Leopard 2 – Windows XP 1 – Ubuntu 0

Inserisco un DVD originale nel lettore DVD.

Il Macbook, con Leopard, lo carica subito con il DVD Player che è installato automaticamente con il sistema operativo. Do un piccolo sguardo al film e decido di accendere il pc fisso.

Ubuntu – sistema verso il quale vorrei migrare – tenta di farlo partire con “player multimediale” (Totem).

Il video non si vede, ma neanche VLC, che avevo installato ieri, riesce a risolvermi il problema.

Eppure l’installazione di Ubuntu è freschissima… tanto che ancora non ho neanche configurato Firefox.

Non potendo perdere troppo tempo a smanettare, e volendo provare il dolby surround, riavvio sotto Windows.

Windows XP mi apre il DVD con Windows Media Player (siamo alla 11). Il video si vede, ma dell’audio manco a parlarne. Giro un po’ tra i menu e le impostazioni, ma non c’è modo di farlo spuntare.

Così apro VLC sotto Windows, che almeno è ben configurato, e riesco in tutto.

Certo che, se un utonto ha un DVD, e deve scegliere un computer, non c’è dubbio dove dovrebbe orientarsi.

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

18 commenti » Scrivi un commento

  1. In ubuntu non lo vedi perchè viene distribuito ( come le altre distribuzioni, credo ) senza i codec necessari a leggere formati proprietari ( come appunto i dvd, ma anche gli mp3 e i divx ).
    Con una breve googlata risolvi tutto, stesso discorso per l’audio multicanale. Assicurati di aver impostato i driver ALSA, e dando “alsamixer” da terminale ti salta fuori una schermata dove impostare l’audio a tuo piacimento.

    Questo non vuole essere evangelismo, anzi. Anche io al momento sto usando Win, ma dato che ci sono passato mi sembrava giusto dirti quel poco che so 🙂

  2. Quello che di Longinus è esatto…. il problema rimane però l’utonto… che si allontana sempre più da Linux per rimanere su Windows…. e magari decidere pian pianino la migrazione su Mac…
    Interessante il tuo confronto, Emanuele!

  3. ubuntu ha una sua filosofia ovvero quella di non distribuire le release con codec proprietari. Una volta installata la distribuzione basta che vai sul wiki ufficiale e trovi una guida che in 5 minuti massimo ti permette di configurare tutto il necessario per vedere film e ascoltare musica. Anche windows a bisogno di avere codec aggiuntivi. vlc sotto windows ti legge tutto semplicemente perchè integra codec multimediali sia proprietari che open source.
    Io sono un utente ubuntu ormai da parecchio tempo (utilizzo anche latre distribuzioni tra cui debian pura!) e mi sono trovato veramente bene. Ho un sistema stabile che mi permette di lavorare con molta facilità e senza troppi problemi.
    Il mio consiglio, prima di scrivere post del genere è di guardarsi bene attorno. Un sistema, qualunque esso sia, necessita delle sue configurazioni e il male in italia è pensare che il computer faccia tutto per suo conto. Non si pensa minimamente che il computer è una macchina e come tale va trattata!!

  4. Senza dubbio Longinus, ero straconvinto che in poche mosse fosse possibile vedere un DVD con Ubuntu, però è anche vero che tra i tre sistemi, il migliore si è dimostrato proprio OsX.
    Non ho letteralmente fatto nulla, nè per configurarlo, nè per riprodurre il DVD. Era già pronto.
    XP poteva pareggiare, ma senza motivo riconosceva il video ma non l’audio.
    Ubuntu, mi dispiace… pian piano lo adotterò come sistema operativo principale per il pc fisso, ma trovo controsenso che una distrubuzione orientata all’ambito desktop (e tanto più che tenta di essere un valido sostituto di Windows) non integri le cose base: codec mp3 e codec video (giusto un paio…).
    Ciao,
    Emanuele

  5. Danilo, andavo di fretta, volevo provare il dolby e… avevo giusto 5 minuti. Che fare?
    Avvio OsX, parte tutto al volo.
    Avvio Ubuntu: va configurato.
    Avvio Windows: fa i suoi soliti giochi.
    Conosco benissimo VLC e so che integra una marea di codec (ed è per questo che lo adoro) ma non pensare che tutti abbiano sempre voglia/tempo di cercare la soluzione.
    Tra l’altro, io posso risolvere il problema al volo perché ho una connessione ad internet. Come avrei dovuto fare se fossi stato per un weekend in una baita in montagna? Addio film serale: non credi?
    Studio ingegneria informatica e sono straconvinto che il male più grande siano gli utonti che vogliono tutto pronto, ma non sono neanche convinto che bisogna necessariamente avere tempo/passione per l’informatica. Se vogliamo portare l’informatica ovunque, dobbiamo si istruire le persone, ma dobbiamo anche rendere i sistemi più user-friendly possibile.
    Non avere dei codec per un DVD (non sto parlando di un Xvid con audio in .ogg o assurdità simili) nel 2008 io la considero una grave mancanza.
    Ciao,
    Emanuele

  6. Emanuele ripeto, sono daccordo con te, tant’è che anche io al momento sto usando win per risparmiare tempo.
    Verissimo il fatto che tra i tre, il mac ti ha permesso di fare tutto subito ( io pensavo che non avessero le uscite dolbi… mi sbagliavo ? non hai solo il jack verde ? ).
    E’ anche vero che ubuntu è invece software libero, e in quanto tale, direi che non si potrebbe pretendere di più, data la semplicità di configurazione ( avendo tempo ). Che invece un sw Pagato come win continui ad avere magagne nei secoli dei secoli è molto beno bello… 😡

