Metti in circolo il tuo amore!

Grande serata questa. Non succedeva praticamente da anni, così ho voglia di raccontarla un po’ qui, prima di perdermi tra qualche pagina di un buon libro e poi chiuder gli occhi.

Oggi pomeriggio ho deciso di dedicarmi un po’ “ai miei due vecchi”. :-)

Chiamo un amico a ora di pranzo, avverto che non sarei andato alla riunione scout e che magari li avrei raggiunti in serata.

Si esce. Io, papà e mamma. Che strano dirlo. :-)

Prima sono andato a cambiare un paio di cose ricevute per il compleanno (ho preso una nuova tuta Adidas, una polo viola Murphy & Nye, un maglioncino in cotone e una camicia a righe che - non so se sia merito della palestra - mi calzava magicamente a pennello!) e poi… beh, era quasi ora di cena.

Avrei dovuto riaccompagnarli a casa, lavarmi, salutarli e uscire. Però beh… con che coraggio?

Ho deciso, così, che saremmo andati a mangiare fuori. Convincerli è stato semplicissimo: è bastato proporglielo.

Mi han fatto una tenerezza immane. Due persone che per una vita si son sbattute per far crescere quattro figli, per costruire e realizzare tutto “l’impero” (lo chiamo così, non possediamo una nazione eh :-P) in cui viviamo ma che si son privati il più delle volte di piccoli piaceri come una cena fuori. Mia madre dice sempre che tutto ciò che fanno è per noi… e io so di poterle credere pienamente.

Un tempo era la mia mano a stringer la loro, ora è la loro a stringer la mia.

Mi hanno detto grazie un miliardo di volte ma… grazie perché? Hanno fatto sacrifici per noi da prima che nascessimo!

E’ stato tenero vedere mia madre, abituata a vestirsi per l’ufficio, preoccupata per il maglioncino che indossava: “ma come sto? Non sono abituata ad uscire la sera…”.

Adesso sono tutti e due a letto e io sono qui, che penso ancora a loro.

Penso a questa serata, al regalo che sono sicuro di avergli fatto. Li ho visti andare a letto felici.

Tra un po’ vado anch’io ma tutto questo serviva per dirvi una cosa: non servono grandi gesta per far felici le persone. Spesso hanno bisogno di meno della metà di ciò che ci si immagina.

Sono le sfumature a dare vita ai colori. :-)

Emanuele

1 commento » Scrivi un commento

  1. Pingback: Now in the morning I sleep alone… - …time is what you make of it…

Lascia un Commento

I campi richiesti sono marcati con *.


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>