Che vaccini fare per andare in Africa?

Scrivo questo post, un po’ per promermoria personale, un po’ per rispondere a chi, come me, si ritrova a vagare nel web tra milioni di pagine alla ricerca del Santo Graal della risposta migliore.

Premetto che non sono un medico e che questo post non avrà una valenza tale da poter esser preso per oro colato, però può rappresentare un ottimo punto di partenza perché si tratta dei vaccini ricevuti per esperienza personale. Va specificato inoltre che alcuni vaccini sono consigliati con maggiore o minore insistenza in base alla zona dell’Africa visitata, del periodo dell’anno (le zanzare – mi dicono – anche lì non si vedono molto d’inverno) e dalla durata della permanenza nel continente nero (paraponziponzipò!).

Io sono andato al centro vaccinazioni per viaggiatori di Milano e lì, seguendo alcune indicazioni del Ministero (della salute? del Turismo? Non so dirvi chi emana certe direttive) mi sono stati consigliati e somministrati i vaccini per le seguenti malattie:

  • Febbre gialla (il vaccino vale 10 anni) ed in Senegal (dove vado io) il certificato di vaccinazione è richiesto insieme al Passaporto perché ritenuta facilmente contraibile.
  • Poliomelite, Tetano e Difterite: queste tre vengono effettuate con un’unica iniezione “trivalente“.
  • Meningite
  • Epatite A (di cui va fatto un richiamo dopo 6 mesi e non oltre i 12 mesi).

Personalmente non ho rinnovato il vaccino contro l’Epatite B in quanto avevo completato il ciclo durante i vaccini dell’infanzia. Se non trovate il libretto sanitario con la storia dei vostri vaccini potete fare le analisi del sangue per stabilire se il vaccino sia stato recepito o meno.

Oltre queste quattro iniezioni bisogna proteggersi da Colera e Tifo. Per entrambe sono previste delle pillole che mi ha rilasciato il centro vaccinazioni e vanno assunte secondo un programma ben definito prima di partire.

Infine va iniziata una terapia antimalarica. Non esiste un vaccino così si assumono dei farmaci veri e propri durante l’intera permanenza in Africa. Personalmente mi è stato consigliato il Malarone ma esistono anche altre pillole anti malariche (come Paludrine e Clorochina).

Tutti i vaccini ovviamente possono provocare effetti collaterali più o meno sopportabili (si va da febbre, nausa, dolore agli arti ad incubi notturni!).

Ovviamente a tutti questi provvedimenti va associato un po’ di buon senso che può fare la differenza. La sera – ad esempio – è consigliato utilizzare magliette a maniche lunghe e ricoprire le parti del corpo scoperte con spray o rimedi anti-zanzare (la dottoressa mi raccontava che esistono in vendita anche delle zanzariere ricoperte di un prodotto anti-zanzare). Altro accorgimento è non bere mai acqua di cui non si conosce la provenienza e non mangiare cibi non cotti.

Per il resto… incrociate le dita!

Emanuele

22 commenti » Scrivi un commento

  1. curiosità perche io da poco ho fatto l’antitetanica, ma il trivalente è in dose unica e copre da subito o devi fare dei richiami (come era capitato a me per l’antitetanica)

    • Barbara: non devo fare altri richiami, al più ogni 10 anni – se lo si ritiene necessario – si può fare un controllo (analisi del sangue) per stabilire se il vaccino è ancora presente ad un livello “accettabile”. La trivalente è stata un’unica iniezione. Se vorrò, al più, tra 6 mesi faccio un richiamo dell’anti Epatite-A che così dura anch’essa 10 anni.
      Ciao,
      Emanuele
      PS: ma i commenti sul tuo blog sono finiti nell’antispam?

  2. Manu, per l’antimalarica io assumevo due pastiglie NATURALI di artemisina o artemisia al giorno..è una pianta e siccome oramai le zanzarine sono vaccinate contro la clorochina e bla bla..non conta più nulla prenderla.
    Però la trovavo solo in un’ erboristeria in collina dalle mie parti…se ti interessa sento.
    …per il resto farmaci e farmaci…in bocca al lupo!!!!!!!
    Alice

    • Uhm, a me sia il medico che uno dei missionari ha consigliato il Malarone e prenderò quello. Quello a base di clorochina è un altro farmaco… e credo sia meno forte (infatti andrebbe preso per più tempo!).
      Piuttosto, conosci l’olio 31? Me lo consigliavano come anti-zanzare (olio da cospargere sul corpo).
      Ciao,
      Emanuele

  3. Ah! sì il mitico olio31! io lo uso anche quando ho il raffreddore 🙂 ti apre le narici che è una bellezza !! 😉 sì sì usalo come antizanzare! sempre meglio che autan vari .
    comunque sempre in erboristeria lo trovi.
    buona avventuraaaaaaaaaaaaaaaaaa

    • Ah wow, dunque lo conosci! Ma è caro? Unge troppo? Si trova facilmente? Devo ancora capire dove trovo un’erboristeria (ahah… si vede che son uomo! :-|) e magari lo prendo!
      Ciao,
      Emanuele
      PS: leggevo anch’io che c’è chi lo usa per miliardi di cose, tipo un olio miracoloso…! 😮

  4. ..non mi ricordo quanto costa sinceramente..ma non mi sembra una roba esagerata..
    unge abbastanza sì..machettifreegaaa 🙂
    E penso che in una qualunque erboristeria fornita lo trovi…
    buona ricerca allora 🙂
    bye 🙂

  5. Il Cesmet, Centro Vaccinazioni per Malattie Tropicali di Roma, ora presente anche a Milano, svolge anche, tramite il suo sito aggiornato quotidianamente, servizio d’informazione e prevenzione per tutte le malattie tropicali.

    Buona lettura

  6. Pingback: Quanto costa andare in Africa? - …time is what you make of it…

  7. :worry: ma si può morire per andare in africa con le terapie prima di essere arrivati :timid:

    • Sinceramente la vedo alquanto remota come possibilità. In ogni caso prima di fare i vaccini chiedi al tuo medico, che conosce il tuo stato di salute, se possono esistere controindicazioni.
      Ciao,
      Emanuele

    • Ciao valeria, i vaccini andrebbero fatti almeno un paio di mesi prima della partenza in modo che il ceppo “installato” si fortifichi e diffonda nell’organismo.
      Hai in programma un viaggio in Africa?
      Ciao,
      Emanuele

  8. ciao! L’olio 31 è eccezionale! ne fai miliardi di usi dall’antizanzare ai risciacqui in bocca se hai delle infezioni, lo respiri per le vie respiratorie è fantastico, lo massaggi anche sulla schieda e sul petto diluito in un olio vedgetale. poi sul brufolo giallo che lo fa seccare e sparire in una notte, nell’acqua del bagno, sulle tempie per il mal di testa…. costa circa 40 euro una bottiglia da 75ml ma ti dura più di un anno e sostituisce tante schifezze chimiche

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.