Hacking contatore Enel: come aumentarne la potenza

Ogni tanto la “conoscenza” diviene qualcosa che spinge oltre l’etica… e così, pubblico qui un articolo che lessi anni fa e che ho ritrovato per caso in questi giorni.

——

Di seguito un’interessante news redatta da Luciano Rebuttini.

Cari amici, l’articolo che vi mando non è scientifico; ma dato che noi con la corrente tanto in casa che per la nostra attività ci sguazziamo dentro, vi porto a conoscenza del bel regalo truffaldino che l’enel ci sta preparando e come fregarli a nostra volta.
Ciao ed a presto rileggervi.

IL NUOVO CONTATORE ENEL GEM 2002 – GUIDA ALLA SOPRAVVIVENZA
Ovvero: come aumentare da soli e gratuitamente la potenza da 3 a 6Kw.

Premessa
ENEL ha iniziato ad installare in tutto il territorio i suoi nuovi contatori GEM 2002, sostituendo quelli vecchi che da decenni funzionavano benissimo.
L’operazione è apparentemente a carico di ENEL, e non degli utenti. In quasi 5 milioni di abitazioni italiane il contatore GEM è già in funzione, almeno altrettante abitazioni presto lo riceveranno in gradito omaggio molto presto; alla fine saranno 27 milioni i contatori rimpiazzati.
Gradito? Sapete come funziona il nuovo contatore GEM ? Ma poi, che significa GEM?
GEM è un acronimo di Gestione Elettrica Migliorata (o qualcosa del genere, subdolo a sufficienza), ed è un apparato con controllo digitale dei consumi, in tempo quasi reale. E’ stato progettato e prodotto dalla Echelon Corporation americana, società partecipata all’8% direttamente da Enel. Date un’occhiata alla loro pagina www.echelon.com/about/press/2000/stockSaleEnel.htm, prevedono di installarne 27 milioni!! Costo degli apparati: 130 milioni di dollari, buon per loro.
Al suo interno, un vero e proprio computer, che monitorizza costantemente lo stato di utilizzo della rete, ed è in grado di “dialogare” teoricamente con la centrale adeguando i carichi sul territorio. L’apparecchio è diabolico. Ogni famiglia italiana da decine d’anni ha un contratto enel che prevede erogazione per 3 Kw (chilowatt), a fronte dei quali paga un canone oltre ai consumi. La tolleranza (ovvero la capacità di sopportare carichi superiori) dei vecchi contatori è ampia, e se capita che salti la luce, quasi certamente c’erano accesi apparecchi con consumi elevati, come ad esempio una lavatrice ed una lavastoviglie allo stesso tempo. Oppure il microonde, il forno elettrico, lampade alogene ed una stufa. Il contatore staccava, perché il carico era davvero eccessivo.
Con il GEM installato, le famiglie italiane si sono di colpo trovate di fronte ad un problema. Il GEM stacca con precisione e senza tolleranza. Accendete il forno elettrico, provate ad asciugarvi i capelli mentre l’arrosto cuoce: salta la luce. L’asciugacapelli non può funzionare insieme al forno. Scordatevi la lavatrice. Se cucinate non lavate, se lavate non asciugate.
Per fortuna c’è una soluzione: con soli 200 euro (quattrocento mila vecchie lire, mica noccioline) potete “estendere” la capacità del contatore, portandola a 4,5 Kw, o anche più. Aumenta anche il canone, di 80 euro al bimestre, naturalmente. Indovinate a cosa servono le 200 euro? A ripagare il contatore e la sua installazione!
Poi vi ritrovate un canone più costoso, e le stesse identiche prestazioni del contatore vecchio. Perché la corrente disponibile con il GEM tarato per 4,5Kw senza tolleranza, è la stessa del vecchio contatore da 3 Kw che era molto tollerante. Insomma, siete stati buggerati.
L’associazione dei consumatori si sta muovendo, perché i reclami si sprecano. Inutile chiedere di controllare il contatore: il GEM funziona benissimo, e l’uscita per controllarlo è tariffata 50 euro.

Tutto questo è vergognoso. ENEL ha deliberatamente escogitato un piano per estorcere, in pieno regime di monopolio e quindi senza alternative per le sue vittime, 200 euro a famiglia italiana per il nuovo contatore, oltre ad un canone annuo maggiorato di quasi un milione di vecchie lire. Ci sarebbero gli estremi per muovere il parlamento, e tirare giù dalle sedie i nostri politici con il cervello atrofizzato. Per fortuna c’è una soluzione.
Un po’ di teoria…

Il GEM ha una “porta” di accesso remoto a raggi infrarossi, simile a quella presente sui telecomandi dei televisori, sui telefonini, e sui computer portatili. La vedete nella foto. Per la sua configurazione, non serve un cavo speciale: il personale si interfaccia con il vostro contatore semplicemente avvicinandosi a meno di 30 centimetri, e lo fa naturalmente con un computer portatile.

L’accesso è protetto per impedire di accedere all’apparato senza essere autorizzati.
Gli apparati GEM ricordatelo sono computer, ed eseguono semplicemente un programma.
Nel display a cristalli liquidi potete visualizzare in qualsiasi momento lo stato di funzionamento, il carico istantaneo, i parametri di configurazione tra i quali.. la potenza tollerata. Dice 3.6Kw: il vostro contratto è di 3 Kw, e il GEM tollera 600 watt per un minuto. Lo stacco avviene dopo un minuto dall’eccesso di assorbimento. Per visualizzare i parametri, si utilizza sempre lo stesso tasto, l’unico presente sul GEM.

Il contatore GEM parla con la centrale per comunicare i consumi E PER COMUNICARE LE VARIAZIONI LOCALI AL CONTATORE. Per il resto, i contatori stanno zitti ed il server pure, in attesa di loro eventuali notizie.

Per nostra fortuna, chi ha programmato il GEM ha previsto una condizione di emergenza denominata “network fault”, ovvero “guasto di rete. La condizione di “NF” si verifica teoricamente quando il GEM SERVER centrale, che controlla e pilota i contatori (e li legge), cessa per qualsiasi motivo di funzionare. Il “dialogo” tra server centrale GEM e contatore GEM dell’utente avviene tramite rete elettrica mediante onde convogliate, lo stesso principio usato – per esempio – dagli interfoni, e dalle reti dati di questo tipo. Enel prevede di utilizzare lo stesso sistema per offrire connettività ad internet. Un interessante articolo lo potete trovare su http://www.geocities.com/ik4nyy/cavi_elettrici.html (è datato, ma va bene lo stesso) oppure cercate su Google ‘ “onde convogliate” Enel ‘ , capirete di cosa stiamo parlando. Orbene, se il server centrale saltasse, qualcuno potrebbe “trasmettere” sulla rete elettrica al suo posto, pretendendo di essere il GEM server, e spegnere o alterare i contatori, mettendo al buio l’Italia intera. E’ un’eventualità remota, ma non impossibile: per questo, i contatori in mancanza di dialogo con il server centrale entrano in Network Fault, fase durante la quale cessano di dialogare con il server, e rimangono in attesa di un suo “risveglio ufficiale”.

Se avete letto con attenzione quanto sopra scritto, avrete certamente identificato una possibile condizione anomala, che è quella che andiamo ad esaminare.

Che succede se il contatore GEM entra in Newtork Fault ma il GEM server non lo sa?

Il server e il contatore NON si parlano.
Quindi, se per ipotesi fosse possibile:
A) metterlo in condizione di Network Fault
B) riprogrammare il GEM
C) toglierlo dalla condizione di Network Fault

Il server centrale non ne saprebbe niente, i consumi sarebbero normalmente registrati… ma la configurazione del GEM rimarrebbe quella nuova.

E’ esattamente quello che siamo riusciti ad ottenere. Utilizzando un PC portatile con porta infrarosso (ce l’hanno tutti!), collegandoci con il GEM semplicemente avvicinandoci alla sua porta infrarosso, mandando una sequenza di autenticazione locale, richiedendo la condizione di Network Fault in modo manuale (da menù di test dell’apparato, incredibilmente a disposizione!!), modificando e salvando la nuova configurazione dove il carico è di 6 Kw (il doppio di prima!), ed infine ripristinando la condizione di normalità.

Tempo necessario per l’operazione: con il codice giusto, meno di un minuto!

Cosa succede dopo? Niente. La centrale potrebbe ripristinare il carico da 3Kw. E voi rimettere i 6. Non avete richiesto alcuna modifica contrattuale, quindi non pagate alcun canone aggiuntivo né quei famosi 200 euro. Non avete alterato in alcun modo il contatore, non l’avete aperto, non avete commesso alcun atto illecito. In ogni caso, non potete sapere chi lo ha fatto, perché il contatore (che è dell’ENEL, mica vostro) è in locali pubblici o in strada, chiunque può accedervi.

Dovranno cambiare di nuovo i contatori, o meglio intervenire cambiando completamente il software, uno per uno, e sono milioni! Siete in una botte di ferro. Pagate regolarmente i consumi. Anzi, probabilmente consumate di più di prima! In fondo è quello che volevate: poter consumare di più, lasciando accesa la lavatrice, il forno e l’asciugacapelli allo stesso momento.

La procedura pratica!

Dopo tante chiacchiere sulla teoria, ecco la pratica. Come modificare la configurazione del loro/vostro contatore Enel GEM 2002 senza che la centrale lo sappia.

Una premessa importante:
Vi serve un computer portatile con porta infrarossi, senza nessun programma particolare se non Hyperterminal , che è presente su tutte le versioni di Windows.

Vi serve conoscere il vostro codice di utenza (che non è un segreto per nessuno: SI LEGGE DIRETTAMENTE DAL DISPLAY DEL CONTATORE!! QUELLO DI CHIUNQUE. Ma non approfittatene per abbassare a 1 Kw il contatore del vicino che schiamazza di notte, sarebbe molto grave).

Vi serve conoscere il codice di accesso al vostro contatore, che è un numero formato da: codice di utenza+password di 4 cifre esempio 871.917.721 è il codice di utenza il codice di accesso potrebbe essere: 8719177210000 nel caso la password fosse 0000 … cosa che in alcuni fortunati casi è vera! Sono dei geni. Si sono in molti casi dimenticati di modificare la password da centrale!
Capirete, stanno ancora installando i contatori in giro per l’italia, qualcuno ha anche preso fuoco, hanno altre grane da risolvere al momento.
Comunque, la password va da 0000 a 9999 sono diecimila tentativi (fatti dal computer, mica da voi).
La fregatura sta nel fatto che dopo 3 tentativi sbagliati, occorre aspettare 1 minuto per riprovarci (come con i telefonini). Ma il gioco vale la candela.

Lanciate Hyperterminal utilizzando la porta infrarossi come porta di comunicazione.
I parametri di trasmissione devono essere: 9600 bps, 8 bit dati, 1 bit stop, nessuna parità.
Avvicinatevi al contatore posizionando la porta infrarossi del PC il più possibile vicino alla porta infrarossi del GEM.
Digitate (o copiate con taglia incolla, o mandate con un programma anche scritto in basic) il codice di accesso. Provate con 0000 per prima cosa! In alcuni casi, 1234 è risultato funzionante.

Se il codice è corretto, il GEM risponde mandando la schermata di configurazione.

  1. Entrate nel menù TEST APPARATO (4 invio), poi 8 invio per Network Fault on.
  2. L’apparato risponde con ESEGUITO, e ritorna al menù di prima.
  3. Entrate nel menù CONFIGURAZIONE (1 invio), poi 1 invio per Capacità.
  4. Inserite 6 e poi invio (per 6 Kw, oppure 4,5 con la virgola per 4.5 Kw, non provate valori superiori a 6, potete invece provare valori decimali qualsiasi da 1 a 6 per esempio 3.6 che è quello standard che vi ritrovate a bordo).
  5. Tornate al menu TEST APPARATO, selezionate 8 invio per Nework fault off.
  6. Battete 0 invio per uscire.

Andate a casa e accendete tutto quello che volete. Ricordatevi che pagate i consumi.

Epilogo
Alcuni dettagli importanti: il GEM non invia segnalazione alla centrale se sbagliate il codice. Motivo: eventuali interferenze possono di fatto causare “falsi negativi” sulla porta, provocando in modo continuato inutili allarmi.
L’operatore che si mette col PC davanti alla porta del GEM aspetta un minuto e poi si collega, se ci sono problemi di questo tipo. Il GEM pertanto è programmato per NON inviare segnalazione di allarme sull’accesso mancato.

Per rendere automatica la ricerca del codice, se non è valido quello di default (0000 oppure 1234) sarà disponibile a breve un programmino in basic che lo fa da solo, aspettando correttamente dopo tre tentativi. La centrale potrebbe in futuro cambiare la password, ma la procedura rimane sempre la stessa. Il programmino sarà disponibile tra qualche giorno, lo stiamo facendo senza troppi fronzoli ma perfettamente funzionante: dato il codice di utenza fa tutto lui. Se conosce già la password perché l’ha trovata inprecedenza, si collega, modifica a 6Kw la capacità e si scollega da solo, il tutto in 13 secondi netti!!

Infine, il GEM non può essere aggiornato da centrale. Ovvero: il firmware (il software a bordo del GEM, che lo fa funzionare) deve essere cambiato manualmente accedendo direttamente al GEM in locale. E l’aggiornamento richiede almeno 10 minuti di lavoro per singolo apparato. Oltre alla visita in loco del tecnico. Poniamo che mediamente ci metta 30 minuti per contatore, diciamo che un tecnico riesca a fare 20 contatori in una giornata, ad un costo giornaliero bassissimo.. l’ENEL spenderà per rimettere le cose a posto tra i 35 ed i 50 miliardi di vecchie lire!! Complimenti bella mossa…

All’Enel l’avevano proprio pensata bene, farsi dare 200 euro oltre al canone maggiorato da ogni famiglia italiana. Il diavolo fa le pentole ma non i coperchi! Il coperchio lo ha fornito un amico americano che ha lavorato sul progetto in Echelon negli Stati Uniti, e ha recentemente cambiato lavoro… trasferendosi qui in Italia.

Aggiornamenti
Onde convogliate: sono utilizzate?
Innanzitutto, meglio chiarire che la maggior parte dei contatori installati (che sono una minima parte di quelli che devono essere installati in Italia) NON sono collegati con la centrale mediante onde convogliate. Lo saranno in futuro, ma è probabile che prima Enel finisca di completare il rimpiazzo dei vecchi apparati. Speriamo tutti che tra un annetto o forse più (data ottimistica per installare 12 milioni di contatori, mi dicono) le associazioni dei consumatori spinte da una massa imponente di consumatori inferociti riesca a negoziare PERLOMENO il cambio di contratto gratuito, com’era all’inizio della farsa. A quel punto il popolo italiano sarà diviso in due parti: quelli che hanno versato le 200 euro, e quelli che non l’hanno fatto.

Password di accesso al contatore

Oltre a quelle di default, 0000 e 1234 sembra essere ricorrente una terza password 3635 (che in effetti corrisponde alle lettere Enel almeno sulla tastiera di un telefonino… si vede che hanno fantasia).
Io non ho riscontri da chi legge queste pagine, perché non mi fido a mettere un indirizzo di email. Ho soltanto riscontri da amici che stanno provandoci, devo dire con risultati contrastanti. In un caso la password era 1234 ma il computer che veniva usato aveva qualche problema con la sua porta infrarossi. Ha funzionato utilizzando un palmare (Palm V) che ha sia infrarossi che terminal emulator.
Non possiedo un palmare, quindi non posso fornire indicazioni per il suo utilizzo anche se sembra più semplice del Pc.

L’idea del secolo…??
Un buontempone di amico mi ha fatto notare che anche i telefonini hanno una porta infrarossi. L’idea non ha né capo né coda: lasciate perdere. Perdereste solo del tempo.

Echelon esiste? Questo sito è una farsa?
Toglietevi il dubbio, fate una ricerca su internet e traete le vostre conclusioni sull’esistenza di Echelon Corporation, sulla partnership con Enel, sul numero di contatori che hanno prodotto, sulle onde convogliate.
Troverete anche un articolo dove si parlava già dei potenziali problemi di quel prodotto, tra cui il rischio incendio, puntualmente verificatosi e documentato da Striscia la Notizia già qualche mese fa (è bruciato un appartamento, e i pompieri hanno dimostrato che a bruciare è stato… il contatore!!!).
E’ evidente che il problema la gente se lo pone quando la corrente comincia a saltare due o tre volte per sera. Questo sito non è una farsa, la farsa è di Enel che ci chiede 200 euro per ripagare il contatore che avrebbe dovuto essere gratuito. Gli scrupoli morali non dovrebbero toccare la nostra coscienza nel provare a riconfigurare il contatore, perché all’Enel non ne hanno avuti nel tentativo di “riconfigurare” il nostro portafoglio.

Ma l’associazione dei consumatori dorme il sonno del giusto o quello del narcotizzato??
Non sappiamo se queste pagine rimarranno visibili a lungo. Potete immaginare quanto sia felice Enel (wind, infostrada, fastweb… tutte società Enel) nel leggerle. Avrà un bel da fare a minacciare di non provarci, ad avvisare che è illegale (e non è vero), a smentire ed in generale a mentire, mentre le nostre associazioni dei consumatori possono fare molto poco.

marzo 2003

Luciano Rebuttini.
Via Della Pace Mondiale 92.
Badia a Settimo
Firenze.

Fonte: Autistici.

——

Personalmente non ho provato… ma sarebbe curioso (e comodo) se il sistema funzionasse a dovere.

P|xeL

493 commenti - Partecipa alla conversazione sotto »


1
avatar autore commento

Letto tutto… ci provo con il palmare in settimana e ti faccio sapere :-) Se funziona sei un genio :-?

Commento scritto da camu il 1 luglio 2007 alle 23:25
2
avatar autore commento

Uhm non volevo istigare alla delinquenza… :-P
Sinceramente non ho mai provato ma tecnicamente immagino che il sistema funzioni. Fammi sapere comunque.
Anni fa, quando lessi questo articolo, non avevo neanche il contatore elettronico… così lasciai perdere tutto nel dimenticatoio.
Sei sicuro di poterci riuscire con il palmare? Hai modo di gestire il tipo di connessione da effettuare?
Ciao,
P|xeL

Commento scritto da Emanuele (aka P|xeL) il 2 luglio 2007 alle 00:14
3
avatar autore commento

Non sono sicurissimo, il palmare con Windows Mobile ha già preinstallato un terminale, ma devo giocarci un po’, non ho mai provato a connettermi da nessuna parte. Però in teoria è proprio un hyperterminal, quindi ha tutte le impostazioni classiche di cui si parla anche nell’articolo qui sopra. D’altro canto sarebbe comodo, d’estate capita di sforare i limiti imposti dal gestore nazionale :)

Commento scritto da camu il 2 luglio 2007 alle 07:13
4
avatar autore commento

Attenzione alle, come dire … denunce? ;-)

Commento scritto da Mavero il 2 luglio 2007 alle 08:22
5
avatar autore commento

Manu…ti porterò le arance all’Ucciardone 8-)

Commento scritto da Peppe il 2 luglio 2007 alle 13:34
6
avatar autore commento

Ma si Mavero… quando ho scritto che non mi sembrava “eticamente” corretto mi riferivo anche a questo: sebbene sia una cosa facilmente realizzabile e difficilmente individuabile, dal punto di vista legale non è tutto apposto…
Ciao,
P|xeL

Commento scritto da Emanuele (aka P|xeL) il 2 luglio 2007 alle 15:48
7
avatar autore commento

Sono di ritorno da una prova sul mio contatore condominiale. Ho installato MobileVT sul mio palmare dotato di porta infrarossi, ho configurato le opzioni di trasmissione (non dice come impostare il controllo di flusso però) e preso nota dei passaggi. Mi sono messo vicino al contatore e… nulla di fatto. Le password nel mio caso sono scritte su una etichetta adesiva attaccata ad ogni contatore, quindi ancora più facile. Ma non riesco ad ottenere la “consolle”. Sarà mica una bufala?

Commento scritto da camu il 2 luglio 2007 alle 16:50
8
avatar autore commento

Beh… li è descritto con un portatile, sicuro di aver impostato tutti i parametri di connessione e, più che altro, sei certo che la porta infrarossi del palmare non venga filtrata via hardware/software e ciò che imposti dal terminale venga effettivamente rispettato?
Certo che mettere le password in evidenza è qualcosa di assolutamente geniale, però questo conferma che esiste un menù accessibile via password attraverso il quale effettuare modifiche ad alcune impostazioni.
Ciao,
P|xeL

Commento scritto da Emanuele (aka P|xeL) il 2 luglio 2007 alle 16:58
9

[...] Inosmma se avete voglia di capire come fare cliccate qui.  [...]

Commento scritto da Hacking di un contatore Enel | Hanicker - Nicola Moretti il 12 luglio 2007 alle 13:07
10
avatar autore commento

Se fosse così facile, saremmo tutti a cavallo :lol:

Il programmino sarà disponibile tra qualche giorno

Ne sono passati di giorni dal 2003.

Commento scritto da Lordbutton il 6 agosto 2007 alle 10:49
11
avatar autore commento

salve a tutti a me sul contatore mi compare 1 triangolo messo
al contrario..ke significa presenz aallarme
sapete ke vuol dire?

Commento scritto da arturo il 17 agosto 2007 alle 14:01
12
avatar autore commento

vuol dire che per te l’enel ha attivato un aumento speciale della potenza, e quindi che a settembre troverai una bella sorpresa in bolletta! scherzo, non ne ho idea di cosa sia quel simbolino!

Commento scritto da camu il 30 agosto 2007 alle 16:08
13
avatar autore commento

ciao
ho provato tante volte con la procedura ma mi sono fermato sempre al primo passo: il portatile non mi rileva la presenza di dispositivi a infrarossi e quindi mi impedisce l’uso della porta IR. Mi pare strano perché il contatore è quello giusto e la porta IR del pc funziona (almeno con i cellulari non da problemi). qualcuno avrebbe qualche suggerimento?

Commento scritto da javaman il 9 settembre 2007 alle 18:21
14
avatar autore commento

Non m ricordo dove ho letto, che l’accesso era possibile anke cn un palmare d’altronde lo usano anke gli impiegati della enel se lo trovo tra le mie cose ve lo posto

Commento scritto da Fernando il 19 settembre 2007 alle 00:45
15
avatar autore commento

Qualche programmino per cellulari symbian tipo hyperTerminal non c’è?!

Ciao, Paolo.

Commento scritto da Paolo il 26 settembre 2007 alle 23:01
16
avatar autore commento

Scusate se insito, ma qualcuno ha provato questo hack e sa dirmi con esattezza se funziona o meno?! :-D

Ciao, Paolo.

Commento scritto da Paolo il 27 settembre 2007 alle 14:11
17
avatar autore commento

Se po’ fa’, se pò fà….

Commento scritto da mario il 16 novembre 2007 alle 15:35
18
avatar autore commento

quando ci riuscirete ce ne accorgeremo subito. Preparatevi il portafoglio per pagare un buon avvocato, che sarà l’unico a guadagnarci

Commento scritto da OfficeLegal Enel s.p.a. il 25 novembre 2007 alle 14:39
19
avatar autore commento

OfficeLegal Enel s.p.a. arrivi sul mio blog cercando, dal tuo bel portatile con XP, come funzionano degli interfoni su rete elettrica e poi scrivi un messaggio così stupido? :-)
Non fare falso terrorismo.
Ciao,
Emanuele
PS: e usa Firefox… è molto meglio! 8-)

Commento scritto da Emanuele (aka P|xeL) il 25 novembre 2007 alle 14:48
20
avatar autore commento

ciao raga,
volevo solo sapere come faccio a impostare come porta di comunicazione la porta infrarossi del mio portatile? :-(
Ho comprato pure un adattatore usb-irda, ma e lo stesso. Nella finestra del modem del terminale, non compare nessuna porta infrarossi. HELP!
grazie.

Commento scritto da Giovanni 77 il 29 novembre 2007 alle 21:05
21
avatar autore commento

sei sicuro che non andiamo tutti in galera?

Commento scritto da luca il 4 dicembre 2007 alle 08:32
22
avatar autore commento

Scusate, ma nessuno risponde a Giovanni77?? perchè io ho lo stesso problema.. Sicuri che qualcuno ci è riuscito?? si trovano mille pagine con questo haking ma nessuno che dica che ci è riuscito.. perchè la teoria è una bella cosa ma quando si passa alla pratica è diverso..

Commento scritto da Aldo il 4 dicembre 2007 alle 15:15
23
avatar autore commento

scusa ma uno puo’ ma dire che ha fatto una cosa illegale ?

ma si puo’ ma si puo’, mo si s fess wabbuo’ !!! capisci a me !

Commento scritto da jetlaser il 7 dicembre 2007 alle 14:50
24
avatar autore commento

Scusatemi ma questo programmino per i codici e’ disponibile? E poi questo hack qualcuno lo ha provato realmente? E funziona?

Commento scritto da Roberto il 10 dicembre 2007 alle 14:58
25
avatar autore commento

Roberto, dai un occhiata qui ;-)

Commento scritto da Giovanni77 il 10 dicembre 2007 alle 17:17
26
avatar autore commento

qualquno sa indicarmi dove reperire il progammino ,xchè rimanere su una scala x ricercare la password non è semplice.
ciao

Commento scritto da lole il 16 dicembre 2007 alle 17:46
27
avatar autore commento

ma per il GEM 2007 si hanno novità ? o è valido il discorso del 2002\2004 ?

Commento scritto da Axel il 22 dicembre 2007 alle 16:50
28
avatar autore commento

io ho provato con un PC palmare con IRDA integrata, usa un programma chiamato semplicemente terminal, nella configurazione della porta compare IRDA, ma purtroppo niente da fare.

Commento scritto da Max il 25 dicembre 2007 alle 22:44
29
avatar autore commento

Buona sera a tutti!
Io sono nella stessa vostra situazione ! Ho un palmare senza porta irda.Di conseguenza ho dovuto comperarne una. La porta irda si connette perfettamente con il mio cellulare,ma quando avvio la connessione con il GEM 2004 mi chiede nome utente e’ password.Nome utente dovrei essere io,e password dovrebbe essere 1234 opp,0000 se sono fortunato! Cosi ho fatto e la risposta e’ errore 769 ??? Cosa devo fare?? Ditemi in cosa sbaglio!! E’ diventata una questione di principio :evil:
ciao.

Commento scritto da Giulio il 31 dicembre 2007 alle 00:25
30
avatar autore commento

c’è qualche programma x la ricerca della password!!!!!

Commento scritto da sandro il 31 dicembre 2007 alle 17:02
31
avatar autore commento

ciao sapete dirmi se funziona con il gem 2005?
Ho provato ad avvicinarmi con l’ir ma il pc nn rileva
niente. qualcuno sa dirmi dove o cosa sbaglio?
grazie

Commento scritto da style il 4 gennaio 2008 alle 21:37
32
avatar autore commento

:eeeh: molto interessante!
voglio proprio provarci

Commento scritto da carlo il 7 gennaio 2008 alle 11:11
33
avatar autore commento

ma se ad esempio viene a verificarsi un caso di riduzione di potenza per morosità e quindi il contatore viene messo nella condizione di erogare solo 600VA in questo caso come si può aumentare nuovamente la potenza, basta riprogrammarlo oppure metterlo in qualche condizione strana che non conosco.

Commento scritto da luigi il 16 gennaio 2008 alle 19:17
34
avatar autore commento

:evil:Ciao ragazzi io e da un giorno intero che sto provando ho attivato la porta irda sul portatile e hyperterminal mi sono avviciato il più possibole ma niente, poi ho riprovato con un cell a scambiare dati tra pc e cell via irda e funzionava ma con il contatore ma non lo vede, se mi scappa la pazienza e mi tiene la voglia provo a smontare il possibile per capire ma dubito che funziona, non sono ottimista.

SOPRATTUTTO PERCHè NON HO ANCORA TROVATO UNO CHE CI SIA RIUSCITO IN TUTTE LE PAGINE, COMMENTI CHE HO TROVATO IN GIRO SUL CONTATORE, PER QUANTO MI RISULTA L’UNICO CHE E RIUSCITO E QUELLO CHE HA SCRITTO IL PRIMO ARTICOLO, IN TUTTA SINCERITà SPERO CHE QUALCUNO DI UMANO CI RIESCA COSI CE LO SPIEGA COME HA FATTO!!!!!!!!!!!: saluti e buona fortuna

Commento scritto da luke il 20 gennaio 2008 alle 23:36
35
avatar autore commento

Ciao Luke!
Io sono nella tua stessa situazione! Le ho provate tutte ma hyperterminal non mi rileva nulla.Ha livello hardware a mio parere si potrebbe fare qualcosa.Ma via software non sono venuto a capo di nulla.Effettivamente mi pare che sui forum nessuno ci sia riuscito.Boooh,speriamo che qualcuno ci sveli l’arcano.
Saluti a tutti. 8-)

Commento scritto da Giulio il 21 gennaio 2008 alle 00:21
36
avatar autore commento

:evil:
Sono ancora io dopo la prova che ho fatto dalla disperazione di sopravvivenza ho smontato lo smontabile del contatore e l’unica cosa smontable e il copri fili inferiore che serve solo per collegara i due fili per il servizio della casa.
Dopo, oltre alle mie prove ho avuto un problema all’impianto della casa e ho dovuto chiamare l’enel che mi ha mandato un tecnico abbastanza infretta devo dire, risolto il problema ho provato a interrogarlo per strappagli qualcosa per capire e mi ha fatto capire che se chiedi di cambiare la portata del contatore da 3 kw a 4.5 o 6.6 mi ha detto che se la rete di comunicazione dei contatori funziona lo fanno direttamente dalla centrale, ivece se hanno problemi di rete viene uno di loro con il potratile a ritararlo perciò c’e un fondo di verita bisogna solo riuscire a connettere il contatore al pc….. per novità a risentirci…..!

Commento scritto da luke il 23 gennaio 2008 alle 22:40
37
avatar autore commento

Ma questo programmino Basci dove posso trovarlo?

Commento scritto da lutor il 7 febbraio 2008 alle 13:42
38
avatar autore commento

come faccio ad associare Hyperterminal alla porta Infrarossi?

Commento scritto da lutor il 7 febbraio 2008 alle 14:47
39
avatar autore commento

Questo e’ il dilemma….!
Ancora nessuno ci ha illuminati. :-(

Commento scritto da Giulio il 7 febbraio 2008 alle 23:56
40
avatar autore commento

user miniport no eh? 8-)

Commento scritto da zer0cuul0 il 14 febbraio 2008 alle 23:42
41
avatar autore commento

Penso che Hyperterminal riconosca solo periferiche Seriali. il Contatore invece dovrebbe essere compatibile con interfaccie irda che abbiano lo standard IEC 61107.

Commento scritto da max il 15 febbraio 2008 alle 00:56
42
avatar autore commento

Salve a tutti!
Il Max credo che ci abbia fornito un bell’aiuto :dogarf:
Scrivete su un qualsiasi motore di ricerca “sonda iec 61107″ !
Vedrete che qualcosa salta fuori 8-)

Commento scritto da Skorpyo il 22 febbraio 2008 alle 16:17
43
avatar autore commento

ma qualcuno sinceramente…ci è riuscito?

Commento scritto da zorro il 25 febbraio 2008 alle 19:37
44
avatar autore commento

Ciao, su emule trovate un sacco di roba, incluso il programino per password (gempwd si chiama, ma ho qualche dubbio che queso funzioni, visto che nessuno ci sia riuscito a comunicare con il gem ramite porta infrarossi) che io avevo messo su upload.com qualche commento più su. Ci stanno pure le istruzioni con FOTO!!! Perciò, qualcuno sarà pure riuscito, ma io personalmente, ancora no. Con irda e hypertemninal non sono riuscito, ma adesso sto provando di mettere le mani su una sonda Zvei per riprovarci. Anche perchè ho parlato con un amico elettricista che mi diceva qualcosa su un “dispositivo calamitato” che i tecnici enel usano per la programmazione del gem. Grazie a Max, questo sembra proprio il dispositivo giusto per fare questo hack. Rimane solo per vedere se ci si riesce a metere la mani su una sonda del genere. A presto….

Commento scritto da Giovanni77 il 25 febbraio 2008 alle 21:38
45
avatar autore commento

Ciao a tutti!
Sembra che ci siamo…ora non vorrei correre troppo.
Facciamo il punto della situazione.Se il gem si potesse aprire senza essere scoperti,si potrebbe modificare l’assorbimento semplicemnte abassando l’impedenza dello “shunt” posto all’interno dello stesso.Ma siccome questo non e’ possibile,dobbiamo provare via software.
La sonda zvei credo che sia la nostra soluzione.Al suo interno ci sono 2 led ir per lo scambio dati,se notate anche il gem ne ha 2. La calamita posta all’interno della sonda serve come ancoraggio alla sede cilindrica del contatore per la connessione.Costa circa 150 euro.
Se non ho capito male basta avere il notebook,la sonda,importare una connessione guidata impostando il pc come guest,e con un po di sano culo,la password dovrebbe essere 123456 opp 000000.Se va storta bisogna crakkare la password,e li il gioco si fa pericoloso :cry:
Saluti

Commento scritto da Skorpyo il 25 febbraio 2008 alle 23:38
46
avatar autore commento

Secondo me disalimentando il contatore a monte, con qualche sistema…. (es quando fanno lavori alla cabina enel e mandano l’avviso di distacco temporaneo dell’energia elettrica) o in altro modo…. il GEM è vulnerbile.

E’ solo una idea chiaramente…

Commento scritto da John Oms il 3 marzo 2008 alle 10:46
47
avatar autore commento

Aggiungo che il GEM NON da nessuna risposta avvicinando una interfaccia infrarossi, ho anche pensato che sia ad attivazione magnetica, ovvero serve una calamita vicino l’intrfaccia ottica, niente comunque!

Commento scritto da John Oms il 4 marzo 2008 alle 15:51
48
avatar autore commento

:evil: Ciao ragazzi dopo tanti mal di pancia forse ho trovato una specie di soluzione semplice senza tanti sbattimenti.
1) AVERE UN AMICO CHE LAVORI ALL’ENEL COME OPERATORE IN GIRO PER LE ABITAZIONI.

2) E CHIEDERGLI COME SI Fà E LORO HANNO I PORTATILI CON IL PROGRAMMA GIUSTO E CONFIGURATO E LA SLUZIONE DOVREBBE RIMANERE UN Pò MENO ARDUA.

QUALCUNO PROVI A INFORMARSI E POI CI FA SAPERE….!

IO UN Pò DI TEMPO Fà AVEVO PROVATO A INFORMARMI MA NON ERA UN MIO AMICO MA SOLTANTO UN OPERATORE DI PASSAGGIO E MI AVEVA DETTO CHE SE C’ERA PROBLEMA SULLA LINEA VENIVANO LORO CON UN PORTATILE A FARE IL TUTTO, MA è STATO MOLTO BLANDO NELLA SPIEGAZIONE,SE FOSSE UN AMICO MAGARI QUALCHE DETTAGLIO IN PIù LO DAREBBE…!

Commento scritto da Luke il 5 marzo 2008 alle 23:04
49
avatar autore commento

Secondo me tutto il segreto è nascosto dentro la sonda infrarossi che sono quasi certo NON è la porta IRDA Tradizionale, utilizza uno standard tutto suo, quindi niente sonda niente collegamento al GEM, cercando su internet ho trovato la fabbrica che assembla e testa i GEM, raggiungibile da qui:

http://www.elmanet.info/24/assemblaggio-collaudo-e-calibrazione-del-contatore-elettronico-enel.html

ma non è che ci sia scritto piu’ di tanto e anche l’interno del gem risulta alquanto segreto e sconosciuto. Il GEM è inoltre un prodotto realizzato ed utilizzato anche in altri paesi (Simili al GEM non hanno la stessa forma esterna di carcassa) ma anche qui Info su programmazione e costituzione sono rigorosamente top-secret!

