Ciò che conta sta benissimo su due ruote.

E’ stato bello ieri.

C’era il sole che picchiava.

C’ero io con i pantaloncini alle ginocchia.

C’era la mia bicicletta.

C’era l’ombra degli alberi.

C’era il mio zaino che da anni mi accompagna ovunque… con quello stuoino attaccato sopra che mentre pedalavo andava a zonzo per i fatti suoi.

Ecco cosa ricordo di ieri.

Si, ho studiato, ho anche scherzato (e abbastanza) con un amico…

Ma su quella bicicletta ero IO.

C’era la mia vita… e la stavo portando avanti.

In equilibrio.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, due bimbe e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

3 commenti » Scrivi un commento

  1. E’ per caso “L’isola”? Non la conoscevo ma è bastato Google… 😉

    C’era il sole, c’era il mare,
    c’era tutto quello che volevo avere…
    C’era il sole, c’era il mare… il mare
    C’era il pane, c’era il sale
    E tutto quello che potrei desiderare,
    C’era il sole, c’era il mare e poi… c’eri tu!

    Carina come canzone! 🙂
    Ciao,
    Emanuele

  2. Bravissimo 🙂 Ma ero troppo pigro, ieri sera, per mettermi a cercare il titolo su Google! E’ la mia canzone preferita di Cristicchi (a parte quella della studentessa universitaria, s’intende).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.