Ode al rullo.

Rullo cotonato,
che vivi la tua vita girando di lato,

Rullo dorato, bianco, un po’ bagnato,
corri, giri, bagni, inzuppi e scoli come un dannato.

Rullo da imbianchino, arrivi a casa di buon mattino
e fino a sera ti rotoli come un bambino.

E io, che mi sento un po’ cretino, adesso senza di te,
posso dormire tutto il mattino.

Si lo so, sono un gran demente (e scommetto che con questa, almeno l’80% dei lettori eliminerà il feed ed inserirà www.dreamsworld.it nella blacklist del firewall) ma dopo aver visto che Neruda ha scritto Odi a chiunque (al palombaro, al vino, al gatto, alla zuppa di Grongo, all’elefante…) mi son sentito in dovere di farlo anch’io.

Pablo NerudaNon per eguagliare i suoi versi, sia chiaro. Sarebbe una lotta impari considerato che la lingua si è evoluta ed ho dalla mia centinaia di nuovi vocaboli da sfoggiare…

Volevo ricordare “il rullo”, giusto perché oggi ho finito di dipinger casa, dopo alcune settimane passate dividendomi tra lavori a casa ed impegni fuori.

Finalmente ho dato l’ultima “rullata” alla parete del corridoio… e così è tutto lindo e perfetto.

Adesso – ma non toccherà a me – basterà l’aiuto di mastro lindo per far brillare anche il pavimento.

Le vacanze però non arrivano mai di colpo… e così, tra 15 minuti avrò una riunione scout per definire le ultime cose del campo per i ragazzi (tra 2 giorni si parte!).

Che poi, riguardando quella vecchia foto, in fondo… anche Pablo aveva un po’ la faccia da imbianchino.

Emanuele

PS: se non l’ho fatto uscire dalla tomba, quanto meno l’ho fatto girare quarantadue volte.

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. Dai… si capisce che caxxeggi… 😛 però io al posto tuo non ci caxxeggerei tanto con la tomba di neruda, non si sa mai, dicono che porta sfiga parlare dei morti. Chi vuoi che ti elimini dai feed? Poi sì, in effetti, l’invidia è una brutta bestia, e tu lo sai giusto…?

    Ti lascio con un mio aforisma, inventato al momento: “Non serve comprare ciò che già si possiede, altresì non si deve lottare per essa/o”.

    Dai una “rullata” anche a casa mia?
    Il mio box musicale se la meriterebbe una bella mano di bianco… 😆

    Nicco

  2. Il problema è che le stanze erano già colorate… e si è deciso di cambiare colori in tutte quante… così, doppia fatica: 2 mani di bianco per farle tornare limpide e 2 mani di colore per stendere il colore uniformemente… :timid:
    Certe sere ho fatto le 3 di notte con il rullo in mano! 🙁
    Ciao,
    Emanuele

    PS: ti devo eleggere comunque come commentatore che mi fa più complimenti! 😀

  3. Pingback: Non c’è due senza tre… vero?! :-S - …time is what you make of it…

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.