Sono aperto a nuove idee… e collaborazioni…

Saluti!!!!!

ill: ill: ill:

Commento scritto da John Oms il 5 marzo 2008 alle 23:16
50
avatar autore commento

sono un operaio dell’enel, premesso che GEM significa gruppo elettronico monofase, come GET significa gruppo elettronico trifase, vi dico che la procedura su descritta non funziona affatto, il CE (contatore elettronico) è un vero e proprio conputer e non ci si può accedere così facilmente, non fatevi infinocchiare da puttanate che spiegano come craccare il CE xkè il nostro non è un semplicissimo palmare ma ha al suo interno un software molto complesso che accede alla chiave d’accesso dei CE, se fosse tutto così facile secondo voi questo blog sarebbe ancora impiedi???

Commento scritto da pierkw il 7 marzo 2008 alle 19:01
51
avatar autore commento

pierkw e perchè allora non ci dai una mano tu? sono sicuro che a casa tua questo giochetto l’avrai sicuramente fatto…. ;-) nn voglio corromperti, considerando che è pasqua ti chiedo solo di darci una mano. e cmq vorrei chiedere a tutti una cosa. ma se si bypassa il nuovo contatore l’enel lo potrebbe scoprire?

Commento scritto da mio il 23 marzo 2008 alle 08:36
52
avatar autore commento

Come pierkw sono un dipendente Enel, e quello che ha scritto è assolutamente vero. Quindi non perdete tempo a seguire queste indicazioni, è solo una bufala!!
Inoltre, sicuramente a casa sua non ha fatto alcun giochetto in quanto non è così semplice e comunque quando programmi un contatore coi nostri palmari, viene tutto registrato, data ora e operatore che ha eseguito il lavoro. Nell’archivio informatico queste operazioni sono tutte registrate. Concludendo anche noi dipendenti paghiamo regolarmente le fatture e senza alcun trucchetto.
Ciao.

Commento scritto da Mark il 9 aprile 2008 alle 22:25
53
avatar autore commento

:-D Con questi due ultimi penso che abbiamo finito….e per sempre!!!

Commento scritto da pioraz il 11 aprile 2008 alle 23:55
54
avatar autore commento

Perché non provate a disturbare semmai la frequenza e la lunghezza d’onda di ritorno al contatore invece di rompervi le p…….. con sta porta infrarossi??? ;-)
L’avete mai visto un grafico della frequenza, e delle lunghezze d’onda della vostra corrente col vecchio contatore, e dopo l’installazione del gem?? Dovevate pensarci. Sono questi dati, sommati alla tensione ed altro valore (che non vi dirò) che vengono interpretati dal gem e spediti in chiaro al suo paparino server. Già, dimenticavo, il gem ha un funzionamento elettronico a 50 hz precisi. I nostri impianti (guardate sulle lampadine per esempio) usano componenti tarati per 50/60 hz. Direte, ma che vuol dire??
E mica vi posso dire tutto io. :-D Fate o onventatevi qualcosa pure voi cribbio!!!

Commento scritto da pigia il 13 aprile 2008 alle 17:51
55
avatar autore commento

Ciao a tutti! Diciamo che il “pigia” ci sta fornendo un suggerimento su come si puo’ raggirare l’ostacolo. Effettivamente forse esiste un modo.Non ho ancora capito come ma forse collegando qualche componente esternamente al gem,i dati da lui ricevuti potrebbero essere falsati :joy:
Adesso fate voi!
Saluti.

Commento scritto da Skorpyo il 14 aprile 2008 alle 00:29
56
avatar autore commento

Certo che su Ebay si trova di tutto1 Date un’occhiata.

Mah! Credo che siamo davvero al limite della legalita’!!!

Commento scritto da John Oms il 14 aprile 2008 alle 23:28
57
avatar autore commento

Cavolo questo abita a 30 km da casa mia :dogarf:
Qui’ pero ci mettono i braccialetti :timid:

Commento scritto da Skorpyo il 15 aprile 2008 alle 00:02
58
avatar autore commento

ma sei di cosenza io si

Commento scritto da mio il 9 maggio 2008 alle 20:49
59
avatar autore commento

Io pure…..! :eeeh:

Commento scritto da Skorpyo il 9 maggio 2008 alle 22:36
60
avatar autore commento

Ok, si sta parlando di una truffa di enel nei confronti del cittadino. Siamo sicuri? se la fornitura è 3kw, sarà pagata 3 kw ed è giusto che non superi il consumo di 3 kw…
però non ri ritiene una truffa modificare i valori del contatore per assorbire più energia senza pagare il dovuto? Che strano…

Commento scritto da Massimo il 19 maggio 2008 alle 09:56
61
avatar autore commento

Io ci provo, speriamo funzioni…..non ci “stoccano” abbastanza soldi quelli dell’ enel……poi se vai nei loro uffici, tempi di attesa lunghissimi…..1 impiegato x 30 clienti che aspettano e vogliono chiarimenti….efficenti….

Commento scritto da Marco il 20 maggio 2008 alle 11:50
62
avatar autore commento

Un pò fuori campo!
Ma Qualcuno ha mai controllato se questi contatori effettuano il “giusto” conteggio dei KW?
Io ho una leggera impressione che il contatore sia istantaneo all’inizio del conteggio del consumo, ma termini di conteggiare almeno uno o due minuti dopo che è stato staccato il carico. (L’impressione è data dal fatto che la lettura al contatore dopo aver staccato il carico rimane invariata per un po’come se il carico elettrico fosse ancora presente).

Commento scritto da vix-55 il 27 maggio 2008 alle 11:48
63
avatar autore commento

Funziona alla grande ed è precisissimo. La potenza istantanea viene aggiornata ogni 2 minuti, il conteggio in KWH invece è aggiornato continuamnete.

:-?

Commento scritto da John Oms il 29 maggio 2008 alle 14:57
64
avatar autore commento

URGENTE!! COME SI SMONTA (DAL MURO) IL NUOVO CONTATORE ENEL.

qualcuno sa diri come si sonta il nuovo contatore enel…

Oltre alle 2 viti per il mascherino dei cavi d’uscita…non vedo alcuna vite di fissaggio… va per caso a scatto? ma come posso smontarlo dal muro?

GRAZIE!!!

lo so che c’e’ corrente diretta…ma questo non sara un problema…ho solo la necessita’ di spostarlo di 10 cm…

ma non vedo alcuna piombatura…

Commento scritto da pippo il 9 giugno 2008 alle 19:58
65
avatar autore commento

NON farlo, se sviti la vite torx di fissaggio dentro la plastica marrone il contatore si blocca irrimediabilmente.

Commento scritto da Cesare il 10 giugno 2008 alle 13:14
66
avatar autore commento

Probabilmente se disalimentato a monte non scatta l’allarme. Comunque va tolto il tappo bianco presente sotto il coperchio copri contatti e li c’è una vite.

Commento scritto da John Oms il 10 giugno 2008 alle 13:57
67
avatar autore commento

allentando quella vite che noi chiamiamo antitamper si innesca un meccanismo che non permette più di riarmare il limitatore del CE, anche se lo fate quando il CE è disalimentato a monte, il circuito elettronico ha una piccola batteria di backup, ma perchè dovete farvi denunciare dall’Enel x frode? X 100€ di corrente volete rischiare migliaia di € di multa e procedimenti penali che non finiscono mai?

Commento scritto da Pierkw il 10 giugno 2008 alle 20:50
68
avatar autore commento

Salve a tutti, non ho provato a modificare il contatore e non è nel mio interesse dato che ho un impianto fotovoltaico e di giorno arrivo ad avere disponibili circa 6kw se la giornata è bella ( 3 kw di contatore + la produzione istantanea fotovoltaica ).
Il mio problema è un altro siamo veramente che il contatore sia preciso nel segnare i cosumi effettivi ?
Io ho un contratto con il contoenergia e quindi ho due contatori, uno per lo scambio, uno per il prodotto .
Il guaio è che i dati fornitomi l’inverter e il contatore enel della produzione discordano ci sono 200 kw di differnza in negativo in 9 mesi di attività ( la distanza tra le due unità è di un metro di cavo da 6 mmq oltretutto schermato) quindi nessuna caduta di tensione .
Al più preso reperirò un contatore tipo vecchio a rotella e provo metterlo in serie tra i due ma il dubbio mi resta chi sbaglia ?? l’inverter o il contantore ??
Qualcuno sa darmi delle dritte in merito prima di chiamare l’enel ?

Commento scritto da fedetor il 10 giugno 2008 alle 22:58
69
avatar autore commento

raga— da anni li truccano… a catania poi… aprono il contatore e’ modificano tranquillamente…… io vi assicuro che non arrivano bollete piu’ di 50 euro in base a come viene tarato…… poi lo richiudono e amen…. poi c’e’ chi scala i kwa ecc… basta pagare.. e basta—-

Commento scritto da hakar il 13 giugno 2008 alle 21:16
70
avatar autore commento

Vi volete proprio divertire a rompere le balle all’Enel ? Perche’ non sfasate la 220V ? Metteteci 6 condensatori giganti in parallelo oppure in serie tante di quelli avvolgimenti(tipo i motori delle officine) da sfasare la fase iniziale della sinusoide, almeno credo che sia così. Sta roba la insegnano a scuola (non come rompere le balle, quello è una mia ipotesi) sfasate la faseeeeeeeeeeeeeeee! :)

Commento scritto da Smoke il 15 giugno 2008 alle 23:30
71
avatar autore commento

LA VERA SOLUZIONE DEFINITIVA,,, POI BASTA… CO STA PORTA..
ALLORA…. MATERIALE CHE SERVE
1 CANDELA DEL TIPO CIMITERO.. QUELLA ROSSA DI PLASICA..
NON SO’ SE RENDO L’IDEA
POI SI PONE SENZA TOGLIERE TENSIONE IN QUANDO DA’ LA SEGNALAZIONE IN CENTRALE
LA CANDELA SOPRA IL VOSTRO CONTATORE… SOLO IL VOSTRO COSI’ E’ A RISCHIO DI CHI CI PROVA…
POI ACCENDETE… LA CANDELA.. DA QUEL MOMENTO
MASSIMA CONCENTRAZIONE E NON VI DOVETE DISTRARE PER NESSUN MOTIVO…
INIZIATE A PREGARE,,,,,
TANTO TANTO TANTO CHE ENLE ABBASSI I PREZZI… E CON LA SPERANZA CHE LE ONDE SI CONVOGLINO CON GLI IMPULSI DEL GEM2000 SI SPERA CHE ARRIVINO A DESTINAZIONE….
CAZZATA DEL 2008…………….
OPPURE……….
…………………….
………………………
OVVIO USATE LA CANDELA COME MEZZO ALTERNATIVO PER ILLUMINARE.

Commento scritto da HAKAR il 16 giugno 2008 alle 16:22
72
avatar autore commento

OPS PLASTICA.. INTENDEVO

Commento scritto da HAKAR il 16 giugno 2008 alle 16:22
73
avatar autore commento

havete proprio voglia…..
trovate qualcuno disposto a pagare € 10.000 euro e vi posto su un sito .. foto video.. e tutto su come craccare il .. funzionante al 100 x 100 con tutte le guide su come bloccare counter ed altro—- ciao ciao

Commento scritto da zio watt il 20 giugno 2008 alle 07:07
74
avatar autore commento

Ma dai 10000 euro per cosa? per un qualche cosa che un pessimo programmatore come me riesce a fare in meno di 4 ore? Due magneti, linux, minicom, analizzatore di rete, programmino in C++ per scansione password, et voilà schermata di setup del GEM. Eppure ho regolarmente pagato il cambio di tensione all’Enel, come è giusto che sia, ho controllato in parallelo i consumi e sono esatti, almeno il mio sistema diceva che all’enel in 6 mesi di utilizzo avrei dovuto pagare 3 KW in più ma probabilmente nei prossimi 6 mesi verrà fuori che ne dovrei pagare 3 in meno. Zio watt svegliati che è l’alba ed impara a pagare quello che consumi proprio perchè esistono persone che cercano sempre di fregare la colletttività che le cose vanno sempre in malora. O sono fortunato io che col mio lavoro guadagno per vivere o sono sfigati quelli come te che col loro lavoro al massimo riescono a pagarsi una margherita al mese, ed attenzione conti separati ci mancherebbe. Ma vai a lavorare invece di scrivere idiozie che credi che siano tutti scemi? Credi che il variare la tensione non venga rilevato dal server? Credi che nessuno se ne accorga? Pensi che noi programmatori siamo così scemi da non pensare che ci saranno persone come te che cercano di fregare i sistemi? Pensi che non sappiamo che esistano dei cracker della domenica che certamente vorranno fregarci? Ma dai evita almeno di scrivere idiozie, si possono craccare i GEM, come è posibile craccare qualsiasi cosa, ma è sbagliato ed è facile accorgersi di chi l’ha fatto e quando. Non vuoi energia elettrica beh allora prendi una bicicletta e produci in casa la tua energia… pedala!

Commento scritto da figuratiselodico il 22 giugno 2008 alle 14:39
75
avatar autore commento

Ciao a tutti.
Ho effettuato la prova dei consumi registrati dal nuovo contatore enel elettronico con uno tipo vecchio analogico revisionato acquistato via web e messi in serie tra di loro. Vi posso assicurare che funziona bene e i consumi registrati collimano alla perfezione, resta solo la nostalgia di vedere quella rotella che gira, gira e ti fa render conto di quanto consumi, meglio di una spia rossa che lampeggia insignificante !!!
Per il resto concordo al commento di figuratiselodico.
Paga e tasi !
luca da Treviso.

Commento scritto da fedetor il 23 giugno 2008 alle 18:51
76
avatar autore commento

….. ALLORA….
EVIDENTEMENTE quanlcuno pensa di essere sempre al di sopra di tutto….
server programmi irda… ma che c.. dite….
la taratura della sonda si fa’ in meno di 5 minuti… senza soft e alre cazz. il tamper si annula in meno di 3 sec…. ed il gem si cracck giusto il tempo di una sigaretta…. con possibilita’ di variare il consumo…. dal 99 al 00 per cento…
forse e’ meglio che si svegli enel visto che sanno benissimo che li craccano e non riescono a capire perche’ non viene rilevata la segnalazione in centrale…..
OVVIO
non si toglie tensione e non scatta il tamper..
quindi…
e se proprio….. ti senti cosi’ sicuro———- sig Commento scritto da figuratiselodico il 22 Giugno 2008 alle 14:39

manda pure 1000 euri e ti mando una foto con qualcosa che te la sogni di notte…..
ciao se le iene accetteranno la mia proposta ,,presto vedrete come si cracca un contatore….

Commento scritto da ziowatt il 28 giugno 2008 alle 13:32
77
avatar autore commento

p.s. chi ti dice che non lavoro proprio per…..???

Commento scritto da ziowatt il 28 giugno 2008 alle 13:35
78
avatar autore commento

Mi viene da ridere, in quanto è un anno che c’è questo post.. e tutti parlano di teorie eclatanti ma nessuno parla o porta fatti reali.. Ma in un anno… cosa avete fatto? E poi, quanti di voi hanno un’attività in proprio o sono dipendenti? quanti di voi vanno su tutte le furie se il cliente no nvi paga per il Vostro servizio o il datore di lavoro non vi retrubuisce gli straordinari? A quanto pare, ci sentiamo più “uomini” a dimostrare che sappiamo fregare… Beh, a che fare con voi non mi piacerebbe, ma neanche come consocenza, perchè chi perde tempo nel tentare di fregare qualcosa o qualcuno perchè si sente “fregato” lui stesso, è un evidente stile di mediocrità… Invece di affrontare in faccia il problema che non digerisce, lo circoscrive affrontandolo di nascosto… E poi l’Italia va male? per forza, invece di lavorare per migliorarla, si lavora per fregarci l’un l’altro… Intanto a perdere tempo con pc acceso per tentare d irubare un po’ di corrente… ne avete consumata ltrettanta… :lol:

Commento scritto da max il 28 giugno 2008 alle 14:03
79
avatar autore commento

Che ne dite di spruzzare un gas congelante nell’interruttore del contatore?
certo reperire dell’azoto è molto difficile ma credo che quelle bombolette per refrigerare siano ideali, poi si collega un carico molto grosso tanto da incolare i contatti dell sezionatore lo scopo è quello di consumare più corrente di quella contrattuata senza che il contatore stacchi, però bisogna stare attenti che non prende fuoco l’impianto di casa vostra :-D

Commento scritto da Jhones_wattino il 28 giugno 2008 alle 17:06
80
avatar autore commento

Allora, dopo tutto questo tempo che vi seguo sono giunto alla conclusione che siamo sempre stati “fregati” dall’Enel.
Dimostrazione: al posto di tentare nuove programmazioni sui GEM perchè non avvalersi di una legge dello Stato? Sapevate che tutti gli apparecchi che misurano un qual’cosa (litri, metri cubi, Kg,metri,ecc..) devono essere sottoposti ad un esame metrico? Sapevate che per legge quest’esame lo deve effettuare lo Stato o in sua vece le camere di commercio? R.D.L. 242 DEL 1909 (si, ancora vigente) Bene, sappiate che misuratori del tipo: contatori acqua, luce, gas, autovelox, etilometri, semafori che diventano rossi al superamento di certe velocità, NON SONO TARATI LEGALMENTE!!
In più, nessuno e dico nessuno verifica periodicamente questi strumenti!! (Come sarebbe previsto dalla legge) Guardate per es. il GEM, è piombato dall’Enel non dall’ufficio metrico! Certo i signori dell’Enel o del Gas o dell’Acqua, sono favorevoli ad un esame metrico, sapete però chi lo effettua? SEMPRE LORO!! Sapete chi lo paga? Attendo risposta. (Difficilissima)
Ciao a tutti

Commento scritto da Alistrone il 5 luglio 2008 alle 17:10
81
avatar autore commento

Salve a tutti!
Io sono un dipendente ENEL DISTRIBUZIONE!
L’enel non vuole e non frega nessuno!
Noi come ditta siamo controllati a livello EUROPEO DALL’AUTORITY…ed un minimo sgarro sono multe salatissime!
I contatori eletronici vanno a favore del cliente…perche su una potenza pagata di 3 KW noi ne mettiamo a disposizione 3,3…e ne diamo la possibilita di utilizzo a spunto(per massimo 3 minuti di 4 KW!
ricordando che pagate 3KW di abbonamento!

I nostri contatori sono controllati dal centro di produzione e certificati!

Nel caso siate proprio convinti che vi stiamo fregando, basterà che andate a comprarvi un misuratore elettronico certificato dall’UNIONE EUROPEA, che costra circa 3000 euro e vedrete che nessuno ruba…

Inoltre volevo terminare dicendo che è REATO RUBARE ENERGIA ELETTRICA E MANOMETTERE SISTEMI ENEL!
POTETE PURE PENSARE DI FARE I FURBI, MA SI VEDE TUTTO…E NEL GIRO DI POCO ARRIVERà UN PERIZIO A CASA VOSTRA CHE VI FARA PAGARE A FORFE IN BASE ALLE APPARECCHIATURE CHE AVETE IN CASA PER I 5 ANNI PRECEDENTI!
QUINDI ATTENTI!!!

SE VOLETE UN CONSIGLIO SU COME RISPARMIARE SULLE BOLLETTE…INVESTITE IN UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO…E NON PAGHERETE BOLLETTE PER UN BEL PO DI TEMPO!

CIAO

Commento scritto da ENEL DISTRIBUZIONE il 1 agosto 2008 alle 17:51
82
avatar autore commento

emanuele quelle che hai detto sono parole sante, sono ank’io un dipendente enel distribuzione e confermo tutto quello che hai detto, ragazzi è meglio fare una vita da onesti, che pagare x tutta la vita a causa di non esserlo stato x un attimo…

Commento scritto da Pierkw il 4 agosto 2008 alle 17:54
83
avatar autore commento

Salve,,,
io direi cosi’…. se c’e’ qualcuno che si prende la briga di registrare un domini e passarmi user e pass … avro’ il piacere di postare del materiale su come smontare dal muro , riattivare il tamper ecc ecc .. tutto sara’ sezionato per categoria e finalmente a tutti questi che aprono la bocca solo per respirare faremo vedere che l’intervento e’ semplice bastano solo 5 min ,,, e che si puo’ tarare senza che in centrale arrivi nessuna segnalazione .. TUTTO A SCOPO DIDATTICO e la finirete di vagare sul web inutilmente e senza alcun risultato concreto.. per info a riguardo…. gem@pop3.ru

Commento scritto da ZIOWATT il 5 agosto 2008 alle 06:54
84
avatar autore commento

Ciao a tutti; è da tempo che seguo questa discussione, in quanto, in qualità di cliente Enel, non mi spiego l’impennata di consumi (e di costi!!!) dal momento in cui mi hanno sostituito il vecchio contatore. Sembra che io consumi circa 5500 kWh/anno; confrontandomi con chiunque abbia + o – gli stessi miei elettrodomestici (e forse qualcosa in +, come la lavastoviglie), tutti mi dicono di consumare meno, e la cosa mi puzza: può sbagliarsi uno, due, ma anche tre… non tutti, cavolo!
Ho installato in serie un contatore del tipo vecchio, ma addirittura segna + di quello elettronico. Il dubbio che Enel mi stia frodando è grande. Ma se chiedo un controllo: 1) lo fanno loro stessi, 2) mi fanno pagare l’intervento, 3)siamo punto e daccapo!!! Sono un tecnico aeronautico, e concordo pienamente con chi dice che ogni strumento di misura deve essere accompagnato da un Certificato di Taratura che va aggiornato periodicamente, a seconda del grado di precisione della stessa.
Giusto nei giorni scorsi ho chiesto informazioni ad Enel circa l’aumento di potenza da 3 a 4,5 kWh e, in tre differenti telefonate mi hanno dato tre differenti costi: 200€ max, 160€ e 226€. Non sanno nemmeno loro quanto costi il servizio!!!
Non voglio fregare nessuno, ma pretendo lo stesso rispetto anche nei miei confronti di consumatore!
Speriamo che qualcuno si svegli e faccia chiarezza su ‘sta storia.
Saluti a tutti

Commento scritto da Crocodyle66 il 7 agosto 2008 alle 09:26
85
avatar autore commento

Che s.t.r.o.n.z.a.t.a
Semplicemente s’è dimenticato di dire che non funziona

Commento scritto da Cecchenari il 7 agosto 2008 alle 09:45
86
avatar autore commento

Per Crocodyle66, ti sei risposto da solo; se il tuo contatore in serie segna addirittura di più dell’elettronico dov’è la frode? Piuttosto sei al corrente degli aumenti del costo dell’energia elettrica?
Se ti consola la mia media è di 6000/6500 KWh annui dovuti in buona parte alla mia “metà” che non risparmia su ferro da stiro,lavatrice,lavastoviglie.
Ciao

Commento scritto da Cesare il 7 agosto 2008 alle 13:18
87
avatar autore commento

Cecchenari, hai ragione; credo di essere stato incompleto nella mia esposizione. <>: con questo intendevo dire che non potevo fare affidamento su questa prova, in quanto era palese che nemmeno questo “analogico” funzionava bene. :-P
La mia convinzione di frode cmq rimane su quello elettronico perchè, a prescindere dall’evoluzione dei costi dell’energia in questi ultimi anni, caro Cesare, il notevole aumento dei consumi l’ho riscontrato, guardacaso, a partire da quando mi hanno sostituito il contatore. Adesso è più chiaro? E’ lecito il mio dubbio verso ENEL?
Comunque vada, se il contatore a disco indica + di quello elettronico, ciò non vuol dire, di conseguenza, che sia quest’ultimo a misurare di meno…
A proposito di ENEL: oltre al danno, pure la beffa… io sono una di quelle migliaia di persone che pagano presumibilmente più di quanto consumino e si beccano contemporaneamente i veleni della centrale ENEL più inquinante d’Europa: la Federico II di Cerano (BR). Ovviamente, l’energia ivi prodotta viene interamente “esportata” verso altre regioni italiane…
Saluti a tutti

Commento scritto da Crocodyle66 il 7 agosto 2008 alle 18:39
88
avatar autore commento

Se vi interessa una sonda Zevi (e quella funziona di sicuro) potete ordinarla qui http://www.teamware.it/prodotti/comunicazione/.
Non è un prodotto misterioso e nemmeno un segreto.
Solo un cavo seriale, qualche circuito e due diodi ir.
La programmazione del contatore è certamente possibile, e molto interessante, almeno a livello intellettuale (io non ne ho bisogno perchè vivo in Svizzera, dove tutte le utenze sono trifase a 16 KVA).
Per il resto, buon hacking.

Commento scritto da bafe il 12 agosto 2008 alle 19:38
89
avatar autore commento

Dimenticavo. Una rapida ricerca in google, e ho trovato il protocollo da usare per hyperterminal:
Impostate una connessione di 9600 bps, 8 bit dati, 1 bit stop, nessuna parità.
Per chi non ci è riuscito. Siete sicuri di aver provato tutte le possibilità?
In ogni caso questa è sempre la prima da provare, la più “classica”

Commento scritto da bafe il 12 agosto 2008 alle 19:41
90
avatar autore commento

Salve a tutti,
al 14 Agosto 2008 dopo tutto ciò che ho letto: commenti, spiegazioni, forum ecc. ecc. si è giunti alla conclusione che non si possa fare proprio niente ? Io non lo so se la spiegazione sia valida oppure sia una bufala, questo non lo so dire, e anche leggendo tutti i commenti scritti non so più a chi è meglio credere. In ogni caso a mio rischio e mie spese sempre che funzioni. Io mi sono bloccato al primo punto. L’hyperterminal non si connette con il dispositivo USB-IRDA infrarosso, nemmeno con i programmini di traslazione delle porte da USB a COM. Conseguenza l’infrarosso non si connette con il CE (ripeto sempre ammesso che poi funzioni).
Grazie, attendo risposta.

Commento scritto da perty.89 il 14 agosto 2008 alle 18:35
91
avatar autore commento

Come già detto, è probabile che con la normale porta ad infrarossi non funzioni, sia per problemi di impostazioni (colpa degli utenti) che per problemi di software.
Ma sono sicuro che con questa sonda ZEVI debba funzionare!
http://www.teamware.it/prodotti/comunicazione/.
è lo stesso prodotto usato dai tecnici per programmare i contatori, ed è costruito apposta per il protocollo usato dai contatori (che parrebbe essere un r232 su infrarossi).
A voi di provare, visto che il mio contatore svizzero è ancora della “vecchia scuola”, puramente elettromeccanico.

Commento scritto da bafe il 17 agosto 2008 alle 23:21
92
avatar autore commento

Salve a tutti!
Io sono un dipendente ENEL DISTRIBUZIONE!
L’enel non vuole e non frega nessuno!

Ma vai a dar via il culo!!!!

Commento scritto da drhouse il 19 agosto 2008 alle 18:16
93
avatar autore commento

Non preoccupatevi, di norma i nuovi contatori sono precisi, il problema risiede negli aumenti spropositati e nell’applicazione del CIP6 alla bolletta.
Morale oltre a costarci di + l’energia dobbiamo anche pagare per il mantenimento degli inceneritori (che SOLO in Italia vengono chiamati termovalorizzatori) i quali a loro volta producono un minimo di energia che però viene calcolata agli utenti ad un costo + alto…
Se non è una fregatura questa… cos’è???
Beh… non ci frega solo l’enel ma direi che trattasi di associazione a delinquere.
P.s.: Invito a non rispondere ai commenti volgari in quanto ricordate sempre che: chi con lo sterco se la fa di sterco si sporca ;-)
Buona bolletta a tutti

Commento scritto da OnlyMe il 23 agosto 2008 alle 14:14
94
avatar autore commento

Provo a sparane una anch’ io …. ma niente insulti, per favore!
E se la porta irda fosse solo un diversivo e le trasmissione avvenisse via radio? Già un pò come x i distributori di caffè che hanno una chiavetta truccata ke non funziona otticamente ma alla frequenza di 125 khz.

P.s. non ditemi ke non vi avevo avvisati, non infierite!!

Commento scritto da bho!! il 25 agosto 2008 alle 19:24
95
avatar autore commento

Tranquilli, la sonda Zvei è giusta e la comunicazione avviene con gli infrarossi il problema è la password che è diversa per ogni apparato e dopo tre tentativi a vuoto tutto si blocca per un tempo stabilito da chi ha programmato l’apparecchio; inoltre eventuali variazioni vengono rilevate dalla telegestione e ripristinati i valori corretti.

Commento scritto da Cesare il 26 agosto 2008 alle 08:58
96
avatar autore commento

ma non capisco perche’ cercate tanto e non trovate la soluzione…. ho detto e ripeto.,…
aprite un dominio .. mandate le user e pass e poi vi do’ tutto quello che serve per fare tutto quello che volete sul gem e get…. gem@pop3.ru

Commento scritto da ziowatt il 8 settembre 2008 alle 14:06
97
avatar autore commento

Occhio ragazzi che in Italia ci sono i peggiori impianti elettrici d’Europa, in genere vecchissimi e/o nati male dall’inizio, non in grado di reggere sovraccarichi. Chi in genere ci salva dal vedere la casa bruciare per colpa di fili troppo sottili e/o giunzioni fatte male e/o prese multiple e “ciabatte” a gògò, è in genere proprio il contatore Enel che si stacca, anche se il suo scopo ufficiale quello di pararci il culo da un impianto elettrico fatto al risparmio da dei praticoni e usato da gente con cultura tecnica ancora inferiore. Se decidete di portare la potenza da 3 a 6kW, siate sicuri di quello che fate; altrimenti vi consiglio di limitarvi a 4 – 4,5kW max.
appoggio@internet.lu

Commento scritto da Poldo de Poldis il 12 settembre 2008 alle 06:44
98
avatar autore commento

Ragazzi,
ho letto tutti i post.
Non sono esperto ma posso confermarvi di aver visto con i miei occhi un ponte creato prima del contatore sul quale sono stati “attaccate” tutte le prese di uno scantinato privato.
Non so se l’Enel se ne possa accorgere…ad oggi non lo ha fatto ancora…e il furto è stato messo in piedi da circa 6 mesi.
Riperto: non ne capisco nulla ma vi ho ripetuto ciò che ho visto.

Commento scritto da CyberX il 15 settembre 2008 alle 21:02
99
avatar autore commento

si inizia da qui………. da adesso non lamentatevi piu’ , basta poco e inutili ricerche finiranno……. collaborazione e minimo impegno …. buon lavoro a tutti

Commento scritto da GEM il 19 ottobre 2008 alle 11:20
100
avatar autore commento

Potete dire quello che volete voi dell’Enel ma resta il fatto che il GEM è uno strumento METRICO FISCALE E COME TALE DEVE ESSERE PERIODICAMENTE TARATO! Lo prevede la legge! Questa è una truffa gigantesca nei confronti dei clienti. Non è Vostra la competenza di verifica metrica fiscale (anche periodica) dei contatori elettrici, come prevede o prevederebbe la legge: R.D. 242 del 1909 art.44.Non ho trovato alcun sigillo metrico sul contatore, i sigilli metrici hanno caratteristiche normate e il numero dell’ispettore che ha eseguito la verificazione.VERGOGNA!
La legge è la seguente: http://www.ce.camcom.it/files/normativa/RD242_09.pdf
Sarebbe qui dove attaccare legalmente ENEL!
Saluti

Commento scritto da Alistrone il 2 novembre 2008 alle 16:50
101
avatar autore commento

Ragazzi io ho capito tutto il metodo di funzionamento del nuovo contatore elettronico, innanzitutto ce da fare una spesa per l acquisto di un pezzo che nn si trova facilmente e che posso avere io a disposizione dpodiche e un gioco da ragazzi per info conttatemi luky90quartu@yahoo.it

Commento scritto da Luca il 3 novembre 2008 alle 15:33
102
avatar autore commento

Cercate su ebay interfaccia ottica per contatori tariffari di Enel

Commento scritto da Luca il 5 novembre 2008 alle 13:42
103
avatar autore commento

Guarda caso quella sonda la vendi proprio tu…a 150,00 euro… ma dai…!!!!

Commento scritto da giorgio il 9 novembre 2008 alle 10:51
104
avatar autore commento

Allora la sonda costa 220 euro e non 150 poi se non mi vuoi credere non so cosa dirti, tanto senza quel pezzo non riuscireste mai a interfacciarvi con il gem, stai tranquillo guarda ne ho gia venduto una 20 di quelle sonde nella mia zona poi pensala come vuoi non ti sto mica obbligando a comprarla giusto?

Commento scritto da Luca il 9 novembre 2008 alle 12:04
105
avatar autore commento

Chiamare l’enel costa meno e fate una cosa legale…..ma soprattutto mandate al diavolo questi truffatori della rete…..
A mio parere L’enel è un angelo in confronto a te…..
Parere di uno che odia L’enel, le lobbi e i vari monopòli….!!!

Commento scritto da xxx il 11 novembre 2008 alle 11:54
106
avatar autore commento

si si va bene comunque se nn mi credete non mi interessa propio niente e poi non e una truffa come dici tu.

Commento scritto da Luca il 11 novembre 2008 alle 17:53
107
avatar autore commento

Aggiornamento….
la sonda costa €99,00 + iva direttamente dal distributore italiano.
Naturalmente siete liberi di decidere se comprarla da Luca a €220 oppure direttamente dal distributore a 99+ iva……
P.S. io ho chiesto la quotazione di N°1 sonda…..ill discorso cambia se ne acquistate più di una ovviamente…..
a voi la scelta…..
Dimenticavo…..non penserete mica di riuscire a modificare il contatore Enel con quella sonda e con Hyperterminal vero???
Senza software proprietario di enel…solo un Hacker può….
Per correttezza vi ricordo ancora una volta che pagare l’enel costa meno ed è legale…..

Commento scritto da xxx il 12 novembre 2008 alle 08:04
108
avatar autore commento

Ragazzi vi posto un video x farvi veere cm funziona lasciando xerdere la gente che nn sa neanche csa sia un gem

Cercate gem su Youtube

Commento scritto da Luca il 15 novembre 2008 alle 16:16
109
avatar autore commento

IMPARATI L’ITALIANO E VAI A SCUOLA PRIMA DI SCRIVERE CAGATE.

Commento scritto da ERAGTREQG il 17 novembre 2008 alle 11:16
110
avatar autore commento

si davvero?????? ahahahahhaha strano che la sonda ce lo io e non tu?? sei geloso perche non te la puooi permettere e io ci sono riuscito? ahahhaha

Commento scritto da Luca il 17 novembre 2008 alle 12:24
111
avatar autore commento

Visto che il mercato è libero mi permetto di comunicarvi che la sonda è in vendita su http://www.teamware.it/prodotti/comunicazione/zvei/
il prezzo è di 99€ + iva….. questo è l’importatore/produttore ufficiale per l’italia di questi prodotti.
Vi ricordo ancora una volta che anche avendo la sonda non ci fate niente perchè non si può modificare il contatore enel come qualcuno pubblicizza….e poi è anche illegale.
P.S. c’è anche la versione USB che costa €129 + iva….ma vi ricordo ancora che non ci fate niente…. anzi una cosa la potete fare….appenderlo sull’albero di natale…… qualche lucetta in più non fà male. :evil:

Commento scritto da xxx il 17 novembre 2008 alle 13:24
112
avatar autore commento

IN CHE SENSO?? ANCHE SE ABBIAMO LA SONDA NON POSSIAMO COLLEGARCI?? E X QUALE MOTIVO? COSA CI VUOLE ANCORA?

