAMENTO A QUANTO RIPORTATO NEL LINK QUATTRORUOTE.
        La nuova Giulietta gpl adotta le sei marce, e l’indicatore del gpl si trova sul cruscotto e non come si vede nel filmato davanti alla leva delle marce.

        • Ciao Gianfranco, era così già dalla MY13, il primo restyling della Giulietta: indicatori di livello GPL integrati nel quadro strumento (con tanto di indicazione testuale all’ingresso della riserva).

  31. Ciao Emanuele,

    per prima cosa ti faccio i complimenti per questo articolo e per il tuo report sempre aggiornato!
    Ho letto diversi mesi fa tutte queste tue considerazioni, ben prima di acquistare anche io una Giulietta 1.4 tb GPL+benz, versione Sprint, nuova.
    E forse in qualche maniera la tua analisi così completa ha sicuramente rinforzato la scelta per la seconda Alfa nei miei 14 anni di patente…:-)
    Effettivamente è un’auto che sa veramente il fatto suo, e non mi fa rimpiangere la mia vecchia 147 versione Cup jtd-m 140cv! Si tratta comunque di un’auto diversa in molte cose.
    Comunque, senza divagare, mi farebbe molto piacere confrontarmi con te sul discorso consumi, perchè per ora, 10000km appena raggiunti, sto sotto i 10,5 km/l da te registrati come media…sono sugli 8 km/l, pur conscio di un piede non proprio leggero.
    Inoltre ho un problemino che non è pertinente con questo topic, ma, poichè è stato bollato da un paio di officine come raro per una Giulietta, magari è stato già osservato e risolto da un attento utilizzatore come lo sei tu.
    Con questo commento dovresti visualizzare la mia mail, se ti andasse di contattarmi in privato ne parliamo!

    Grazie!
    Danilo

    • Ciao Danilo, grazie per i complimenti. Come avrai visto su Spritmonitor, sto continuando a tener traccia dei consumi. Rispetto a quelli indicati in quest’articolo, siamo scesi col costo ogni 100km. Su un arco di oltre 75000km la Giulietta sta segnando un consumo medio di 6,33€/100km (ad oggi) con una tendenza a scendere (il GPL quando comprai la macchina costava praticamente il doppio). In questo periodo, se curiosi con i rifornimenti, vedrai che la media è di 4,5€/100km.
      Non so quanto spingi tu e che percorsi fai. Purtroppo i consumi dipendono fortemente da questi fattori, così anche su Spritmonitor, se cerchi, vedrai che c’è gente che segna consumi molto più bassi dei miei [roba che io non riesco mai neanche ad avvicinare]. Stai provando a registrare con l’app i consumi? Spritmonitor esiste sia per Android che per iOS…
      Riguardo ai problemi, cosa riscontri? Io fin ora sono così soddisfatto che ho quasi paura a dirlo.
      Ciao,
      Emanuele

      • Ciao Emanuele,
        sì, ho dato una occhiata su Sprintmotor ed avevo notato che eri riuscito a fare ancora di meglio rispetto alla prima analisi!
        Io mi trovo in situazioni di code o traffico praticamente mai, non percorro quasi mai autostrade, e questa è sicuramente una differenza sostanziale. Però viaggio anche poco in città…probabilmente un 20%. Il restante 80% è su strade provinciali e statali.
        Il mio piede pesante penso che sia probabilmente simile al tuo, da quello che leggo. Alcune mattine chiedo tanto alla Giulietta, con cambi intorno ai 4500/5000 giri, ma per brevi distanze, max 10 km e non tutti i giorni. Per il resto dei km, e per ora siamo a 10000 in 5 mesi, ho una guida non “seduta”, ma nemmeno sempre sportiva, con cambiata tra i 2000 e i 3000 giri.
        Per quanto riguarda i consumi, ho abbattuto comunque di circa il 30% la spesa al distributore rispetto alla 147, ma, come dici tu, sento in giro di consumi strepitosi…12/13 km/l GPL…che appaiono come irraggiungibili! :-0

