L’ultima notte insieme.

Domani mattina i pesciolini cambieranno casa. Oggi pomeriggio ho preso le buste per trasportarli e 20 litri di acqua d’osmosi così nella mia stanza si creerà uno strano vuoto. Quella luce del neon non mi farà più compagnia mentre mi addormento.

I prossimi giorni saranno frenetici, avrò da preparare pacchi e pacchi e infine caricare la PandaPanda, proprio come accade in quei film mielosi in cui l’auto parcheggiata nel vialetto davanti casa si va riempiendo sempre più.

Da ieri, saluto Palermo ovunque mi trovi. Penso sempre: passerà un po’ di tempo prima che torni queste parti.

E’ strano, forte e malinconico allo stesso tempo. 🙂

Devo ancora farmi una lista di film da vedere sulla nave: ho prenotato un posto poltrona così non avrò propriamente grandi possibilità di dormire.

Ogni sera da domani al giorno della partenza è già prenotata con gli amici da salutare. L’ultimo giorno, forse, ci scappa anche un pranzo a casa mia e filosoficamente mi piace molto più di una cena.

Di giorno c’è il sole e voglio lasciarli proprio così: col sole siculo. Perché è ciò che io ho cercato di essere in questo periodo.

Solo, il sole.

Emanuele

2 commenti » Scrivi un commento

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.