Commento scritto da Luca il 17 novembre 2008 alle 14:01
113
avatar autore commento

Ahem, il triangolino in basso vuol dire “allarme, dispersione di corrente nell’impianto”. Significa che l’impianto è fatto male e disperde corrente a terra, senza che i dispositivi di protezione (salvavita) intervengano. Occhio che la maggior parte degli impianti elettrici non reggono nemmeno i 3kW che sono chiamati a gestire normalmente, giguriamoci potenze maggiori!

Commento scritto da FUNNYPIG il 22 novembre 2008 alle 06:43
114
avatar autore commento

Vado parzialmente off topic. In Italia un apparecchio della Black e Decker come questo (http://www.testfreaks.com/blog/tag/em100b/) che consiste una in una sonda ottica che si installa sul contatore e su un terminale remoto per monitorare i consumi, funzionerebbe? Negli USA è venduto liberamente ed in effetti sarebbe molto utile anche da noi.

Commento scritto da Coccobill il 7 dicembre 2008 alle 16:37
115
avatar autore commento

OfficeLegal Enel s.p.a = sei un coglione

oltretutto, se aumentiamo il limite dell’energia a 6 kw non
vuol dire che se consumiamo 5Kw/h non lo paghiamo.

o sbaglio?

ciao

enellino

Commento scritto da Enellino il 13 dicembre 2008 alle 23:27
116
avatar autore commento

Qual’è la procedura con un adattatore infrarossi (IrDA) con attacco USB?
Hyper terminal non vede le porte USB…

Commento scritto da Raffaele il 18 dicembre 2008 alle 11:56
117
avatar autore commento

Salve a tutti…
partiamo con il fatto che lavoro all’ENEL, e anche io come tutti voi pago le bollette(in media 200 euro caduna)…

prendiamo i fatti singolarmente:

il contatore elettronico(che nel caso di utenza privata monofase sara un GEM o GISM) segna perfettamente la potenza attiva consumata!Prove effettuate su impianti di casa nostra mettendo a confronto con i vecchi contatori che ancora vagano nei nostri magazzini.
QUINDI VI POSSO GARANTIRE CHE LA MISURA DI POTENZA ATTIVA CONSUMATA è CORRETTA

poi passiamo ai consumi…si sente dire…pagavo 50 euro adesso ne pago 70…bhe un 40% in piu…CAXXO il nuovo contatore…SBAGLIATO!!!
in contemporanea all’avvento del nuovo contatore…è avvenuto l’aumento di tensione per migliorare la qualita della corrente consumata; quindi, per fare un esempio…
-prima avevamo 220 volts e ora 230 volts
-il nostro vecchio congelatore consuma 300 W a 220 volts con cosFI a 0.9
-con la vecchia tensione si aveva un consumo di 300 W
-con 230 volts si ha un consumo di 328 W
-corrente del congelatore= potenza/(volts * cosFI)=1,52 A
-potenza assorbita= volts * corrente * cosFI
chiaro?
QUINDI CON L’AUMENTO DI TENSIONE,I NOSTRI VECCHI ELETTRODOMESTICI FUNZIONERANNO MEGLIO…MA CON UN CONSUMO MAGGIORE…

IL PROBLEMA NON è NEL CONTATORE ELETTRONICO…MA NELLA TENSIONE IN CUI SIETE ALIMENTATI…CASE VICINO A CABINE ELETTRICHE HANNO ANCHE TENSIONI DI 240 VOLTS…QUELLI LONTANI 215

altro caso: SONDA SVEY e CRACK del contatore
RAGAZZI, vi posso garantire che sono tutte baggianate…non esiste modo reale di riprogrammazione del contatore…
volete rubare? semplicissimo…con un TORX si svita il SIGILLO ENEL del contatore, e sfilate il contatore ed il gioco è fatto!!!2 bei fili dove collegarvi gratis!
Occhio pero, xke dal centro operativo se ne accorgono subito, verra fatto un controllo, e pagherete multe per consumi massimi fatti in media su elettrodomestici presenti in casa…
ATTENZIONE il contatore se lo rimettete, non funziona piu!

volete rubare dai fili enel???semplice, li sbucciate e vi collegate…TENETE BEN PRESENTE CHE STIAMO MONTANDO IN OGNI CABINA DEGLI STRUMENTI DI MISURAZIONE DI DISPERSIONE(CIOE FURTO)…QUINDI NON ANDRETE AVANTI PER TANTO TEMPO…E POI PAGHERETE TANTE MULTE!

I CONTATORI ELETTRONICI INOLTRE HANNO UN ARCO DI CONSUMO PIU GRANDE…POTETE CONSUMARE 3,8 kW PER 60 MINUTI POI SCATTA…SE SUPERATE I 3,8 FINO A 4,2 SCATTA IN 2 MINUTI SOPRA I 4,2 SCATTA SUBITO

per quanto riguarda i triangolini vari sono errori di segnalazione enel che di solito compare quando si disalimenta una linea perche sente un errore…ma non comporta nessun problema…

VOLETE CONSUMARE VERAMENTE MENO…allora cercate di smettere di cercare queste CAXXATE per RUBARE…perche si tratta di furto…e tenete 2 minuti in piu il monitor del pc spento…

COMUNQUE SE AVETE DOMANDE SONO DISPOSTO A RISPONDERVI TRANQUILLAMENTE…OVVIAMENTE GRADIREI DOMANDE IN MODO NON OFFESSIVO, E SENZA MANDARMI A FANc_ul COME è GIA STATO FATTO NEI POST PRECEDENTI VERSO I DIPENDENTI ENEL!

SALUTI

Commento scritto da ENEL DISTRIBUZIONE il 26 gennaio 2009 alle 22:05
118
avatar autore commento

inoltre volevo aggiungere che per il PREZZO dell’energia…lo stato ha imposto molti aumenti…e sono soldi che non vanno all’ENEL…

Lo stato ragiona cosi…aumentano le materie prime di 100 centesimi…allora ENEL DEVI aumentare le bollette per rimprenderti 60 centesimi…e per gli altri 40 devi arrangiarti(e da questi 40 centesimi derivano limitazioni di assunzioni…attrezzi scarsi se ce li danno…e tante altre cose)
SALUTI

Commento scritto da ENEL DISTRIBUZIONE il 26 gennaio 2009 alle 22:13
119
avatar autore commento

Domandina per ENEL DISTRIBUZIONE: il display del mio contatore, segna appunto un triangolo rovesciato con punto esclamativo. Tu dici che si è trattato di un’interruzzione “accidentale”, qualcun altro ha detto che si tratta di una dispersione a terra nel mio impianto. Puoi chiarirmi le idee? E si può resettare? Grazie.

Commento scritto da bruno il 8 febbraio 2009 alle 21:29
120
avatar autore commento

Per Bruno, non ti preoccupare non è un tuo guasto, sono problemi del misuratore; il reset lo esegue ENEL appena sistemano i problemi di comunicazione.

Commento scritto da cesare il 10 febbraio 2009 alle 12:00
121
avatar autore commento

Ok! Ti ringrazio, sei stato molto gentile.

Commento scritto da Bruno il 11 febbraio 2009 alle 19:14
122
avatar autore commento

ciao, secondo me trascurate una cosa un po troppo importante. Il vostro contattore elettronico è telegestito. Cosa vuol dire? Che è comandato a distanza dove l’enel può fare manovre o addirittura leggere il kW che consumate non essendo fisicamente davanti al vostro contattore. Se voi con quel metodo (ammesso che ci riusciste) aumentate la vostra potenza da 3 a 6 KW, l’Enel non ci mette molto vedendo il tabulato del vostro contattore che avete modificato a capire che avete fatto una cosa illecita. Sarebbe una cosa anormale vedere un utente con una determinata potenza e nei consumi vedere che la telelettura ne dichiara molto di più di quella in contratto. Vi fregate da soli. Secondo me alla prima bolletta non vi basteranno gli occhi per piangere perchè andranno sicuramente dei tecnici per vedere l’anomalia e oltre ad una sanzione ci sarà anche la denuncia per furto. Provare per credere :dogarf:

Commento scritto da Maxy il 13 febbraio 2009 alle 17:16
123
avatar autore commento

..però…riflettendo…ok Enel ha un software tutto suo…una protezione x avviare la comunicazione tutta sua…ma se tanti “cervelloni” entrano nei migliori sistemi informatici, credete ke davvero nn si possa entrare in un contatore?
Nn deve essere molto complicato (almeno per ki vive di hackeraggio)visto ke un utente Enel Distribuzione si presenta con un semplice palmare ed entra nel sistema GEM o quel ke sia…
Mah! Ho detto na cavolata?

Commento scritto da Insomma il 23 febbraio 2009 alle 00:50
124
avatar autore commento

Commento scritto da ENEL DISTRIBUZIONE il 26 gennaio 2009 alle

a quel tipo gli dico che se pagha 200 a bolleta e fuori… visto che per chi lavora in enel ci sono tariffe speciali.. quindi non dica cazzate….

poi

inizio a frantumarmi…. quindi iniziamo a dire che non serve nessuna sonda del cazzevi per craccare un contatore ma poco piu’ di 5 minuti e pochi attrezzi,,,,

e finitela di cercare cazzate in giro … sborsate 5000 euro e vi posto un video su youtube e buona notte…..co sto ca… di contatore.. porca miseria

Commento scritto da zio watt il 6 marzo 2009 alle 23:26
125
avatar autore commento

ho visto x intero un contatore Enel è vi dico che secondo me non serve ad un cazzo tutta sta tecnologia, oltre ad un sensore di manomissione se lo vogliono intendere loro, si tratta dei sensori che trovi nelle stampanti, x indicare sportello aperto ecc. qualche chip del cazzo è normalissimo ho un display come trasmetto dati ci vuole una cazzo di eprom ebbene, condensatori resistenze bobine, non ci sta più un cazzo di niente, ma dico niente io sta cazzo di porta ad infrarossi vi dico non ci sta. almeno questo non c’è l’ha. una cosa però è certa avete mai pensato come è fatto il magnetotermico del contatore, beh varite le lamelle o meglio ha 2 tipi di attacco sto cazzo di contatore, sul magneto termico quindi su uno le lamelle danno un carico su l’altro fate voi. spostarlo ci vule 1 secondo. non ho provato su uno in funziona ma penso sia l’unica soluzione. sti palmari sti pc sono cazzate secondo me.
che poi dalla centrale ti fanno contratto d2 0o d3 sono altri mazzi.
purtroppo l’unica cazzata e sto cazzo di sensore se manda un segnale allarme alla centrale quando apri il coperchio, che succede secondo voi….
BOH PENSATECI.

Commento scritto da xxxsuperxxx il 13 marzo 2009 alle 22:52
126
avatar autore commento

ei cazzoni andate qui
http://it.wikipedia.org/wiki/Interruttore_magnetotermico
trovate una bella figura specialmente il punto 6. ma c’è di +++++++++++++++++++++ ci trovere una sorpresa il vostro cazzo di gem.
beh edison diceva 1% di inteligenza e il 99% di persistenza e tutto si ottiene nella vita.
beh cazzoni vi ho dato troppa scenza e troppo aiuto mo vedetevela voi.
e buona galera :dogarf: :timid:
ah ah firmato Lupen III

Commento scritto da xxxsuperxxx il 13 marzo 2009 alle 23:11
127
avatar autore commento

Ho letto tutta questa pappardella e alla fine quelli che ci sono riusciti, come sempre,
ti dicono “se mi paghi ti dico come si fa”. I veri maghi sono quelli che ti aiutano
GRATIS (ammesso che esistano…) gli altri sono ciarlatani o maniaci di protagonismo.
Ma vedo anche che i vari buonisti od allarmisti qui non mancano.
Il vero Hacker è un signore con una morale che non è la morale della Legge ma è
molto più morale. Io non so se sia vero che in svizzera le utenze normali sono
davvero “trifase da 16KVA” (chi l’aveva scritta sta roba ??) ma sicuramente pagano
il servizio la metà dei nostri schifosi 3KW monofase + tasse. E ti credo, CHI
HA VOLUTO ABOLIRE IL NUCLEARE ? E ora la paghiamo (ma avremmo pagato lo stesso,
anche per la telefonia siamo in mano a dei Signori Ladri). E noi saremmo i Ladri ?
Intanto cara Enel fammi pagare un KW/h a un prezzo stabilito e fisso e CHIARO,
come fosse un caffè, poi lasciami prelevare quelli che voglio: IO TE LI
PAGO TUTTI, chiaro ? Fino all’ultimo cent. Nessuno vuole rubare l’energia, ma solo
un pò di giustizia e di trasparenza.

Poi qualcuno anni fa aveva fatto circolare la notizia che i CE ti calcolano anche
l’energia REATTIVA (praticamente ti misurano gli ampere). Allora vogliamo chiarire
una volta per tutta se è vero o meno ? Chi fa delle asserzioni senza essere informato
o competente dovrebbe ASTENERSI.
Inoltre, per i più pignoli: i CE sono dei piccoli computer, qualcosina consumeranno.
Ebbene, l’elettronica è alimentata a monte o a valle della misurazione del consumo ?
Anche questo non è chiaro.

Per venire al lato pratico. Io non vi dico niente solo per tutelare la mia persona
ma butto il sasso, e non è un sasso di carta. I GEM che ho visto io montano
magnetotermici Ticino oppure Chint (una ditta cinese), qualcuno ABB.
In particolare il mio monta questo.
Sono praticamente tutti equivalenti: 3 moduli din, 2 per il magneto bipolare
e uno, a destra (che rimane nascosto dalla mascherina) per lo shunt trip, che è
praticamente la bobina di sgancio maledetta. Notare il connettore a innesto.
Ok, mai sentito parlare di LAPAROSCOPIA ? Non aggiungo altro. Buona fortuna.
Enel Ladra.

Commento scritto da ladra il 17 marzo 2009 alle 19:29
128
avatar autore commento

Ogni tanto leggo.. continuo a vedere una totale incompetenza elettrotecnica…

come l’ultima: “CE ti calcolano anche
l’energia REATTIVA (praticamente ti misurano gli ampere)”

AMPERE!????
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Ma avete studiato per essere cosi incapaci?!

Un saluto…

Commento scritto da Max il 18 marzo 2009 alle 08:47
129
avatar autore commento

Vai TU a studiare, elettricistuncolo ripara ferridastiro delle pxxxe.

http://www.plcforum.it/forums/lofiversion/index.php/t23400.html

Se misuri gli ampere di un carico
alternato stai misurando la quota
di energia attiva e
reattiva insieme.

Commento scritto da ladra il 18 marzo 2009 alle 13:34
130
avatar autore commento

@ladra, ferridastiro delle… pizze?!?!? :dogarf:

Commento scritto da camu il 18 marzo 2009 alle 13:43
131
avatar autore commento

Per Ladra…

:-D Io non so chi sei, e te non sai chi sono…

L’energia reattiva non dà luogo ad un consumo energetico; corrisponde alla massima energia che generatore ed utilizzatore si sono scambiati, non per una reciproca cortesia, ma per la necessità dell’utilizzatore, nello svolgere il lavoro ad esso richiesto, di immagazzinare e restituire, con una frequenza doppia della frequenza di rete, un picco di energia, che, valutato per ogni secondo, corrisponde alla potenza detta reattiva.

L’energia reattiva si compensa con dei condensatori o gruppi di rifasamento, ma in casa gli unici apparecchi che creano energia reattiva posson oessere plafoniere al neon già dotate d icondensatore, motori elettrici come frigoriferi e lavatrici, anch’essi dotati di condensatori..

La potenza è data dal prodotto del valore efficace della tensione per il valore efficace della corrente, indipendentemente dalla loro andatura nel tempo. Di indica con S e si misura in Volt-Ampère(VA)
La potenza reattiva è quindi la potenza che alternativamente fluisce nella reattanza senza essere trasformata in altre forme di energia. Si indica con il simbolo Q e si misura in VAR (Volt-Ampère reattivi)

ciao dall’elettricistuncolo

Commento scritto da max il 18 marzo 2009 alle 14:14
132
avatar autore commento

L’ho detto rapidamente, davo scontato che fosse sottointeso. Parliamo di potenza apparente, ok ? Se tu misuri la corrente e la moltiplichi per la tensione (questo è ciò che intendevo quando dicevo “legge gli ampere”) leggi la potenza apparente, cioè calcoli anche la componente reattiva senza tenere conto del costi. Io dicevo soltanto che qualcuno fa circolare queste voci, ho fornito anche un link, secondo cui i CE ti misurano e ti fanno pagare la potenza apparente. Solo questo, io mi levo ogni responsabilità, non ho mai fatto un test. E faceva parte di un discorso più ampio, non facciamo come i “giornalisti”, era per dire che di cose se ne dicono tante e tutte discordi. Come il simbolo del triangolo capovolto col punto esclamativo. Se cerchi in rete c’è chi dice addirittura che può essere l’indice di una dispersione a terra, o di errore nella sequenza delle fasi, o semplicemente di errore di comunicazione con la centrale, o di guasto per cui bisogna chiamare subito l’enel…

Commento scritto da ladra il 18 marzo 2009 alle 14:33
133
avatar autore commento

con € 250,00 vi craccano il vostro GEM gli stessi operatori enel ( CAPITO )

Commento scritto da questa € verità il 22 marzo 2009 alle 19:12
134
avatar autore commento

salve fate prima se scollegate i cavi del salva vita al contatore punto prima,punto secondo sollevate il contatore dal muro noterete 2 fili con un mamut ecco ora collegate i fili del salvavita vedete che avrete l’energia elettrica senza pagare un cazzo

Commento scritto da vito il 30 marzo 2009 alle 21:19
135
avatar autore commento

Caro Vito, qui nessuno vuole rubare (almeno si spera ;) ma solo un
trattamento più equo e chiaro da parte di chi ci fornisce l’energia.
Leggi: impegnative arbitrariamente alte, bollette chiare, prezzo al Kw/h
fisso. Eppoi quel lavoretto che dici tu lo si poteva fare forse coi
vecchi contatori, beninteso che se viene un’ispezione come minimo
ti becchi una denuncia, non è un furto che si può nascondere tanto
facilmente quello che dici tu. O forse a Napoli. Coi contatori nuovi
poi, che sono pieni di tamper antimanomissione, non puoi nemmeno
provare a smuoverli od aprirli che o ti si bloccano o a loro arriva
un segnale di allarme. Questa non è fantascienza, ma è già stato
documentato qui ed altrove.

Ho fatto una breve ricerca e fino a prova contraria sembrerebbe che
negli USA non esista una vera e propria impegnativa, la potenza
massima “contrattuale” sarebbe dovuta di fatto dalla dimensione dei
cavi che ti arrivano in casa (e poi chiaramente da come è realizzato
l’impianto di proprietà, impianti che spesso fanno pena e causano
incendi ma è un altro discorso). Quando (e non sempre!) mettono un
interruttore alla consegna spesso ha solo funzione di sezionatore
generale di sicurezza (in caso di incendi, allagamenti, etc). I
tipici impianti DOMESTICI variano da 60 Ampere (per i pezzenti o gli
edifici molto vecchi) fino a 100-200 Ampere, che significa fino
a circa 20-40KW (negli USA ti danno una “bifase”, 2 x 110v +
neutro, così che hai sia la 110 che la 220). Non ho trovato info
sulla questione svizzera di cui si parlava ma a sto punto quasi
quasi ci credo che avranno minimo la trifase da 10Kw.

Commento scritto da ladra il 30 marzo 2009 alle 21:50
136
avatar autore commento

EEEEEE

CARISSIMI
VOGLIO DIRE CHE TUTTI CI GIRANO IN TONDO MA NESSUNO FINO AD ORA A SCITTTO “IO CI SONO RIUSCITO”.
IL CONTATORE DELLA MIA DITTA SEGNA SEMPRE ZERO
E VENUTO UN TECNICO E CON IL PALMARE A FATTO UN CONTROLLO E A DETTO CHE IL CONTATORE DOVEVA ESSERE SOSTITUITO, BHE LUI MI DISSE DI METTERE UNA FIRMA PER CAMBIARE IL CONTATORE GLI RISPONDO CHE NON POTEVO FIRMARE E CHE SE VOLEVA DOVEVA PASSARE FRA QUALCHE GIORNO CHE ARRIVASSE IL MIO TITOLARE BHE E DA PIU’ DI UN ANNO CHE LO STO ASPETTANDO E SEMPRE IL CONTATORE SEGNA “ZERO”
SAPETE QUANTO PAGA LA MIA DITTA DI BOLETTA? CIRCA 45 EURIIIIIIIIIIII
:dogarf:.
LALTRO GIORNO O PROVATO A BUTTARGLI TANTI DI QUEI CAZZOTTI PER VEDERE SE VA IN TILT MA NIENTE…. :evil:.
UN ALTRA COSA NEL MIO PAESE DI CIRCA 4500 ABITANTI IL 70% DELLE CASE A IL TRUCCO CIOè FANNO IL PONTE PRIMA DEL CONTATORE E MURANO IL FILO IN MODA CHE SE VIENE UN CONTROLLO NON TI POSSONO TIRARE IL FILO PER CONTROLLARE SE E STATO MANOMESSO.
RESTO IN ATTESA DI SAPERE SE QUALCUNO DI TUTTI I CERVELLONI CHE CI STANNO NEL MONDO ABBIA UNA SOLUZIONE CONCRETA IERI MI E ARRIVATA UNA BOLETTA DI € 400 NON C’è LA FACCIO PIU’ :cry:
PAGO PAGO E PAGO.

Commento scritto da bruno il 8 aprile 2009 alle 14:13
137
avatar autore commento

Ciao craccare il contatore gem e un impresa ma ho parlato con degli operai dell’enel dei veri truffatori fanno cose che nemmeno immaginate e mi ha detto che si puo fare di tutto sul gem ma bisogna avere il programma giusto dato che tutte le guide portano ad hyperterminal sara questo? poi proprio ieri ho parlato con un operaio enel e gli ho chiesto una sonda zvei promettendogli un bel regalo neanche un ora e mi ha telefonato che aveva reperito la sonda me la portera dopo pasqua puo darsi che con la sonda zvei hyperterminal veda il gem vi faro sapere e se ci riusciro postero una guida dettagliata per tutti coloro che vogliono farlo pero senza cercare un euro poi se voi avete fatto gia qualcosa fate sapere non fate i tirchi ok buona pasqua a tutti

Commento scritto da luigi il 12 aprile 2009 alle 09:59
138
avatar autore commento

Per avere qualche speranza dovete svitare la vite con l’anti tamper così funziona veramente . . e poi collegate la sonda. Vi appare sulla schermata del pc una finestra strano il mio Windows Xp l’ha riconosciuto senza installare nessun programma aggiuntivo, in pratica il pc si interconnette con la scheda del vostro contatore elettronico Io l’ho fatto oggi con il mio GEm potevo selezionare la potenza da 1,5 KW sino ad un massimo di 10 KW. Per prova ho messo un valore di 6 KW e mi confermava una potenza massima di 6,6 KW. Non sono andato oltre perchè poi non mi reggeva la dorsale di casa, dovrei rifarmi l’impianto elettrico con filo da 10 mm. Ora da 3 KW sono passato a 6 KW in quanto? 5 minuti. Trooopppo facile.

Commento scritto da Giulio il 6 maggio 2009 alle 22:10
139
avatar autore commento

Riavvitare l’anti tamper dopo l’operazione l’ho dato per scontato, poi vi chiede conferma il programma stesso . . Ciao

Commento scritto da Giulio il 6 maggio 2009 alle 22:13
140
avatar autore commento

scusa ma se si svita il tamper il contatore non va in blocco e poi io sapevo di una guida per tarare il contatore per una certa erogazione segnalata all’enel e tutto il resto non la segnalava non mi chiedete come si fa perche quell’infame non me la voluto spiegare ok

Commento scritto da luigi il 12 maggio 2009 alle 16:58
141
avatar autore commento

poi ci sono anche tecnici enel che fanno questo fatto logicamente a pagamento

Commento scritto da luigi il 12 maggio 2009 alle 17:00
142
avatar autore commento

PREMETTO CHE CENTRA POCO CON IL CRAKKARE IL CONTATORE!:-D
ANZITUTTO DEVO DIRE CHE MOLTI DEI TECNICI ENEL CHE HANNO COMMENTATO IN QUESTO BLOG DIFFERISCONO TRA DI LORO PER QUANTO RIGUARDA LA POTENZA DISPONIBILE E I MINUTI O SECONDI DELLA QUALE SI PUO’ USUFRUIRE SE VIENE SUPERATA LA POTENZA IMPEGNATA…SAREBBE FANTASTICO AVERE UNA RISPOSTA PRECISA, ANCHE PER QUANTO RIGUARDA LA PRESENZA DI UN ONERE DA PAGARE (SE C’E’)…!POI CONFERMO CHE COMUNQUE IL PERSONALE ENEL POSSIEDE UNA BELLA SCONTISTICA RIGUARDO LA BOLLETTA, CHE PER QUANTO NE SO SUPERA ANCHE IL 50%…MA FRANCAMENTE QUESTO M’IMPORTA POCO, PERCHE’ E’ NORMALE CHE CHI LAVORA IN UN DETERMINATO CAMPO SI RITROVA UNA DETERMINATA AGEVOLAZIONE, ANCHE PER ME E’ COSì!…PIUTTOSTO VORREI PARLARE DELLA PRECISIONE CON LA QUALE VENGONO CONTEGGIATI I KWH..AVENDO IN POSSESSO UN IMPIANTO FV (FOTOVOLTAICO) DI POTENZA 4.2 KWP PER UNA PRODUZIONE ANNUA DI CIRCA 5400 KWH, MI SON RITROVATO L’ALTRO GIORNO A VEDERE LA POTENZA ISTANTANEA DI PRODUZIONE….SULL’INVERTER (CONVERTITORE CC/CA) = 10,32 KWH; SUL CONTATORE NELLA POTENZA ISTANTANEA RIPORTA 010,3 E FIN QUì CI SIAMO (ANCHE SE MANCA LA CIFRA CENTESIMALE, SCUSATE LA PRECISIONE, MA COME MOLTI DI VOI SANNO IL CONTO ENERGIA RIPAGA IL KWH, QUINDI CENTESIMI IN + CENTISIMI IN – IL DISCORSO CAMBIA)…NEL RIEPILOGO CONSUMI PRECEDENTI E ATTUALI SPARISCE LA CIFRA DECIMALE..COME MAI?VIENE COMUNQUE CONTEGGIATA, MA SOPRESSA A LIVELLO VISIVO OPPURE VIENE ARROTONDATA??…LA DOMANDA OVVIAMENTE E’ DESTINATA AI TECNICI ENEL…MA CHI PIU’ NE SA PIU’ NE METTA…GRAZIE ANTICIPATAMENTE…

Commento scritto da F@b il 13 maggio 2009 alle 23:31
143
avatar autore commento

ragazzi ho fatto come ha detto giulio e mi sono ritrovato con il contatore bloccato e dovuto venire l’enel e mi ha cambiato il contatore e mi ha detto che il contatore e stato manomesso non so perche giulio a scritto che bisognava svitare il tamper comunque non so come bisogna fare le ho provate di tutte ma niente ok

Commento scritto da luigi il 15 maggio 2009 alle 07:21
144
avatar autore commento

:-D :-D :-D :-D :-D :-D
LUIGIIIIIIIIII! E ora!? magari ora ti prendono di mira….

Ma andiamo, ho sempre detto che se non v ifidate dell’enel, fate altre compagnie.. Ormai il mercato è libero!!! :D Ogni giorno mi arrivano mail aggiornamenti e leggo divertito di come tutti sono bravissimi a fregare l’enel ma nessuno ha mai dimostrato che è possibile!!! Luigi lo ha fatto seguendo i consigli.. Se penavi che fosse l’Enel a prenderti per il Culo, in realtà sei stato preso direttamente da chi sta scrivendo qua!!! :D

Me fate scompiscià!! Se volete essere sicuri che il conteggio è giusto, mettete un contatore a defalco e vedete se effettivamente l’enel v iconta giusto.. Se volete vedere se effettivamente enel vi da 3,3kw, mettete un amperometro e vedete quando v iscatta.. volete più potenza!? Chiedetela.. ;) Voi vendereste un Vostro prodotto superiore al solito prezzo della Base? Penso proprio di no… A parte leggendo qua, da voi no ncomprerei niente, perchè sicuramente siete i primi a truffare il cliente dato che tentate continuamente di fregare il venditore e pensate che lui sia il furbo…

Arrivederci Sf….. ma no… :-P inutile infierire, sarebbe come sparare sulal crocerossa!! :D

Commento scritto da max il 15 maggio 2009 alle 09:51
145
avatar autore commento

…A proposito, premetto che non sarò rintracciabile, perchè l’IP da dove sono entrata è via WiFi, craccando la key wpa di un povero utente ignaro del suo client invisibile, quindi…..
In un contatore che ho trovato per terra, ho potuto fare delle prove.
A me quello che interessa è il potere modificare la portata massima, NON il rubare la corrente, anche se cio è possibile sostituendo solo una resistenza smd nell’operazionale di ingresso.
La modifica che ho fatto funziona egregiamente, per fare che il contatore segni meno kw di quelli consumati, ma cio non lo voglio divulgare (non me ne importa se ci crediate o no sulla fattibilità) perchè poi chi lo facesse eserciterebbe un vero furto di energia.
Quello a cui punto, ripeto, è il solo aumento di portata massima che l’enel mi ha appioppato, perchè avevo i 3,5kw ed ora mi ritrovo solo 3kw.
Certo, basta chiedere l’aumento, ma loro esigono 200 euro, e cio non mi sta bene, per questo ho dichiarato guerra.
Che gira per internet è sempre il solito documento, ma mai nessuno ha messo del suo, tutti dicono ‘io non ho provato, ma ….’ poi c’è chi lo passa da .doc a .pdf, chi cambia il formato dei caratteri, ma nessuno ci mette del proprio (…che miseri copioni).
Di tutte le cose che non sono riuscita a fare è proprio la comunicazione via infrarossi e posso affermare che proprio a 9600b proprio non va.
Mi aveva assalito il dubbio che io trasmettessi dei codici e che il contatore rispondesse anche, e che fosse il mio PC o software a non rilevarli, allora con l’oscilloscopio ho controllato il percorso del segnale, assicurandomi che posse ricevuto con la massima ampiezza ed ho creato un circuitino ‘con ritenuta’ che mi avvisasse se un solo ‘bit’ fosse transitato dal gem verso il pc.
NIENTE.
Per questo asserisco che chi ha scritto gran parte di quel documento è solo perchè voleva sentirsi importante, e cio anche chi sucessivamente pratica il copia-incolla.
Io proseguiro le mie prove e sono certa che ci riusciro.
…Ah se prossimamente qualcuno dicesse che il contatore era in allarme o cose simili, ed è x questo che non risponde, rispondo NO, non è in allarme, è aperto, sbudellato, ma non in allarme.
Le prossime prove saranno mirate all’ingresso via onde convogliate.
Attenderò che l’enel vada ad interrogare il mio contatore di casa per cercar di capire ‘cosa e come’ trasmette, partendo dal presupposto che se loro dall’ufficio ti modificano la tipologia del contratto, perchè non devo riuscirci io.
Un bacio
Elena

Commento scritto da Elena il 13 luglio 2009 alle 22:39
146
avatar autore commento

x Elena
Carissima non credo ai miei okki nel leggere in questo forum un’altra donna in gamba,
hacker come me, e oltretutto con il mio stesso nome (anche se io non ho osato
neppure firmarmi con il mio nome per paura di essere sgamata :b)
Finalmente un messaggio intelligente che rimane in tema, non fa polemiche e
casini e dice cose sensate… ehhh, bisogna dare atto che spesso chi ha le palle
è proprio chi biologicamente ne è sprovvisto :-D

Ahem… tornando in tema, io ero quella che ha risolto il problema disattivando la
bobina di sgancio tramite un delicatissimo intervento di “laparoscopia”. Da fuori
non si vede niente, il gem non è stato aperto (anche perchè a differenza tua non
ne ho mai avuto sotto mano uno da poter studiare e capire come fare ad aprirlo
senza che possa bloccarsi o inviare allarmi di tamper alla centrale) e quindi
mi sono data alla “forza bruta”, benchè raffinata. Ora in teoria potrei prelevare
tutti i 63 ampere per cui è tarato il magnetotermico del gem, il mio impianto
è tutto cablato a 10mmq e le derivazioni a 6mm – ma dico in TEORIA perchè il
cavo che fornisce il gem, di proprietà enel, parrebbe contenere una coppia rigida da
1.5mmq che già a 16 ampere diventano tiepidi… e poi loro rilevano comunque i
picchi di consumo, e non vorrei che se esagero poi quelli se ne accorgono e
vengono a controllarmi il contatore e nel caso migliore lo sostituirebbero ritenendolo
guasto o difettoso.

Tu dici che “basta” pagare 200 euro per farsi aumentare la potenza… io purtroppo
ho sempre capito che non c’è solo quello, ma a potenze installate maggiori corrispondono
anche prezzi al kw/h maggiorati.

Cmq se ne hai avuto sotto mano uno aperto ti invidio. Io stavo quasi pensando di
procurarmene uno illecitamente, magari da qualche casa abbandonata (ne conosco
parecchie) ma in fondo non sono una ladra e non sarei forse capace di arrivare
a tanto… e non mi sento nemmeno di consigliarti troppo di divulgare, perchè
queste notizie potrebbero facilmente arrivare tra le mani degli addetti ai lavori
e loro prendere subito le contromisure :(

Ciao e ancora complimenti e buona fortuna!

Commento scritto da Bastarda il 13 luglio 2009 alle 23:21
147
avatar autore commento

Comunque anche se è alquanto banale la modifica per fare che il contatore segni meno o di più (in perentuale a scelta), bisogna stare attenti a dei piccoli accorgimenti perchè si manda in allarme il contatore solo saldando i componenti.
Quindi, a chiunque riesca aprirlo, NON fate modifiche, pena il blocco.
Non ritengo rendere pubbliche le foto e modifiche perchè poi chi le effettuasse (e penso che sarebbero in parecchi) renderebbero un grossissimo danno all’azienda anche se a volte tanto odiata.
Ribadisco ancora la battaglia per l’aumento dei KW autogestiti, perchè la corrente io voglio pagargliela volentieri, ma almeno…..lasciatemi consumarla.
Non sono disposta però a subire quella che ritengo una frode legalizzata (però visto che il coltello c’è l’hanno loro per il manico….io c’ho il cacciavite per il manico !!!!) per l’aumento del canone e costo al KW.
Ciao

Commento scritto da Elena il 14 luglio 2009 alle 22:20
148
avatar autore commento

CARA BASTARDA ANCHE IO HO APERTO MOLTI CONTATORI ENEL FACENDO L’ELETTRICISTA E TI SO DIRE VA IN BLOCCO SE SVITI IL TAMPER L’UNICA SOLUZIONE PER APRIRE IL CONTATORE SENZA SVITARE IL TAMPER E FAR SCIOGLIERE IL SILICONE CHE MANTIENE LA BASE ALLA CALOTTA SEMPRE SE NON C’ E’ QUELLA VITE BASTARDA SOPRA IL TAMPER CHE SI AVVITA MA NON SI SVITA DEVO ANCORA TROVARE UN METODO PER TOGLIERLA SENZA ROMPERE LA CALOTTA POI SE CON LE TUE CONOSCENZE MI VUOI ILLUMINARE BEN VENGA COMUNQUE PENSO CHE E UNA STRONZATA COLOSSALE IL FATTO DI COMUNICARE CON UNA PORTA AD INFRAROSSI CON IL CONTATORE IO HO PROVATO TUTTE LE MANIERE PUR AVENDO UN SONDA ZVEI NON SI COMUNICA CON IL CONTATORE OK CIAO E NON CREDETE A QUESTE FESSERIE CIAO.