        Per tutto il resto, fai bene ad essere apertamente soddisfatto (anche se la sfiga va sempre temuta!:-)), è una gran macchina con tanti pregi, a mio parere primo tra tutti la possibilità di risparmiare col GPL, senza rinunciare alla guida scattante e sportiva di un’Alfa.
        Tuttavia io ho un benedetto problemino che mi sta mandando ai pazzi…nel senso che è una inezia, che non compromette nulla, ma mi dà un fastidio tremendo perchè l’auto è nuova.
        Praticamente da 3 mesi a questa parte mi capita saltuariamente, e senza una apparente logica, di avere difficoltà in fase di avviamento. Dopo il check, sempre perfetto e senza la minima segnalazione di errori nè sul display, nè in centralina, il motorino di avviamento funziona e la pompa della benzina si sente in azione ma…non parte al primo colpo! Quando succede, è necessario insistere 4/5 secondi a chiave girata prima che parta, talvolta ad estrarre la chiave e re-inserirla. Dopodichè l’avvio è normale e il funzionamento idem….
        Ripeto, la frequenza è una volta ogni 2 o 3 giorni, e in un giorno farò almeno 5/6 avviamenti, ma dà fastidio! L’auto è stata ospite di due officine autorizzate, che mi hanno, nell’ordine, cambiato la chiave codificata, il blocchetto di avviamento, gli iniettori GPL e regolato la pressione del polmone GPL….ma il problema persiste.
        Ora, ripeto, potrei fregarmene, ma proprio non ci riesco, penso che tu e altri appassionati di auto mi capiate! E così volevo capire in rete se qualcuno abbia avuto un problema simile, che, per il suo manifestarsi, dissocio dall’alimentazione specifica a GPL, ma addito alla semplice fase di avviamento a benzina. Fino ad ora la macchina non ha mai dato segnali di errore ai pc dei tecnici Alfa, ed inoltre Alfa fatica ad autorizzare la sostituzione di altri pezzi sia per non andare a tentoni, sia perchè il problema non si è mai verificato mentre l’auto era ospite dell’officina (ovviamente…).
        I misteri della meccanica…anzi, secondo me, dell’elettronica!

        Ciao,
        Danilo

        Ps: appena risolvo questo fastidio, voglio usare anche io l’app, grazie del consiglio!

        • Si, sicuramente i primi tempi il mio piede era più pesante di quello odierno. Adesso spingo principalmente perché vado spesso di fretta, prima spingevo principalmente perché… non riuscivo a resistere. In ogni caso anch’io nella guida normale tendo a fare cambiate intorno ai 2500rpm (Quattroruote consiglia di tenere le marce di un motore a benzina sopra i 2000rpm per avere sempre coppia e non effettuare riprese spalancando la farfalla). In questo modo la guida è già vivace, non morta, ma sicuramente non esasperata come quando si sale sopra i 3500…
          Dai percorsi che fai dovresti avere consumi più bassi. Teoricamente le statali sono i luoghi in cui le auto consumano meno. Dai dai, installa l’app così capiamo meglio…
          Per il tuo problema invece non so. Ti avrei proposto di leggere la diagnosi ma da quel che dici i tecnici Alfa l’avranno fatto sicuramente. Certo che è strano. A me non è mai successo fin ora.
          Ciao,
          Emanuele

