Essere dei veri anticonformisti.

Croce

Ma voi, cari giovani, non abbiate paura di proclamare, in ogni circostanza il Vangelo della Croce. Non abbiate paura di andare controcorrente!

Papa Giovanni Paolo II

In questo mondo in cui servono catastrofi per accorgersi della bellezza delle cose più piccole. Del piatto di pasta, del ventaglio pulito, della zanzariera, della scarpa comoda o dell’ombrello che funziona, il mio augurio per una Santa Pasqua, nasce proprio da qui.

La croce, un simbolo semplice, scarno, duro. Un simbolo molto simile a certe catastrofi che per tante persone rappresentano il peso da portare nel proprio futuro.

Gesù su quella croce, come qualsiasi uomo, sentendo quel peso, si trovò a domandare “Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?”. Fragile e povero come noi, rimase al suo posto, affrontò il destino che lo attendeva e naque a vita nuova.

E’ Pasqua, cerchiamo di rinascere anche noi. Tanti auguri a tutti.

Emanuele

(photo credits)

6 commenti » Scrivi un commento

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.