Commento scritto da napoletano il 18 luglio 2009 alle 16:59
149
avatar autore commento

Essì, quel documento è proprio una grande stronzata, dici bene tu e dice bene l’altra
Elena, e secondo me è ancora più stronzo (o forse sadico ?) chi continua a pubblicarlo a
destra e a manca, magari sotto titoli diversi. Io non ho una zvei, quel doc cmq parla
di usare una qualsiasi interfaccia irda, beh io non ci sono mai riuscita e forse nessuno c’è
mai riuscito. Io ho provato su almeno 3 GEM 2003 diversi e nessun device ir viene rilevato.
Però magari l’autore del testo originale ci è riuscito anche, solo che dopo averlo pubblicato
a iosa quelli dell’enel sono riusciti a bloccare l’accesso da remoto a tutti i contatori, o forse
sono bloccati solo quelli dal 2003 in poi, chi lo può dire… è anche per questo, dico, che
divulgare troppo può essere pericoloso, loro possono prendere le contromisure. Gli stessi
sbruffoni che leggono e scrivono qui magari bestemmiando in favore dell’enel dicendo che
siamo tutti ladri o sfigati chi ti dice che non siano semplicemente delle “talpe” poco furbe ??
Secondo me bisogna averne uno sotto mano con cui “giocarci”, è l’unica per andare sicuri.

Commento scritto da bastarda il 18 luglio 2009 alle 18:45
150
avatar autore commento

CIAO CARA BASTARDA COMUNQUE IO HO PROVATO CON TUTTI I TIPI DI GEM DAL 2002 AL 2008 MA NIENTE E HO PROVATO ALCHE CON IL TIPO GET QUELLO INDUSTRIALE MA NON C’ E’ NIENTE DA FARE COMUNQUE IO NE UNO A CASA HO FATTO VARIE PROVE L’UNICA SOLUZIONE E LA SALDATURA. IL CONTATORE CON QUESTA PROCEDURA LEGGE SOLO IL 40% E AUMENTA LA POTENZA E CI VOGLIONO 2 MINUTI PER FARE QUESTA PROCEDURA,CARI LETTORI NON CREDETE A QUESTI POST PERDETE SOLO TEMPO IO HO PROVATO CON BEN PIU DI 50 CONTATORI MA NIENTE STATE ATTENTI A QUEL CHE LEGGETE CIAO .

Commento scritto da napoletano il 20 luglio 2009 alle 19:08
151
avatar autore commento

Mhhh… ascolta se davvero ne hai uno a casa e hai voglia c’è una cosa che potresti
fare per aiutare la comunità hacker :mrgreen: Foto belle dettagliate sotto ogni angolazione
e di ogni dettaglio specialmente dei punti di aggancio del coperchio ed eventuali
sensori e poi metti tutto su emule !!! Io ho cercato ovunque in rete ma non sono mai
riuscita a trovare foto di un gem aperto, sarebbe una cosa utile a mio avviso (questo
lo suggerisco a te ma anche a chiunque legga e ne abbia uno sotto mano, chiaramente ;-) )

Commento scritto da Bastarda il 20 luglio 2009 alle 19:18
152
avatar autore commento

ok pero c ‘e un particolare dato che ho acquistato un macbook non sono tanto pratico con questo os adesso accendo l’altro portatile .

Commento scritto da napoletano il 20 luglio 2009 alle 19:30
153
avatar autore commento

cara bastarda sto scaricando emule su l’altro portatile ok

Commento scritto da napoletano il 20 luglio 2009 alle 19:45
154
avatar autore commento

ho messo su emule e anche su megaupload

Commento scritto da napoletano il 20 luglio 2009 alle 20:02
155
avatar autore commento

anche rapidshare

Commento scritto da napoletano il 20 luglio 2009 alle 20:03
156
Commento scritto da napoletano il 20 luglio 2009 alle 20:12
157
avatar autore commento

SEI UN MITO !!!!!!!!!!!!!! :oops:
Mo’ mi studio bene bene tutto il materiale poi se ci saranno frutti vi terrò informati :-)
Approfittatene tutti eh ?! :lol:

Commento scritto da Bastarda il 20 luglio 2009 alle 22:57
158
avatar autore commento

Cmq lo specifico a tutti, quando parlavo di laparoscopia. Guardate la prima immagine
di napoletano, che è quella dove si ha una ottima panoramica sull’interno. Ricordate
che avevo postato un link dove si vedeva un magneto bipolare della Chint con bobina
di sgancio a destra esattamente come quello usato da molti GEM, compreso quello
della foto ? Era per farvi capire come agire. Bisogna interrompere anche solo uno
di quei due fili uno rosso e uno nero. O tagliandolo o facendo saltare il plug dal
ricettacolo. Mi è impossibile spiegarvi per iscritto come ho proceduto nel dettaglio,
è una pratica chirurgica e richiede pazienza, conoscenza esatta dell’ubicazione
del plug (e dalle foto ora lo vedete tutti, lo si vedeva anche dal link che avevo
postato io), e forse l’uso di un apparecchio costruito apposta, un sondino speciale,
tipo entrare da un forellino in una vena per compiere un intervento al cuore, questa
si chiama laparoscopia all’incirca. Lì per sgamarti devono proprio aprire il contatore,
e cmq nessuno saprebbe dire che non fosse un difetto di produzione. L’unica cosa
che possono notare è rilevare picchi di consumi + alti del dovuto, ma questo
a maggior ragione lo rivelerebbero anche se si fosse modificato il limite dei kw
agendo dalla irda.

Molto interessante anche quel dannato tamper, che ora si vede abbastanza bene. Da un
rapido sguardo alle foto parrebbe essere l’unico sistema di allarme (ma uso il condizionale).
Vedo anche che c’è una sorta di batteria tampone, in alto a sx, tipo quella dei PC.
Eh già perchè così se manca la rete qualche tipo di attività rimane… mi domando
quale (i dati saranno su una eeprom, presumo… che sia per un orologio interno ?)
E quando si scarica cosa succede, manda una segnalazione in centrale e loro vengono
per sostituirla ? Curioso…

Commento scritto da Bastarda il 20 luglio 2009 alle 23:16
159
avatar autore commento

cara bastarda da come vedi non dico bugie l’ho studiato bene il contatore ascoltami bene se vedi il tamper vedi due fili rosso e nero questi due fili vanno sulla scheda del contatore e poi ce un circuito stampato sulla scheda che va sul magnetotermico sono gli altri due fili rosso e nero con un morsetto secondo me quando sviti il tamper si aziona una specie di corto circuito e fa staccare l’automatico bisogna solo staccare la calotta senza svitare il tamper ok.

Commento scritto da napoletano il 21 luglio 2009 alle 18:02
160
avatar autore commento

Allora si c’è una coppia rosso/nero che va dal tamper alla mainboard in alto, però non
si può sapere se è un contatto NC od NO, ma questo avendolo lì lo puoi verificare
benissimo con un tester. Però poi bisognerebbe cortocircuitare (o viceversa aprire)
il circuito PRIMA di poter rimuovere la vite ed aprire il contatore, cosa che non saprei
come fare se non con un altro delicato intervento “laparoscopico” o eventualmente
praticando un micro forellino sul coperhio in alto e procedere al CC o taglio dei
due cavi in prossimità della saldatura sulla mb. L’altra coppia rosso/nero, che va
dalla saldatura tra i due diodi non smd e il plug sul terzo modulo din del magneto
è la bobina di sgancio. Tagli uno dei due fili e sei a cavallo (chiaramente quel che
consumi lo paghi, e qui nessuno vuole rubare, lo specifico sempre). Ora tu se capisco
bene asserisci che il tamper aziona direttamente la bobina di sgancio. Bisognerebbe
analizzare il circuito stampato ma non credo sia così semplice, cioè sarebbe troppo
bello perchè allora nel mio caso avendo disabilitato la bobina di sgancio il tamper
non combinerebbe un bel niente… no, secondo me è un evento che viene elaborato
dalla cpu e usato comunque ANCHE per notificare la manomissione in centrale.
Se così non fosse allora sarebbe tutto un gioco da ragazzi e di cose se ne potrebbero
fare mille. Bisognerebbe anzitutto collegare il tuo gem ad un generatore di 230
appositamente isolato dalla rete (non so se un trafo di isolamento basti, meglio
una batteria con inverterino da pochi watt) così sei tranquillo che la bestia non
comunichi nulla alla centrale attraverso la rete. A sto punto con strumentazione
idonea vedi se avviene un tentativo di comunicazione in seguito ad apertura
(o nel caso N.O, chiusura) del contatto tamper, o cmq se sul display appaiono
messaggi minacciosi (tipo “mo’ ce l’hai in quel posto” e così via ;)
Chiaramente io non conosco i dettagli di come avviene questa comunicazione, è
possibile avvenga anche solo una volta al giorno o magari addirittura l’evento
di manomissione venga cachato e trasmesso in centrale solo a seguito della prossima
telelettura… qui sono tutte speculazioni :worry:

Commento scritto da Bastarda il 22 luglio 2009 alle 00:11
161
avatar autore commento

Buonasera a tutti!
Volevo dare anche io il mio contributo visto che ultimamente noto un certo interessamento sul gem(gestione elettrica mono fase)o get(trifase).
Diciamo che ho auto modo di avere un gem 2007 tra le mani… :timid:
Aprire il gem e facile! Non lasciare nessun segno di apertura e’ impossibile. Il gem e chiuso, e fissato al muro, tramite due viti:una e’ sotto il bollino/sigillo che ha uno spacco particolare che permette il solo serraggio e non lo smontaggio, l’altra e’ una torks (detta antitamper)la cui e incassata dentro un cilindro in plastica.In un estremita’ dell’antitamper c’e’ un ala in plastica che si infila in mezzo ha due banali piastrine che nell’eventualita’ l’antitamper venisse svitato cortocircuitandosi mandano in allarme il gem :cry:
Ma aprirlo senza svitare l’antitamper non e’ impossibile! Buchi il bollino con un dremel,con lo stesso dremel ti crei con un chiodo una specie di uncino e lo levi,poi monti sul dremel una punta al cobalto e fai due fori ,modifichi il cacciavite ed il gioco e fatto! Non arriva nessun segnale a patto che non venga svitata la vite torks o non si mandi in corto qualcosa nell’alimentazione.Una volta aperto si possono fare varie prove! I piu’ esperti possono cambiare le due resistenze poste sopra il circuito smd(e’ un vero e proprio intervento chirurgico :worry:
Oppure si puo’ montare un piccolo trimmer,l’importante e che venga modificato/diminuito il segnale elettrico proveniente dallo shunt.
Ma comunque resta il problema dei segni di apertura.Anche se noi riuscissimo a procurarci una vite per il solo serraggio della copertura in plastica bianca ed un bollino nuovo,si stacca l’incollaggio originale posto dietro il gem! Non ho capito bene che tipo di collante sia, sembra una specie di silicone bianco che se forzi un po’ si stacca subito e di conseguenza in caso di sostituzione del gem l’operatore se ne accorgerebbe :burp:
Di conseguenza fate voi il rischio e’ grosso,in quanto effettuando questa modifica si hanno a disposizione molti kilowatt in piu’ che non vengono conteggiati. :timid:
Per quanto riguarda la modifica software anche secondo me’ e’ una bufala!
Ho provato in tutti i modi e con diversi gem , ma la porta irda non invia alcun dato!
Saluti e buon lavoro.

Commento scritto da Skorpyo il 23 luglio 2009 alle 00:29
162
avatar autore commento

Grazie caro Skorpyo per la tua collaborazione e la tua testimonianza!
Trovare gente che ha dei gem “sotto mano” ha la sua grande utilità, o cmq
è un fondamentale primo passo. Dunque si è capito che il tamper è un N.O,
e che volendo usando il tuo trucco il gem si potrebbe aprire. Quello che non capisco
bene è quella colla di cui parli tu e parlava anche Napoletano… cioè dove
è stata messa esattamente ? E’ posta tutta attorno al perimetro di giunzione
tra il coperchio bianco e la base nera o dove ? Sicuramente è messa in
fabbrica, non penso ce la metta il tecnico che installa il contatore, loro se ho
capito bene li forniscono già chiusi e li inseriscono a pressione sul basamento
grigio (una volta ho visto un basamento senza contatore e c’erano dei contatti
a “coltello”), poi li bloccano girando la vite di sigillo. E per cambiarlo o sostituirlo
ancora una volta svitano il tamper e il gem viene via tutto intero, perchè la colla
ne tiene chiuso il coperchio, perchè anche un tecnico dell’enel non ha normalmente
alcuna necessità di doverlo aprire (la programmazione la fa con l’irda dio solo
sa COME, e i contatti sono a pressione dunque non ci sono morsetti da serrare
sul lato rete)… però appunto se tu togli la colla un tecnico che rimuove il
contatore si accorge che questo svitando il tamper si apre! Ho capito bene, è giusto
il concetto ? :roll:

Commento scritto da Bastarda il 23 luglio 2009 alle 13:52
163
avatar autore commento

X Bastarda

ciao una domanda al volo, mi accingo ad un intervendo di laparoscopia, ti chiedo ma tu da dove sei passata? hai forato o hai sfruttato qualche foro che io non riesco a vedere?

E’ meglio far saltare il connettore o tagliare un filo? la prima sembrerebbe più semplice, sempre che il coperchio non sia a contatto con lo spinotto.

Fammi sapere, grazie.

Commento scritto da laparoscopico il 23 luglio 2009 alle 16:59
164
avatar autore commento

CARA BASTARDA LA COLLA CHE SI TROVA DIETRO E UN SILICONE SU CERTI CEM E SILICONE A CALDO E SU CERTI E SILICONE NORMALE ALLORA SE PRENDI UN GEMDA 2002 AL 2004 NON CE QUELLA VITE CHE NON SI SVITA PERO PER NON SVITARE IL TAMPER E APRIRE IL CONTATORE E UNA FESSERIA BASTA SOLO CHE SURRISCALDI ATTORNO LA CALOTTA BIANCA DEL CONTATORE FAI UN PO DI PRESSIONE E SI STACCA COSI TI TROVI LA BASE ANCARA IN CORRENTE E IL TAMPER ANCORA AVVITATO POI SE VEDI NELLE FOTO VICINO AL PAMPER CI SONO DUE CONTATTI NA STACCHI UNO E POI SVITI IL TAMPER COSI NON VA UN BLOCCO POI FAI TUTTO QUELLO CHE DEVI FARE E LO RIMETTI A POSTO AVVITI IL TAMPER E INSERISCI UN ALTRA VOLTA IL MORSETTO RIMETTI LA CALOTTA LA SURRISCALDI UN ALTRA VOLTA E COSI TI TROVI UN CONTATORE CHE NON E ANDATO IN BLOCCO E LA COLLA CHE TI HO DETTO STA ANCORA LA SE VIENA UN TECNICO COSA DIFFICILE NON PUO DIRE NIENTE OK POI CARO SKORPYO SE MI SPIEGHI BENE LA TECNICA DEL TRIMMER TI SARO GRADO OK CIAO .

Commento scritto da napoletano il 23 luglio 2009 alle 17:16
165
avatar autore commento

x commento 163:
Ascolta, io ho dovuto praticare un forellino di pochi mm che poi ho stuccato con
bicomponente bianco per plastica e successivamente leggermente cartato con
cartavetra molto fina. Purtroppo non posso fornirti troppi dettagli sulla locazione
esatta perchè siamo in pubblico e il “nemico” potrebbe essere in ascolto oggi
come domani, cerca di capirmi :-( Tuttavia posso dirti che “guarda in giù”, se ci
pensi bene troverai anche tu la posizione + idonea.
Ho dovuto costruirmi uno strumento piuttosto intricato da infilare dentro e anche qui
purtroppo devo lasciare spazio all’immaginazione e all’inventiva.
Io ho trovato + semplice tagliare uno dei due fili, anche perchè il plug (e ora dalle pic del
gem smontato ne ho conferma) ha una levetta che va premuta per sbloccarlo, e andrebbe
fatto con due “mani”, una non basta. Diciamo comunque che nel suo intorno c’è
abbastanza spazio per muoversi e lavorare, se guardi la bombatura del coperchio in
prossimità di dove si trova il plug te ne rendi conto. In ogni caso è bene prendere
le precauzioni necessarie per evitare il pericolo di folgorazione. La bobina dovrebbe
andare in bassissima tensione ma non ne ho la certezza (dai doc in cinese sul
magneto Chint in questione che avevo trovato scavando in rete non l’ho mica capito…)

Vorrei anche ricordare a tutti quelli che riescono ad aprirlo e pensano di modificare
le resistenze su scheda: okkio a non crepare !!!! Quelli hanno usato uno shunt, mica
un TA, per leggere la corrente, quindi sulla scheda SMD ci arriva la tensione di rete !!!!

Commento scritto da bastarda il 23 luglio 2009 alle 17:53
166
avatar autore commento

Direi che da qualche giorno abbiamo risvegliato questo forum… forse per
precauzione è meglio che stiamo zitti per un pò, non vorrei che il nemico si
potesse allarmare e magari intercettare qualche indirizzo IP :worry:
Direi che ora (soprattutto grazie a Napoletano) abbiamo del prezioso materiale
su cui lavorare :roll:

Commento scritto da Bastarda il 23 luglio 2009 alle 18:01
167
avatar autore commento

Ho chiesto ad un mio amico elettricista info sul magnetotermico + bobina di sgancio della Bticino (gem 2004) se la posizione dei fili era la stessa del chint…

Sapete che mi ha detto? (è di napoli)

wee guagliò, anche tu vuoi aumentà a potenza?

Niente di più semplice, ci vole un cutter e lo metti tra il modulo della bobina di sgancio e il magneto termico, si rompe il dentino che li fa interagire (quando la bobina scatta gira un dentino del MNT e lo fa scattare) e quindi col caiser che scatta giù ancora. Ovvio, ci dovete mettè anche un pezzo di cartone che non faccia cadere la leva che lega tutti e 3 i componenti perchè la bobina tenderà sempre a scendere tirandosi dietro anche il MNT, voi o la bloccate con qualcosa o segate la leva e lasciate i due poli del MNT uniti ed il terzo anche se cade giù chissenefrega (però si vede la manomissione così).

Ora, qualcuno che ha un bticino può provare se è vera sta stronzata?
Perchè se è vera altro che laparoscopare, bucare e tagliare un filo della bobina, lama da cutter tra il 2-3 modulo ….. evvaiiiiiii……

Ah, dice che FORSE con il gem 2007 che ha il cinese è tutto un blocco e quindi il giochino non funziona più perchè non è come il ticino che son due moduli più aggiunto il 3 e messo un coprileva che unisce tutte e 3 le levette in una.

Fatemi sapere, son troppo curiosssooooooo

Commento scritto da Napoli 2 il 24 luglio 2009 alle 03:11
168
avatar autore commento

Scusa ma come togli la calotta senza togliere la vite vicino al tamper nei gem dal 2002-2004 ? non capisco.

La vite non passa attraverso la calotta? se forzandola e scaldandola tu togli la calotta (coperchio) tirando dall’alto alla fine non viene via anche la parte in plastica che fa da coltello ed isola le linguette del tamper facendo il corto?

Se non sviti la vite vicino al tamper, come puoi aprire la calotta e toglierla via se è trattenuta da una vite nella parte bassa?

Non ho capito proprio come fai ad aprirlo senza mandarlo in allarme.

Commento scritto da x napoletano il 24 luglio 2009 alle 03:25
169
avatar autore commento

:-D
Continuo a Sorridere… Mentre c’è questo Fermento di discussioni, che ancora non ha portato a niente, e sopratutto noto una scarsissima professionalità all’argomento e all’elettrotecnica… con tutto il tempo che viene perso qui ormai da un anno (Tempi biblici, e non siete arrivati a niente, chi è del settore ormai….) a provare, tentare, supporre etc etc, ci sono persone, ad esempio come me, che hanno investito tutto su altre fonti, utilizzando non più l’enel ma il sole ed il vento, risparmiando e con indipendenza totale di gestione… Voi qui siete a consumare comunque tempo e a consumare comunque energia tenendo i pc Accesi per niente.. Fate due conti: In un anno ci son oevoluzioni elettroniche incredibili. Voi siete già indietro di un anno, a stare qui… Meditate..

Ad ogni modod…. Vi un saluto e continuate pure, almeno la mattina dall’ufficio io e i miei colleghi possiamo farci due risate…

:-P

(Un tecnico che lavora da 20 anni nel campo dell’elettrotecnica e domotica )

Commento scritto da Domus il 24 luglio 2009 alle 09:08
170
avatar autore commento

Pardon, ero benevolo… non un anno!! MA due!!! :lol: :lol: :lol: Siete messi peggio..

ciaoooooooooooooooo

Commento scritto da domus il 24 luglio 2009 alle 09:09
171
avatar autore commento

x commento 167 – si hai ragione pure io avevo pensato come primissima cosa di
andare a interagire nello spazio tra i primi 2 moduli din e il terzo (anche se per l’amico
spaccone siamo degli ignoranti io bene o male ci passo una vita tra moduli din e
contatti ausiliari e so bene come sono fatti) ma dopo alcuni tentativi ho visto che c’era
troppa resistenza meccanica, ed ogni manomissione per fare saltare il dentino
o cmq svincolare meccanicamente il modulo bobina dal modulo magneto poteva
risultare pericolosamente lesiva, visibile e irreversibile quindi ho preferito cambiare strada.
Non so il modello Ticino ma sicuramente è equivalente al chint, in questo momento
non ho un gem col ticino sottomano, ma basta guardare il codice e poi è sicuramente
+ facile trovarne le specifiche che non quelle del chint :-P

Commento scritto da Bastarda il 24 luglio 2009 alle 14:32
172
avatar autore commento

:lol: per commento 171: Anche io passo la vita bene o male tra scrivanie, armadi, cucina, letto… ma non sono mobiliere… :-P

ops.. forse non ero io lo spaccone? beh, allora ho frainteso..

Ma insomma.. 2 anni ed ancora non avete trovato o risolto niente?

Commento scritto da Domus il 24 luglio 2009 alle 16:38
173
avatar autore commento

Per Bastarda:
La colla mi sembra anche a me colla a caldo bianca.Oltre a sigillare i bordi del gem e pure in altri 3 punti sempre dietro.E’ posta tra il coperchio bianco e la base nera.Non viene messa dal tecnico ma dalla fabbrica(se non erro siemens).Il contatore si appoggia sulla sede attaccata
al muro e poi si spinge verso il basso.In questo modo si inserisce un grosso connettore di alimentazione. Il neutro va direttamente sul magnetotermico,la fase invece passa prima dallo shunt(ed e li che si potrebbe fare qualcosa); esce dallo shunt,e va al magnetotermico per poi allacciarsi alla rete.La bobina di sgancio e’ comandata elettricamente dal circuito che una volta elaborati i dati se lo ritiene necessario, invia una tensione alternata di circa 220 v alla stessa interrompendo l’alimentazione.In assenza di alimentazione una pila al iltio da 3 v tipo br2330 mantiene in memoria i dati della tariffa,giorno,mese ,anno,ora etc.
Dato il basso consumo(per la maggiore il gem e alimentato dalla rete) la pila dura circa 8 anni.Evitate di sfruttare lo spazio tra il magnetotermico e la bobina di sgancio rischiate di rompere l’interruttore e poi si vede.Dimenticavo…non ci sono sensori di luce che segnalano un eventuale apertura della calotta bianca (come qualcuno ha scritto) nel suo interno!Gli unici sensori presenti sono i due led ir per lo scambio dei dati.
Saluti

Commento scritto da Skorpyo il 25 luglio 2009 alle 01:18
174
avatar autore commento

Quoto Skorpyo:
>La colla mi sembra anche a me colla a caldo bianca.Oltre a sigillare i bordi del gem e pure
>in altri 3 punti sempre dietro.E’ posta tra il coperchio bianco e la base nera.Non viene
>messa dal tecnico ma dalla fabbrica(se non erro siemens).

OK qua ci siamo. Ergo per aprire il gem (specifico: APRIRE, non solo levarlo) si deve
togliere la vite sotto il sigillo di ottone (che potrebbe essere con taglio one-way nei modelli
+ recenti) e sciogliere/strappare/fare saltare la colla.

>Il contatore si appoggia sulla sede attaccata al muro e poi si spinge verso il basso.In
>questo modo si inserisce un grosso connettore di alimentazione.

…e si blocca alla sede usando la vite col tamper, a sto punto…

>Il neutro va direttamente sul magnetotermico,la fase invece passa prima dallo shunt

Si chiaro lì si capisce bene dalla foto come l’apparecchio sia predisposto sia per accogliere
1 fase +N che 3 fasi +N. Il GET avrà 3 shunt e il magneto da 5 moduli din (3p+N+la
bobina). Poi vedo anche che vengono derivati due fili un marrone e un blu, quelli devono
essere l’alimentazione dell’aparecchio

>(ed e li che si potrebbe fare qualcosa);

SI se si vuole “rubare”… è forse il posto + facile dove, fatti 2 conti, si può pianificare
di piazzare una resistenza (specifico: non si tratta del MIO caso; per quello che riguarda
ME, lo dico ai Signori Spacconi in ascolto, HO risolto almeno da 2 anni isolando la bobina,
era SOLO quello che volevo)
Però attenzione (qui sono ipotesi) l’apparecchio ha bisogno anche di misurare la tensione,
non solo la corrente, per poter stabilire la potenza effettiva e nel caso del GET anche
l’eventuale assenza od inversione delle fasi. E’ chiaro che usando degli shunt lo
puà fare direttamente da questi. Interferire qui potrebbe quindi avere degli effetti
collaterali (bisogna fare qualche calcolo)…

>esce dallo shunt,e va al magnetotermico per poi allacciarsi alla rete.La bobina di sgancio
>e’ comandata elettricamente dal circuito che una volta elaborati i dati se lo ritiene
>necessario, invia una tensione alternata di circa 220 v alla stessa

Quindi tu asserisci che la bobina va a 220… ok, un motivo in più per fare attenzione
quando si decida di “tagliare” usando un sondino

>interrompendo l’alimentazione.In assenza di alimentazione una pila al iltio da 3 v tipo
>br2330 mantiene in memoria i dati della tariffa,giorno,mese ,anno,ora etc.
>Dato il basso consumo(per la maggiore il gem e alimentato dalla rete) la pila dura circa 8
>anni.

Ed è la pila che dicevo. Onestamente mi aspettavo i dati salvati su una eprom, giusto
per risparmiare i costi da parte di enel di dover sostituire la pila ogni 8 anni :lol:

>Evitate di sfruttare lo spazio tra il magnetotermico e la bobina di sgancio rischiate di
>rompere l’interruttore e poi si vede.

Infatti è quel che dicevo io ieri… a meno di avere un modello sotto mano e pianificare
una procedura perfetta a “tavolino” dopo aver fatto qualche prova concreta. E non è
detto che sia possibile senza lasciare segni.

>Dimenticavo…non ci sono sensori di luce che segnalano un eventuale apertura della
>calotta bianca (come qualcuno ha scritto) nel suo interno!Gli unici sensori presenti sono i
>due led ir per lo scambio dei dati.

Infatti, l’unico è il tamper in basso. E poi (aggiungo io) sotto al modulo del display
noto sul circuito stampato una curiosa serpentina che parrebbe quasi un’antenna
rfid (potrei sbagliarmi non sono così esperta di elettronica specialmente SMD!)
Mi domando a cosa diavolo serva… forse l’apparecchio può interagire con l’operatore
enel anche via radio ?? Se poi è tutt’altro chiedo scusa per l’ignoranza :-P

Commento scritto da Bastarda il 25 luglio 2009 alle 11:17
175
avatar autore commento

Buonasera a tutti! 8-)
Per Bastarda: L’eprom c’e’ eccome! Se stacchi l’alimentazione e la pila perdi solo i dati che ho scritto nel precedente messaggio(giorno,mese,anno,ora,tariffa),gli altri dati(consumi stimati,numero cliente)restano in memoria.Un po’ come i nostri computer fissi,anche loro hanno una pila interna come il gem.Per quanto riguarda la durata della pila ,8 anni dato lo scarso assorbimento dovrebbe essere la durata minima.
Per quanto riguarda lo spazio tra i moduli,lascia stare si rischia di mandare in blocco l’interruttore che di conseguenza non funzionerebbe piu’.
Per quanto riguarda l’rfid,non credo che ci sia un sistema di comunicazione tipo transponder,ma comunque e una mia supposizione che scaturisce dal fatto che la comunicazione tramite operatore avviene mediante porta irda e palmare.Per quanto riguarda la comunicazione tra gem e gem server quella avviene tramite onde convogliate negli stessi fili dell’alimentazione,il funzionamento e simile a quello del segnale adsl che passa attraverso i fili del telefono .Si hanno di conseguenza due tipi di comunicazione una locale ed una da remoto ,una terza non credo che esista.
Saluti.

Commento scritto da Skorpyo il 28 luglio 2009 alle 00:17
176
avatar autore commento

Dico la mia, frutto anche di esperienza di un conoscente.

Tagliare il filo della bobina di sgancio non serve a un cazzo.
Perchè? semplicemente per questo.

Tu, tagli il filo che alimenta la bobina di sgancio, facciamo un esempio concreto:

potenza 3,3 kw bobina sgancia a 3,5-3,8 kw se protratti per X seocondi.

Assorbo 3,8 e l’elettronica manda tensione alla bobina di sgancio, ma lo sgancio non avviene, la scheda rimanda (o tiene fissa la tensione) ancora tenzione per sganciare, ma questo ancora una volta non avviene, passano i minuti, l’elettronica dice a se stessa: qualcosa non va, ho mandato più volte il segnale (o lo sto tenendo da 2 ore) di sgancio ma questo stronzo continua ad assorbire ininterrottamente più di quando deve, ok, IO GEM SONO ROTTO, CHIEDO ASSISTENZA AL TECNICO: INVIO MSG DI GUASTO ALLA CENTRALE.

Dopo un paio di giorni, arriva l’omino in blu e cambia il gem e tanti saluti…. ahhahahahaha

Ecco, quindi, il taglio della bobina va bene se sfori di qualche attimo, diciamo qualche picco, ma non di più.

Quindi chi dice di aver tagliato il filo della bobina e di usare quanto vuole è un pallonaro, tutte cazzate, va in guasto dopo poco che l’elettronica si rende conto che la bobina non sgancia è rotta/manomessa/difettata etc. etc.

Aggiungo un’altra cosa per chi vuole fregarsi l’energia….

Ci avete mai pensato che non sono mica stupidi?

Vi faccio un’altro esempio concreto:

linea primaria in centrale sucessivamente divisione per X famiglie esempio 10 (quindi 10 contatori).

Se uno di quei 10 ruba, io mi trovo esempio sul contatore di centrale sulla primaria 10kw e poi mi trovo che i 10 contatori insieme fanno 8kw…

Ciò vuol dire che uno di questi 10 fa il furbo… E come capire chi è che fa il furbo? bè a questo ci arrivate anche da soli no?….

:lol: :lol: :lol:

Commento scritto da Viulenza il 28 luglio 2009 alle 04:08
177
avatar autore commento

x Viulenza

>Quindi chi dice di aver tagliato il filo della bobina e di usare quanto vuole è un pallonaro,
>tutte cazzate, va in guasto dopo poco che l’elettronica si rende conto che la bobina non
>sgancia è rotta/manomessa/difettata etc. etc.

Stai asserendo in modo gratuito e poco gentile che io sono una pallonara. Secondo me
faresti meglio a sparare contro quelle persone che asseriscono idiozie o mezzi discorsi
e poi scappano (tipo quelli che dicono di essere riusciti a comunicare con l’irda, o altri
discorsi tipo “io l’ho fatto ma non vi dico come” giusto per provocare, etc.). Tutto questo
te lo dico senza rancore ma con un pò di tristezza.

Ragioniamo. In prima istanza io vi riferisco di averlo fatto da circa 2 anni e a tutt’oggi
l’apparecchio non è mai andato in blocco, non ha mai segnalato guasti o messaggi
minacciosi, non mi sono (ancora ?) arrivati tecnici o i Servizi Segreti :lol: Ok, qualche
cattivo dirà, magari ti arrivano domani – e io sarò pronta in questo caso a tornare sui
miei passi e dirvi “state attenti non fate quello ho fatto io perchè me l’hanno messa
in quel posto”. Quindi, da quanto ho dedotto sperimentalmente, l’unico “pericolo” è che
identifichino dei picchi di consumo anomali per intensità e/o durata. Ma secondo voi hanno
davvero voglia di fare questo genere di verifica piuttosto che incassare e fregarsene ??
Nel caso i consumi fossero estremamente ridotti, allora SI che in quel caso potrebbero
infastidirsi e fare dei controlli, è abbastanza logico !

Prima di prendere questa strada ho riflettuto un pò su quelle che potevano essere le
conseguenze e i rischi. Prima di tutto, come potrebbe comportarsi il gem in caso di
sgancio ? Manda una tensione alla bobina, sicuramente un segnale di durata limitata
(1 secondo ? 0.5 secondi ? Fate voi). Per fare un lavoro sincronizzato dovrebbe
derivare l’alimentazione della bobina dall’uscita del magneto – cosa impossibile in quanto
l’uscita è sul lato cliente e il gem non la intercetta. Allora dovrebbe forse mantenere la
tensione alla bobina fintanto che viene rilevata corrente dallo shunt. Questo è possibile
(non ho potuto per ragioni materiali fare questa misurazione, ma chi ce l’ha
sotto mano le può fare). E quindi dovrebbe anche controllare se questo loop si
interrompe, e in caso contrario segnalare un errore e mandare un allarme. Vedi
sopra, a tutt’ora non è accaduto niente, ne deduco che o il sistema non sia così
paranoico nei controlli e nell’autodiagnosi dando per scontato che se non lo apri
fisicamente certe anomalie non siano possibili – o che se tacitamente viene mandato
un segnale di allarme alla centrale a me per due anni è andata bene perchè se ne
sono sempre fregati. A voi l’ardua sentenza (specifico ancora che si tratta di un
gem 2003, e che magari in modelli + recenti potrebbe essere implementato via
software qualche controllo che nel 2003 ancora non è previsto…)

Commento scritto da Bastarda il 28 luglio 2009 alle 14:08
178
avatar autore commento

>Ci avete mai pensato che non sono mica stupidi?

>Vi faccio un’altro esempio concreto:

>linea primaria in centrale sucessivamente divisione per X famiglie esempio 10 (quindi 10 contatori).

>Se uno di quei 10 ruba, io mi trovo esempio sul contatore di centrale sulla primaria 10kw e poi mi trovo che i 10 contatori insieme fanno 8kw…

>Ciò vuol dire che uno di questi 10 fa il furbo… E come capire chi è che fa il furbo? bè a questo ci arrivate anche da soli no?….

Il fatto è che quì nessuno vuole rubare….
tanta gente che visita questa sottospecie di forum vuole solo prelevare un pò più di potenza senza che il magnetotermico stacchi (naturalmente pagando tutti i KW prelevati).
se qualcuno avesse voluto fregare kw all’enel (cosa tral’altro molto illegale) l’avrebbe già fatto da tempo facendo il solito ponte…..

Commento scritto da Anonimous il 28 luglio 2009 alle 17:19
179
avatar autore commento

Questa «sottospecie di forum» ogni tanto si mangia i messaggi… avevo postato
un paio di risposte ma ancora non le vedo… e vabbè, ci riprovo per l’ultima volta.

La “pallonara” vorrebbe chiarificare la sua posizione, capisco lo stress che forse ci
unisce ma spararci addosso non serve a niente. Per me pallonari sono quelli che
buttano lì mezze parole tipo che ci sono riusciti ma non dicono a nessuno come,
oppure che sono riusciti a comunicare con l’irda e poi spariscono nel nulla, etc.