  32. E spero che non ti succeda proprio mai!!!! 🙂
    Comunque anche nelle due officine in cui sono stato mi hanno detto che non è mai capitato loro…però a questo ci credo poco…!
    Ecco…mi confermi quello che penso anche io, cioè che dovrei avere consumi più bassi, proprio per il tipo di percorrenza che affronto in % maggiore! Quindi diciamo che sulle strade extraurbane puntare a fare 12-13 km/l non sarebbe fantascienza…per cui, valutando come negativo il fattore del piede pesante (generalizzandolo ad un uso allegro continuo con cambiate a 2500 giri/m), dovrei comunque visualizzare almeno un 10 km/l! Che dici?
    Stasera installo l’app ed inizio ad usarla! E vediamo che ne pensi!
    L’unica cosa positiva che riscontro è che nel tempo e nei km i consumi sono migliorati…all’inizio facevo 250 km con un pieno di GPL…
    Per quanto riguarda il problemino di avviamento, a maggio conto di portarla presso una terza officina, per capire se ne cavano un ragno dal buco. E chiederò anche dei consumi…

    Ciao!
    Danilo

  33. Ciao, vedo che sei arrivato a 90K Km ed il consumo si attesta inteorno ai 10Km/l. I miei dubbi vengono sempre da due cose:
    – Durata motore diesel (anche con piu’ costi di manutenzione)
    – Cambio bomblone dopo 10 anni
    – usura parti gas (iniettori), spie varie dovute alla cattiva carburazione gas/benzina….
    – 20 k km annui per almeno 12 anni………

    Cosa mi conviene ?

    • Alex, le cose che ti generano dubbi sono due o quattro? Scherzi a parte, mi viene difficile risponderti: non so prevedere il futuro. Ciò che posso dirti è come stanno le cose attualmente. Rispetto al diesel da 77Kw si risparmia circa 1€/100km. In pratica ogni 100.000km hai risparmiato 1000€. Io ne percorro attualmente circa 30 mila ma se tu pensi di fare 20 mila km l’anno, in 10 anni avrai percorso 200.000km e avrai risparmiato circa 2000€. La sostituzione della bombola costa circa 250€, quindi se vuoi tenere l’auto oltre 10 anni, avrai un risparmio al decimo anno – stante le cose come oggi (costo sostituzione e costo carburanti) – di 1750€. Dici che spenderai, in 10 anni tutti quei soldi in più per riparazioni? Io sono ottimista e dico di no. Se tu hai ulteriori elementi per stabilire quale delle due auto comporterà più spese fammi sapere. E’ difficile dirlo, ci sono auto che nascono bene e – altrettante – con continui problemi a parità di motore e allestimento.
      Ciao,
      Emanuele

  34. hey Emanuele, ciao! 🙂

    Ci credi che ho aspettato questo momento da veramente un casino di tempo? 😀

    Finalmente riesco – con molta soddisfazione – a dirti che ho pubblicato il mio nuovo sito (era dal 2012 che non lo aggiornavo) e contestualmente ho pubblicato la mia recensione realistica sulla mia Golf TGI Metano!

    Ci ho messo veramente un sacco di tempo e dettagli per scriverlo, quindi sarei felice di avere la tua opinione 🙂

