Giornalismo.

Oggi è impossibile scrivere cose lunghe come si scrivevano un tempo. Allora, qual è la tendenza? Fare spettacolo. Non cercare di andare in profondità. Fare una sceneggiata: un bigolino con la foto, una storia sbalorditiva. Basta, chiuso, non se ne parla più. Questo è un grande svilimento anche della missione giornalistica.

Tiziano Terzani – La fine è il mio inizio

L’unico modo per conoscere una guerra, una storia o una tragedia, è quella di andare nel posto e viverla, non credete?

Leggendo il libro, mi tornano in mente tutte le polemiche sul giornalismo di questi giorni… c’è chi li ha definiti “giornalai” e non “giornalisti“.

Emanuele

19 commenti » Scrivi un commento

  1. Per questo motivo preferisco il TG di Emilio Fede al TG di tutti gli altri. Lo seguo dal mitico Studio Aperto che andava su Italia 1, nei tempi in cui scoppiò la guerra del golfo.

    (Link di riferimento: http://it.wikipedia.org/wiki/Studio_Aperto)

    Fu allora che mi misi a seguire il TG.

    Non che il TG 5 ad esempio non mi piaccia, anzi… Però Emilio Fede non si limita a dire la notizia, ma la racconta, la commenta, la ragiona e la propone “umanamente” allo spettatore.

    Cosa che praticamente non esiste in nessun TG. Non me ne voglia nessuno, ma quando non c’è il Direttore Emilio Fede, anche Studio Aperto mi sta stretto, nonostante la grande professionalità di tutti i giornalisti.

    Niente da dire su nessun TG, che sia Rai o Mediaset, ma questo è il mio punto di vista sul giornalismo.

    P.S. …ed io di TV ne guardo veramente poca :-)

    • Argh ma con che coraggio quando si parla di giornalismo mi parli di Emilio Fede! Uno dei giornalisti più “spaparazzati” d’Italia. Uno che pubblicamente dichiara di essere “pro-Berlusconi”. Uno che invece di essere un imparziale diffusore di notizie commentando con il proprio punto di vista tende a viziare le notizie, dando più o meno enfasi e peso a ciò che vuole lui. Uno che se ne va alle feste dei big (vedi feste di Briatore) e che se li fa amici (e non ne parlerà mai male…).
      L’informazione in Italia è una delle più corrotte e controllate del mondo (non è una frase fatta, cerca su Google, ci sono statistiche circa la libertà di espressione & C.) e sicuramente tutto ciò che esce da Mediaset è ipercontrollato (figurarsi se una AZIENDA di Berlusconi potrà mai andar contro gli interessi di qualche altra azienda da lui controllata…). Sicuramente la Rai non è da meno (con tutti quegli agganci in politica) ma sicuramente la Mediaset non è da prendere in considerazione! E non pensare a Striscia la notizia per dirmi che sanno parlar male anche di loro… perché quello è un giornale satirico e poi è un bellissimo “specchietto per allodole” utile a far zittire proprio chi potrebbe dire che esiste un controllo silenzioso su tutto ciò che esce da quella rete. Un finto contentino, simpatico per carità, che non può cancellare la realtà dei fatti.
      Ciao,
      Emanuele
      PS: conosci Pino Maniaci? :-)

  2. Azz… Ma che è aòòò 8-O

    Ho solo detto che mi piace come fa il telegiornale… Che me ne frega se è un berlusconiano incallito… Che fa non mi guardo più il TG perchè è di parte?

    Da quello che hai scritto se ne deduce un forte consiglio: quello di non guardare questo TG perchè Fede è un berlusconiano. Allora sei di parte pure tu? :-)

    P.S. Non conosco Pino Maniaci, ma conosco tanti Pino e anche tanti maniaci. :-P

  3. Perdona questo altro commento, ma ci tenevo ad aggiungere che per me l’imparzialità su questa terra non esiste :lol: pultroppo :-( :x altro che telegiornali :eeeh:

    O almeno… Non è “una concezione che un essere umano può concepire realmente/totalmente”

    • No Nicola, io non sono di parte e proprio per questo non mi piace che chi deve “informarmi” lo sia… :-)
      Ciao,
      Emanuele
      PS: informati, è un giornalista di TeleJato, realtà molto vicina alla nostra… quello è vero giornalismo secondo me.

  4. Esempio: ma li avete visti in Abruzzo in questi giorni? la maggior parte di sti stronzi (si può dire? beh io lo dico) di giornalisti nemmeno di fronte a certe cose sono riusciti a non fare i buffoni…da un servizio di striscia:

    “voi oggi avete mangiato?”
    “no”
    “ma perche’ non avevate fame o per altri motivi?”
    “abbiamo fame, ma non c’era cibo”

    Il senso del tuo post credo sia proprio questo: forse se quella cretina col microfono in mano fosse stata due giorni senza cibo avrebbe capito qualcosa in piu’…sulla carta stampata le cose migliorano gia’ rispetto alla tv, ma l’informazione in questo paese FA SCHIFO (ma come al solito, non sono i politici, non e’ la mafia, non sono i problemi in se che fanno schifo ma sono quei milioni di italiani a cui tutto sommato va bene cosi’)

    A quanto ho sentito dire da molti adulti, di qualsiasi schieramento politico, Fede era un ottimo giornalista prima di diventare lo Smithers della situazione…l’amore da’ alla testa :-|

  5. Nicco…purtroppo sei l’esempio dell’italiano medio.
    E non voglio offenderti. Come può un uomo accettare un telegiornale diretto da Emilione Fede, l’imparzialità fatta persona.
    Io ho bisogno di un giornalista che mi racconti la notizia, me la descriva e mi dia la possibilità di farmi una idea. Io, da solo.
    Il giornalista non deve mettere in mezzo alcun parere personale, deve solo trovare e dare la notizia. Stop.

    P.S.= per tutti quelli che vorrebbero vedere Emanuele su facebook, vi prego di iscrivervi al suo gruppo. :D
    http://www.facebook.com/group.php?gid=47056381986

    Iscrivetevi!!! :-)

  6. Nessuno mette in discussione che possa piacere o meno. Ma non chiamarlo ne giornalista e neanche telegiornale quello.
    E’ quanto di più fazioso possa partorire la mente umana.
    Contento tu.

  7. Scusa, scusa. Non mi permetterò più a osare a chiamarlo giornalista o telegiornale quello. :cry: Spero la cosa finisca qui. :-(
    Comunque, va che lo guardo lo stesso eh… :eeeh:

  8. Beh fate finta che quel [quote] funzioni, in questo salcazzus quanteffigo e curato in ogni minimo dettaglio di template non c’e’ l’elenco delle tag disponibili nei commenti :-?

    :-D

    • Ti ho corretto il commento, vedrò di rimettere i tag per gli ignoranti quanto prima in maniera più elegante possibile! :joy:
      Ciao,
      Emanuele

  9. Pingback: Il GPL è sicuro: a Viareggio non è esploso nessun treno. - …time is what you make of it…

  10. Pingback: Giornalettismo. - …time is what you make of it…

Lascia un Commento

I campi richiesti sono marcati con *.


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>