Io sono 2 anni circa che ho fatto il lavoretto che sapete, e in tutto questo tempo
il gem non è mai andato in allarme, non ha mai rigurgitato messaggi minacciosi
od anomali, nessun tecnico è mai arrivato. Dunque i casi sono due: o la centrale
è stata tacitamente allertata della bobina non operante ma nessuno si è ancora
preso la briga di intervenire, oppure semplicemente il gem non è stato programmato
in modo così paranoico da verificarne il funzionamento: cioè potrebbe darsi che
non distingua il caso di una bobina non operante dal caso in cui il magneto venga
ripristinato tempestivamente od in modo automatico (sono in vendita a tale scopo
degli aggeggi a batteria da montare sul gem che fanno il ripristino automatico,
se cercate in rete li trovate e cmq potrebbe esserci anche un tizio ipotetico che
ogni volta che l’interruttore scatta lo riattiva immediatamente)

Tirate voi le conclusioni se sono una pallonara o meno. Mi prendo la responsabilità
ovviamente nel caso un domani venissi sgamata di avvertirvi tutti dicendo “non fate
quello che ho fatto io”.

Commento scritto da Bastarda il 31 luglio 2009 alle 17:47
180
avatar autore commento

Inizio dicendo di SCUSARE LA MIA IGNORANZA,
di contatori non ne ho mai aperto… (10 a uno che rimango fulminato ancora prima di avvicinarmi) e NON ho nessuna intenzione di rubare la corrente, pago quello che consumo… ma che il contatore scatti di continuo togliendo la corrente da un certo fastidio…
da quel che ho capito quella di modificarlo con infrarossi è una grande stronzata e l’unica cosa che sembra funzionare è tagliare il filo, ma se tenessimo in qualche modo sempre verso su la levetta che scatta verso il basso ( togliendoci cosi la corrente )…
Beh dopo che scatta noi la dobbiamo alzare manualmente, in teoria dobbiamo far si che quella non si abbassi, anche con un semplice supporto esterno…
nessuna modifica al contatore nessun casino.. o no??

P.S.

ripeto che non ne capisco di queste cose la mia era solo un idea

Commento scritto da asasaas il 3 agosto 2009 alle 16:02
181
avatar autore commento

… bene ragazzi, sono tornato!!!!

finalmente ho un pc ed un collegamento internet intestati ad un marocchino e posso scrivere liberamente.

premessa: qualcuno di voi sa come è nata enel spa?
+ o – come telecom italia spa, si quella di piazza affari 2 milano. peccato però che la proprietaria era una certa somma assunta(che bel nome adatto al recupero crediti”somma+assunta”) nata in provincia di napoli (ma và!) e residente in milano piazza affari 2 (ops! stessa residenza dell’azienda, magari la telecom è residente nella cucina della signora!) il documento di identità di questa signora era falso un santino(come dicono tanti) secondo voi? secondo me si! sapete chi è ora il responsabile di chi fa il recupero crediti di telecom? proprio lei. sapete che prima ce ne erano 2 di telecom? -telecom italia spa di somma assunta e telecom italia s.p.a. che non vi dico i nomi altrimenti mi vengono a cercare e povero marocchino. le iene e il gabibbo non hanno avuto le paxxe per pubblicare questa cosa (li capisco!) la domanda era: se la faccio io la fusione di 2 spa in questo modo, secondo voi dopo quanto tempo la finanza mi viene a prendere?

0- sono un ex montatore di contatori enel, i caxxutissimi gem per intenderci (mediamente ne montavo circa 35 al giorno). siccome non mi hanno pagato quei cornuti figli di una grande bagascia lurda, allora occhio per occhio…… dimenticavo, per fare sto lavoro di cacca dovevi fare un corso e prendere un attestato che mi è costato 400 euri! per i tecnici dell’enel la norma CEI EN 50110 foxxuta.

1- ho seguito questo forum dall’inizio e mi prudevano le mani ogni volta che vedevo scrivere delle cazzate come quella della porta irda e questo lo avete capito e ne sono contento.(era una precisazione che volevo fare)

2- i contatori vengono fissati su una “basetta” quella grigia, tramite due ganci che si trovano sopra e tramite il torks che si trova sotto e che si avvita durante la programmazione. il fissaggio della basetta avviene con dei normali tasselli da muro e comunque dipende dal tipo di materiale del muro, io ne mettevo quasi sempre 2 dove possibile. poi esisteva un altro tipo di montaggio, basetta su basetta che se ricordo bene era la “503″, e si montava su quelle basette sempre grigie dove di solito era montato il vecchio contatore compatto, ve lo ricordate no?! quello carino!

3- questa la procedura di montaggio; staccare il vecchio contatore, montare la basetta, fotografare il vecchio contatore, montare il nuovo, avviare la programmazine e quando richiesto avvitare il torks, effettuare tutti i collegamenti e non scordarsi il fusibile(quell’affere cinese bianco che copre il torks, chiamarlo tappo, no e?!).

4- secondo voi montando 35 contatori al giorno, di media, qualcuno mi sarà pur caduto a terra? e siccome la ditta era in fase di trasloco secondo voi ne avrà perso qualcuno monofase e trifase per strada?
secondo voi il palmare dei tecnici è un normale palmare? questo palmare ha la memoria estraibile e leggibile da un normale lettore per pc? anche se in un file di testo ci stava scritto “hacker di merxx ti abbiamo beccato!” è stato possibile copiare l’intero contenuto della memoria? e se questo non bastava è stato possibile eseguire un backup del palmare sulla memoria e poi copiarla sul pc?

-domanda a tutti voi: qualcuno di voi è in grado veramente di programmare sulla piattaforma windows ce? se si ho i file del famosissimo palmare per la programmazione dei foxxtutissimi contatori, altrimenti stiamo scherzando! fatemi sapere questa l’email del marocchino: alekmusalam@libero.it

…il sapere e la conoscenza umana è degli uomini!

Commento scritto da alekm il 15 agosto 2009 alle 11:23
182
avatar autore commento

raga io ho fatto meglio di voi, avevo il contatore piazzato su una tavola di legno (provvisora perche’ stavo ristrutturando) e ho semplicemente bypassato il contatore prendendo la corrente direttamente dai cavi dell’enel lasciando collegata ed esso una lampadina da 25 w (giusto per simulare un utilizzo… minimo!) ora ho notato che tantissimi contatori (8 parenti su 10) basta tirarli e la piastra su cui sono avvitati con i ganci e le torques si smurano molto facilmente !!!! a buon intenditore poche parole. ciao!

Commento scritto da pippolo il 29 agosto 2009 alle 23:21
183
avatar autore commento

Scusate se salto dalle stalle alle stelle, gradirei sapere se il nuovo contatore enel gem legge (gira,conteggia) la corrente reattiva, es.quella dei tubi neon. Sapevo che i vecchi giravano solo con correnti resistive e che quindi l’ENEL per la corrente rettiva (che non veniva misurata) usava applicare una percentuale sui consumi appunto per compensare la mancata lettura reattiva. Dico questo perchè se essi conteggiano anche la reattiva ecco l’innalzamento delle bollette!!! In più ci sarebbe la frode, in quanto nonostante ci farebbero pagare la reattiva come resistiva, non hanno tolto il sovrapprezzo per la compensazione della suddetta! Pensate che un semplice neon 20W assorbe circa 400mA (misurata con tester in serie per CA) cioè 88W….!!! Se così fosse io ho già progettato lampade a led bianchi che assorbono solo 20ma a 220vca (pari a 4,4W)…meditate, meditate. Grazie a tutti coloro che mi forniranno informazioni!
Micheleemc2

Commento scritto da micheleemc2 il 30 agosto 2009 alle 20:36
184
avatar autore commento

GIRA LA VOCE (QUASI CERTA) CHE MOLTI OPERAI CORROTTI ENEL ESEGUONO L’HACK DEL CONTATORE (OVVIAMENTE PAGANTO). NON USANO NESSUN PALMARE,NESSUNA IRDA, COME DIAMINE FANNO ??? …….STAVO PENSANDO PURE: SE CONTINUATE A SCRIVERE IN QUESTO BLOG (CAZZATE O MENO) CORREGGERANNO ALPIU’ PRESTO TUTTI I BUG DA VOI SCOPERTI !!!

Commento scritto da NET_@ il 28 ottobre 2009 alle 16:28
185
avatar autore commento

x asasaas: non serve tenere alzata la levetta. Il meccanismo di scatto interno di tutti
gli interruttori automatici, sia che venga azionato dalla protezione magnetotermica del
medesimo sia che venga azionato da un elemento laterale esterno (come nel gem)
funziona a prescindere dal fatto che la leva venga mantenuta forzatamente in alto.
Se scatta e tieni la leva alzata, questa quando la lasci torna giù a molla. Se così non
fosse sarebbe pericoloso perchè in caso di leva bloccata non scatterebbero in caso di
necessità.

x micheleemc2: quando l’avevo accennato io questo dilemma della energia reattiva ero
stata fiocinata da qualche pirloide in vena di provocazioni. La faccenda non è mai stata
ufficialmente chiarita, anche se cercando in rete si trovano pareri ed esperienze
contrastanti. Solitamente tutti gli apparecchi di illuminazione attualmente in commercio
con alta componente induttiva (quindi fluorescenti, sodio, ioduri metallici, etc) hanno
di serie un condensatore di rifasamento di capacità idonea. Il problema sono gli apparecchi
dotati di motori, trasformatori o (peggio) alimentatori switching come ogni apparecchio
elettronico. Le moderne lampadine a “basso consumo” non lo so, confesso che non ho
mai fatto la misurazione. Cmq secondo la mia opinione NON la calcola, sarebbero stati
obbligati a citare questa cosa in qualche postilla.

Commento scritto da Bastarda Pallonara il 28 ottobre 2009 alle 19:29
186
avatar autore commento

Fantastico. Due anni di messaggi di gente che si lamenta che l’ENEL costa troppo e, COTNEMPORANEAMENTE, vuole consumare PIU’ corrente. Ma usare lampade a basso consumo, scaldabagni a gas e elettrodomestici in classe A era troppo complicato? Io ho questo contatore da due mesi e non è ancora mai saltato per sovraccarico.

Commento scritto da markogts il 8 novembre 2009 alle 22:10
187
avatar autore commento

per napoletano
anche io da buon napoletano ho smembrato il contatore , non e andat in allarme c’ e l’ ho davani ma non so dve effettuare la modifica pe abbassare i consumi.
me la postate o spiegate

Commento scritto da tioteo il 19 dicembre 2009 alle 18:41
188
avatar autore commento

per napoltano e ziowatt
ragazzi me ne sono procurato uno e avanti a ma dove devo modificare o saldare per ridurre la lettura non mi interessa il magneto ,quello e gia bello che andato
contattatemi anche in pvt nel caso vi posto i miei hack su contatori gas e acqua

Commento scritto da tioteo il 19 dicembre 2009 alle 19:40
189
avatar autore commento

tioteo, non so se sei un cazzone come ziowatt che vuole inculare la gente. ho l’impressione che hai poche speranze di taroccare il contatore elettronico. fai come hai sempre fatto con i contatori tradizionali.
ti attacchi direttamente a monte del contatore. non faticare, non è nella tua cultura. buon riposo

Commento scritto da Blux il 20 dicembre 2009 alle 17:36
190
avatar autore commento

no no quali poche speranze ,e aperto disattivato il tamper e staccata la bobina di sgancio e che ho solo conoscenze software e hardware ma non elettrotecniche.
so che ci mettono 5 minuti a fare la modifica quindi o si stacca qualcosa o si salda qualcosa per falsare e rallentare il counter.
sono vicino alla soluzione ma essendo che ho un solo esemplare non vorrei romperlo per fare prove.
e anche tutto in smd quindi non puoi giucarci tanto.
vorrei solo conferma.
meglio falsarlo che in caso di controllo te lo cambiano che piuttosto rubare direttamente da dietro.

Commento scritto da tioteo il 20 dicembre 2009 alle 19:57
191
avatar autore commento

Buonanotte!

Commento scritto da Blux il 20 dicembre 2009 alle 20:20
192
avatar autore commento

ragazzi se volete spiegazioni eccomi qua allora una volta aperto il contatore in alto a sinistra sotto il display vicino all alimentazione della scheda del contatore ci sono due fili uno rosso e uno nero allora non dovete fare altro che unire questi due fili mi raccomando spellateli prima e vedrete che il consumo si dimezzera fino al 60 % del consumo effettivo io ne ha fatti una trentina e sono andati tutti bene poi io ne ha fatti andare in allarmi parecchi ma fino ad oggi non e mai venuto nessuno a controllare bo non vi so dire se volete su msn naccaro@hotmail.it ok e buona fortuna

Commento scritto da napoletano il 22 dicembre 2009 alle 18:15
193
avatar autore commento

Ciao a tutti. Ho impiegato più di un’ora ma è stato molto piacevole leggere tutti i post su questo sito, che tra l’altro è il primo sito che appare se come un defi*****e uno scrive su google “contatore elettronico crack” (che è quello che ho fatto io…).

Nonostante me la cavicchio con elettrica e elettronica volevo una conferma da Bastarda (e Pallonara!): se (fregandomene del fattto che si veda) io buco la plastica un 2 cm sotto la levetta del contatore con una punta del 10 e poi taglio o il filo rosso o il filo nero ottengo il risultato desiderato?

Fatemi sapere!
Buon nuovo anno a tutti.
E che questo 2010 porti tanta corrente in più a tutti!

Commento scritto da Pallonari's fan il 2 gennaio 2010 alle 03:18
194
avatar autore commento

si basta che stacchi unno dei fili sulla bobina di scatto e il gioco e fatto.

Commento scritto da tioteo il 2 gennaio 2010 alle 09:04
195
avatar autore commento

>Nonostante me la cavicchio con elettrica e elettronica volevo una conferma da Bastarda (e
>Pallonara!): se (fregandomene del fattto che si veda) io buco la plastica un 2 cm sotto la
>levetta del contatore con una punta del 10 e poi taglio o il filo rosso o il filo nero ottengo il
>risultato desiderato?

Si, se vuoi scegliere la strada rapida e sicura fai così. Le foto del gem aperto le abbiamo
(fai conto che io non le avevo, avevo solo le foto del chint) dunque sappiamo l’area
dove bucare. Io consiglio una punta non troppo grande, direi di iniziare con un foro
da 4 mm (+ piccolo meglio è). Inizi a vedere se riesci a introdurti con (es.) un uncino
molto sottile di metallo duro, non flessibile, con cui agganciare uno dei due fili
inseriti a pressione nel connettore e strapparlo. Altrimenti con la punta di una forbicina
o di un bisturi. Se non vedi aiutati con una piccola lampada a led e trova la posizione
migliore. Io credo che la bobina di sgancio sia in bassissima tensione, non a 230,
però magari per precauzione munisciti di un guanto isolante (anche perchè se non sei
pratico potresti finire ovunque con lo strumento all’interno del gem e toccare qualche
parte sotto tensione). Il foro: + piccolo meglio è, se non altro perchè così è + facile
tapparlo. Se riesci a farlo sotto, nel comparto della leva, è meglio ma è + difficile.
Fatto il lavoro, si tura con dello stucco bianco bicomponente per plastica o
prodotto simile, ottenendo un primo tappo. Una volta indurito, si può passare una
seconda “mano” per pareggiare la superficie se il tappo è venuto un pò concavo.
Magari abbondare, ad indurimento completo cartare con della cartavetro fine.
Se è venuto una schifezza magari appiccicaci su un’adesivo, magari con la
faccia di paperino incazzato o quello della tua squadra di calcio :-D

Chiaro, la strada + complicata è quella di aprirlo seguendo le preziose info date
qui recentemente da altri VALOROSI utenti, ma bisogna essere sicuri di quel
che si fa e sentirsi all’altezza. Se lo apri, non hai bisogno di forare e di nascondere
l’eventuale foro, puoi anche pensare di piazzare una resistenza a cavallo
dello shunt per abbassare la lettura, ma non sono qui per assecondare eventuali
“furti” di questo tipo.

>Buon nuovo anno a tutti.
>E che questo 2010 porti tanta corrente in più a tutti!
Anche a te, ma dubito fortemente che la situazione in Italia possa migliorare da
questo aspetto :-/ La cosa migliore sarebbe invetare qualcosa di “tosto” per
produrcela noi la corrente. Migliaia di persone in giro per il mondo da decenni
studiano soluzioni per la cosiddetta Free Energy, me compresa, speriamo che
tra tanti ciarlatani prima o poi si giunga a qualcosa di concreto.

Commento scritto da Pallonara Bastarda il 2 gennaio 2010 alle 13:40
196
avatar autore commento

mi affascini bastarda , mai visto una donna che ama l’elettronica e la tecnica.
non nascondo che mi incuriosici
ma questo non e un sito di incontri!!!!! :lol: ;-)

Commento scritto da tio teo il 3 gennaio 2010 alle 09:11
197
avatar autore commento

Teo è pieno internet di donne-tecnico, anche perchè dietro al muro
della rete sei nascosta. Alcune si firmano con nomi maschili o
generici ma poi (com’è capitato a me) ti scappa una A di troppo
e ti sgamano :b La donna-techno è come il gatto: o la ami o la
odi. Se stai cercando di rimorkiare uno guai a dirlo che sei una
techno, può spaventarsi. Ma questo appunto NON è un sito
di incontri :-D Ora però basta, zitti zitti e lavoriamo :-|

Commento scritto da Bastarda Pallonara il 3 gennaio 2010 alle 13:17
198
avatar autore commento

Ciao a tutti, ho cominciato a leggere i post di questo forum e sono datati 2007, pensavo di leggere un forum vecchio ma con mia dolce sorpresa ho scoperto che l’ultimo post è addirittura di quest’anno,DI IERI!!!

Fantastico.

Sono appasionato didatticamente del sistema di contabilizzazione e trasmissione dati di questi contatori enel, non mi interessa manometterli, li studio per capirne il funzionamento.

Dubito che sia illegale cercare di capire il funzionamento di un dispositivo atto a fornire un servizio a pagamento, il manometterlo è certo illegale ma lo studio non lo è in un paese libero e democratico…

Dato per inciso che lo studio viene effettuato su dispositivi dismessi e non operativi trovati in una discarica.

Mi piacerebbe condividere le mie idee con qualcuno interessato.

Commento scritto da silvio il 4 gennaio 2010 alle 11:34
199
avatar autore commento

>Sono appasionato didatticamente del sistema di contabilizzazione e trasmissione dati di
>questi contatori enel, non mi interessa manometterli, li studio per capirne il funzionamento.

Curioso… ci sono apparecchi al mondo molto + “innocui” ed altrettanto interessanti
da studiare… un contatore solitamente lo si studia per DIFESA, tipo il perchè si
studia l’aids o la SLA, per trovare un RIMEDIO :lol: :lol: :lol:

>Dubito che sia illegale cercare di capire il funzionamento di un dispositivo atto a fornire un >servizio a pagamento, il manometterlo è certo illegale ma lo studio non lo è in un paese >libero e democratico…

La penso così pure io, anche se in teoria qualcuno (forse in altri paesi) almeno su
carta proibisce il Reverse Engineering

>Dato per inciso che lo studio viene effettuato su dispositivi dismessi e non operativi trovati
>in una discarica.

Wow! Tu li trovi in una DISCARICA i GEM ??? Cappero, beato te, in che bel paese che
vivi :dogarf:

Commento scritto da Bastarda il 4 gennaio 2010 alle 13:39
200
avatar autore commento

Eccomi.

Scusa Bastarda (solo di nick, non vorrei offendere), non ho capito se il tuo e un benvenuto.

Si per caso transitavo in una zona dove tempo indietro vi era una discarica a cielo aperto e alcuni la usano tutt’ora.
Li ho trovato due GEm distrutti ed uno con la cover distrutta ma il PCB intatto.

Il GEM è un dispositivo enel e l’enel è una società, non ho trovato nessun numero di brevetto sul PCB, se volevano renderlo illeggibile, ci sono varie resine ed altro, sul mercato per fare ciò, come succedeva per le prime centraline elettroniche auto.

In assenza di una informativa sul contratto enel che impedisca di capire come funziona un GEM, penso che noi si possa continuare a studiarlo.

Per me è un interesse come un altro, e ne ho molti altri, robotica in primo piano.

Pensi si possa discutere del funzionamento del GEM??

bye bye silvio

Commento scritto da Silvio il 5 gennaio 2010 alle 22:51
201
avatar autore commento

silvio ormai credo che non ci sono più segreti sul gem
non metiamo carne a cuocere
buon per te che l’ hai trovato ,anzi se ne hai un’ alto perche non me lo regali cosi me lo studio un’altro po

Commento scritto da tio teo il 6 gennaio 2010 alle 00:30
202
avatar autore commento

;-) qualcosa qualcuno sta riuscendo a fare peccato che e un pò sfocato e non si capisce troppo…..!

GUARDATE SU YOUTUBE (Prove accesso contatore elettronico)

magari forza provare chissà………
cia a tutti…!

Commento scritto da luke il 6 gennaio 2010 alle 02:30
203
avatar autore commento

Caro TIO TEO, da quello che ho letto sui post, mi sembra che nessuno abbia capito il funzionamento del GEm, dal sistema di contabilizzazione al sistema di trasmissione dati.
Vorrei condividere questa esperienza con chi veramente ha interesse a capire.
Le possibilità di applicazione di questi sistemi in altre tecnologie o dispositivi, una visione un pochino più ampia delle possibilità connesse al GEM.
Come diceva un vecchio film: ” ..un pizzico di chiaroveggenza…”

Commento scritto da Silvio il 6 gennaio 2010 alle 09:43
204
avatar autore commento

qualsiasi tipo di manomissione attraverso la porta infrarossi viene letta dai server enel.
se enel tele gestisce il gem per leggere e modificare i parametri
quindi una qualsiasi modifica operata da noi tramite terminale viene vista dall’ enel e corretta con intervento telegestito e controllo da parte del tecnico sul posto per verificare manomissioni o il corretto funzionamento dell apparato.
quindi basta con sta porta infrarossi e inutile,ha bisogno del programmino dell enel che è una sorta di hiperterminal e il gem riconosce solo quello.

Commento scritto da tio teo il 6 gennaio 2010 alle 10:54
205
avatar autore commento

:-D :-D :-D :-D :-D Ed io leggo.. ed attendo… ma ancora nessuno che porti davvero la soluzione… :lol: :lol: :lol: :lol: Ecco perchè nessuno vi ha chiuso il forum.. Che Spettacolo… Siete come un reality show.. Inutile e nel contempo spassoso nel vedere una manica di gente intenta a non relizzare niente.. Io sto rispamrmiando da mooooolto tempo e in maniera semplicissima.. :-P innanzitutto non utilizzando il pc in maniera iniqua come fate voi, spegnendo tutti gli stand-by, lampadine a basso consumo, utilizzo degli elettrodomestici in maniera consona e solo al vero momento di bisogno, installazione di piccoli pannelli solari per fa funzionare l’illuminazione in giardino durante la notte, e progetto per un impianto fotovoltaico da 3kw in corso di valutazione.. A già, ma cosi c’è da spendere, scusate se vi ho offeso nel proporre cose dove non c’è da rubare.. un consiglio ottimo è se vi allacciate al vicino di casa, fate sicuramente prima!!! :D

Commento scritto da Eko il 6 gennaio 2010 alle 13:47
206
avatar autore commento

@ Silvio
Certo che sei il benvenuto… anche se qui non è casa mia :lol: spero di non averti
offeso senza volerlo in caso contrario ti chiedo scusa. Dicevo che sei fortunato
a trovare un gem in una discarica… io non ho mai trovato facilmente contatori
delle ditte fornitrici (gas, enel vecchio tipo, nuovo tipo), penso che anche quelli
guasti se li tengano stretti nel senso che li smaltiscono in casa, sai poi al giorno
d’oggi con gli hacker trovarne uno significherebbe potenzialmente mettere a
repentaglio tutte le loro strategie perverse.
Ora, il discorso di farne un reverse engineering è sicuramente interessante ma
non so se ne sarei all’altezza, e poi attualmente NON NE HO alcuno sotto mano
da poter analizzare (per dirti come sia difficile qui trovarne “nelle discariche”…
stavo addirittura pensando di entrare in una casa abbandonata dove ce n’è uno
collegato e con l’aiuto di qualche amico che mi fa da palo portarlo via!)
Per quello che mi riguarda, ripeto, disattivando lo “scatto” sono OK, non me la
sento di incoraggiare manomissioni atte a non pagare la corrente o pagarne
meno (almeno, se lo facessi penso che non ne parlerei su un forum, troppo
rischioso). Il suo funzionamento da un punto di vista puramente “accademico”
non mi interessa, intendevo questo. E’ chiaro che non ci si riesce ad “entrare”
con la Irda. L’unica soluzione per andare oltre (ma non è da tutti) è fare
come per esempio hanno fatto con i giochi del MAME, un dump delle rom/eeprom
dove sta il codice, si disassembla, e si capisce come si comporta.

Una cosa che non mi è chiara e che forse varrebbe la pena di analizzare
invece è con che criterio e con che risoluzione temporale vengono fatte le
misurazioni del consumo. Mi spiego meglio: se io per esempio mi costruisco
un alimentatore speciale che preleva dei picchi di corrente (es.per caricare una batteria
di condensatori), magari picchi molto alti e della durata molto breve, tipo
30 KW per un decimo di secondo ogni secondo, anzichè 3 KW al secondo
in modo continuativo, lui se ne accorge o riesco a fregarlo ? O addirittura
se ciò non basta anche 300 KW per un centesimo di secondo ogni secondo
(sai quanta corrente riesce a passare per un breve istante durante un CC ?
Anche migliaia di ampere!) Ecco, questo potrebbe essere in teoria un modo
“legale” di rubare ;-)

Commento scritto da Bastarda il 6 gennaio 2010 alle 14:00
207
avatar autore commento

guarda eko che non tutti hanno la villetta privata dove mettere pannelli solari.
ci sono condomini o palazzi che superano anche i 10 piani e i solai non sono a norma per reggere strutture per pannelli solari.
poi all’ amministratore o al propietario che gli dici (mi fitta anche il terrazzo perche devo montare i pannelli!!!!!).
non sparate senza ragionare.
le casistiche e le persone sono tante e non tutti si possono permettere la villetta privata con giardino, ne tantomeno un fotovoltaico da 3 kw
se avessi la villetta con il giardino non scroccherei la corrente e non mi farei mille problemi tanto i soldi ci sono e le bollette le pago.
qui parla povera gente che con 900 1000€ al mese deve mandare avanti una famiglia e pagare tutto.
non sparlate e ragionate, chi è piu fortunato taccia.

Commento scritto da tio teo il 6 gennaio 2010 alle 14:48
208
avatar autore commento

eko, concordo pienamente con te, avevo già espresso un concetto simile al #186.

E rincaro la dose: la corrente dovrebbe costare DI PIU’, così la gente si metterebbe a risparmiare per bene la corrente.

Commento scritto da markogts il 6 gennaio 2010 alle 15:19
209
avatar autore commento

markogts, capisco lo slancio ecologista, ma la tua affermazione mi sembra un’asinata.

Ciao

Commento scritto da Blux il 6 gennaio 2010 alle 15:51
210
avatar autore commento

Eccomi, ovvio che eko E markogts non sono persone curiose che possano voler capire nuove tecnologie che potrebbero essere benissimo applicate alle fonti di energia rinnovabile. E con ottimi risultati.
E poi, eko, dubito come BASTARDA, che se qualcuno è riuscito, lo posti qui, quindi continua pure a leggere dubito che una persona razionale, posti una procedura illecita.
Io mi sono proposto di capire il funzionamento, se lavori su una PCB non collegata alla rete enel, puoi fare tutte le prove che vuoi, tenendo immacolato e intatto il tuo contatore enel, che per nessun motivo sei autorizzato a manomettere sia fisicamente che via software.
Ci sono solo due post che hanno visto la variabile che manca, uno era ipotetico e non ricordo chi l’ha scritto e l’altro l’ha postato bastarda scoprendo l’antenna radio semioccultata dal display e da un condensatore, sulla scheda madre, quindi è ovvio che non parliamo solo di IRDA (specchio per le allodole).

Ribadendo il mio interesse di pura esplorazione elettronica, vi posto quanto segue:
Elenco COMPONENTI PRIMARI:
H8-3062
74AC02
FM24C256
HCF4093
MCP602
ZT751
TMPN3150B1AF
EC16100A
EC15202C

DEGLI ULTIMI DUE NON HO ANCORA TROVATO I DATASHEET

NOTARE LA COSA PIU’ INTERESSANTE E’ IL MODULO SMD DELLA ECHELON MONTATO SULLA SCHEDA MADRE…

Commento scritto da silvio il 6 gennaio 2010 alle 19:28
211
avatar autore commento

Silvio, traduci per chi non è tecnico come te? hai solo letto tutte le sigle dei componenti elettronici da quel che ho capito. quindi finora nulla sul reverse engineering?

Commento scritto da Blux il 6 gennaio 2010 alle 19:51
212
avatar autore commento

Ciao,

scusate se m’intrometto ma da poco tempo mi sto interessando alle onde convogliate e nonostate non ho la minima intenzione di metter mano al GEM la curiosità che ho su ogni cosa chiusa :-) (La mia filosofia è – A scatola chiusa manco Arrigoni – Ma solo i vecchi come me la capiranno) mi a spinto a leggere tutto sto pappardello di roba e volevo aggiungere un paio di considerazioni.

Secondo me la serpentina sul PCB sotto il centro del display non è un’antenna radio, ma semplicemente un’iduttanza realizzata sullo stesso come spesso accade.

Per esempio in questo progetto la bobina L1 è realizzata sul PCB (E’ la spirale squadrata nell’angolo)

http://electroniccircuit-s.blogspot.com/2009/09/vhf-fm-receiver-tda7000.html

Più interessante potrebbe essere invece lo spazio per il connettore a 10 pin alla destra della serpentina che quasi sicuramente sono i contatti per l’interfaccia jtag di quello che sembra il uP che controlla il tutto, ovvero l’Hitachi H8-3062, tramite la quale, jtag, potrebbe, anche se esistono uP che non lo permettano, essere possibile leggere, modificare e riscrivere il programma in ROM (FM24C256 ?)

Riguardo gli EC1xxx sembrano far capo ad Echelon e quindi potrebbero essere relativi alla sezione Lonworks (Da quello che ho capito è il protocollo usato per dialogare con i server), però le fonti in rete sono molto vaghe.

Ricordo, anche se ripetitivo e superfluo, che se qualcuno volesse cimentarsi nel debug del uP con la jtag, a meno di non usarne una opportunamente optoaccopiata vi ritrovereste tutto il PC sotto tensione, che non è mai bello :-)

Commento scritto da cybor il 6 gennaio 2010 alle 20:55
213
avatar autore commento

Eccolo, l’ho trovato PLT-22
http://www.echelon.com/support/documentation/datashts/50090.pdf
Questo è un signo dispositivo, tanto di cappello all’enel, per questo gioiellino.

Per quanto riguarda il reverse engineering, non si realizza dall’oggi al domani, stò realizzando lo schema a blocchi funzionale. da li, se necessiterà, estrapolerò lo schema elettrico dei vari componenti, ma non è questo il mio scopo, il mio traguardo e lo schema a blocchi funzionale.

Non mi interessa ne l’antennna ne l’irda, solo la trasmissione dati e il sistema di contabilizzazione che (non ricordo se è stato gia accennato) è di nuova generazione e visto il contributo di echelon, sono certo di trovare altre sorprese.

Commento scritto da silvio il 6 gennaio 2010 alle 22:06
214
avatar autore commento

lasciaelo stare il datasheet il processore comunica su onde convogliate come fanno quegli aggeggi che si mettono in corrente per permettere alla connessione di passare da stanza a stanza senza ricablare l’ impianto di casa.
Power line vi dice qualcosa, in germania e in svizzera gia si sono mossi , a casa vi arriva l’ adsl senza avere un contratto telefonico e una linea.
per l’ enel la cosa e identica solo che qui da no essendo che ci sono in ballo tante aziende telefoniche, se cacciano una cosa del genere secondo voi che può succedere.
addio telecom infostrada tiscali vodafone ecc.
enel per la sua trasmissione utilizza bande specifiche e i dati trasmessi sono veramente irrisori e con tempi lunghissimi, mica chiacchera dalla mattina alla sera.
pensate che il concentratore di dati asservito ad un gruppo di utenze che potrebbero essere 100 o 200 persone( e son poche) e dotato di una sim in gprs , efuori al gabbiotto dell’ enel c’è una antennina piccolissima per trasmettere i pochi dati che si trova.
non inceppatevi a pensare comme funziona che e semplicissimo e lo stesso discorso vale anche per manomissioni a livello software.
le strade da tentere e gia sono state spianate riguardano solo modifiche hardware o come dire invasive e meccaniche.
se volete fare il reverse enginering del software io sono disponibilissimo
e il mio mestiere, sul forum ho letto anche di un operaio preso per i fondelli dall’ enel che non l’ ha pagato, questo tizio ha i dati del palmare e da li si puo fare tutto.
ma himo e meglio lasciarlo perdere, giocateci divertitevi e conoscetelo ma rimane solo un misuratore che trasmette quello che legge sulla rete con una cadenza ciclica impostatagli nel software e ogni tanto fa autodiagnosi,
e se al momento opportuno ritiene che state superando i ,5 kw vi stacca il MT.
a dimenticavo , se dimenticate di pagare le bollette ve lo scalano da centrale.

Commento scritto da tio teo il 6 gennaio 2010 alle 23:36
215
avatar autore commento

Oltre ai commenti di tio teo, che reputo (senza offesa), privi di interesse ma soprattutto di conoscenza, mi sembra di aver capito che non c’è qualcuno che voglia estrapolare tecnologia utile dalla tecnologia che ci circonda.
Il mio scopo è di accrescere e evolvere la mia conoscenza delle nuove tecnologie.

Il GEM è un piccolo gioiellino che nasconde ottime tecnologie.

esiste sul mercato un dispositivo tecnologico medico che nasconde al suo interno un chip di nuova generazione, e nessuno lo sà.

A me piace aprire le cose e capire come funzionano.

Non mi interessa hackerare nulla, voglio imparare e mettere in pratica nelle mie realizzazioni.

Se ci fosse qualcuno interessato a tutto ciò, mi piacerebbe corrispondere informazioni, idee, progetti e quant’altro per continuare.

Senza rancore Tio Teo ma penso che tu non sia questo tipo di persona, possibile che mi sbaglio, ovvio ma è ciò che penso.

bye bye

Commento scritto da silvio il 8 gennaio 2010 alle 20:10
216
avatar autore commento

Silvio, rassegnati! probabilmente non è la cattiva volontà di hacker o pseudohacker o di intraprendenti retroingegnieri, ma di fatto il sistema è ben congegnato e fin’ora nessuno c’ha capito un cazzo.