    Un abbraccio e.. buona guida 😉
    Marco

    • Ciao Marco, ho letto la tua recensione. Vuoi un’opinione sincera? La trovo molto troppo entusiasta. Nel senso che ogni aspetto di quell’auto ti sembra unico e impareggiabile anche quando anche le dirette concorrenti hanno tali caratteristiche (un esempio? Il cofano motore, al pari di tanti altri, è inguardabile con tutti quei cavi scoperti e anche le Punto hanno colorazioni diverse per gli elementi utili alla manutenzione ordinaria. Un altro esempio? L’indicatore GPL/Metano integrato l’hanno tutte ormai, dalla Panda alla Punto – passando per la Giulietta – sarebbe assurdo non l’avesse la Golf. Non lo trovi probabilmente sulle Dacia, sulle Daewoo… Le Fiat hanno addirittura l’eco:Drive che via usb ti permette di importare statistiche, consumi e analisi sullo stile di guida). Probabilmente sei molto contento dell’acquisto e tutto il tuo stupore deriva dalla differenza rispetto alla tua vecchia Punto (figlia di un’altra generazione di auto). Personalmente trovo interessante la sezione dei consumi e dei difetti, il resto mi sembra una cieca réclame, figlia di un entusiasmo comprensibile, da parte di una persona che ha investito i suoi soldini.
      Proprio a proposito di consumi, vedo su Spritmonitor che alcuni rifornimenti che hai fatto a CNG costano meno di 1cents/kg: è un errore o è normale? Riguardo alla scelta GPL/metano personalmente la reputo molto dipendente dal tipo di percorso che si percorre quotidianamente e dalla zona in cui si vive. Prima di prendere la mia Giulietta, ho fatto acquistare ai miei una Panda a metano, quindi conosco bene anche quel carburante. Prova però ad arrivare a Roma a metano, prova a fare un viaggio verso Calabria o Sicilia e vedrai quanto sarà più complicato viaggiare a metano. Non ti capita mai di partire in auto così distante? Bene, ottima scelta. Anche per i miei che fanno tantissima città la Panda è perfetta. Io non potrei farlo. Per lavoro viaggio spesso e trovare il GPL anche nei piccoli centri è molto più facile che col metano. Ho un collega con l’auto a metano che per raggiungere certi clienti è obbligato a lasciare l’autostrada se non vuole viaggiare a benzina. Io stesso faticai, con la Panda, tornando da un paesino in Friuli. Pur di recuperare una pompa a metano andai fino a Udine prima di ripartire verso Milano. Sono esempi, non assoluti, da considerare durante la scelta dell’auto. La differenza tra GPL e Metano, con le tue percorrenze medie (20.000km annui) si attesta su 750€ in 200.000km (10 anni per te). Se quei 750€ però ti obbligano ad andare a benzina o allungare i tragitti, quanto avrai risparmiato alla fine in realtà? Se, come dici tu, pensi anche che la Giulietta potevi prenderla 500€ in meno della Golf… Insomma. Personalmente credo siano due belle auto, con caratteristiche diverse, pro e contro diversi, clientela diversa. Non sono fazioso, non mi piace esserlo. Proprio in questi giorni consigliavo ad un mio amico di valutare l’acquisto di una Golf Variant metano e al contempo continuo a credere che ai miei genitori farei comprare nuovamente un’auto a metano e che per me sia perfetta – al momento – un’auto a GPL.
      In ogni caso son felice tu sia soddisfatto della tua Golf. Non c’è cosa più brutta di un acquirente pentito e se per te è l’auto che più si addice alle tue necessità hai fatto bingo. Il punto è cercare di non parlarne in termini assoluti ma relativi… in questo periodo di fact-checking è molto importante dare il buon esempio.

      Personalmente infine, volendo trascurare i freni che fischiano (passi), i sensori di parcheggio che non funzionano (passi nuovamente…), le sospensioni rumorose (…), proverei a dare un peso sostanziale al cambio che gratta dopo neanche 20.000km (!!!).

      Spero di non esser stato offensivo o troppo critico. Capisco l’entusiasmo con cui hai scritto il post: ero felice come te quando ho iniziato a guidare la mia nuova auto.
      Ciao,
      Emanuele
      PS: come ho calcolato i 750€? Ho visto che mediamente i tuoi consumi sono di 4,57kg/100km. Secondo Assometano, il prezzo medio in italia è di 0,975€/kg, si traducono dunque in 4,39€/100km. I miei consumi sullo stesso periodo si attestano sui 9,39lt/100km che con un prezzo medio del GPL di 0,550€/l si traducono in 5,15€/100km. Differenza? 0,76€/100km. In 100.000km avrai risparmiato 760€, in 200.000km (10 anni con la tua media) sarai a 1520€ cui devi togliere i tre interventi alle bombole.

      • hey Ema,
        ma ti pare.. sono felice che in realtà tu abbia dedicato così tanto tempo per legger il mio articolo e per stendere questo prezioso commento.

