Ma come è arrivato fin li uno così?

Questo blog sta seguendo da qualche tempo – le perle di coglionaggine – del famoso esemplare di Homo Idiotens quale è Silvio Berlusconi.

Dopo avermi dato del gay e del coglione, dopo avermi supposto pazzo, oggi ha sfornato un’altra delle sue.

Per superare la precarietà, basta sposare suo figlio (o un rampollo milionario).

Bella risposta per una ragazza che non chiedeva altro che una risposta SERIA al problema che affligge migliaia (milioni?) di giovani italiani.

Bella educazione, bel rispetto per chi non vive con 10 milioni miliardi di dollari nel conto.

“[…] e credo che col suo sorriso potrà permetterselo…”.

Ancor più pericolosa la – sottile – filosofia che fuoriesce in maniera sibillina: per vivere bene non è importante essere persone competenti e meritevoli di gratificazioni, basta diventare dei “succhiasangue” della società, che – non per meriti – riescono ad arrivare in alto. Lo stereotipo della televisione portato nella vita reale. Per vivere bene conta la bellezza, l’aspetto esteriore e l’idea di “persone vincenti” che si riesce a dare. Quanto più si è così, tanto più in alto si arriva.

Chissà, forse è un po’ la sua storia, ma io davvero mi chiedo come faccia a rimanere li dov’è una persona che gira e rigira ci sta abituando a queste assurdità. A questi brutti esempi di sbruffonaggine.

La ragazza che ha posto la domanda è stata fin troppo educata nel non mandarlo a fanculo, ma probabilmente è anch’essa figlia di un’Italia che non sa ribellarsi in modo concreto a certi idioti.

Emanuele

[via: Piazza Del Popolo]

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

16 commenti » Scrivi un commento

  1. la politica di Berlusconi, e la visione del mondo di Silvio, sono riassunte in quella frase.
    ed effettivamente arruola showgirls e fascisti pieni di soldi nel suo partito.

    E mai una legge che aiuti il ceto medio-povero, ovvero il 95% degli italiani.

  2. be.. la cosa che fa ridere tanto ma tanto che quando ci saranno le prossime elezioni, mr berlusca aka nano malefico salirà di nuovo…..e saranno i nostri concittadini siciliani a dargli la maggior parte dei voti che gli serviranno…. eh si…

  3. Non è facile “farcela” Emanuè…
    Come nella vita come nel mondo del lavoro, i meriti, si riconoscono – a volte – a chi di meriti non ne ha, magari perché è troppo povero di qualità ma è, e sarà sempre un figlio di questo mondo ed ha ed avrà diritto a vivere.
    Ci sono troppe cose da tenere in considerazione per poter giudicare noi – esseri degni di compassione – questo mondo in maniera troppo cruda. Solo Dio può giudicare, capirlo è un optional… 😆
    Tocca a noi votare… e decideremo noi chi ci governerà.
    Stroncare Prodi o Berlusconi non ci aiuterà ad avere un Italia migliore. Un Italia migliore l’avremo solo con la collaborazione di tutti noi e con l’aiuto di Dio se esiste (io sono un non credente).
    Hai diritto di voto…

  4. Ma come fai a insultarlo con quella faccia tirata e quel sorriso? ill:

    E se la tua busta paga è bassa e non ti soddisfa basta “stracciarla” come fa lui!!

  5. Bello quest’intervento, concordo in pieno! Piuttosto mi sfugge il motivo per cui non potremmo giudicare questo mondo ne’ soprattutto personaggi simili, massima espressione del materialismo egoistico di questa societa’ malata e priva di saggezza spirituale/morale/eccetera…ah, non sono 10 milioni ma 10 miliardi… 😡

  6. E se la tizia stesse solo cercando di sfruttare l’occasione? 🙂
    Non capita tutti i giorni di leggere il proprio nome su vari quotidiani associato a quello di Berlusconi… 😉
    Ciao,
    Emanuele

  7. SVEGLIA!!!!!!!!!!!!!!SVEGLIATEVI!!!!!!!!!!!state facendo il suo gioco! e cosi facendo, parlandone male, ma sempre parlandone,come diceva OSCAR WILDE, date retta a quello che dice e a quello che fa!!!!ma se ci facessimo un po tutti i cavoli nostri??? i berluska e i veltroni non avrebbero un pubblico di idioti che replica, si indigna, e fa alla fine quello che vuole questo signor POLITICO. spegnete la televisione,leggete un libro, è il peggior dispetto che potete fare ad un politico…..

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.