The man who can’t be moved.

I miei pesciolini l’hanno capito subito che qualcosa di strano stava accadendo.

Il livello dell’acqua scendeva più del solito. Ogni tanto una retina verde appariva nel loro mondo: il mio braccio irrompeva nel loro tranquillissimo pomeriggio.

L'ultima foto all'acquario prima di smontarlo

Li ho visti agitati come non mai. Non volevano andare via. Ho perso oltre un’ora per riuscire ad acchiapparli tutti e metterli nelle buste… è stato triste vedere l’acquario sempre più vuoto e le buste sempre più piene. 😐

Sono stati i miei pesciolini in questi ultimi anni. Ho raccontato loro praticamente tutto

Adesso sono su un nuovo mobile, in una nuova casa, con nuovi occhi pronti a controllarli… ma sono sicuro che anche per loro non sarà più lo stesso.

Il mio dito sul vetro lo conoscevano. Stasera, a casa, sarò veramente solo.

Emanuele

2 commenti » Scrivi un commento

  1. che triste… mi spiace per i tuoi pesci… beh buon viaggio, vai solamente verso nuove mirabolanti avventure 🙂

    • Ma si… sicuramente ci sarà da divertirsi e di che gioire! Certo però stasera quel mobile vuoto parla tantissimo… questo è indubbio!
      In fin dei conti è proprio il senso della vita: tutto è un continuo cambiamento! 🙂
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.