Commento scritto da Blux il 8 gennaio 2010 alle 20:31
217
avatar autore commento

Silvio,
se il tuo interesse principale è capire meglio la tecnologia che ci circonda, e i vari
“gioiellini” che la incorporano e la implementano in modo sempre + sofisticato,
ciò è senz’altro lodevole: capire da sè come funzionano le cose spesso porta a
capirle meglio di chi le studia sui libri. Però forse questo non è il forum adeguato,
e chiaramente tutto questo te lo dico con grande stima per i tuoi interessi e senza
polemica alcuna. Questo specifico thread è stato iniziato e portato avanti
principalmente da persone per cui tale tecnologia, nelle vesti del GEM in questo caso,
ha il ruolo di un “nemico” che va compreso quel tanto che basta per poterlo in
qualche modo raggirare. Ti faccio un esempio: io l’hanno scorso ho speso diversi
mesi per disassemblare, capire il funzionamento e quindi modificare il firmware di
una stampante Epson 4800 in modo da disattivare l’utilizzo dei chip per il conteggio
dell’inchiostro, ed altre piccole modifiche. Sono lavori faticosi e non alla portata di
tutti, ma spesso si fanno quando si ha l’esigenza di doverlo fare. Ritengo che sia
stato un investimento piuttosto che tempo ed energie sprecate. Personalmente
riconosco che la tecnologia informatica e parainformatica attuale cambia solo
nel modo in cui è implementata, ma difatto le nostre conoscenze scientifiche non
sono poi così evolute da un secolo a questa parte… quindi posso affermare, per
quel che mi riguarda, che i modi sempre + cervellotici od intelligenti di implementare
la nostra scienza di sempre non mi eccitano + di tanto, quanto invece la scoperta
e la ricerca di tecnologie davvero NUOVE. Come per esempio le ricerche sulla
Free Energy. Capisco (seguendo il ragionamento provocatorio di qualche troll che
ogni tanto fa capolino…) che può essere vista come una cosa da “sfigati” stare
a combattere contro le angherie di un contatore elettronico, e che semmai l’energia
bisognerebbe produrla da sè in modo rinnovabile. Purtroppo vorrei ricordare a quei
signori, e a voi tutti, che le tecnologie attuali (solare ed eolico in primis) sono davvero
ancora poco efficienti e poco convenienti. Parliamo del fotovoltaico, almeno di quello
che puoi comprare oggi: 1) Dopo 20 anni, se hai ammortizzato i costi, ti trovi coi
pannelli da sostituire xkè la loro vita è limitata e l’efficienza tende a degradarsi 2) i
KW che tu produci e che vendi a Enel ti vengono pagati una FRAZIONE di quelli che
TU paghi all’Enel, e ancora non esistono metodi efficienti per l’immagazzinamento
dell’energia elettrica (es. per usare in mancanza di sole quella prodotta durante le
ore di insolazione) 3) La resa per mq è ancora molto bassa e ciò necessita spazi
ampi di copertura.
Per finire, non ritengo che sia uno spreco di corrente usare il pc per postare ogni
tanto qualche messaggio COSTRUTTIVO o di collaborazione quà e là, specie se
(come nel mio caso) lo si fa nei tempi di lavoro morti quando comunque il pc sta
compiendo altre operazioni, meglio questo che andare a vedere l’ultimo filmato
cretino su youtube, oppure usare sì i forum ma per postare messaggi provocatori
e/o non costruttivi. Se vogliamo parlare di sprechi, e di sprechi davvero grossi,
pensiamo allora al consumo di decine di milioni di GEM 24/24, che sono dei piccoli
computer. O agli sprechi negli edifici pubblici (luci sempre accese in sale e corridoi
non usati, riscaldamento a manetta e poi finestre tenute aperte xkè fa troppo caldo,
e chi + ne ha + ne metta). Pensiamo anche che in ogni caldaia classica che usiamo
la maggior parte del calore viene espulso dal camino, mentre chi è + intelligente
e sceglie una pompa di calore si trova a dover SABOTARE IL CONTATORE PER NON
FARLO SCATTARE, a meno di stabilire contratti a + potenza e pagare sempre +
caro il Kw/H senza incentivo alcuno per il fatto che non inquina. Pensiamo a tutto
il calore che viene sprecato dagli impianti di refrigerazione commerciale e industriale
(sono ancora pochi quelli che lo usano per riscaldare locali). Se vogliamo parlare
di sprechi (almeno in termine energetico). Altro che un PC che magari di norma
sta acceso da mattina alla sera perchè ci si lavora anche.

Commento scritto da Bastarda il 9 gennaio 2010 alle 00:14
218
avatar autore commento

hai ragione bastarda, silvio c’è piu tecnologia in un router che in quel coso appeso al muro per fregarci.
parliamo di processori touch screen rom ram giroscopi lcd led processi costruttivi a tot nm ,ma nono mi venire a dire che nel gem c’è tecnologia che oltretutto e vecchia gia di 15 anni.
se ti piace capire come funziona il neuron del gem, gia l’ho mensionato sopra , comprati un kit power line smembrali e capisci da te.
la tecnologia e in tutto quello che ci circonda ,basta prendere un palmare e smembrarlo per capire quanta tecnologia c’è in quelloo che ci circonda.
se poi ti aspetti che qualcuno ti passa il dataschhet del neuron stai fresco, nessuno verra mai a dirti(c’è l’ho io il gem:-)divertiamoci a capire come funziona)
quindi chi ha i soldini e ha la forza di permettersi villette pannelli solari toner per stampanti o cartucce nuove e originali che costano un botto e qualsiasi altra cosa che solo il dio denaro può dare con semplicita non faccia commenti a testa di ……… .
io come anche bastarda e tante persone di questo forum ci divertiamo a smembrare studiare hakerare krakkare e capire cose molto piu evolute del gem.
e più redditizio passare una nottata su una main board fra vari componenti che qui e la non funzionano e dai di aria calda fra dissaldature e saldature ,che perder tempo dietro un sistema tanto stupido quando vecchio e sorpassato.
inutile capirlo e craccarlo il gem ,ti sgamano e son cazzi.
puo darsi che la prima volta te lo sostituiscono come guasto ma poi.
quando sei entrato nel sistema poi che fai vendi tutto a bin laden.
e basta.
(bastarda il forum si mangia i messaggi quando non metti il nome nel campo suddetto)

Commento scritto da tio teo il 9 gennaio 2010 alle 07:55
219
avatar autore commento

@ Bastarda:

-Per ridurre i costi dell’ENEL, non serve installare pannelli fotovoltaici. Basta installare elettrodomestici moderni, luci a basso consumo, spot a led, staccare dalla rete tutti i dispositivi in standby e magari sostituire forno e scaldabagno elettrici con altri a gas.
-Se con 3 kW scatta il contatore, scrivi all’ENEL che ti aumentino la potenza disponibile a 6 kW. Tutto il resto sono giustificazioni puerili.
-Se pensi che riscaldare la casa con la pompa di calore sia efficiente, fatti bene i conti. La pompa di calore funziona bene se il pozzo freddo è fatto con tubi di acqua glicolata circolante nel sottosuolo (trincea o pozzo). Se invece usi il solito condizionatore condensato ad aria come pompa di calore, allora stai facendo un errore clamoroso a pensare che il rendimento sia migliore rispetto ad una caldaia a condensazione. E anche qui, primum è isolare bene la casa, con buone finestre e un cappotto isolante (esterno o interno).
-Non andrai lontano negli studi della “free energy” se scrivi “kW/h” invece di “kWh”. Non è un errore di battitura, è un errore concettuale grave. Ti dò la soluzione subito: 1 kWh = 3.600.000 J è una misura di energia (non S.I.). W e kW sono misure di potenza (kW/h sarebbero una “accelerazione di potenza” che è un concetto privo di senso pratico). Ah, e la “free energy” non esiste.

Commento scritto da markogts il 9 gennaio 2010 alle 11:22
220
avatar autore commento

Perdo il mio tempo a controbattere ? Forse si, ma giuro che sarà l’ultima volta.

>Per ridurre i costi dell’ENEL, non serve installare pannelli fotovoltaici. Basta installare
>elettrodomestici moderni, luci a basso consumo, spot a led, staccare dalla rete tutti i
>dispositivi in standby e magari sostituire

per risparmiare soldi, visto che c’è la crisi, basta non fare la spesa e tirare un pò la
cinghia. Se non hai soldi per la casa, non serve costruirsela, basta dormire sotto
un ponte.

> forno e scaldabagno elettrici con altri a gas.

Alè, evviva l’ambiente, evviva le emissioni. Come dici ? Tanto inquinano poi le
centrali e quindi anche i treni inquinano ? Beh, lo sai, visto che sei tanto acculturato,
che un grosso impianto centralizzato è sempre + efficiente di 1000 piccoli decentralizzati ?
Questo vale per qualsiasi tipologia di impianto: generatori, motori elettrici, termici,
trasformatori, tutto.

>-Se con 3 kW scatta il contatore, scrivi all’ENEL che ti aumentino la potenza disponibile a 6
>kW. Tutto il resto sono giustificazioni puerili.

Non capisco perchè continui a frequentare questo forum se oltre a non essere interessato
all’argomento sei pure contro chi ci scrive. Non sarai forse tu quello che spreca tempo ed
energia ?
Btw, ho guardato ora le tabelle di enel dei contratti D2 e D3. Devo ammettere che
la situazione non sarebbe nemmeno così grave, il costo dai 4400 k-w-h (ti piace così ? ;)
annui è sempre 0.14987 euro per KWh, dunque ok. La quota fissa aumenta da 5 a 23
e rotti euro all’anno. La quota potenza installata passa da 5 a 14 euro e rotti al
KW. Quindi da circa 15 per i 3KW a circa 84 euro per 6 KW. Poi, non l’ho trovato sul
sito di enel, ma mi sembra di aver capito che ogni cambiamento di contratto si paghi
(200 euro o qualcosa del genere ?). C’è da aggiungere anche una cosa: dalla cassetta
di derivazione in strada al contatore, saranno circa 15 m, hanno usato un cavo che
A OCCHIO (in quanto non lo posso manomettere) parrebbe contenere 2 conduttori
rigidi da 1mmq, sicuramente non di +. La tensione a pieno carico (16 A) che scende
sui 215 V contro i 230 a vuoto confermerebbe che quel cavo è inadeguato (l’impianto
di proprietà è fatto a regola d’arte e con fili di sezioni fino a 10 mmq). So bene che se
anche cambio contratto quel dannato cavetto NON me lo sostituiscono, ma vabbè,
questo era solo per aggiungere una critica. Sorry che non ti posto le equazioni e gli
integrali e derivate del caso per descrivere la situazione in modo + scientifico.

>-Se pensi che riscaldare la casa con la pompa di calore sia efficiente, fatti bene i conti. La
>pompa di calore funziona bene se il pozzo freddo è fatto con tubi di acqua glicolata
>circolante nel sottosuolo (trincea o pozzo). Se invece usi il solito condizionatore
>condensato ad aria come pompa di calore, allora stai facendo un errore clamoroso a
>pensare che il rendimento sia migliore rispetto ad una caldaia a condensazione.

Chiaro che non è una geotermica ma una aria/aria. Oh, mica le costruisco io, le
vendono e le hanno quasi tutti qui (la temperatura media invernale è sui 10°C). Se poi
tu vendi macchine ipertecnologiche e vuoi farti dei clienti, è un altro discorso :lol:
Per quel che mi riguarda, una pdc è sempre + efficiente di una caldaia, anche a
condensazione, se non altro per il fatto che non produce calore ma cerca di
prelevarlo dall’ambiente, in un certo senso come se si opponesse all’equilibrio
termodinamico. Ste cose mica le ho inventate io. E non è la sede questa penso per
discutere i pregi e i difetti delle diverse tecnologie.

> E anche qui, primum è isolare bene la casa, con buone finestre e un cappotto isolante (esterno o interno).

Eh, questo caro mio lo puoi fare se costruisci la casa da zero. Per quel che è stato
possibile fare dopo, qui gli ambienti sono isolati al meglio.

>-Non andrai lontano negli studi della “free energy” se scrivi “kW/h” invece di “kWh”. Non è
>un errore di battitura, è un errore concettuale grave. Ti dò la soluzione subito: 1 kWh =
>3.600.000 J è una misura di energia (non S.I.). W e kW sono misure di potenza (kW/h
>sarebbero una “accelerazione di potenza” che è un concetto privo di senso pratico). Ah, e
>a “free energy” non esiste.

Allora prenditela anche con quelli che scrivono m/sec per dire metri al secondo anzichè msec.
Vai a fare il professore, e continua a credere nella scuola di Copenaghen, ai buchi
neri che evaporano, alle funzioni d’onda, al bosone di higgs, a tutte le castronerie
concettuali e virtuali che vengono fuori quando si applica la matematica in modo
selvaggio per capire una “macchina” come l’universo analizzandone i fenomeni
“dall’alto verso il basso”. Se questo per te è meglio, libero di crederlo, ma non andremo
molto avanti. E mi raccomando, vai anche in tutti gli altri forum della rete a controllare
le virgole: vedrai che ci sono dei messaggi dove non si capisce nemmeno che
cosa c’è scritto.

Commento scritto da Bastarda il 9 gennaio 2010 alle 14:00
221
avatar autore commento

Il signor Ohm inorridirebbe all’affermazione che un cavo da 1mmq (ma sono quasi certo che si di sezione maggiore) in 15 mt faccia una caduta di tensione di 15 v con quella potenza

Commento scritto da Blux il 9 gennaio 2010 alle 16:07
222
avatar autore commento

@Bastarda:
La tua risposta denota la totale ignoranza nella materia trattata in questo forum. a dimostrazione ti porto un piccolo esempio:
>Allora prenditela anche con quelli che scrivono m/sec per dire metri al secondo anzichè msec.

msec (ms) = millisecondi
m/sec (m/s) = metri al secondo…

non ci credi? Clicca qua http://it.wikipedia.org/wiki/Ms

Commento scritto da Eko il 9 gennaio 2010 alle 16:39
223
avatar autore commento

Oltre alle giuste osservazioni di eko, ti faccio presente che stai sbagliando in piena anche sulle pompe di calore, ma visto che “non è questo il luogo”, non ti spiego perché.

Commento scritto da markogts il 9 gennaio 2010 alle 17:43
224
avatar autore commento

fanno solo i tecnici a parole ma poi ai fatti che siete in grado di combinare. :lol:
dai basta con queste discussioni inutili e troppo off topic
le basi ci sono chi vuole approfondire lo faccia pure ma non svegliate il can che morde 8-)

Commento scritto da tio teo il 9 gennaio 2010 alle 21:04
225
avatar autore commento

>fanno solo i tecnici a parole ma poi ai fatti che siete in grado di combinare. :lol:

I Fatti Ahimè, non possiamo mostrarli qui… O forse si? ;)

mmmm :eeeh: si ABB? Siemens? Merten? Jung? KNX? In poche parole, Home & Building automation.. Progettista ed installatore.. Piacere

Commento scritto da Eko il 10 gennaio 2010 alle 21:26
226
avatar autore commento

meglio non mostrare e continuare per la nostre strade ;-)

delphi c++ dos linux microsoft hack crack reverse engineering ecc..
in poche parole tecnico hardware software e sistemista di rete.. Piacere 8-)

Commento scritto da tio teo il 10 gennaio 2010 alle 23:30
227
avatar autore commento

Ciao gente

me o son letto tutto e da quello che c’è scritto alcuni di voi lo hanno aperto, io vorrei sapere come avete svitato quella bastarda di vite che ha gli angoli tagliati , quella posizionata vicino alla vite antidamper o come si chiama. Come si chiama l’attrezzo da usare ?

THK

Commento scritto da Ciccio il 14 gennaio 2010 alle 01:51
228
avatar autore commento

Io ho a disposizione un contatore per fare quasiasi test , chi ha voglia di collaborare
si faccia sentire…

winkelman@live.it

Commento scritto da Winkelman il 14 gennaio 2010 alle 10:21
229
avatar autore commento

domanda….
ma se effettuo l’operazione indicata da Bastarda poi il contatore si spegnerà nel caso vada in funzione il salvavita???? Cioè nel caso ci fosse un cortocircuito o una dispersione ci sono problemi??

Commento scritto da ciccio il 17 gennaio 2010 alle 05:12
230
avatar autore commento

Ciccio, penso che Bastarda lascerà per sempre questo luogo di matti,
per colpa dei soliti 2 o 3 spacconi, anche se così facendo purtroppo
lascerà anche tanta gente in gamba e per bene!
Se l’avesse scritta la sottoscritta (bel gioco di parole) la tua domanda, quegli
spacconi l’avrebbero accusata di ignoranza !!! Perchè quello del gem non
è un “salvavita” e non scatta per le dispersioni. Btw,

Stai tranquillo che il magnetotermico del gem continua a funzionare e svolgere
il suo compito, quella bobina è uno sgancio extra che serve solo per
farlo scattere quando superiamo il consumo stabilito, o magari quando enel
ci vuole “tagliare” la corrente perchè “gli va” … ciò non toglie che
il tuo impianto debba comunque essere protetto da un differenziale magnetotermico
idoneo di tua proprietà, e magari (anche se il signor Ohm si rivolta nella tomba,
peggio per lui!) cerca di usare NON i fili da 1mmq di enel ma del buon filo da 6
o anche 10 mm a seconda della lunghezza ed altri fattori, insomma se non sei esperto
rivolgiti a un elettricista ed assicurati che il tuo impianto regga la potenza
che hai intenzione di prelevare (max 63 A teorici, fili da 1mmq di enel permettendo).

Commento scritto da BASTARDA INCAZZATA il 17 gennaio 2010 alle 13:24
231
avatar autore commento

non arrabiarti bastarda e inutile
lascia parlare li ignoranti e gli spacconi e proseguiamo per le nostre strade

Commento scritto da tio teo il 17 gennaio 2010 alle 13:53
232
avatar autore commento

Proseguiamo proseguiamo gli studi….

Commento scritto da winkelman il 17 gennaio 2010 alle 22:11
233
avatar autore commento

Salve, sono il manutentore del sito. Ho osservato nel tempo questa discussione evolversi in maniere sempre diverse. Il post originario era un articolo trovato su internet che sicuramente può far riflettere. Questo, però, non significa che si è autorizzati ad effettuare frodi nei confronti di una società con cui sottoscrivete un regolare contratto (nessuno vi obbliga, potete sfruttare le vostre conoscenze in materia per sviluppare sistemi di alimentazione alternativi!) e per questo vi chiederei di mantenere la discussione nei limiti della civiltà e della legalità. Ulteriori commenti utili ad effettuare azioni lesive del sistema ideato ed installato da Enel Spa saranno cancellati (e gli indirizzi IP conservati, come quelli dei commenti inseriti fino ad oggi) in modo da garantire questo sito da eventuali ripercussioni di carattere legale e poter dimostrare con semplicità la mia estraneità ai fatti.
Mi auguro dunque che la discussione continui, su aspetti di natura tecnica cui, credo, non ci sia alcun riserbo da parte di Enel Spa.
Saluti a tutti,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 19 gennaio 2010 alle 16:08
234
avatar autore commento

ma allora esiste un manutentore del sito/forum
scusa manuele e tu dal 1 luglio 2007 giorno del primo post scritto su questa sezione ,solo ora ci vieni a fare la ramanzina su quello che si può o non si può fare o scrivere.
cancella tutto cosi ti togli il pensiero almeno che qualcuno non e venuto a bussare alla tua porta 8-)

Commento scritto da tio teo il 19 gennaio 2010 alle 17:19
235
avatar autore commento

gia’ concordo….

sarebbe un po’ come dire
non usate emule o la larga banda
se no la chiudiamo !!!

Commento scritto da winkelman il 19 gennaio 2010 alle 17:22
236
avatar autore commento

Vorrei solo aggiungere un commento, in modo educato e civile, poi qui ho
chiuso per sempre.
Stavo per scrivere le stesse cose quando ho visto che qualcuno l’ha già
fatto notare (tio teo): la “panzana” con cui è iniziato questo infinito thread nel 2007,
ovvero quel famoso tutorial su come connettersi via infrarossi per manomettere
il contatore enel, non è forse una “azione lesiva del sistema ideato ed installato
da Enel Spa” ? In tal caso, il thread andava bloccato immediatamente, non dopo
3 anni. O forse devo pensare che qualcuno abbia ricevuto delle minacce…?
Sarebbe cosa onesta allora cancellare TUTTO QUANTO, anche gli INDIRIZZI IP…
o si pensa di “venderli” a qualche PM ?

Mi stupisco anche del fatto che su altri siti, come facebook, addirittura ci siano
dei forum dove si progetta di ASSASSINARE personaggi politici, e lì non esiste
nè un moderatore che si fa vivo con fare minaccioso, nè doverose indagini della
magistratura atte a fare bloccare immediatamente il servizio.
Quando invece si parla di boicottare l’enel, che tanto amorevolmente ci truffa,
ci dilapida, ci dissangua con le sue bollette geroglifiche, che può RUBARCI SOLDI
in ogni momento tanto ha sempre ragione lui e riesce SEMPRE a recuperare anche
i crediti non dovuti, ecco che si scatena il finimondo… meditate.

Addio.

Commento scritto da bastarda il 19 gennaio 2010 alle 17:33
237
avatar autore commento

credo propio che qualcuno e andatoa bussare alla porta di manuele e gli ha fatto notare il tutto
1)che lui conserva o meno gli ip non me ne può fregare di meno tanto io il contatore a casa non l’ ho sabotato anche perche non ne ho il bisogno
2)il primo incriminato e lui perche propietario del sito non che il primo e solo moderatore e spettava a lui modificare cancellare o avvertire di ceri argomenti, non l’ ha mai fatto forse perche gli piaceva come evolveva la storia, credeva di fare un servizio pe la gente o pensava di raccimolare soldi con google adsense o altri sistemi di guadagno con clic sparsi sul sito.
3)l’articolo (la panzanata)copiato da tutti e anche da te, l’hai postato tu sul tuo sito e le tue testuali parole citano quanto segue:

Cari amici, l’articolo che vi mando non è scientifico; ma dato che noi con la corrente tanto in casa che per la nostra attività ci sguazziamo dentro, vi porto a conoscenza del bel regalo truffaldino che l’enel ci sta preparando e come fregarli a nostra volta.
Ciao ed a presto rileggervi.

non so cosa pensare ma comunque e inutile che si nasconde dietro al muro e aspetta cosa succede
se hai paura manuele cancella tutto
il primo incriminato sei tu, noi siamo solo degli ip che girano in rete e non danno mai la posizione esatta perche sono dinamici e quindi non associabili a nessuno se non a un ristretto giro di server e cabine che smistano il traffico dsl.
prova u stesso vedi il tuo ip e vedi dove e localizzato, a meno che non hai fastweb 8-) :-P :lol: :roll: ;-)

Commento scritto da tio teo il 19 gennaio 2010 alle 19:21
238
avatar autore commento

Giusto per chiarire: non ho ricevuto nessuna comunicazione, nessuna pressione, nessuna richiesta di cancellazione, tanto meno nessuna denuncia. Semplicemente, come molti di voi suggeriscono di fare, ho voglia di tutelarmi. Non mi interessano i guadagni, non mi interessa speculare su qualcosa e tra l’altro mantenere dominio e hosting mi costa più di quanto questo post possa farmi incassare (se mai l’ha fatto, non ho mai controllato). Voglio prender le distanze da ciò che non reputo giusto: un conto è la curiosità, umana e condivisibile, di conoscer qualcosa più approfonditamente, un conto è creare un luogo in cui persone si organizzano per compiere atti illegali. Non fanno parte di ciò che sono e per questo ne prendo le distanze ma, ripeto, non c’è stata alcuna richiesta di interruzione/eliminazione di quanto pubblicato fin ora.
Riguardo gli IP, tio teo, ti ricordo che gli IP son dinamici e la loro locazione non è rintracciabile da un utente ma non dal gestore del servizio di connettività che per legge deve mantenere il log di assegnazione degli IP con un determinato contratto telefonico per 36 mesi e che, ovviamente, tali log sono sempre stati utilizzati dalla polizia postale in caso di indagini.
Ripeto, non allarmatevi, nessuno mi ha richiesto niente, ma smettiamola con questa ondata di illegalità che non mi piace completamente (liberi di farlo a “casa vostra” se volete, ma non qui).
Saluti,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 19 gennaio 2010 alle 19:28
239
avatar autore commento

Emanuele, hai sicuramente fatto bene a fare questo intervento, ma obiettivamente non c’è motivo di preoccuparsi che questa discussione porti realmente a compiere reati di truffa.
Tra il post originale, palesemente una vaccata, e i vari post conseguenti non mi pare che la “sostanza” sia cambiata. ad ora nessuno ha la più pallida idea di come “craccare” il CE, e nessuno ha dimostrato di essere minimamente capace di arrivarci.

PS: a proposito di vaccate pure, mi mancano molto quelle di ziowatt

Commento scritto da Blux il 19 gennaio 2010 alle 20:28
240
avatar autore commento

Su questo non ne sarei tanto sicuro….

ma credo non si possa piu’ fare accenni a
riguardo …
pertanto chi vuole mi scriva pure …

Commento scritto da Winkelman il 19 gennaio 2010 alle 21:02
241
avatar autore commento

Winkelman, quello che volevo dire che se tu, o altri, sei stato cosi bravo da “risolvere” i tuoi problemi di consumi in modo illecito non è certo grazie alle informazioni ricevute da questo forum.

tanti sono riusciti a taroccare il contatore in qualche modo. tutto sta nel farlo senza che enel se ne accorga. e ovviamente se qualcuno ci è riuscito è perchè enel non se ne è accorta (contorto…)

Commento scritto da Blux il 19 gennaio 2010 alle 21:47
242
avatar autore commento

Ti invito a dare uno sguardo al sito echelon..
troverai gli stessi contatori venduti ai privati
con relativo programma..
Nulla di illegale

per il resto immaginiamo il nostro contatore come
un amperometro..
Questo e’ un suggerimento che da molte idee…

Commento scritto da winkelman il 19 gennaio 2010 alle 22:07
243
avatar autore commento

enel stessa vende tutto il “pacchetto” contatore elettronico ad altre aziende. è dunque evidente che non possono esserci segreti strategici sul funzionamento. tutto sta nell’informatica. nella telegestione. nel chiacchiericcio fra CE e “centrale” o nel non chiacchiericcio.

Commento scritto da Blux il 19 gennaio 2010 alle 22:29
244
avatar autore commento

se pensi a un banale shunt, è comunque necessaria la manomissione. non cambia niente dal vecchio a “rotellina”

Commento scritto da Blux il 19 gennaio 2010 alle 23:37
245
avatar autore commento

Ti vorrei ricordare che il contatore non è di proprietà del cliente ma della società che eroga il servizio ,pertanto ogni manomissione è illegale.
Il maggior costo della quota fissa dei 6 kw è giustificato dagli adeguamenti struttrali che la società deve sostenere per adeguare gli impianti(prova a pensare se tutti avessero 6 kw quanti trasformatori dovrebbbero essere sostituiti e quante linee dovrebbero aumentare di sezione).
E vero che la bolletta va a foraggiare manager inutili dirigenti arroganti e strapagati,ma va pure a dare da mangiare a quei pochi dipendenti rimasti che faticano ad arrivare alla fine del mese e che corrono come dannati in caso di guasto per ripristinare il servizio incassando gli insulti dei clienti che dimostrando un fine intelletto non capiscono che gli operativi non c’entrano proprio nulla con le loro digrazie.
Avete sempre denigrato l’ENEL statale ,che aveva si molti difetti e andava sicuramente migliorata,adesso vi tenete i privati e ve li godete e spero che i vostri figli e le vostre figlie vadano a lavorare i quei call center che vi fanno dannare quando dovete chiedere informazioni comunicare guasti e svolgere quelle operazioni che richiedono una telefonata.

Aloha

Commento scritto da marco il 20 gennaio 2010 alle 21:12
246
avatar autore commento

@Bastarda

x commento 220…….
Ti Amo!

:)

Commento scritto da Luatincorpore il 22 gennaio 2010 alle 11:02
247
avatar autore commento

Appassionato come molti di voi alle tecnologie mi sono divertito a leggere il tutto. Continuate così. Bastarda & tio teo siete dei grandi.

Commento scritto da Artificere il 5 febbraio 2010 alle 04:59
248
avatar autore commento

grazie artificiere :lol:

Commento scritto da tio teo il 5 febbraio 2010 alle 10:03
249
avatar autore commento

Sono entrato in possesso di un contatore da esplorare…
prima cosa l’antitamper!
mi aiutate???

Commento scritto da gism 2008 il 17 febbraio 2010 alle 22:55
250
avatar autore commento

Gism,
ti ringrazio della segnalazione e spero tu abbia l’esperienza necessaria per fare tesoro
di quel che hai sotto mano. Purtroppo dopo le recenti MINACCE DEL GARANTE non mi
sento più di partecipare attivamente a questa interessante discussione: tra le righe
egli afferma che noi staremmo formando una sorta di associazione a delinquere, che
CONSERVA gelosamente i nostri indirizzi IP, ergo se insistiamo il forum viene chiuso
e ci potrebbe arrivare da un momento all’altro un avviso di garanzia.
Capisci, viviamo in un paese dove forse si corrono rischi maggiori a discutere su come
sabotare un contatore dell’Enel che non a progettare un attentato !!!!!!!

Cmq, viste le ultime tragiche news (imposizione della tariffa bioraria a tutti, con risultati
che presto vedremo sulle bollette e probabilmente faranno scendere in piazza gente di
tutti i colori politici) penso che il problema originale, ovvero quello della potenza massima
prelevabile, si sposti radicalmente altrove, nell’ancor più illecito e torbido, in ciò che io
ho sempre qui verbalmente aborrito fino ad ora quando dicevo “nessuno vuole rubare”.
Meditate, magari con qualche resistenza alla mano.

Commento scritto da Bastarda il 18 febbraio 2010 alle 00:06
251
avatar autore commento

Bastarda, io NON sono il GARANTE, semplicemente sono l’intestatario dello spazio web che stai visitando e in caso di risvolti legali (che fin ora NON sono mai esistiti, ci tengo a ribadirlo) non vorrei ritrovarmi in una brutta posizione semplicemente per aver lasciato piena libertà di delinquere (tu lo fai per studio e passione, ma renditi conto che non tutti la pensano come te…). Non sono un avvocato tanto meno ho voglia di informarmi attraverso un legale su quanto sia lecito o meno, prendo le MIE precauzioni così come qualsiasi cittadino fa quando decide se ospitare un rave-party a casa propria o meno. Il resto della tua polemica è totalmente fuori luogo perché io non ho alcun OBBLIGO nel mantenere questo spazio aperto. Mi è sempre interessato ma, ripeto, non voglio diventi altro e sono liberissimo di decidere a casa mia.
Ciao,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 18 febbraio 2010 alle 00:29
252
avatar autore commento

Ecco, parliamo di biorarie. Consiglio a tutti di cominciare già adesso a segnarsi, ogni sera, la quantità di corrente consumata nelle due fasce e studiare cosa può fare per spostare le quote di consumo in quella serale. Di sicuro, chi ha condizionatori e/o attività diurne, si troverà davvero male con le nuove tariffe. Viceversa la classica famiglia che sta fuori tutto il giorno a scuola/lavoro dovrebbe risparmiare qualcosina, a patto che spenga tutto tranne il frigorifero prima di uscire di casa. Ricordo che le nuove tariffe sono tali per cui superare il 30% dell’energia consumata in fascia F1 implica un aumento dei costi. Controllate come siete messi e se del caso, cominciate a comprare timer per lavatrici, lavastoviglie e quant’altro.

Commento scritto da markogts il 18 febbraio 2010 alle 09:47
253
avatar autore commento

Garant…ehm… Emanuale :-P
Tieni buono il concetto che ho espresso, non giudicare i toni, ho solo dimenticato
di infarcire tutto di faccine, ti chiedo scusa.
E’ solo che mi da noia che ci si debba sentire in colpa come assassini a discutere
di come difendersi. E’ un pò come se si parlasse di windows che ha uno spyware
per comunicare alla microzozz gli utenti illegali e noi si discutesse di come disabilitarlo,
e sentirsi dire che si sta “delinquendo”. La mia morale corrisponde solo parzialmente
con la legalità, e non sono l’unica persona. Ne parlerei a casa mia a tavolino, in
privato, ma le persone giuste per parlare di certi temi è + facile trovarle nella
quantità in rete che non tra i pochi amici e conoscenti.

Markogts & altri: ecco io non ci sto a questa cosa delle biorarie. La prendo da parte
di enel come un “visto che siamo messi sempre peggio è ora di fare economia. O
consumate nelle ore di minore richiesta o peggio per voi sarete penalizzati”.
Leggi: condizioni da terzo mondo. Non ricado purtroppo nella categoria di quelle
utenze che possono spostare i consumi di notte o nel weekend. Non ho ancora
avuto tempo di andare a spulciare in rete tra le varie offerte anche della concorrenza,
ma se qualcuno si è già informato su contratti e/o fornitori + convenienti
e ha delle info utili faccia un fischio…

Commento scritto da Bastarda il 18 febbraio 2010 alle 13:50
254
avatar autore commento

forse la differenza è che windows è installato su un hw di tua proprietà, mentre il contatore non è un hw di tua proprietà.

Commento scritto da Blux il 19 febbraio 2010 alle 23:03
255
avatar autore commento

Vi parlo da dipendente ENEL, quello che c’è scritto sopra è frutto di una persona ignorante che non sa di cosa sta parlando, a cominciare dalla sigla GEM che in realtà significa GRUPPO ELETTRONICO MONOFASE….difatti esiste anche il GET che è trifase!!!
Ragazzi ignorate le indicazioni sopra riportate, ammesso che funzionino ormai i contatori hanno una protezione da manomissione SW e comunicano la situazione in centrale tramite onde convogliate. Non cercate di fregare l’ENEL perchè tutti i nodi vengono al pettine e voi sareste perseguiti civilmente e penalmente.
A buon intenditor poche parole :roll:

Commento scritto da Angelo (dipendente ENEL) il 25 febbraio 2010 alle 23:16
256
avatar autore commento

Credo che quanto detto da Angelo, sia vero, inoltre ricordatevi che quello non è il modo giusto per frodare l’ENEL, infatti in fase di realizzo della colonna contatore si deve predisporre dietro una scatola di derivazione dove passerà il cavo Enel. Dopo la fornitura si procede allo sguaino cavo in tensione Enel, conprelievo ad innesto, il tutto isolato, e murato rompendo la scatola predisposta. In arrivo quadro casa prevista fornitura vera Enel su circuiti dedicati e alimentazione della bobina di minima tensione x automatico Enel ( PLUS ) . Cosicchè in caso di verifica Enel quando loro staccano a vostra insaputa la linea ” dubbia ” non si accorgeranno delle linea ( PLUS ) in quanto la bobina di sgancio staccherà il lavoro fatto da Voi.
Un elettricista stufo di pagare l’Enel, in quanto alla nostra categoria non ci riconoscono un centesimo e talvolta siamo anche derisi dall’assistenza telefonica che ci crede dei cretini. JEAN PIERRE !!

Commento scritto da Jean Pierre il 28 febbraio 2010 alle 00:30
257
avatar autore commento

Caro Jean Pierre, conosciamo già la “scatola nascosta” e la squadra delle verifiche va a cercare pure quello. Ti dirò di più, a lungo andare il lavoretto sul cavo concentrico sguainato si rovinerà fino a provocare un corto e lasciare l’utente al buio. Ci è capitato diverse volte di aver trovato quella modifica e tutti quei bravi padri di famiglia sono stati e saranno convocati in udienze penali per furto e frode, i miei colleghi ci sono andati come testimoni!
Non rovinatevi per così poco, se non volete pagare l’energia elettrica….non la consumate!!!!!!

