Mutuo TassoSempreBasso (Banca Popolare Milano).

Questo articolo è sponsorizzato ma ho piena libertà di esprimere il mio parere.

~~~

L’idea di possedere, un giorno, una casa di proprietà è comune a tutti i giovani che si catapultano nel mondo del lavoro.

La stabilità e la solidità delle proprie scelte attuali è fondamentale per garantirsi un futuro sereno, e si sa – per l’italiano – la casa ha un’importanza determinante per il proprio equilibrio.

Purtroppo, rispetto a sessanta anni fa (ma forse anche meno), comprar casa è sempre più difficile, sia perché il mercato sta attraversando un periodo particolare (c’è la “crisi”, ma i prezzi per m² sono alle stelle), sia perché il rapporto stipendio:mutuo è divenuto negli anni sempre più sfavorevole. E’ stato calcolato che, circa cinquant’anni fa il prezzo di un mutuo era circa un quinto di uno stipendio (rapportato ad uno stipendio di 1000€), mentre ad oggi il mutuo ha raggiunto anche i 4/5 dello stipendio. In pratica non è più possibile, con un solo stipendio, gestire l’economia di una famiglia e pagare un mutuo per garantirsi un tetto in futuro.

Mutuo TassoSempreBasso - Banca Popolare MilanoLa Banca Popolare di Milano, in questo periodo, sta sponsorizzando TassoSempreBasso: un nuovo mutuo a tasso variabile con una soglia massima.

In realtà questa tipologia di mutui non è una novità e da anni vengono proposti in tutte le salse (con tassi iniziali più o meno vantaggiosi).

La differenza del mutuo offerto dalla BPM è che invece di basare il tasso sull’andamento dell’Euribor, è ancorato alla BCE (Banca Centrale Europea) che dovrebbe garantire un andamento più stabile nel tempo.

Questo però non è sinonimo totale di garanzia. Esiste un tetto massimo fissato al 5,5% qualunque sia la durata del mutuo, ma… non bisogna fidarsi esclusivamente di questo.

Un mutuo a tasso fisso può risultare, nel tempo, più conveniente di uno a tasso variabile nonostante il tasso iniziale meno aggressivo (e solitamente questo pesa molto a livello psicologico…).

Bisogna, insomma, saper soppesare l’effetto ritardato nel tempo che una tipologia di mutuo può avere rispetto un’altra.

Tenetelo in considerazione e… buon mutuo a tutti! 🙂

Emanuele

4 commenti » Scrivi un commento

  1. cercavo informazioni sui mutui, tu puoi capire perchè.. stesso motivo tuo… sai com’è dovevo farmi un’idea, per non sparare cretinate.. fa piacere essere essere colleghi 🙂

    • Eheh, i dindini fan gola! Io però non ho avuto il tempo di cercar informazioni… mi son basato su ciò che sapevo già!
      Ciao,
      Emanuele

  2. ciao pistola 😉
    mi sto documentando pure io per un mutuo per la mia casetta (e spero che con un pò di culo per questa primavera sarò finalmente proprietario!), e devo dire che è un delirio!

    Per ora ho concluso le seguenti cose:
    – Meglio prendere un mutuo BASSO
    – Meglio se a tasso fisso visto che i mercati sono totalmente allo sbando..

    .. forse “potresti” pagarci qualcosina di piu’ ma….
    vuoi mettere con il dormire sonni tranquilli?!?!?!?!?

    ciao!:)
    l.

    • Perché dici che è meglio un mutuo basso? Aumentando il numero delle rate ti aumentano gli interessi pagati… quando possibile, non è meglio alzare un po’ “la posta”?
      Riguardo il tasso fisso probabilmente hai ragione. Con l’andamento attuale del mercato è un po’ un terno al lotto… l’unica possibilità sono quei contratti che – in corsa – ti permettono di cambiare da tasso variabile a fisso, così se dovesse superare una certa soglia puoi sempre decidere di cambiare piano: ovviamente però devi stargli dietro e prevedere un po’ l’andamento.
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.