        Hai ragione, sono un bimbo contento del suo nuovo costoso giocattolo, e ne parlo molto bene.. dovrei lavorare per VW in effetti ahah 😀

        Ho voluto prendere spunto dalle tue considerazioni e aggiornare la mia recensione della Golf TGI al fine di renderla più utile ancora per i miei lettori.

        Grazie a te quindi ho aggiunto un capitolo dedicato alla non capillare distribuzione del metano per autotrazione in Italia, così come una serie di considerazioni di cui tenere conto.

        Dal mio punto di vista – ovvero utente Piemontese che si sposta a distanze non superiori di ca. 150/200km da Torino e che usa per il 90% del tempo la sua auto casa-lavoro – direi che la Golf TGI (il metano in realtà) è perfetta.

        Se voglio andare a Milano, prendo la tangenziale e proprio appena prima di entrare in A4 ho il distributore di metano.
        Se voglio andare in Liguria, tangenziale TO Sud e ho altro distributore comodo, senza uscire.
        Avendo poi un’autonomia di 320km mediamente, capisci che ovunque io voglia andare in quel raggio, comunque ho ottime possibilità di non usare mai la benzina in pratica.

        Certo è che ne facessi un utilizzo più come il tuo, sarebbe una sacra rottura di pa||e! 😀
        Hai fatto bene a segnalarmelo, anzi se vuoi ancora dedicargli 5′ puoi tornarci e vedere il capitolo aggiunto.

        P.S. Fortunatamente – pare – con le bombole in composito non è nemmeno necessario spendere tutti quei soldi per smontare le bombole. Basta ispezione visiva, si dice. Te lo saprò dire tra 3 anni 🙂

        Un abbraccio

        • Ciao Marco, si tranquillo, avevo compreso l’euforia. Di certo non ti assumerei mai come recensore imparziale su una rivista d’auto… 😛
          Comunque, hai verificato quei rifornimenti di pochi cents/kg su Spritmonitor? Riguardo ai difetti che incontri, immagino tu li abbia già fatti presente in VW perché a lungo andare le cose difficilmente miglioreranno. Passino i sensori, ma freni, sospensioni e cambio mi sembrano elementi fondamentali di un’auto… cosa ti hanno detto a riguardo? Spingi per una soluzione finché sei in garanzia!
          Ciao,
          Emanuele

          • ahah 😀
            Ecco mi sono dimenticato di chiedertelo: mi fai un esempio? Io dall’app e dal backend non vedo niente di troppo anomalo, ma magari sono io eh.. sai darmi due date campione?

            Sui difetti.. non ancora, ma formalizzerò tutto in una mail e la manderò al concessionario, corredato anche dei video ecc. e ti saprò dire 🙂

          • I record che non mi tornano sono ad esempio quelli del: 27.01.2017, 23.12.2016, 22.07.2016, 18.04.2016. Non ho cercato oltre, ma certamente questi abbassano un po’ il costo €/100km. Sembra tu abbia inserito in maniera errata la cifra spesa. Se i kg son corretti almeno la statistica kg/100km dovrebbe rimanere inalterata.
            Ciao,
            Emanuele

          • Corretti tutti – grazie per la segnalazione, non me ne sarei mai accorto!
            Sai cos’era?

            Banalmente lo switch nell’app quando metti il costo del carburante, io inserisco sempre i kg caricati e il costo al kg (Unit Cost).

