Ventiquattro piedi siamo!

Palco - impresa di reparto - SpettineL’anno scorso i ragazzi del mio gruppo scout hanno lavorato al musical Forza venite gente. La foto a destra, è il palco che hanno costruito durante il campo estivo, in meno di due ore, per lo spettacolo finale.

Fu un’emozione impressionante vederli lavorare così concentrati. La terra scavata schizzava, ma i guanti e i picconi non intendevano fermarsi. Una decina di pali da 2 metri, tre pali da 5 metri e una ventina di tavole. Metri e metri di cordino ed un po’ di perizia con le legature.

Fu un momento del campo indimenticabile.

Le canzoni sono tutte belle e, quella sera su quel prato, si creò un’atmosfera magica.

Questa però la canticchio spesso così, scriviamola anche qui! :joy:

Andiamo, andiamo, ventiquattro piedi siamo.
Andiamo, andiamo, con un solo cuore andiamo.
Andiamo, andiamo, da messer lo Papa andiamo.
Chiediamo la mano, di Madonna Povertà.

Regola uno noi chiediamo il permesso
di possedere mai nessun possesso.

Regola due noi chiediamo licenza
di far l’amore con sora pazienza.

Regola tre considerare fratelli
i fiori, i lupi, gli usignoli e gli agnelli.

Per nostro tetto noi vogliamo le stalle,
per nostro pane strade e libertà.

Andiamo, andiamo, figli della strada siamo.
Andiamo, andiamo, come cani sciolti andiamo.
Andiamo, andiamo, con le scarpe degli indiani.
Chiediamo la mano, di Madonna Povertà.

Regola uno noi chiediamo il permesso
di possedere mai nessun possesso.

Regola due noi chiediamo licenza
di far l’amore con sora pazienza.

Regola tre portare un cuore giocondo
fino ai confini dei confini del mondo.

Acqua sorgente per i nostri pensieri,
per nostro pane strade e libertà…

Andiamo, andiamo, ventiquattro piedi siamo.
Andiamo, andiamo, per la nostra strada andiamo…

La regola di San Francesco è una regola di semplicità… 🙂

Noi siamo più di ventiquattro piedi, quante cose possiamo realizzare?

Emanuele

2 commenti » Scrivi un commento

  1. Credo che sia magico il senso di libertà che si può provare facendo lo scoutismo. Io ho sempre amato i posti all’aperto mi hanno SEMPRE regalato emozioni forti, bellissime e indimenticabili, tanto da ricordare le poche escursioni della mia vita con melanconia.
    Anche quando in compagnia ci si blocca e non si sa cosa fare, anche quando la stessa noia prende piede, un posto all’aperto specialmente se in montagna, regala sempre belle sensazioni.
    Ammiro il tuo impegno come capo scout. Se non sei un buon educatore tu, non immagino proprio chi potrebbe esserlo.

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.