  7. OsX è il sistema delle meraviglie.
    Non ci piove.
    Tutto funziona esattamente come ti aspetti.

    Ma non vedo la differenza fra installare programmi di terze parte su Win o su Linux.
    Che poi ubuntu gutsy ti va a reperire automaticamente i codec che servono se non ce li ha…

    (alla fine sono d’accordo con te, comunque, l’utonto non è abbastanza negro per linux)

  8. Claudio, Ubuntu a me non ha cercato un bel niente… non riesce a leggerlo e stop. Sarò sfigato io? La connessione è sempre attiva…
    Longinus, su questo ti do pienamente ragione. Ubuntu è gratuito e forse questo gli fa comunque guadagnare un punto. Windows non solo lo pago, ma neanche mi permette di vedere un dvd. E’ proprio un prodotto deludente.
    Ciao,
    Emanuele

  9. Uhmmmm hummm 😯 😯 Non so perche’ ma qui si sta cadendo nella solita diatriba meglio questo meglio quello, quello si paga questo no… 🙁

    Direi che come prova puo’ anche essere considerata sufficiente anche se penso che anche un utente alle prime armi con una connessione aperta e windows possa andare su google e scrivere “vedere dvd”

    Questo per dire che nn esiste un sistema operativo perfetto, esiste quello che ti permette di lavorare meglio degli altri e e questo puo’ essere quello perfetto per le tue capacita’.

    😉

  10. Concordo con beacher e comunque un “utonto” a cui viene dato tra le mani un pc con windows sono sicuro che non riuscirebbe a vedere il dvd per mancanza di codec o programmi di terze parti, con windows tu hai aperto il dvd con vlc, ma che vlc? Quali codec avevi installato? Su ubuntu avevi installato i codec video?

    Per quanto riguarda il Leopard è ovvio che tu ci sia riuscito è il sistema in eccellenza per “utontoni” 😀

  11. Beacher, e se la connessione ad internet quel giorno non l’hai perché sei fuori per un weekend? Addio DVD? 🙂
    Comunque è ovvio… non esiste il software perfetto, esiste solamente il software con il quale riusciamo a lavorare meglio… che ci soddisfa di più sia dal punto di vista dell’esperienza che della produttività.
    Ciao,
    Emanuele
    PS: zobbi, VLC integra di suo una bella quantità di codec

  12. Comunque non vedo dove sia il problema.
    Come avete detto tutti voi “l’utonto” avrà dei problemi, ma per quelli che sono e decidono di restare tonti come lui c’è un sistema operativo apposta: Mac OS X 😐
    Per le persone curiose c’è un sistema operativo dove ogni giorno puoi scoprire qualcosa di nuovo: cerchi su google, scopri cosa sono i codec, e via dicendo. Questo sistema è Linux. (Ma non solo lui: c’è sempre OpenBSD, Solaris, BSD e chissà quanti altri. In ogni caso non inizia nè con la M nè con la W)
    Infine, per concludere, su Windows ti sogni di vederlo senza VLC (e non mi pare che lo sviluppi la Microsoft o sbaglio?).
    Questo è tutto… poi vedete voi! 🙂

  13. Pingback: MSDN Academic Alliance - …time is what you make of it…

  14. Pingback: XP e WPA2: gioie (poche) e dolori (tanti). - …time is what you make of it…

  15. bhè..diciamo che con ubuntu non solo devio ionstallare i codec(e se ti riesce::per favore a tutti gli ubuntini..divciamo per bene le cose come stanno!!grazie)ma..si vedono anche male..si,si si vedono pieni di puntini..le risoluzioni sono pessime,daiii..su un pò di lealtà,sarà anche bello smanettare(per voi!!)l’80% del tempo che sei al pc per cercare di farlo funzionare..ma ha delle lagune incolmabili,leopard non è per gli utoni è semplicemnte per chi intende il pc come una macchina e la macchinaDEVE funzionare,altrimenti ritorniamo alle macchine da scrivere(visto che l’unica cosa che si può fare con ubuntu senza intoppi è solo screivere)P.S. ho 2 partizioniN.1 linux Ubuntu,N.2 linux mint,sò come funzionano,non sono utonto al 1005 diciamo solo alla metà e siamo sinceri con chi verrà a leggerci ubuntu NON è adatto come stazione multimediale!

  16. Logico chi adopera linux Debian sa trattare anche ubuntu e kubunnt (in quanto sono la versione semplificata e grafica della Debian). 😀

    Come è logico che chi adopera l’OSX10 ect è avvantaggiato perchè il kernel reale (la shell per intenderci) è freebsd ossia uno Unix adattato e lavorato per il mac, il quale si fa pagare anch’egli e senza il problema del monopolio in cui stava incappando lo zio bill, il mac avrebbe fatto la stessa fine del Vax! 😀

    Logico che i prodotti microsoft sono incompleti, sennò come si farebbero pagare per gli aggiornamenti e per mantenere su anche il mac? 😆 😆 😆

    Chi adopera linux, qualunque sia la distribuzione sia scaricata dalla rete che creata da solo, sa che i problemi si affrontano di volta in volta, se non avete tempo per studiare sia informatica ma volete solo usare il pc (sia esso win, linux, unix o mac) per vedere i film sia in formato dvd che dvix od in qualunque altro formato, vendono dei lettori che hanno solo il lavoro di far vedere i film!

    Michele

    • Ennò, ciò che è stato non può esser cambiato. E poi ai tempi della 8.04 il comportamento di Ubuntu fu quello. 🙂
      In effetti adesso non ho visto se sulla 8.10 qualcosa sia cambiato… ma ne dubito col fatto che non integra codec proprietari.
      Ciao,
      Emanuele

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.