Ciò che conta sta benissimo su due ruote.

E’ stato bello ieri.

C’era il sole che picchiava.

C’ero io con i pantaloncini alle ginocchia.

C’era la mia bicicletta.

C’era l’ombra degli alberi.

C’era il mio zaino che da anni mi accompagna ovunque… con quello stuoino attaccato sopra che mentre pedalavo andava a zonzo per i fatti suoi.

Ecco cosa ricordo di ieri.

Si, ho studiato, ho anche scherzato (e abbastanza) con un amico…

Ma su quella bicicletta ero IO.

C’era la mia vita… e la stavo portando avanti.

In equilibrio.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. E’ per caso “L’isola”? Non la conoscevo ma è bastato Google… 😉

    C’era il sole, c’era il mare,
    c’era tutto quello che volevo avere…
    C’era il sole, c’era il mare… il mare
    C’era il pane, c’era il sale
    E tutto quello che potrei desiderare,
    C’era il sole, c’era il mare e poi… c’eri tu!

    Carina come canzone! 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  2. Bravissimo 🙂 Ma ero troppo pigro, ieri sera, per mettermi a cercare il titolo su Google! E’ la mia canzone preferita di Cristicchi (a parte quella della studentessa universitaria, s’intende).

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.