Il codice delle uova.

Quando fai la spesa, oltre a guardare il prezzo, controlli mai la provenienza di ciò che compri? Una legge europea impone etichette sempre più esaustive circa l’origine dei prodotti… ma non sempre sono decifrabili al volo.

Codice uovaPrendendo in considerazione le uova, uno dei numeri più importanti presenti nel codice impresso su ogni uovo è il primo che indica il tipo di allevamento da cui provengono. Come sapete infatti esistono varie tipologie e sistemi di allevamento più o meno rispettosi dell’animale e orientati alla qualità del prodotto finale.

Il primo numero può assumere quattro valori, con i seguenti significati:

0 = allevamento biologico (1 gallina per 10 metri quadrati su terreno all’aperto, con vegetazione): le galline per alcune ore del giorno possono razzolare in un ambiente esterno: le loro uova sono deposte nei nidi oppure deposte sul terreno e raccolte successivamente dall’allevatore.

1 = allevamento all’aperto (1 gallina per 2,5 metri quadrati su terreno all’aperto, con vegetazione).

2 = allevamento “a terra” (7 galline per 1 metro quadrato su terreno coperto di paglia o sabbia in capannoni privi di finestre e luce sempre accesa): le galline ovaiole si muovono liberamente, ma in un ambiente chiuso. Anche in questo caso le uova sono deposte nei nidi oppure vengono raccolte dagli allevatori sulla lettiera, dove sono state deposte.

3 = allevamento in gabbia (25 galline per metro quadrato in posatoi che offrono 15cm per gallina, in pratica una scatola di scarpe per tutta la loro vita!): le galline si trovano in ambienti confinati, dove depositano le uova su un nastro trasportatore che le porta direttamente al confezionamento.

Penso ci sia ben poco da aggiungere e il mio consiglio è di evitare le uova che hanno il codice che inizia per 2 o 3… se non si vogliono mangiare uova che arrivano da galline trattate come macchine (e non come animali) che oltre a rendere crudele la vita delle galline, sono certo, influisce anche sulla qualità dell’uovo stesso.

Emanuele

24 commenti » Scrivi un commento

    • marianna: ahah… l’avessi saputo avrei scritto un “manteniamo la calma” alla fine del post! 😛
      Mao: e ancora non t’ho raccontato quella del coniglio con patate…
      Ciao,
      Emanuele

  1. Beh, noi abbiamo 3 gallinelle in cortile (in un recinto che mio cugino ha definito “suite” 😀 ). Quindi no problem. mangiano sano e biologico.
    Abbiamo pure l’orto con le verdure di stagione (e davvero, la differenza con i prodotti che si compra, è notevole! Hanno un sapore molto intenso, mentre molte volte quello che compri non sa di niente). Ovviamente l’orto viene trattato in modo naturale, senza pesticidi&c… il problema sono le lumache, che mangiano la verdura soprattutto l’insalata. Prima usavamo il veleno, ora invece una grande scoperta: le lumache sono ghiotte di birra. Interri un bicchiere di plastica pieno di birra, in modo che sia a filo della terra… le lumache vanno li per bere, ci cascano dentro, e annegano. Ed evitiamo anti-lumaca chimici.

    L’idea dell’auto sostentamento mi piace 😀 eheh

    • Wow matteo, complimenti! Io non credo sarei così paziente (ma in fin dei conti non ho proprio il tempo) di curare un’orto o delle galline… però senza dubbio il cibo coltivato da sé è sicuramente più genuino (e mille volte più gratificante). Riguardo la birra se mi spieghi dove abiti da domani lascia due bicchieri fuori… 😎
      monachella: cosa? Leggere il codice? O cuocere le uova? 😮
      Ciao,
      Emanuele

  2. Io prendo le uova dai contadini che fanno il banchetto sotto casa quindi niente codice, d’estate non vengono in citta’ e prendo quelle bio anche se costano il triplo di quelle col 2 (3 non l’ho mai visto, secondo me mettono il 2 anche a quelle in gabbia…)

    • Ah ecco matteo… vedrai che appena vivrai solo il tempo libero si riduce a poco più di un’ora al giorno (se va bene). 😐
      Ska, ma vivi a Torino città o in periferia? 😮
      Ciao,
      Emanuele

  3. Sto in centro, il sabato mattina sotto casa mia dei contadini fanno un banchetto con le loro cose (sembra una frase da analisi logica)

    • Ah, ecco, forte. In effetti probabilmente ai mercati settimanali si trovano ancora le uova fresche (insieme a formaggi, ricotta, olive…).
      Ciao,
      Emanuele

  4. Non vorrei essere la solita rompipalle….ma qualche tempo fa avevo visto la stessa notizia su un altro blog che poi si è rivelata essere una bufala.
    Quindi fossi in te dare i un’occhiata in giro!

  5. Sono mesi che dico a mia madre che prima di comprare le uova deve leggere le etichette e che deve comprare quelle dal numero zero al numero 1 massimo…

    Lei puntualmente tornava con uova numero 3 O_O

    Un sabato mi son deciso e sono andato a far la spesa con lei…il risultato è stato che qui (in provincia di Messina) non avevano uova diverse ma solo di numero 3!

    Come dire: o ti magni sta minestra 😀

    • Ahah magino che cosa! Comunque secondo me se giri le trovi anche lì… mi sembra impossibile che arrivino solo uova di tipo 3! Anche perché fuori Messina ci saranno una marea di fattorie! Io a Palermo non ho ancora controllato ma l’altro giorno all’Esselunga (a Milano) dovevo comprare proprio le uova e, fortunatamente, proprio le “tipo 0” erano in promozione e costavano meno delle “tipo 2” marchiate Esselunga! Così sono uscito da lì soddisfatto… 🙄
      Ciao,
      Emanuele

  6. @emanuele ho girato tutti i supermercati del mio paese (mia madre quando fa la spesa li gira tutti 😮 ) e non ho trovato nulla sotto il numero 3…sono finito anche a milazzo ai vari centri commerciali e anche li nulla 🙂

    Li ho trovati solo a Como sempre all’esselunga e anche all’IPer 😀

    Forse nel 2025 qui cambieranno idea ne sono certo :joy:

    • Incredibile! La prossima settimana sarò a Palermo e se ho tempo controllo lì. Si dice sempre che al sud si mangia bene perché siamo ancora “meno industrializzati” e poi le uova che circolano sono di tipo 3! Comunque quelle biologiche allo Sma, ora che ci penso, ricordo di averle viste… e solitamente le scartavo perché costavano di più! 😐
      Ciao,
      Emanuele

  7. E io sabato andrò a fare di nuovo la spesa con mia madre e tornerò qui a scriverti in caso di cambiamenti 🙂

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.