Segnali stradali…?!

In questi giorni mi stan tornando in mente delle canzoni che amavo ascoltare vari anni fa…

Più che canzoni sono, secondo me, delle piccole poesie. L’autore è Niccolò Fabi. Una di queste canzoni è “Il negozio di antiquariato”.

“Ogni acquisto ha il suo luogo giusto, e non tutte le strade sono un percorso…”

Quanto è difficile trovare la strada giusta? Quanto è difficile riconoscerla quando l’abbiamo davanti? Non ci sono dei cartelli stradali pronti ad indicarcelo. Ci sono forse dei segnali… ma vanno interpretati.

“Raro è trovare una cosa speciale, nelle vetrine di una strada centrale.
Per ogni cosa c’è un posto, ma quello della meraviglia… è solo un po’ più nascosto…”

C’è bisogno di avventurarsi nella vita. Di cercare. Di lasciare ogni tanto i propri schemi mentali… e di cercarne di nuovi, un pizzico più nascosti. Nelle più piccole traversine. Nessuno si meraviglia nel trovare un posto stupendo in una via stupenda. La vera meraviglia è trovarlo dove non lo si immaginava.

Siamo abituati a cercare le risposte nella “strada centrale” della nostra mente. Siamo convinti che sia sempre quella la scelta migliore… e così spesso ci ritroviamo anche per sbagliare. Dovremmo imparare a passeggiare di più nelle traversine delle “convinzioni”.

“…perché l’argento sai si beve, ma l’oro si aspetta…

La fretta è sempre stata cattiva consigliera. Chi l’ha voluta come compagna… si è spesso trovata tradita…

E così non bisogna avere fretta. E’ vero, la vita è una… ma chi vive con l’ansia di raggiungere ciò che sogna, probabilmente finisce per accontentarsi, probabilmente perde il vero tesoro che magari era li… nascosto ormai a due passi da lui.

Bisogna stringere i denti, credere nei propri sogni e tirare avanti.

I compromessi sono qualcosa che non mi piace. Sono una persona ragionevole, sensibile e tendo a “cedere” in caso di confronto… ma questo non significa voler scendere a compromessi. Ho nella mia testa delle regole ben precise. Quello fa parte piuttosto dell’essere buoni.

L’oro si aspetta. Lo ripetevo anni fa ad una persona… e adesso lo ripeto a me stesso.

Se continuo a cercare, ed ho fretta di “trovare”, finirò per accontentarmi dell’argento.

Che sarà luccicante senza dubbio. Avrà un bel vestito ed un bel modo di fare.

Ma non sarà l’oro. Perché “l’oro” è una vita completamente diversa.

E allora adesso vado a rifarmi il letto… e tenterò di dimenticare tutto. Tenterò di lasciarmi andare nel mondo dei sogni… sereno.

Sereno perché più io credo in quel che voglio, tanto più quel che voglio si avvicinerà a me.

Più io crederò nei sogni, più passi farò verso di loro. E il tempo sarà solamente una cornice alla quale non baderò.

La tela del quadro sarà allora l’unico elemento della mia attenzione.

…solamente chi va senza fretta… l’amore sa come si fa…

L’avevo anni fa. Perché non dovrei averla adesso?

Sogni dorati…

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive con sua moglie in una casa con un ciliegio e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

6 commenti » Scrivi un commento

  1. …la strada più facile non è mai la più bella, nè quella che magari porta alla giusta destinazione, o almeno quella più giusta per noi…
    è meglio faticare per arrivare in cima e godersi poi il panorama dall’alto; potrai senz’altro dire che gli sforzi non saranno stati vani, perchè sicuramente ne sarà valsa la pena!
    ti voglio bene!

  2. In bocca al lupo per tutto (ti ripeto) Emanuele!
    Sei un ragazzo che pondera fortemente sulla vita e le sue scelte. Sapere ciò che si vuole è certamente un bene e anche quando si hanno dubbi come nel tuo caso la strada giusta si trova sempre alla fine per arrivare a capire ciò che si vuole e ottenerlo.

  3. sono rimasta senza parole.si, a bocca aperta.certo che sai come stupire una ragazza!!!le tue parole accarezzano il mio cuore…grazie emanuele

  4. la penso esattamente come te…

    mi sembra appropriato commentare con la citazione di un’altra canzone, che mi accomapagna da tantissimi anni:

    “E la vita Caterina, lo sai, non è comoda per nessuno, specie quando vuoi gustare fino in fondo tutto il suo profumo…” (Francesco De Gregori)

    Non è facile non accontentarsi dell’argento e proseguire imperterriti nella ricerca dell’oro. Ma ci sono persona che in fonso al proprio cuore sanno di non avere scelta, vogliono gustare la vita in tutto il suo profumo…

    ciao,
    valex

  5. Pingback: Le radici stanno sotto, ma non significa che stiano ferme. - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.