            Il default è Total Cost… 🙂

          • Sai qual è la cosa buffa? Che adesso che hai corretto, se prendo in esame lo stesso periodo di riferimento della tua auto (da quando l’hai acquistata), la differenza di costo chilometrico tra le nostre due auto relativamente alle alimentazioni “ecologiche” è esattamente quella che avevo calcolata coi costi medi dei due carburanti: 0,76cent/100km. Se ti riesce fai anche un pieno di benzina, in modo da scoprire il costo per km della benzina. Si può calcolare anche coi parziali ma è meno preciso (andare da pieno a pieno è sempre più indicato). Al momento, filtrando solo i rifornimenti di benzina, mi sembra tu sia intorno a 0,66€/100km per questo carburante. Grazie comunque per questo prezioso confronto.
            Riguardo l’app, io solitamente metto sempre quanto pago e lascio calcolare all’applicazione il costo del carburante, mentre tu fai l’inverso. Eheh…
            Ciao,
            Emanuele

          • ahahaha fantastico 🙂
            Grazie a te, sei sempre molto puntuale e preciso!

            PS: Certo che nell’ultimo anno “vi è andata bene”, il GPL qui stava a 0.45.. poi di colpo ora lo trovi a 0,55 nel giro di 1 mese… mentre il metano è DIMINUITO :-/
            Vai a capirle ste dinamiche..

          • Il GPL sale sempre durante l’inverno per la maggiore richiesta nell’uso domestico. Anche dalle mie parti è stato tutta l’anno, fino a fine autunno, sotto gli 0,5€ per salire negli ultimi due mesi al di sopra. In passato però il GPL era molto più caro (quando comprai l’auto d’inverno arrivava a 0,8), col GPL così basso anche Quattroruote tempo fa scrisse un articolo chiedendosi quanto ancora convenissero le auto a metano. Speriamo che duri…
            Ciao,
            Emanuele

          • giustamente facendo una ricerca per 0,xxxx non avevo beccato l’unico rifornimento che avevo pagato oltre 1 eur al chilo mi sa, ahah!
            grazie ancora!!

          • Perdonami, ma sono troppo dipendente dalle statistiche. Vedessi il report che mantengo sui consumi della mia caldaia…
            Ciao,
            Emanuele

  35. Ciao e complimenti per il lavoro svolto.
    A breve mi arriverà una giulietta gpl, che prenderà il posto di una mitica panda 899 (a metano) che ha svolto egregiamente il suo lavoro per molti anni ed ancora perfettamente funzionante ma sono cambiate le mie esigenze.
    Avevo intenzione di prenderne una a benzina e poi far installare un impianto a metano, ma per avere un’autonomia decente ci vorrebbero almeno 100 kg di bombole, e su un’auto un pò sportiva non la vedo una buona mossa.
    oltretutto quella a gpl della casa, ha una 6° marcia più lunga per i consumi e valvole rinforzate (correggimi se sbaglio) quindi ancora più sicurezza sulla durata del motore.

    saluti

    • Esatto Gizmo, il GPL Alfa Romeo ha centralina, motore e cambio ottimizzati per quel carburante al punto che, dai test Quattroruote, è uscito che andava meglio a GPL piuttosto che a benzina. Su SpritMonitor trovi i dati dei miei consumi aggiornati all’ultimo rifornimento.
      In bocca al lupo con la tua nuova Giulietta,
      Emanuele

  36. Ti ringrazio non vedo l’ora che arrivi, prima cosa perché è una macchina che mi piace da quando è uscita e seconda perché mio padre è alfista di vecchia data, avendo posseduto una 33 a carburatore sempre a GPL che purtroppo ho guidato poco causa rottamazione poco dopo il conseguimento della mia patente,
    Ma ricordo come ora l’urlo di potenza del motore quando si schiacciava l’acceleratore.sono anche ecologista quindi credo che l’alimentazione a gas sia meno deleteria per l’ambiente.infatti fortunatamente lavoro vicino casa e vado in bici e per fare le commissioni se devo percorrere max 2 km vado a piedi o appunto in bici.unica cosa all’inizio sarà dura ad abituarsi alle dimensione della Giulietta in confronto al Pandino,siano benedetti i sensori di parcheggio,😀

