Nobel per la pace a Liu Xiaobo.

Sono felice che il Premio Nobel per la pace sia andato a Liu Xiaobo, la cui storia andrebbe letta e fatta conoscere. Una persona che si batte per il cambiamento, che entra ed esce dalle prigioni cinesi perché semplicemente, chiede democrazia e lo fa in maniera non violenta.

Sono felice che non sia andato ad Internet (si, era stato proposto e candidato un premio ad uno strumento). Come ho già scritto un anno fa, se premiamo internet perché favorisce la comunicazione, allora premiamo anche i materassi ad acqua che favoriscono l’amore in ogni angolo del pianeta.

Ogni tanto mi sembra che fini e strumenti vengano confusi tra loro o addirittura non riconosciuti completamente.

Ben venga internet, ben vengano gli strumenti di comunicazione e condivisione ma lasciamo il nobel per la pace ad altri Luther King che han bisogno di tutto l’appoggio e l’incoraggiamento possibile per continuare nelle loro lotte.

Emanuele

1 commento » Scrivi un commento

  1. Pingback: “Consiglialo” almeno tu. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.