Commento scritto da Angelo il 28 febbraio 2010 alle 08:18
258
avatar autore commento

Io a questo punto alzo le mani e mi dissocio. Avendo preso parte a questo forum
ed avendo ricevuto 30 AVVISI DI GARANZIA e 50 ANNI DI RECLUSIONE per
IMMAGINAZIONE DI REATO, e vedendo che si parla ancora di furto, di spellare
i cavi, di scatole nascoste eccetera tengo a precisare che mi dissocio e non c’entro
nulla con idee e operazioni del genere. Penso che davanti a queste tematiche
Emanuele dovrebbe intervenire in modo ancora + pesante rispetto a quanto ha
fatto con me ed altri quando si parlava di analisi e teorie su come non fare scattare
il GEM per prelievi superiori al contratto. Giusto ? :roll:

Però non condivido neppure l’atteggiamento di Angelo, che si dichiara dipendente
Enel. Mio zio è dipendente Enel e (almeno anni fa, ora non so) godeva di agevolazioni
sulla bolletta. Quindi è facile da quel pulpito dire “se la corrente costa troppo non
consumatela” :-P Siamo sempre lì, è come dire all’operaio fiat cassaintegrato
“se non ci hai i soldi mangia meno e spendine meno”. Notare che non sono certo
di SX, ANZI. Però un ragionamento del genere mi urterebbe non poco !!!!!!
Così come continuo a non capire il motivo per cui certa gente partecipi a un forum,
magari dopo esserselo letto tutto, quando l’argomento trattato non è di suo
interesse o non lo condivide, solo per sparare contro. Lo dico in generale.

Commento scritto da BASTARDA il 28 febbraio 2010 alle 13:51
259
avatar autore commento

“Così come continuo a non capire il motivo per cui certa gente partecipi a un forum,magari dopo esserselo letto tutto, quando l’argomento trattato non è di suo interesse o non lo condivide, solo per sparare contro.”

Cioè, uno deve partecipare ad un forum solo se è d’accordo con tutto quello che si scrive??!!! vietato esprimere opinioni non in linea!

Secondo me hai le idee un po’ confuse, o un po’ estremiste(di dx o sx)

Commento scritto da Blux il 28 febbraio 2010 alle 22:23
260
avatar autore commento

No Blux, confusa non lo sono mai stata (si vabbè qualche volta nella fretta posso scrivere
Kw/h anzichè Kwh) e non è neppure questione di estremismo. Questo non è un forum
(anzi thread è il termine + corretto) dove si discute di politica, di calcio, di quale canzone
del festival facesse + o – schifo, etc. dove è vitale e naturale che ci si scanni e ci si spari
contro… questo thread molto specifico era nato inizialmente, e poi proseguito, sulla
tematica di come “sabotare il contatore enel per non farlo scattare”. Un fiume di
illazioni, teorie, testimonianze, suggerimenti, concetti, talvolta sensati talvolta assolutamente scritti da gente incompetente o disinformata. Ora, un thread del genere si
presuppone venga letto e seguito da chi ha a cuore l’argomento in oggetto o se ne sente
direttamente o indirettamente coinvolto ma in modo costruttivo.
Ti faccio un esempio: io non mi sto a leggere un thread di centinaia di messaggi
(ci vuole anche il tempo!) che parla di come truccare i motori delle auto se poi è solo
per sparare minacce, intimidazioni o discorsi del tipo “siete tutti dei poveri sfigati io ci
ho la ferrari!” oppure “tanto poi la polizia vi becca vi fa un mazzo così e a buon
intenditor poche parole”. Perchè non ha senso, ammettilo !!!

Commento scritto da BASTARDA il 28 febbraio 2010 alle 22:40
261
avatar autore commento

Il problema e che molti danno fiato alle trombe per gettare il sassolino.
non per creare onde concentriche ma come si dice a napoli”getta il sassolino e nasconde la manina”
lo fanno solo per accendere fuoco o perche si aspettano sempre che qualcuno dica come si modifica si cracca si scrocca ecc.
poi rimane la percentuale di persone che soffre di manie di protagonismo,
(io sono dipendente enel) bravo perche non sabotate i computer della rete commerciale invece di parlare inutilmente ,a voi fa commodo lo stipendiuccio da 1800€ + accessori :eeeh:
e la magior parte usa la macchina dell’ azienda per fare la spesa telefona dall’ ufficio ha lo sconto sulle bollette e magari ce anche chia ha la villa con il fotovoltaico
meglio non parlarne sono i primi truffatori e ne conosco molti
bocca mia taci anzi dita mie state ferme!!!!!!!
una cosa e certa enel ci sta guadagnando in montaggi di gem nuovi che all’ improvviso spariscono :timid: :lol: :dogarf: 8-)
un gem costa 500€ (un po di plastica due schede e un magnetotermico) :burp:

Commento scritto da tio teo il 1 marzo 2010 alle 01:33
262
avatar autore commento

Tio Teo sei sempre un mito :love:
Si, a sto mondo sostanzialmente ci sono 2 categorie di persone, quelle che costruiscono
e quelle che sanno solo distruggere. C’è chi getta il sassolino per fare male a qualcuno,
e chi lo getta per seminare qualcosa di utile. Io nel mio piccolo questo ho fatto, qui,
da quando nei primi post avevo indicato com’era fatto il Chint con la bobina di sgancio
etc. Non volevo dirla tutta, solo stimolare un’idea, anche per non compromettermi
e non passare per quella che istiga a “delinquere”. Poi si è andato pericolosamente oltre,
e spesso ci si dimentica che si è in pubblico, esposti a pubblici ministeri giustizieri o
(ex) impiegati enel improvvisati tali, venditori di fumo e di ipertecnologie, guastafeste,
ma anche gente che ha preso l’input correttamente, che ha saputo fare tesoro di
un’idea, abbiamo pure le immagini di un GEM smontato, qualcuno ce l’ha sottomano…
direi che a livello anche solo accademico (lo dico così per non innervosire nessuno)
il materiale c’è. Da un messaggio ingannevole che circola da anni in rete, quello su
come interfacciarsi con l’irda, che ormai tutti sanno essere una ciofeca, alla fine
si sono aggiunti dati decisamente + interessanti. E’ possibile che presto qualcuno
riesca anche a disassemblare il firmware del GEM… sempre e solo a scopo
accademico, eh :eeeh:

Per quanto riguarda la mia idea voglio dirla tutta: il trucchino alla fine l’avevo praticato
nella mia casa di villeggiatura, che oltretutto è intestata a mia zia, neppure a me, quindi
alla fine dovesse succedere qualcosa di strano poveretta vanno a beccare lei :lol:
Qui per fortuna non ne ho bisogno, là collegavi 2 cose e saltava tutto. All’inizio mi ero
costruita un accrocchio a batteria che istantaneamente risollevava la barra del magneto
quando scattava. Perchè quelli in vendita non lo ripristinano subito ma dopo un certo
tempo ed è una rottura. Poi ragionandoci su ho deciso semplicemente di “estendere”
il concetto :lol: Ancora nessuna denuncia o messaggi strani da parte del GEM. Quindi
il firmware semplicemente non se ne accorge. Però, così come da remoto è possibile
aggiornare le modalità di fatturazione (come recentemente, le fasce orarie) non sono
così sicura che non possano anche aggiornare il firmware e rimpiazzarlo con uno nuovo
che prenda atto di simili trucchi…

Commento scritto da BASTARDA il 1 marzo 2010 alle 14:16
263
avatar autore commento

@ bastarda: quello che dico è vero e non godo dei benefici sulla bolletta elettrica, quella è una vecchia agevolazione che non esiste più da diversi anni e io non ci sono rientrato. Consiglio solo alle persone che se non riescono a pagare la bolletta allora è meglio che non fanno scattare altri Kw\h da fatturare anzichè rubarli, tutto qui

@ tio teo: Un GEM costa meno di 21 euro + IVA, dai un’occhiata ai preventivi per le nuove forniture monofase :eeeh:

Commento scritto da Angelo il 1 marzo 2010 alle 23:56
264
avatar autore commento

buon per loro angelo, ricordo che nel 2006 quaando ho traslocato in casa nuova il contatore non c’era e quindi vovetti fare un nuovo allaccio con il montaggio del contatore.
la prima bolletta arrivata celermente perche era la fattura del contatore era di 569€
pagai punto e basta.
non credo che sia sceso cosi tanto di prezzo in questi anni ma la cosa certa e che ti sommano al contatore l’ uscita dei tecnici che se stanno anche dietro casa loro tariffa e sempre quella poi ti sostituiscono la base di appoggio poi c’e la registrazione dei dati del nuovo gem, che ovviamente ha dei costi tremendi.
ricordo che 2 anni fa feci una voltura ad un contratto condominiale, la voltura costo’ 70 e piu €!!!!!!!
ma che hanno le dita d’ oro, che ci vuole a cambiare due dati.
se poi le tariffe sono cambiate e sono piu economiche ok hai ragione , ma gli anni a dietro almeno per il rapporto che ho avuto con la signora ENEL
mi ha spillato solo fior di quattrini.
quindi se ci sono persone che rubano modificano craccano non me ne frega tanto e fanno bene.
in italia abbiamo i prezzi piu alti per tutto carburanti elettricità beni di consumo, i big hanno le ville sono quotati in borsa fanno il giro del mondo sulla barca pippano tonnellate di coca,si fanno prestare soldi dalle camorre locali per aprire aziende e poi ci rompono il c…o con bollette mega galattiche , solo perche hanno degli interessi un po altini da pagare.
e noi sempre a scalare le vette per arrivare a fine mese.
ma andate a fare in………………
fate bene e diffondete la conoscenza
scusate il mio sfogo no ce la facevo piu basta non postate piu niente o almeno scrivete argomenti interessanti

ciao bastarda scusami di non averti salutato nei vecchi post

Commento scritto da tio teo il 2 marzo 2010 alle 07:37
265
avatar autore commento

Si Tio Teo è quello il concetto, in Italia ci sono pochi che hanno sempre il coltello
dalla parte del manico. Ti possono sfruttare con tariffe assurde, pratiche immorali,
bollette che per decifrarle pure mio padre che è un ingegnere e io che sono ricercatrice
programmatrice eccetera diventiamo PAZZI !!! Quel che lamento è che il governo non
fa NIENTE, non importa di quale colore politico, per impedire lo sfruttamento degli utenti
da parte dei monopolisti di nome o di fatto.
Anzi, ora di punto in bianco ci tirano fuori pure la bioraria obbligatoria. Ma tutto quel che
fanno appunto lo fanno legalmente, e noi se protestiamo rischiamo denunce e minacce
per istigazione o meditazione di reato! Come sempre: legge vs. morale. Rubare ? Mai.
E’ contro i miei principi. Però se so che qualche napoletano furbacchione ruba la corrente
io ci godo, altro che. Anche se io gli ciucciassi di nascosto 1000 KW 24h/24 loro mica
ci perderebbero niente, manco se ne accorgerebbero, a loro i conti tornano sempre in
abbondanza!

Una furbata per risparmiare qualcosa sarebbe quella di riuscire a farsi mettere un
contratto Usi Diversi. Ho visto che lì il prezzo del Kwh oltre una certa soglia di
consumo è molto inferiore a quello per gli Usi Domestici. Non so se e che rogne
ti facciano se lo chiedi. Io so che un mio vicino di casa in una villetta ce l’ha.
Siccome oltre che bastarda sono curiosa, un giorno passando gli ho aperto la cassetta
del contatore su strada (non ha il lucchetto), ho premuto il tasto del menu del gem
e diceva Altri Usi o Usi Diversi ora non ricordo… dovrei andare a curiosare di nuovo :lol:
Cioè alla fine io in teoria potrei farmi fare un cotratto Altri Usi per un garage o un
altro gabbiotto di mia proprietà, disdico il contratto residenziale, e poi da lì mi
attacco e mi porto la corrente in casa… a monte del contatore ci faccio quel che
voglio, il contratto l’ho pagato e la corrente la pago anche… non so cosa ci sia di
illegale, è solo una furbata

Commento scritto da Bastarda il 2 marzo 2010 alle 13:33
266
avatar autore commento

@ tio teo: hai afferrato il concetto…anche per una semplice voltura non hai idea di quante persone si passano la pratica fra ufficio commerciale e tecnico, dirigenti e non, eccetera eccetera; stessa storia per l’installazione del contatore, si paga l’intervento, il costo degli impiegati, il logorio dei mezzi e tutto il resto.

Voglio puntualizzare una cosa, capisco il vostro sfogo ma non dimenticatevi che nessuno spilla soldi a piacimento e non siamo i più cari in Italia. Tutte le tariffe nonchè i tempi max di intervento sono stabiliti dalla AEEG, questa autority vigila molto severamente e fa pagare MILIONI DI EURO ogni anno di penalità quando impieghiamo troppo tempo per un allaccio, per riparare un guasto, ecc. Purtroppo il costo dell’energia è sempre più alto, come l’energia c’è anche la benzina, i caselli autostradali, le sigarette, ecc ecc purtroppo è così!

Commento scritto da Angelo il 2 marzo 2010 alle 17:59
267
avatar autore commento

Il costo è alto perchè qui ogni volta che si vuole costruire un termovalorizzatore o una
centrale elettrica c’è qualcuno che scende in piazza a fare casini e ci vuole l’esercito.
Non parliamo delle centrali nucleari.
Guardiamoci un pò in faccia.
Non sarà il massimo della tecnologia, per me siamo all’età della pietra, ma per ora non
abbiamo di meglio. E gli altri paesi fanno così, e nessuno scende in piazza.

Ma quel che critico ancora di + sono le bollette crittografiche. Scaglioni, anticipi… roba
da uscire di cervello. Ma io sarei quasi quasi disposta a pagare un tantino in + il kwh
basta che fosse sempre uguale. Tipo questo mese hai consumato 1000 Kwh, il costo
del Kwh è tot, paghi 1000 x tot, punto. Sono un’idealista, lo so.

Se ti metti una cella a combustibile quella ti produce tot Kwh per litro di idrogeno, e
tu compri solo l’idrogeno che consumi. Anzi magari + ne compri + ti fanno un prezzo
buono. Era solo per fare un esempio. Peccato che sono apparati ancora costosi, non
troppo affidabili, e con una resa a mio avviso ancora non ottimale (+ il calore in eccesso
che anche quello andrebbe gestito e usato e d’estate non ti serve).

Chiedo scusa per l’ennesimo sfogo :-(

Commento scritto da Bastarda il 2 marzo 2010 alle 19:16
268
avatar autore commento

Bastarda, dici “una furbata per risparmiare qualcosa sarebbe quella di riuscire a farsi mettere un contratto Usi Diversi”;
se questa è una furbata immagino le tue “genialate”. così prendi solo per il culo la gente.guardati bene le tariffe.

Angelo, non mi aspettavo che tu sapessi che esistesse l’ AEEG, visto che non sai come sono i preventivi. il contatore non viene fatto pagare al cliente. la tariffa di allaccio è a forfait come disposto dall’ AEEG.

Tio Teo, sempre AEEG che stabilisce le tariffe.

saluti a tutti

Commento scritto da Blux il 2 marzo 2010 alle 20:30
269
avatar autore commento

Secondo me leggi senza comprendere ciò che leggi… non ho scritto che il cliente paga il contatore, ho solo scritto che un gem non costa 500 ma 21!!!
Meno spavalderia aiuterebbe il reciproco scambio di opinioni ;-)

Commento scritto da Angelo il 2 marzo 2010 alle 20:36
270
avatar autore commento

Angelo Tu hai scritto ” Un GEM costa meno di 21 euro + IVA, dai un’occhiata ai preventivi per le nuove forniture monofase”.
Ciao spavaldino

Commento scritto da blux il 2 marzo 2010 alle 21:06
271
avatar autore commento

Appunto, 21 è il costo immesso in preventivo. Il preventivista deve quantizzare la spesa sostenuta da ENEL e i superiori la autorizzano.
Bye bye vice spavaldino!

Commento scritto da Angelo il 2 marzo 2010 alle 21:10
272
avatar autore commento

Quindi secondo te nel preventivo che riceve il cliente c’è la spesa per il contatore ma non la deve pagare?

Ciao confusino

Commento scritto da Blux il 2 marzo 2010 alle 21:15
273
avatar autore commento

Non hai chiaro il concetto. Il preventivista fa il preventivo all’ENEL per i costi di realizzazione, l’ENEL fa il preventivo al cliente per il costo complessivo da sostenere. è come se una ditta di costruzioni si fa un preventivo a se stessa per costruire una casa, di conseguenza lo ricarica e lo gira al cliente. L’unica differenza fra la ditta di costruzioni e l’enel è che quest’ultima non ricarica nulla ma applica le tariffe AEEG, di conseguenza ha l’interesse di contenere i costi per aumentare l’utile in ogni attività lavorativa.
Spero d’aver chiarito le lacune :roll:

Commento scritto da Angelo il 2 marzo 2010 alle 22:24
274
avatar autore commento

Ripeto,
Angelo Tu hai scritto:
” Un GEM costa meno di 21 euro + IVA, dai un’occhiata ai preventivi per le nuove forniture monofase”.

Nei preventivi per nuovi allacci, che i comuni mortali ricevono sono specificati solo i costi relativi a quota potenza, quota distanza, spese amministrative , IVA, come da delibera AEEG.

E’ evidente che il concetto non è chiaro per te. sei sicuramente un ottimo preventivista, ma non hai la più pallida idea di cosa arriva al cliente.

Spero di aver “RIEMPITO LE LAGUNE” di ignoranza (beata)

Ciao

Commento scritto da Blux il 2 marzo 2010 alle 22:33
275
avatar autore commento

Hai praticamente ripetuto quello che ho detto io specificando in più cosa arriva, volevo solo chiarire che il cliente non riceve “il contatore costa 21 o 500″ ma vabbè, meglio lasciar perdere perchè continueresti a fare un infantile botta\risposta per vedere chi la sa più lunga.
PS: non faccio il preventivista

Commento scritto da Angelo il 2 marzo 2010 alle 22:47
276
avatar autore commento

“PS: non faccio il preventivista”

Sollievo! avevo quasi deciso di svendere le mie azioni enel.

però il dubbio rimane…..

Commento scritto da Blux il 2 marzo 2010 alle 22:51
277
avatar autore commento

Svendile pure :lol:

Commento scritto da Angelo il 2 marzo 2010 alle 22:52
278
avatar autore commento

non mi sembri la persona più affidabile per questi consigli. e per tutti gli altri….

Commento scritto da Blux il 2 marzo 2010 alle 22:57
279
avatar autore commento

parole inutili e nulla di costruttivo.
bastarda se costruiamo un motore ad energia cinetica e ci colleghiamo un generatore.

meglio parlare di questo che di inutili ca..te

Commento scritto da tio teo il 3 marzo 2010 alle 11:06
280
avatar autore commento

Ma certo, perchè qui come altrove come proponi un’idea concreta qualcuno
te la stronca. Vabbè ma tanto chi se ne frega… c’è anche gente che leggerà questo
forum e troverà utili, magari anche come spunto indiretto, tante “furbate” che abbiamo
scritto. E questo mi basta :-)

Quanto costi un contatore elettronico alla fine non ci cambia la vita, xkè tanto
direttamente o indirettamente a noi ce lo fanno pagare, anche se difatto rimane
di loro proprietà (bella roba eh ? Indirettamente lo pago però non è mio… mi domando
legalmente come si possa configurare questo fatto… ah già no niente perchè qui si
parla di “indirettamente”) Cioè mi pare sia 200 euri circa (MI PARE!) a contratto, se
poi ne vanno 190 in burocrazia e manodopera e 10 nel gem oppure 150 nel gem
e 50 nel resto a me poco importa xkè tanto 200 ne pago sempre, e anche xkè se
ne volessi acquistare uno NON me lo vendono :lol:

@Blux: i modi educati non sono proprio il tuo forte eh ?

http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/tariffe_per_la_casa/tariffe_per_usi_diversi/bta2.aspx?it=0

(se il link non è stato troncato)
Contratto Usi Diversi BTA2 da 3KW, per esempio. Prezzo unico dell’energia (mi piace questa
dicitura…) Euro 0,104470 / Kwh

http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/tariffe_per_la_casa/tariffe_monorarie_per_la_casa/tariffa_D2.aspx?it=0
(se il link non è stato troncato)
Contratto “normale” D2 usi domestici da 3KW
fino a 1800 Kwh euro/Kwh 0.09401
fino a 2640 0.13509
fino a 4440 0.17907
oltre 4440 0.225960 (la stangata)

Allora invece di dire che sparo coglionate per favore dimmi esattamente per quale
motivo la mia idea è una coglionata, visto che le tariffe sono queste.
O si discute in modo costruttivo oppure tanto vale piantarla lì.

Commento scritto da Bastarda il 3 marzo 2010 alle 13:40
281
avatar autore commento

a gia avevo dimenticato questo particolare (il contatore non e nostro ma lo compriamo)
so solo che quando mi trasferii in questa nuova abitazione il contatore non c’era e quindi il propietario prima che entrassi chiamò l’ enel e fece l’ allaccio.
mi disse che la prima bolletta che arrivava glie la dovevo dare a lui perche il contatore lo paga il propietario.
arrivò nel giro di poche settimane la fatidica bolletta di 500 e rotti €
quando la vidi mi venne un colpo.
cacchio un contatore tutti sti soldi!!!! poi ovviamente feci la voltura a me (altri soldi).
non so come i tipi sopra dicono che costi 21€ (solo il magnetotermico costa quei soldi)e poco ci credo, l’unica cosa che so e che siamo manipolati da queste aziende.

ricordate quegli spot pubblicitari dell’ enel che citavano il famoso motto che per una (qualsiasi cosa) ci vuole energia.
e li che giocano.
ormai siamo tutti abituati ad avere in casa la corrente elettrica che e diventato indispensabile, quindi devi pagare e devi stare zitto, ma arrivera il giorno che la corrente ce la produrremo noi ma con metodi piu economici e convenzionali dei pannelli solari
e quel giorno uscirò fuori al balcone ed urlerò waffanculo enel!!!!!!!!!!
rivolgerò i miei studi per produrmi energia elettrica in modo
alternativo senza perder tempo nel seguire inutili discussioni su quanto costa il gem , fatevi il fotovoltaico, come si pronuncia kw o vendi le obbligazioni.

bastarda non sprecare dita e mente appresso a sti quattro …….!!!!!
concentriamoci su cose costruttive.
sei impulsiva come me e ti capisco , ma e inutile hanno tempo da perdere.

Commento scritto da tio teo il 3 marzo 2010 alle 15:50
282
avatar autore commento

Ehehe… e dire che tutte quelle pubblicità dell’Enel glie le paghiamo noi. Un monopolio
che fa la pubblicità… che ridere…ah si vabbè che c’è il mercato libero ma solo di nome…
ok se potessi decidere di comprare la corrente alla coop piuttosto che all’upim o alla standa
allora forse fare la pubblicità avrebbe senso :-P

Non è tempo perso… una mail ogni tanto… come grattarsi il naso, ben pochi kwh :lol:
Tranquillo tio teo che io e migliaia di altre persone lavoriamo anche a questo. Poter
gridare fanculo all’enel un giorno dal balcone. O almeno, ci si prova. Anche chi fa tanto il
guastafeste poi alla fine è questo che desidera ;-)

Commento scritto da Bastarda il 3 marzo 2010 alle 17:26
283
avatar autore commento

Giorni fa ho fatto un post.

Ora però gradirei non essere sobbarcato da E-Mail di risposte Grazie
Jean Pierre

Commento scritto da Jean Pierre il 3 marzo 2010 alle 19:15
284
avatar autore commento

Jean Pierre, ti ho eliminato a mano, in ogni caso in ogni e-mail era indicato come rimuoversi dalla notifica di nuove risposte.
Ciao,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 3 marzo 2010 alle 19:58
285
avatar autore commento

MA per FAVORE!!!
Echelon è una multinazionale, quotata in borsa al NASDAQ, che ha sviluppato un protocollo di comunicazione ben famoso e utilizzato nel mondo.. credete che sia così semplice che chiunque lo possa “craccare”???

“Bastarda”, guarda che l’elettricità la puoi si comprare al supermercato, ad esempio all’ Iper ( http://www.iper.it/iperenergia.php ), all’ Auchan.. alla coop, per ora, puoi solo pagare le bollette. evidentemente anche un pò di informazione non sarebbe male. Il mercato è libero, solo che la liberalizzazione la hanno fatta per far guadagnare i grandi imprenditori privati.
Che poi, illudersi che chi apre un solamente un reparto commerciale – che compra l’energia da chi la ha a poco (slovenia, francia, germania, da energia nucleare) e la rivende al cliente finale pagando affitto delle reti e della misura – possa offrire un servizio di assistenza migliore di chi ha elettrificato l’Italia, è un altro discorso.
Chi vuol essere libero, si impegni, e crei energia rinnovabile.
E smettete di incasinarvi i contatori, che se si blocca, ripiombiamo a 100 anni fa.

Commento scritto da Zio il 9 marzo 2010 alle 22:35
286
avatar autore commento

Meno male che continua ad esserci gente come bastarda e tio teo che cerca di capire, crescere ed imparare. Da parte mia li ringrazio per le utili “intuizioni” che ci hanno fornito.
Invece ai signor “sotuttoio” dico solo una cosa: mavaff……!

Commento scritto da TRUENO il 21 marzo 2010 alle 17:26
287
avatar autore commento

Screanzato!

Commento scritto da sotuttoio il 21 marzo 2010 alle 18:33
288
avatar autore commento

aprite la calotta, prendete i due cavetti che vanno al display IL NERO ED IL MARRONE, li mettete in corto con un morsettino da un cm, rubacorrente.

II opzione, saldate un cavetto nel primo punto sul display in basso a sinistra, dove partono i cavetti marrone e nero, una volta saldato il cavetto inserite l’estremita’ nella fase dell’inerruttore a sinistra. praticamente ponticellate.

non si accorgono di nulla. soltanto la vostra bolletta non sara’ piu’ cara di 50 euro,

dimenticavo. facendo cosi’ il vostro CE tirera’ fino a 10 Kw, rimanendo invariato il vs. contratto con il gestore.

Commento scritto da OperaiodellENEX il 25 marzo 2010 alle 13:11
289
avatar autore commento

e come apri la calotta?

Commento scritto da cicciopagliaccio il 25 marzo 2010 alle 13:20
290
avatar autore commento

PER I GEM 2002 Basta prendere con le mani la testa del CE e spingere verso sotto, o forzare con un cacciavite tra la calotta e l’in terruttore, PER SGUSCIARE il tutto.

Nei nuovi contatori dal 2002 in poi il problema è diverso.
Esiste una vite one-way, avvita/non svita, basta svitare quella e tirare la calotta come descritto sopra, svitarla non e’ difficile come sembra, esistono chiavi, e non vi sto qui a dire come sono fatte, ma vi dico la piu’ semplice ed elementare, svitarla con un avvitatore con la punta a taglio molto grossa, ci sono riuscito anche con un normale CACCIAVITE GROSSO facendo forza.

e ricordatevi, L’utilizzo di questa pillola, è perseguibile a norma di legge . :timid:

Commento scritto da OperaiodellENEX il 25 marzo 2010 alle 17:56
291
avatar autore commento

Dimenticavo

ATTENZIONE ALLA VITE ANTI TAMPER, quella torx, non svitatela, svitandola l’antitamper si attiva aprendo l’interruttore, e non facendolo chiudere piu’. scatta in automatico la verifica per sospetta FRODE. e rimarrete al buio!
Per far riarmare l’interruttore c’e’ un sistema, e per bypassare la questione dell’anti tamper ce n’e’ un altro. ;)

Commento scritto da OperaiodellENEX il 25 marzo 2010 alle 18:33
292
avatar autore commento

Raga, qui ancora una volta si parla di furti e io mi DISSOCIO.
(Vabbè che anche le bollette Enel sono un furto, ma quello purtroppo è
un furto legalizzato)
Avete già dimenticato le intimidazioni del moderatore ? Qui se si
va avanti a parlare _esplicitamente_ si rischia che venga chiuso tutto e che
qualcuno faccia delle indagini sugli indirizzi IP. E ci vanno di mezzo tutti
quelli che hanno scritto, me compresa.
Io direi che di materiale qui ce n’è tanto da estrapolare, per chi
ha voglia di rileggersi tutto il thread, senza bisogno di correre ulteriori
rischi e suscitare possibili allarmismi.

Inoltre Enel probabilmente non si accorge se gli ciucciate 10 KW PAGANDO
(premesso che i LORO cavi sono poco + di un doppino telefonico, quindi OKKIO)
ma se gli ciucciate KW senza pagare prima o poi lo vengono a sapere se è vero che
in cabina tengono i conteggi.

Commento scritto da Bastarda il 25 marzo 2010 alle 19:02
293
avatar autore commento

li tengono i gontegi ,il sistema funziona e se il gem non chiacchiera con la cabina viene l’ operaio di turno a ripristinare il tutto.
e capitato al fabbro giu da me, non pagava le bollette da un’ anno
e il contatore era sempre in allarme con tutti i led accesi, una bella mattina e venuto il tecnico mi ha chiesto le chiavi e con la solita strafottuta sonda e il portatile ha registrato il gem con la cabina e lo ha depotenziato del 15%.
a distanza di 10 giorni altro abbassamento ma stavolta da centrale e sta al 30%.
e questo continuerà fino a totale blocco del gem e continuo scatto del magnetotermico.
quindi la questione e che molti gem non sono controllati e quando se ne accorgono mandano il bravo tecnico a fare il sopralluogo e poi te lo mette in linea e te lo mette in ……..
a quel punto o paghi tutto e ti riallacciano ,o fai il furbo e rubi e rischi o stacchi il contratto e ne fai uno nuovo intestato ad un’ altra persona(se non si ha niente da perdere)

Commento scritto da tio teo il 25 marzo 2010 alle 19:24
294
avatar autore commento

per operaio enel
ma intendi il nero della coppia di fili intrecciati rosso nero che vanno sulla scheda a sinistra della fase.
in pratica quello e il prelievo per la misurazione che messo in corto con la fase no misura piu

Commento scritto da fortissimo il 25 marzo 2010 alle 21:28
295
avatar autore commento

Si quello, gli scatti li fa, ma invece di farne uno ogni kwh, ha bisogno di un consumo almeno 6 volte maggiore.
Chiudo.

Commento scritto da PIsella il 26 marzo 2010 alle 06:31
296
avatar autore commento

qui si leggono cose ridicole.. Il bello che molti pure ci credono.
Sarà il mio ultimo messaggio, perchè certo non ho interesse a alimentare questa discussione o a parare il “sedere” a gente che pensa di essere furba facendo cose illegali.
TUTTI i GEM sono controllati. Se viene manomesso, prima o poi verranno a cercarvi, perchè già lo sanno in tempo reale, e hanno tutto registrato al secondo e documentabile, sia la manomissione che il brusco calo dei consumi, che le potenze massime assorbite. Se c’è un furto di energia in atto quando vengono, scatta anche la denuncia (e eventuale arresto). (cercate pure su google “furto aggravato di energia elettrica). Se per un qualsiasi motivo il GEM non comunica con la centrale, verranno ancora più spesso, controllando cosa ha che non va, fino a farlo andare (l’Autority li multa se ci sono troppi GEM che non comunicano e li premia se ne fanno rientrare molti).
Anche consumare 10kw di potenza istantanea (pagando tutti i consumi) quando il contratto è da 3 kW è una truffa (la quota fissa e il prezzo del kW è diverso per le potenze maggiori: fino a 3kW si rientra nella fascia sociale). Le linee sono dimensionate per le potenze contrattuali: chi fa il furbo rischia di far bruciare tutta la linea causando danni anche a chi gli sta intorno.
Io non sono certo un avvocato, ma descrivere come eludere le protezioni antimanomissione e come frodare, credo proprio che si possa configurare come istigazione a delinquere.
Il prezzo dell’ energia, in Italia, è fisso, e stabilita dall’ Autority dell’ Energia Elettrica e del Gas. Però l’italiano medio non ama verificare queste cose, è più populista parlare di “furto legalizzato”.
Ma non credo proprio che i ladri, in questa situazione, siano quelli vestiti di blu..

Commento scritto da Zio il 27 marzo 2010 alle 00:02
297
avatar autore commento

per quanto tempo il contatore enel tiene in memoria un anomalia (es.esubero potenza rischio distacco)
grazie

Commento scritto da paco il 27 aprile 2010 alle 21:44
298
avatar autore commento

Beh se non ricordo male finchè non stacca :-D
Poi cambiava messaggio dicendo distacco per superamento della potenza o qualcosa
del genere, e quando rialzavi la leva mi pare che spariva. Ti dico la verità,
dopo l’hack della disabilitazione dello shunt trip non ci ho + fatto caso.
Ma fino ad agosto che ritorno nella casa dove c’è il contatore hackato non sono in grado di
verificare…

Commento scritto da Bastarda il 27 aprile 2010 alle 22:43
299
avatar autore commento

non sono riuscito a leggere tutti i 298 messaggi, ma mi sembra che nessuno abbia pensato ad una cosa: il fatto di avere una potenza massima di 3kW e che in caso di supero della potenza l’erogazione si fermi non è una cosa che fa comodo all’enel, ma a noi come specie umana. perchè fosse per l’enel (intesa come finanziaria, non come dipendenti, sia ben chiaro) ci farebbe consumare l’infinito (e ce lo farebbe pagare volentieri).
il punto è che l’energia elettrica viene prodotta bruciando petrolio, carbone e gas naturale, facendo andare a sbattere neutroni contro atomi di uranio e plutonio, sbarrando fiumi, in parte costruendo turbine eoliche o pannelli fotovoltaici e forse in futuro facendo bruciare l’idrogeno con l’ossigeno ottenendo acqua. tutte queste attività, seppur necessarie per il nostro benessere, hanno un impatto sull’ambiente che ci circonda e sulla nostra salute.
il fatto che il contatore stacchi la corrente aiuta gli impianti a produrre in maniera tecnicamente migliore, con il rendimento ottimale (senza picchi di consumo) e ci fa riflettere su quanto stiamo consumando. se mi asciugo i capelli mentre sto cuocendo la pizza e salta la corrente, la prossima volta ci penso prima, non vedo un serio problema per la mia libertà. magari mi accorgo anche che ho lasciato accesi il pc, la tv, tutte le luci di casa e magari anche il climatizzatore…

Commento scritto da paolo il 5 maggio 2010 alle 21:44
300
avatar autore commento

Wow ho appena finito di leggere tutti i 299 commenti e ho rapidamente attraversato 3 anni di post, di opinioni, intuizioni, e ognuno per conto suo certezze.
Poi ci sono quelli che sanno solo insultare e pensano che questo un sia lecito criticare. Ma questi già non li ricordo.

Invece mi ricordo di Bastarda e di quei pochi che sono sicuramente cresciuti da questo confronto.

Io personalmente sono arrivato fino in fondo perché conosco un sacco di gente dalle mie parti che ha la modifica al contatore e da anni paga sempre quel tot, tra i 30 e i 70 euri. Ma poco importa, era quella curiosità di cui qualcuno parlava che mi ha portato ad arrivare fino in fondo.
Volevo sapere di che si trattava ma è stato troppo spassoso.
Mi sembra strano che ci sia questa sorta di omertà da parte di gente che probabilmente non lo farà mai, quando penso che il furto di energia sia tra i reati più diffusi dopo l’evasione fiscale.
Un parallelo lo si potrebbe fare con i prodotti di Sky intercettati non pagando un canone regolare, il web ne è pieno e nessuno fa tante morali (evitiamo di ripetere che il contatore resta dell’enel).

Per il resto sapere come funziona un qualsiasi aggeggio è ancora lecito e lo studio dei suoi difetti potrebbe intendersi come il nobile tentativo di migliorare la sicurezza di questi benedetti contatori che sono dell’enel ma la cui integrità è a nostro carico sebbene non si trovino dentro casa nostra.
Di questi tempi non si sa mai che qualche benefattore non potendoti comprare la casa si accontenti di omaggiarti di un po di luce a gratise.

Che il futuro sia l’auto-produzione mi sembra evidente ed è in quella direzione che dovremmo lavorare tutti.

Mi dispiace non poter contribuire tecnicamente alla discussione ma ormai sembra chiaro che chi aveva intenzione di manomettere alcunché ha trovato informazioni altrove. Per chi invece ha delle competenze tecniche la fantomatica mod è una fesseria.