  37. Carissimo Gizmo, scusa se mi intrometto, ma devo darti una cattiva notizia, naturalmente seguita da altre buone. Andiamo per ordine, E’ da molto tempo che non mi faccio vivo, e ricordo quindi che è dal 1970 che guido solo macchine a GPL, mitica 1100 FIAT, 3 ALFASUD dal monocorpo al doppio corpo, AUTOBIANCHI A112, 33 ALFA, LANCIA DEDRA 1800 16 valvole 145KV attuale GIULIETTA SPRINT. Veniamo al dunque: la brutta notizia è che la GIULIETTA, gpl ovvio, non ha il mitico suono ALFA, ma è di una silenziosità assordante, il rumore è dovuto solo al rotolamento. Le belle notizie invece sono: 1 come ricordato da EMANUELE con la prova di Quattroruote; 2 i consumi che non hanno eguali anche rispetto alle mie auto precedenti; 3 la goduria nel guidarla, una cosa fantastica, infatti nonostante le mie 70 barette (tradotto: anni) non scenderei mai dall’auto neanche dopo 1000 Km filati. E’ ricordato e ripetuto da più parti che un’Alfa non è fatta per risparmiare in quanto 99,9% degli alfisti usano scarpe con suole di piombo, e alè andare. Io mi considero una mosca bianca, infatti dopo tanta esperienza di GPL normalmente percorro dai 450 ai 490 Km con un pieno. E se considero che tali percorrenze sono leggermente al di sotto di quelle che ritengo minime con un pieno, per non dovermi fermare al distributore, soprattutto in autostrada dove i prezzi sono da rapina, non potrò mai prendere in considerazione un’autovettura alimentata a metano, neanche se me la regalano. Va bene risparmiare, ma se devo anche fare sacrifici per la ricerca di un distributore, allora è meglio lasciar perdere. Il gioco non vale la candela. Conclusione, tutto questo per dirti che per sentire il suono Alfa su una GIULIETTA c’è un solo modo: Ti procuri un registratore, ti metti dietro una GIULIA vecchio tipo e registri; poi un paio di cuffie in macchina e mentre guidi ti ascolti il tutto. Mi dispiace di averti deluso su questo punto, ma stai certo che per il resto i tuoi genitori, una violta che sei salito in macchina, ti rivedranno solo quando avrai bisogno di pecunia per fare il pieno. Auguri e divertiti senza esagerare.

    gianfranco

  38. Quesito trabocchetto per EMANUELE:
    Se imposto il DNA su wet, a parte le prestazioni, consumo meno? E se si o se no perchè? Roba da ingegneri e non da geometri come il sottoscritto.

    • Ciao Gianfranco, personalmente credo non ci siano vantaggi nell’andare in WET. Al contrario, ho la sensazione che possa far leggermente consumare di più: tutti i controlli in modalità All-Weather sono più invasivi e di certo ogni intervento gioca su potenza motore e freno. Rendere troppo sensibili tali controlli non ha senso in condizioni di asciutto ma salva la vita in condizioni di bassa aderenza. Come sai, dai test in pista Quattroruote, solitamente i tempi migliori si ottengono a controlli quasi disinseriti perché l’elettronica tende a frenare troppo l’auto. Evidentemente hanno meno consapevolezza di noi di ciò che hanno intorno ma se gli vien chiesto di lavorare in maniera intensa, lo fanno senza problemi.
      La modalità Natural è quella disegnata da Alfa per il risparmio in condizioni di guida normali: le altre due sono lì per lasciarci divertire o per salvarci la vita, certamente non per risparmiare.
      Ciao,
      Emanuele

