Quanto dura una casella e-mail senza spam?!

Dunque…

Ingredienti del test:

1) una casella e-mail nuova di zecca. Mai usata, con un nome abbastanza insolito.

2) una pagina web nuova di zecca, su un dominio abbastanza conosciuto. In questo caso si è trattato di un blog aperto 3 giorni fa su Blogger.com.

Caratteristiche del test:

a) l’indirizzo e-mail è indicato all’interno della pagina web solamente 2 volte di cui una il giorno dopo l’apertura dello spazio web. Non è protetta da alcun sistema (immagine, javascript o altre *diavolerie informatiche*) ma anzi linka direttamente il programma di posta con il noto tag “mailto:”.

b) l’indirizzo del blog è stato visitato appena 61 volte in 3 giorni. E’ stato indicato in 3 pagine web (con pagerank minore di 3 ed in 2 casi uguale a 0) ed è stato segnalato lo stesso giorno della creazione su Google per l’indicizzazione.

Ero quasi certo che lo spam sarebbe arrivato prima di qualunque commento… e così è stato.

Sono trascorsi appena 3 giorni ed ho ricevuto la prima e-mail di spam. Fortunatamente non mi hanno preso per un impotente o simili (almeno in questo c’hanno visto bene :-P) e così… hanno tentato di offrirmi in una lista enorme, a prezzi imbattibili, un cellulare nuovo. Mi regalano tra l’altro 2 Nokia N90 per ogni ordine con 5 cellulari. Ovviamente non c’è da fidarsi, chiedono i soldi attraverso Western Union e promettono l’invio tramite Ups entro pochi giorni… hanno anche un sito ma non lo scrivo per non fargli pubblicità.

Riflessioni a riguardo:

Mi chiedo quanta gente non prenda in seria considerazione questo aspetto quando pubblica il suo indirizzo e-mail sul web. Lo regala agli spammer per l’eternità. Sarebbe il caso che tutti stessimo più attenti (io ad esempio evito di scrivere commenti sui blog dove l’e-mail viene pubblicata e non nascosta).

Un piccolo trucco per salvarsi dallo spam (o almeno provarci) è quello di utilizzare un’immagine con il proprio indirizzo e-mail; se non sapete come fare potete velocemente crearne una tramite “e-mail icon generator” che però, sfortunatamente, non supporta tutti i provider italiani. Potete comunque aprire un programma di grafica e riuscire da voi nell’arduo compito ;-). Questo dovrebbe impedire agli spam-bot meno sofisticati di trovare il vostro indirizzo e-mail sulla pagina web… (ma ovviamente non vi protegge al 100% in quanto il vostro indirizzo è sempre in balia “del vento” nelle le rubriche dei vostri contatti…).

Esistono anche altri consigli per evitare lo spam che vi consiglio di leggere.
Sul mio blog il mio indirizzo è assente (così come non rendo noti quelli di chi commenta), per rendermi “reperibile” (se mai ce ne fosse bisogno! ;-)) ho inserito un piccolo form raggiungibile dalla chiocciolina in alto a destra…

P|xeL

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in una casa con un ciliegio insieme ad una moglie, una bimba e otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

4 commenti » Scrivi un commento

  1. Il form lo avevo e l’ho tolto perché era più spammato dei commenti. Mi domando se il trucco sia non chiamarlo Feedback, perché è un nome noto agli spammer?.

  2. E’ anche possibile che un piccolo espediente possa esser quello… al momento non ho mai ricevuto alcuno spam tramite quel form, ad ogni modo già ieri stavo pensando di adattargli Trencaspammers in modo da evitare possibili attacchi.
    Ciao,
    P|xeL

    PS: rimango tutt’ora alla ricerca di una soluzione comoda per i trackback/pingback.

  3. Pingback: …time is what you make of it… » Archivio del blog » Wordpress ContactForm con Trencaspammers

Lascia un commento

I campi richiesti sono marcati con *.


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.