  39. Ciao Gianfranco (tra l’altro ti chiami come mio zio ) ti ringrazio delle informazioni.
    Naturalmente immaginavo che il suono delle vecchie alfa sia solo un lontano ricordo purtroppo, come d’altronde il carburatore doppio corpo è un lontano ricordo.
    Per quanto appunto il metano sia ecologico ed economico, su macchine del calibro della giulietta stona un pò, più che altro per il peso delle bombole da portarsi dietro infatti l’idea l’ho scartata subito.
    Ho letto che in alcune stazioni di rifornimento il gpl è “morchioso” e rischi di intasare di botto il filtro, è vero o è (spero) una bufala?
    Nella mia zona sono fortunato perchè ci sono circa 6-7 stazioni (ai tempi della 33 negli anni 90 una sola ed il gpl costava 500 lire al litro.
    P.s. complimenti per le tue vecchie auto, roba da buongustai 😀

    • Per esperienza ti posso solo dire che una sola volta mi si è intasato il filtro del GPL, ma quello situato dentro il serbatoio di una mia Alfasud. Infatti nei serbatoi a bombolone (beati quei tempi con 55 litri di GPL) all’interno dello stesso c’era un primo filtro, per cui mi sono fatto 450 Km per andare a Rieti da Trviso con la macchina che mi faceva dannare, in quanto gasificando il GPL all’uscita della bombola, si formava uno strato dighiaggio attorno alla valvola di carico situata a quel tempo all’interno di un coperchio di plexiglass posto sulla bombola stessa. Accortomi dell’inconveniente, strada facendo, ho tolto il coperchi e nonostante fosse estate ho acceso il riscaldamentop della vettura. Sono comunque arrivato a destinazione (BEN COTTO).
      Inconveniente a parte, può essere che qualche distributore sia gestito da un mascalzone, così come quelli a benzina, e per questo se possibile devi cercare di fare rifornimento presso uno abituale di cui non ti sei mai lamentato.
      Una cosa è da tener presente: come ho già detto altre volte, il GPL è una miscela di due gas butano e propano in percentuale compresa tra il 5 ed il 95% dell’uno o dell’altro (per legge). Il migliore è il propano che ha un punto di evaporazione di -40°, mentre il butano è circa -4° (se non ricordo male) per cui in inverno con il propano in percentuale maggiore non hai nessun problema, mentre se la percentuale maggiore è il butano, con temperatura esterna sotto i 10° puoi avere problemi. Ecco che in questo caso abbatti lo schienale posteriore, togli il tappettino che ricopre la bombola ed accendi al massimo il riscaldamento. Spero che non ti debba servire, ma non si sa mai, La necessità aguzza l’ingegno.
      Altra cosa da tenere ben presente: non è vero che dove il GPL costa meno al litro risparmi, per il motivo di cui sopra, cioè nel rapporto fra i due gas. Quando trovi scritto, poche volte (caso CHEVRON) propano allora vai tranquillo; mentre in ogni caso cerca di rifornirti presso lo stesso distributore che ti soddisfa:
      Scusami la pappardella, ma ho ritenuto mio dovere rendere partecipi delle mie esperienze quanti si convertiranno all’alimentazione a GPL con tutti i suoi pregi ed i suoi difetti.

  40. è finalmente arrivata la tanto attesa giulietta 😀 !
    allestimento distinctive, color grigio canna di fucile.
    un plauso al vecchio proprietario che l’ha tenuta veramente bene dentro e fuori.
    Le prime impressioni sono fenomenali, visto anche da quale vettura vengo (vecchia panda).
    tenuta di strada ottima, assetto non troppo rigido ma che non fa scomporre la vettura nemmeno sulle buche più toste (purtroppo la mia città ne è piena) e sopratutto motore che per aver “solo” 120 cv tira benone (l’ultimo turbo benzina che ho provato era sulla vecchia celica gt4 di mio cugino, altro mondo completamente visto che quella macchina era un jet).
    in una giornata sono riuscito a farci 80 km praticamente quasi solo in città, mi sembra di esser tornato ai tempi di quando presi la patente, che mi alzavo la mattina e non vedevo l’ora di guidare.
    Unico neo per ora è che il muso è un pò lungo rispetto all’intera vettura, e ciò mi provoca qualche problemino nei parcheggi anche se sarà solo questione di abitudine.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.