Chissà quali nuovi sviluppi ci attendono :lol:

Pace a tutti

Commento scritto da FlowerPower il 17 maggio 2010 alle 15:12
301
avatar autore commento

è stato bello, saluto bastarda ed Elena di cui sono ovviamente innamorato,
ringrazio napoletano per le belle cartoline, non ho sabotato nulla, ma ho imparato molto da tutti voi. Un sincero ringraziamento.

Commento scritto da dulcamara il 3 giugno 2010 alle 21:18
302
avatar autore commento

@ Dulcamara

“Bastarda ED Elena”… non mi ricordavo di aver mai letto di Elene qui (ma potrei
sbagliarmi)… non sarà che Bastarda per SBAGLIO qualche volta si è firmata
Elena ? URGH!!! Qui mi arrivano i RIS, i ROS, i NAS, l’FBI, il commissario Rex (bau bau!)
:-DDDD

Commento scritto da Bastarda il 3 giugno 2010 alle 22:41
303
avatar autore commento

potrebbe trattarsi di un caso di multipersonalità, cosa che considero un pregio e non un difetto chechè ne dicano gli strizzacervelli.
tranquilla non ti arriva nulla, casomai forum come questi aiutano ad individuare i bug dovrebbero pagarvi!!
cambio casa almeno due volte l anno quindi nn sono interessato a nessuna “modifica” ma il piacere di rispondere allo spaccone che al bar dice testualmente di “shuntare la corrente” bhe almeno quello! rispondergli con cognizione e mettere in guardia i malcapitati che versano sino a 700 euro a questi praticoni. cmq il vero piacere è la conoscenza e la frequentazione di persone curiose e intelligenti se pur una frequentazione virtuale ;-)
buon lavoro genio italico!

Commento scritto da dulcamara il 4 giugno 2010 alle 11:02
304
avatar autore commento

Sai il fatto è che certi “bug” sarebbe meglio che loro non li sapessero, specialmente
quando hanno la possibilità di aggiornarti il firmware in remoto (e lo possono fare,
difatti quando hanno introdotto le fasce orarie obbligatorie i menu dei gem sono cambiati).
Insomma se loro sanno che noi sappiamo, prendono le contromisure. O una persona si
tiene tutto per sè… ok ma quello forse è davvero da bastardi. Però o si fa i bastardi
o si fa i fessi, una via di mezzo non la vedo…

Commento scritto da Bastarda il 4 giugno 2010 alle 19:19
305
avatar autore commento

la terza via è sempre la più difficile e non la conosco nemmeno io
quindi rimango su considerazioni sociali e non tecniche
non capisco come mai loro possono aggiornare in remoto
e dovunque vado in Italia vedo che molti taroccano, specie nelle attività commerciali con alti consumi
e come mai li lasciano fare? questo è un mistero per me.
fanno così le compagnie assicurative, ma lì è comprensibile alzando i premi a TUTTI, pagano i truffatori e ci guadagnano, e ci sono zone d’Italia dove addirittura si vantano di essere “ammortizzatori sociali” mah!
ho ricevuto notizia di un congegno davvero “fantascentifico” se non è una bufala,
cosa molto probabile, te lo farò sapere
o sicuramente tu già sai
geniaccio!
buon lavoro

Commento scritto da dulcamara il 5 giugno 2010 alle 11:46
306
avatar autore commento

Io suppongo che il firmware possa essere aggiornato in remoto dal momento che
mi intendo di queste cose, in vita mia ho fatto il rev.eng di diversi dispositivi, e
c’è sempre la tendenza vedo ad usare un comando speciale a cui segue, di solito
compresso e/o criptato, il nuovo firmware. Non vedo perchè non dovrebbe essere
così per i gem. Poi appunto quando ho visto che in seguito alla bioraria sono cambiate
alcune voci del menu, e di conseguenza il modo di fare i conteggi, suppongo che
tutto il firmware sia stato aggiornato. A meno che esista un’area separata dal
software, tipo una tabella con i dati, relative voci e modalità sintetiche di fare
i conteggi, e che possa venire aggiornata in remoto solo questa – ma personalmente
mi pare + probabile la prima ipotesi.

Le attività commerciali hanno la fortuna che possono scalare le bollette dalle tasse.
E’ anche per questo che spesso sprecano la luce. Non ho mai sentito di un’attività che
tarocca il contatore, almeno qui al nord, ma sicuramente mi posso sbagliare. Sicuramente
il privato viene tartassato a morte. Ribadisco qui ciò che avevo fatto notare in
precedenza quando poi qualcuno mi ha fiocinata, cioè che le tariffe “usi diversi”
sono in genere + basse di quelle residenziali. Come per dire che solo le attività
commerciali hanno il diritto di “sprecare” luce mentre i privati vengono stigmatizzati
dai media solo se lasciano un LED ACCESO.

Anche stamattina bolletta da incubo nella posta, come ogni 2 mesi. E se volessi
potrei fargli di tutto a quel contatore di m#### per fargli segnare meno. Ma per
adesso preferisco dedicarmi a ricerche + produttive. Anche perchè non ho voglia
di finire nei guai per furto di corrente.

A quale dispositivo fantascientifico ti riferivi ?

bye

Commento scritto da Bastarda il 5 giugno 2010 alle 13:38
307
avatar autore commento

perdona mi sono espresso male, sono quasi certo anch io che possano aggiornare da remoto
il furto di energia è diffuso da sud a nord, al sud vedo ristoranti, bar, laboratori di falegnameria al nord addirittura acciaierie che hanno rubato per milioni di euro, questo l ho appreso dalla cronaca molti anni addietro, non credo abbiano smesso.
e l enel sta a guardare? che mistero.
il congegno lo vedrò in azione al mio prossimo viaggio in puglia
sono quasi certo che è una cavolata
ma chissà, sono curioso!
come avrai capito non sono un tecnico, non sono in grado di affrontare la questione come te
neanche minimamente, mi occupo di tutt altro in realtà, però mi piace sapere le cose anche solo in teoria
opero, e qui riderai,nel campo dello spettacolo.
e qui gli ingredienti per una commedia ci sono tutti
tipo : lui e lei belli e ingenui si amano ma hanno freddo e non possono permettersi sprechi, il malamente tentatore armato di dremel e telecamerina, la giustizia con due caramba, l omino blu l’infame che rivela la tresca, la punizione con lui dietro le sbarre e lei sola circondata da cattivi consiglieri che aspirano alle sue grazie una Lucia proiettata tra ampere e shunt… :roll:
va bene ora mi toglierai il saluto, ma non mi piace millantare credito
per quello uso il palco . ;-)
ciao.

Commento scritto da dulcamara il 5 giugno 2010 alle 17:42
308
avatar autore commento

Beh recentemente c’era quella acciaieria che ha chiuso lasciando per strada i suoi
dipendenti proprio perkè non ce la faceva a star dietro all’enel… dov’era, in
Sardegna mi pare…

Il congegno… ci sono tante bufale in circolazione, da secoli a questa parte,
quindi consolati già da adesso! Una delle prime mi pare fosse proprio del DaVinci
(la ruota perpetua o la vite ad acqua o qualcosa del genere) e figurati che lo
considerano un genio… fosse nato oggi lo considererebbero un povero sfigato come
ce n’è tanti !!! Diciamo però che su milioni di bufale storiche ce ne sono almeno
2-3 su cui vale la pena di investigare.

Nella tua commedia puoi anche metterci la lei armata di dremel e microcamera
così oltre ad essere fedele alla realtà fai anche una storia un pò + originale
del solito :-P

Commento scritto da Bastarda il 5 giugno 2010 alle 19:41
309
avatar autore commento

accetto di buon grado il consiglio, si una lei sarebbe meglio, una parte difficile, il pubblico appena ti sposti da quello che si aspetta reclama, cmq dipende dai contesti
uno spot comico sarebbe meglio, quasi quasi
il congegno me lo ha spiegato un mio amico che lo ha visto in funzione
il mio amico è un fisarmonicista, immagina la spiegazione! cmq qualcosa che si collega dopo il gem bara sulla frequenza e fa la magia tipo fatina dei denti
che dirti sett prox sono a TA e vedrò la scatola
l unica cosa che mi fa sperare e che in quella città dimenticata da dio ho visto le cose più incredibili della mia vita, davvero. dai lo zio Leo ok ha fatto e detto anche cavolate però dai lo zio Leo qualcosa di buono pure l ha fatto, la gestione delle acque è portentosa nn ti pare?
cmq niente confronto ad Archita che invece è dimenticato per motivi storici e guarda un poco questo sapiente che faceva volare colombe meccaniche per diletto dei bambini prima di cristo operava a Taranto, poi sconfitta da Roma e la storia cancelllata etc etc nn voglio annoiarti oltre. invece dimmi quali sono quelle bufale storiche su cui vale la pena investigare?
buon lavoro!

Commento scritto da dulcamara il 5 giugno 2010 alle 21:42
310
avatar autore commento

Ma si zio Leo era sicuramente un genio in molte discipline per il suo tempo. O forse
+ che genio era geniale. Al giorno d’oggi non sarebbe + nessuno, solo un creativo
come ce ne sono (purtroppo) troppi. Io ricordo sempre un mio compagno di scuola
che una volta mi confidò un’idea secondo lui brillante, collegare assieme un motore
e una dinamo per avere il moto perpetuo. Feci fatica a fargli capire i motivi per
cui il tutto equivale a una ruota che gira e poi si ferma per attrito. Pensavo che se
fosse nato ai tempi di zio Leo forse quel suo progetto sarebbe finito in qualche museo,
nonostante l’inutilità della cosa, mentre oggi come oggi era meglio che non la
raccontasse in giro per non farsi sfottere ;)

Circa le “bufale” che nessuno è mai riuscito a smontare e/o su cui vale la pena
di investigare te ne cito 3 in ordine di importanza.
1) Testatika dello svizzero Paul Baumann. Una macchina che produrrebbe energia
dalle cariche elettrostatiche dell’aria
2) Il dispositivo magnetico di Hans Coler, un generatore statico in grado di produrre
energia elettrica tramite paranoico fine-tuning di magneti avvolti agenti anche
da conduttori
3) Diverse e confuse testimonianze su esperimenti di Poggendorff con i suoi motori
elettrostatici, secondo cui in alcune circostanze il condensatore di alimentazione
(od uno secondario) si ricaricherebbe durante il funzionamento.
Non cito il grande Tesla perchè secondo me con lui siamo già nella fantafisica: su lui
si è speculato e fantasticato troppo.
Non voglio comunque approfondire qui ed ulteriormente questi argomenti in quanto
decisamente fuori tema, e non ho voglia di subire flame o polemiche da parte di
eventuali spacconi di passaggio. Sappi solo che tantissime persone al mondo, me
compresa, ci stanno lavorando seriamente. A questo e ad altro e senza fini di lucro.

Circa il tuo “congegno” (dunque ritornando in topic) non penso possa fare molto
“giocando con le frequenze” visto come è strutturato il gem, che compie
campionamento ed analisi digitale di corrente e tensione. Se qualcosa si può
fare a valle, è forse (come avevo già ipotizzato tempo fa) prelevare energia
a picchi, ovvero per pacchetti molto intensi e di brevissima durata. Oppure con
una frequenza tale da mandarlo in aliasing (ma potrebbe avere un filtro).
Si tratta comunque di cose da veri esperti, esperimenti che comunque si potrebbero
compiere anche senza manomettere il gem in alcun modo nè avendone uno
a disposizione da analizzare, solo valutando per trial and error la sua reazione.
E cmq sono trucchi che indurrebbero disturbi anche di grande entità su tutta
la linea enel, anche a danno di altri utenti, si potrebbero creare interferenze radio,
o nella comunicazione a onde convogliate con la centrale… insomma penso che
se ne accorgerebbero. Era solo per teorizzare e dare qualche spunto di riflessione,
niente +.

Commento scritto da Bastarda il 5 giugno 2010 alle 23:24
311
avatar autore commento

Tesla fantafisica??!
Quell’uomo ha inventato tutto il possibile in campo elettrotecnico da 0!
Quando gli altri utilizzavano la continua lui già era un passo avanti.
Se non fosse per lui oggi staremmo ancora a sbavare vedendo i ricconi con la luce in casa e noi a morire di fame.
Quello si che era un genio, altro che zio Leo che lavorava con le pietre e i legni.
(Credo che tu sia la prima italiana che sento che non lo considera tutto questo genio ;) )
Anche io la penso cosi e credo che se uno a quei tempi aveva un budget, conoscenze e mezzi per realizzare qualcosa lo avrebbero fatto anche prima!
Ad esempio il motore a vapore di watt… anche se uno se lo immagina nella mente di sfruttare la spinta del vapore, non è che vai nella fonderia dietro casa e gli ordini un affare cilindrico con un pistone dentro quando ancora tutti pascolavano capre e pecore ed avevano malapena i soldi per mangiare.

Tornando a Tesla in Italia è del tutto bandito per via di Marconi che gli ha “copiato” la radio.
La Free Energy non so quanto sia vera, però già solo che ha mandato in risonanza il pianeta terra significa che era avanti e che ci ha provato ;)
Tutt’oggi quel tipo di esperimenti non se ne è sentito più parlare, perchè non ritentarli??! Credo pure che se uno facesse quello che ha fatto lui prima di arrivare ad 87 anni fa in tempo a morire fulminato 3 volte.

Commento scritto da Elena2 il 5 giugno 2010 alle 23:51
312
avatar autore commento

Elena2, nulla si tolga a Tesla. Infatti se leggi bene io ho scritto “il grande” Tesla.
Ma stiamo attenti perchè oltre alle cose vere da lui fatte, come i suoi lavori
pionieristici e decisivi sulla corrente alternata, si è fantasticato poi su tutta la
seconda parte della sua vita. Sono nate leggende, sono stati scritti libri, su
tutta una “seconda parte” di lavori top secret inerenti le correnti continue,
sul suo pentimento di essersi dedicato alle alternate, sull’energia raggiante,
su strane tipologie di onde di campo elettrico capaci di fondere oggetti
di natura diversa e generare altri fenomeni strani, su dispositivi free-energy
ed automobili alimentati da antenne. Su di Tesla + che su ogni altro inventore
si parla di cospirazioni. Ora, non dico che tutto ciò non sia interessante, ma
non esistono prove certe, e visto che la solitudine e la disperazione umana
spesso portano alla mistificazione, ritengo doveroso prendere tutto ciò con
le pinzette.

Concordo ahimè sul fatto che in Italia si abbia quasi paura a parlare di lui
sui testi, a scuola, nei documentari… ovunque si parli di scienza e di grandi
inventori, sembra che egli non sia mai esistito o quasi.

E se poi è vero che i governi hanno sequestrato ed occultato tutta la parte
“fantascientifica” del suo operato… beh, quando il petrolio finalmente finirà
forse lo sapremo: saranno costretti a tirare quelle informazioni fuori dai cassetti,
se mai sono esistite.

Commento scritto da Bastarda il 6 giugno 2010 alle 00:15
313
avatar autore commento

oh quanti belli spunti!!! Di Tesla si ha paura a parlare come ben detto da Bastarda poiché troppo si è fantasticato e ci si vuole solo difendere da offese di spacconi o troll
ben tornata Elena! Ho conosciuto un giovane ingegnere in india che lavorava sul tema Testatika
sono rimasto presso di lui al pari di uno suami

ho affrontato la questione studiando la filosofia presocratica, forse vi sembrerà un incongruenza forse no, ma non lo è qui ricorderei che Tesla affermava di “vedere” le macchine come in sogno e poi le realizzava il passato remoto è zeppo di queste testimonianze
insomma c’è un aspetto mistico che non va sottovalutato e quello io perseguo
vi prego non infierite oppure infierite pure ci sono abituato
sono off topic me ne scuso ma dove trovo interlocutrici così interessanti?

Commento scritto da dulcamara il 6 giugno 2010 alle 00:20
314
avatar autore commento

Dulcamara, ci tengo a precisare che tesla le sue macchine le immaginava in ogni minimo dettagli prima di ordinare i pezzi e montarle, e si parla di questo perchè la maggior parte delle volte funzionavano.
Dico questo perchè SOGNARE potrebbe far pensare a chi non conosce Tesla come ad una cosa da mistica finendo nel finto.
Ora anche quelli di noi che lavorano con progetti costosi sanno che prima di costuire bisogna progettare tutto nei minimi dettagli altrimenti si buttano solo soldi per corregere in seguito.

Bastarda, riguardo alla seconda parte di vita di Tesla, ci sono tante storie, però è anche vero che negli ultimi g della sua vita ha contattato i grandi capi della terra per cercare di “vendergli” quell’arma che rendeva invulnerabile chiunque in modo da potersi proteggere l’uno dall’altro e stabilire la pace…..
Ha contattato pure la Russia, nemica degli USA.
Vabè che ormai era vecchio, quindi anche se la sua morte fosse dovuta ad assassinio, quella dei documenti confiscati conferma che cerano cose da nascondere ;)

Ma vogliamo parlare di RELIGIONE?????
La più grande presa per il CXxO che l’uomo abbia mai avuto a che fare, far credere alla gente in qualcosa che non è mai esistito!!
Vabè che noi con mentalità da ingegneri non ci crediamo sicuramente in Gesu, però vogliamo mettere come la gente sprechi denaro?!!!
Questo si che è fuori tema.

Commento scritto da elena2 il 6 giugno 2010 alle 01:11
315
avatar autore commento

sono abituato ad essere frainteso è difficile esprimersi in questo campo
o semplicemente non ne ho le capacità
non parlo di religione credo sia ovvio
Tesla ha affermato di avere visone delle sue macchie una visione precisa non me lo sono inventato io e non è l unico a fare queste affermazione
ci sono cose nei veda e altri antichi testi che non dovresti snobbare
se credi che la mia scienza sia diversa dalla tua e distaccata da essa sei in errore
è questa dicotomia che ha portato gli uomini alla ignoranza che viviamo oggi
esprimo solo la mia verità non sono depositario di nessuna verità assoluta a differenza degli uomini di religione
oggi in teoria potremmo fare grandi cose con la genetica ma le religioni si oppongono il legislatore annaspa l’economia svia ad interesse economico e non sociale perchè?
per la dicotomia di cui sopra
nei veda si parla di prana lo si quantifica pure, questa è stata considerata per secoli una cavolata da mistici da qualche decennio ci si affanna dietro alla materia oscura
i neutrini erano descritti 8 secoli prima di cristo
tu puoi considerare me uno sciocco e ne hai tutti i tuoi buoni motivi
ma sei in errore se consideri ciarpame quello che gli uomini sapevano per altre strade millenni or sono
quelle strade io cerco e sono pronto ad essere deriso

Commento scritto da dulcamara il 6 giugno 2010 alle 01:28
316
avatar autore commento

nono, ho introdotto la religione come argomento a parte, non centravi nulla tu dulcamara. Anzi, se hai capito male che pensi io ti abbia offeso mi scuso….
Ci tenevo a precisare che Tesla non era uno dei tanti pazzi che illudeva le persone e divagava con la mente sognando macchine ingegneristiche.
So che cè scritto in molti posti che progettava, realizzava e funzionava alla prima botta, ma il punto è che tu avevi scritto nel primo post che “sognava”…. non tutti quelli che leggono qui conoscono Tesla e per lo meno per me non è stato il solito ciarlatano che “sognava”.

Riguardo alla religione intendevo dire che Gesu risorge dopo la morte quando ancora nei vangeli si parla di botte e bastoni, le solite pietre e nulla di nuovo ;)
Si vede benissimo che è frutto della fantasia di qualcuno, ma la gente non lo vuole ammettere ed il vaticano ed i preti se ne approfittano.
Ogni scusa per loro è buona per opporsi e finire in televisone.
No aborto – No preservativo – no quello – no quell’altro…
Ed intanto chiedono soldi e vanno in giro vestiti d’oro.
Il tutto in nome di uno che camminava sull’acqua e moltiplicava i pesci……
Non dico che credere in qualcosa faccia male, ma non sprecando il denaro della gente ;)
Paradiso/Inferno dopo la morte????!
Per non parlare delle guerre religiose, missionari di pace armati di fucili…. (ovvio che poi i fini sono sempre economici)
Parlo da cristiano, battezzato senza possibilità di scegliere, quindi ci sono dentro anche io.
Questa è la vita!

P.S – Si, poi nei vecchi libri ci può essere scritto anche qualcosa di vero e importante, ma mi sembra che i pezzi migliori su quelli religiosi li abbiano censurati ;)
Per loro è tutto scandalo.

Commento scritto da Elisa2 il 6 giugno 2010 alle 02:29
317
avatar autore commento

Una precisazione su Tesla.
Passate l’intromissione e la mia personalissima visione di questa persona.
Era un intuitivo, i suoi studi ci hanno dato tanto ma i suoi sogni erano quelli di una persona che viveva la sua epoca, con le sue conoscenze che non sono certo rapportabili a quelle odierne.
Tralasciando la demagogia ambientalista e complottista che lo vuole ideatore di congegni irrealizzabili (accento su irrealizzabili), egli va visto ed analizzato come una persona del suo tempo, magari un pochetto in anticipo, con i suoi sogni.
Le sue speranze ed investigazioni sono quelle di una persona che viveva in quel contesto temporale.
Rapportarlo ad oggi ed alle nostre conoscenze è fuorviante, facile attribuirgli dei meriti o demeriti che sinceramente non gli si addicono.
Secondo me!
;)

Commento scritto da Metatarso il 6 giugno 2010 alle 12:11
318
avatar autore commento

Ah dunque c’era davvero una Elena qui… pensavo di essere stata io in passato per
distrazione a firmarmi per sbaglio col mio nome :b

Parlare di religione e di politica è rischioso quando lo si fa in pubblico. Non tutti possono
essere così educati e civili per sopportare idee diverse. Io sono maledettamente d’accordo
che la religione sia una delle + grandi manifestazioni della solitudine e della disperazione
umana, della sua incapacità di giustificare cose come la vita, la morte, il dolore, che
in realtà di giustificazioni non ne hanno (è un “ill-posed problem”). Non c’è alcuna
differenza dal mio punto di vista tra religione, ufo, miracoli, apparizioni, leggende: sono
tutti frutto di meccanismi simili. E’ qualcosa tuttavia di innocuo, almeno finchè non
confina nell’estremismo e nel proselitismo. Allora la religione può diventare una follia
pericolosa e deleteria.

Ma spiritualità non significa per forza credere in dio o nei fantasmi, compiere rituali
materialistici e inculcare idee assurde nel prossimo. Significa avere un determinato
equilibrio con il mondo che ci circonda, con noi, e una adeguata filosofia. Concordo che
una giusta spiritualità possa essere la via per raggiungere la verità, o comunque dei
risultati importanti.

Perseguire la verità non significa tuttavia omologarsi alla scienza attuale: nulla c’è
di più incompleto di essa! Bisogna fuggire dai molti rantoli e bufale dovute alla
mitomania, alla leggenda o alla fame di successo personale, ma riconoscere che
c’è ancora quasi tutto da capire, fin’ora ci si è solo strapazzati per formalizzare
matematicamente dei macrofenomeni rendendo possibili relativi paradossi che
di fisico non hanno nulla.

Commento scritto da Bastarda il 6 giugno 2010 alle 13:34
319
avatar autore commento

Metatarso secondo me sbagli, si le sue macchine sono ormai superate (come quelle di zio Leo) ma è pur vero che a quel tempo si cominciava a lavorare con le prime fasi elettriche ed Edison era associabile come all’attuale Bill Gates ed il suo monopolio sui computer! Non gli si poteva assolutamente andare contro. Egli cercava di portare la sua corrente continua ovunque, ma questo tipo di energia non viaggia lontano sui fili e necessitava di una centrale ogni pochi chilometri —> solo ai più ricchi era concessa la luce.
Tesla lavorava con i fenomeni magnetici e l’altissima tensione, è una cosa assurda progettare e realizzare un oscillatore a quel tempo senza utilizzare transistor e componenti integrati.
Per questo secondo me è il più grande genio che la storia odierna abbia mai avuto.
Senza parlare dei suoi studi sulla trasmissione via etere.
Oggi sono buoni tutti a dire “basta un antenna e l’alta frequenza”, vallo a spiegare a quel tempo.
Lui non lavorava come oggi con i libri e le guide che spiegano già tutto, era praticamente in un mondo sconosciuto al resto del mondo e di cose ne ha fatte tantissime.
So benissimio che non è l’unico che studiava quelle cose.

Commento scritto da Elena2 il 6 giugno 2010 alle 17:58
320
avatar autore commento

Cara Elena, non ho tolto nessun merito a Tesla, anzi!
Semplicemente (uso un esempio) affermare oggi che trasmettere energia, in quantità apprezzabili via onde elettromagnetiche, a distanza è quanto meno poco conveniente (oltre che pericoloso etc etc etc).
Dire questo x me oggi è facile, sono figlio di questo tempo ed ho le mie brave conoscenze tecniche.
Affermarlo al tempo di Tesla non era la stessa cosa, a quel tempo oltre a mancare alcune conoscenze troppa poca gente ci castrava qualcosa, era facile far nascere un mito.
Non trovo strano quindi che Tesla ci abbia lavorato anche se, sono sicuro che ne allora ne oggi era possibile arrivare a qualcosa di pratico in quel campo.
Rileggi il mio post, esso non è denigratorio per Tesla, esso è denigratorio per quanti oggi lo citano senza cognizione.
Quello che hai detto non è in contrasto con quello che ho affermato.
Sui miei libri di testo ancora c’era il rocchetto di Ruhmkorff pensa te!
Per quanto riguarda la produzione di Tesla, ricordo che è morto durante la seconda guerra mondiale, lo studio della fisica nella prima meta di quel secolo ha messo molti puntini sulle i.
Non stupisce che i suoi studi nella seconda metà della sua vita abbiano portato poco, sopratutto se confrontati con quelli di prima.
Vedi, ho personalmente usato in più occasioni un trasformatore ad alta frequenza tarato sulla mediafrequenza tv per disturbare (fondere) i primi integrati del televisore a colori del mio antipatico vicino enta anni fa…
Ma non mi sognerei mai di ipotizzare quel tipo di trasmissione per generare distruzione a km di distanza.
Spero che tu ora abbia compreso il senso del mio post.
Ode a Tesla per i suoi innumerevoli meriti ma pollice verso a raggi della morte e amenità simili.

Commento scritto da Metatarso il 6 giugno 2010 alle 21:14
321
avatar autore commento

Metatarso: sono pienamente d’accordo sulla tua analisi di Tesla. Il problema è che
oggigiorno l’approccio intuitivo è malvisto e comunque sempre + raro in quanto
spesso stroncato sul nascere sin dai banchi del liceo. In un mondo in cui ancora
non si conosce come funzioni madre natura, è una buona cosa saper ancora
sognare e seguire ancora l’intuito, voler sperimentare, sbattere la testa, verificare
con mano tutto quel che ci viene propinato e anche quel che non ci viene mai
neppure proposto di sperimentare. Porsi delle domande qualitative radicali, mettere
in dubbio tutto. Ciò non esclude di mantenere un occhio critico
alla scienza ufficiale, però appunto sapendo che è limitata. Tesla era comunque
uno scienziato con le “carte in regola”. Paul Baumann era autodidatta e di scienza
ufficiale ne conosceva poca. Tuttavia anche lui era geniale e intuitivo e non si può
escludere che proprio questo suo modo di procedere e sperimentare libero da
pregiudizi, o da conoscenze fuorvianti, lo abbia portato a scoprire qualcosa di
«childish simple».

Commento scritto da Bastarda il 6 giugno 2010 alle 22:51
322
avatar autore commento

Preciso che la trasmissione dell’energia di Tesla intendevo quella sempre su filo con la corrente ALTERNATA…..
Ci sono minori perdite facendo dei giochi con i trasformatori, cosa che viene fatta tutt’oggi.

Riguardo alla trasmissione di energia senza fili quante volte è capitato di vedere come un trasformatore ad alta frequenza irradia energia nell’ambiente assorbibile con antenne o tubi al neon….
Non dico che non ci si fa niente, ma se un giorno vogliamo vedere macchine passive senza alimentazione, tutte alimentate da un unica antenna, la via è quella. Il problema è trovare il modo di renderci immuni.

Kmq sulla parte dei raggi della morte, i treni e tutta quella parte della vita di Tesla non ci credo molto. Gli si scaricavano addosso solo le colpe delle catastrofi come capro espiatorio.
Vedi Edison che aveva aperto una campagna per infamare la sua corrente alternata, forse alla gente di allora è rimasta quest’impressione di lui.

Commento scritto da Elena2 il 7 giugno 2010 alle 01:43
323
avatar autore commento

Bastarda ed Elena, sinceramente sognare è alla base di tutto, però, saper sognare non è come sognare è basta…..
Sono convinto che ci sono cose possibili e cose non possibili, da un lato le cose possibili hanno dei limiti tecnologici e probabilmente, prima o poi si potranno superare od aggirare.
Dall’altro lato ci sono le cose impossibili, queste cose hanno tutte un particolare in comune..
Hanno dei volgari e semplici limiti fisici, detti limiti non sono superabili, li stanno i sogni più belli.
Provo a fare un esempio di sogni…
Sogno primo, “motore a curvatura”….
Possibile a certe condizioni e sopratutto avendo disponibile moltissima energia.
“Moto perpetuo”
Non possibile, ne oggi ne mai.
Sono entrambi bei sogni ma, quale è il piu fantastico, il piu bello?
Sicuramente il secondo!
Lo stesso era x Tesla, sicuramente sognava piu di noi ma non poteva in alcun modo ottenere risultati diversi da oggi.
Ricordo infine che Tesla, Edison, Van de Graaff, Marconi etc etc….erano sempre degli uomini.
Sognavano, odiavano e amavano come un qualunque essere umano.
Preferisco ricordare le cose che io reputo belle di loro.
Sono un essere umano anch’io del resto no ;)
Saluti a tutte e due, non smettete di sognare.

Commento scritto da Metatarso il 7 giugno 2010 alle 20:17
324
avatar autore commento

redo che il sogno, mi sembro Marzullo, non sia esattamente svago, sfogo della ratio trastullo per poeti romantici.
esistono possibilità di vita e di opera nel sogno,e questo è attinente alla scienza dello spirito.
saper sognare è una scienza appunto con i suoi studi i contrasti le mitomanie etc
Sri Aurobindo o Steiner sono tra le colonne di questa scienza secondo alcuni.
dal canto mio mi sforzo di seguire i progressi della tecnica di vedere ingegnerizzati modelli matematici che spingevano da qualche secolo. questo perchè come detto qualche post addietro
sono certo che la scissione della sapienza in specializzazioni ha generato mostri.
La vituperata religione ha smesso la sua reale funzione si è indurita in dogmi è passata dalla teosofia: saggezza operante di dio alla teologia: discorso sul dio, quando ha abbandonato la filosofia.Al posto della Filosofia oggi abbiamo la scienza che è tanto amata, ci sono anzi tante scienze specialistiche, c’è la tecnologia… peccato solo che molte scienze poi arrivino a punti morti oggi e non sappiano trovare tra loro un giusto rapporto né i nessi adeguati per arrivare a una realtà sana.
Se andiamo a fare esempi allora vediamo che c’è alta produzione di beni nel mondo (Scienza dell’Economia) ma a causa di questo anche alta percentuale d’inquinamento, lo dice l’Ecologia; c’è un aumento di ricchezza (Scienza Economica) ma iniqua distribuzione di essa (Sc. Politiche); c’è sovrapproduzione alimentare da parte delle industrie alimentari (Sc. tecnologiche) ma abbassamento degli indici qualitativi e dei valori nutritivi (Sc. biologiche) nonché impoverimento dei terreni (Sc. Ecologica); c’è aumento di possibilità curative con relativo allungamento della vita, c’è possibilità di manipolazioni genetiche e procreazione “in vitro” (Sc. Medica) ma confusione nei principi etici da applicare – controllo delle nascite, eutanasia… (Sc. Giuridiche) insomma conflitti continui.
Da quando, infatti, quella che si chiamava “Filosofia della natura” è stata dagli uomini privata dei suoi principi originari per diventare solo “Scienza”, “Scienza applicata”, e oggi “tecnica” da quando non si è voluto più “ascoltare” la natura ma in nome di un malinteso senso pratico solo operare drasticamente, prematuramente su di essa in maniera pesante e utilitaristica, in altre parole senza Sofia; da allora la natura stessa della realtà si ribella e nascono allora enormi scompensi.
Ascoltare, amore per la sapienza restano le parole chiave
vi prego di non confondere le mie umili riflessioni con demagogia ecologista
ammiro le vostre capacità, io a malapena reggo un saldatore e riparo un motore ciclo otto
non male per un filosofo dovete ammetterlo, perchè anche voi no provte con altri strumenti ? L’intuizione, il sussurro della musa mentre si regge un cacciavite può fare miracoli.

Commento scritto da dulcamara il 7 giugno 2010 alle 22:26
325
avatar autore commento

Metatarso, quel che tu dici è sacro. Esattamente questo intendevo, quando dicevo
“sognare ma tenendo un occhio alla scienza”. Ho evitato di essere prolissa in un
topic dove principalmente si parlava di sabotare il contatore enel. Ed anche per
evitare polemiche circa COSA tenere d’occhio e COSA no della scienza attuale:
altri possono avere pareri discordi dai miei. Tuttavia è necessario mantenere
delle idee iniziali, se si è disposti a rivederle in seguito qualora si rivelassero errate.
L’importante è stare alla larga dai dogmi.
Per quello che riguarda me, oltretutto lavorando ad una TOE, le mie idee iniziali
sono che esiste una velocità massima del sistema che non può essere superata.
Non si può curvare fisicamente il tempo o lo spazio, sono astrazioni matematiche
(una cosa è la matematica pura, un’altra cosa è una macchina fisica come l’universo
in cui ci troviamo). La materia e l’energia non si creano e non si distruggono,
si possono solo trasformare l’una nell’altra, c’è un bilancio totale che deve sempre
rimanere costante. Il moto perpetuo può esistere solo a livelli subatomici,
in assenza di interazioni, ma se è per questo anche nello spazio vuoto può
esserci moto perpetuo, questo è comunque uno stato di energia potenziale:
quando la usi in qualche modo, il moto diminuisce o cessa.
Bisogna sognare, ma solo ciò che ha senso. Per lo stesso motivo ho smesso da
parecchi anni di sognare il principe azzurro, ma è un altro paio di maniche :lol:

Commento scritto da Bastarda il 8 giugno 2010 alle 00:28
326
avatar autore commento

Dulcamara si, avevo dimenticato quel significato della parola sognare…
Lo associavo di più a qualcosa sul vago.

Dulcamara le vite io non le Trascuro, ma qui si parlava di inventori/scopritori, non si poteva scrivere tutto quanto…. Non intendo che sbagli a dirlo ma che non cera lo spazio per ricordarli tutti. Ed è proprio questo il bello di loro, che sono proprio come noi e che ci danno speranza di poter dare un contributo anche a noi ed essere ricordati in eterno, infondo anche molti di loro sono partiti da 0.
Se volevamo parlare di vite private, perchè non cominciare da Einstein…. in televisione non mostrano come trattava la sua famiglia, come ha abbandonato i figli e se la dava alle donne….
(cose che molto probabilemnte noi tecnologici conosciamo, ma lo dico per dare fonti di ricerca a chi non sà queste cose)
Riguardo Tesla per me è stato qualcosa di importante ed ho cercato informazioni su di lui ovunque, ecco perchè non mi regolo se se ne parla, totalmente bannato in Italia.
Questo stato sarà stato pieno di menti brillanti, ma non è possibile che ogni invenzione gli venga associata! Praticamente qui si litiga per ogni cosa, da
Radio –> Tesla –> Marconi
computer –> IBM –> Olivetti
telefono –> Bell –> Meucci
Ma cercate in giro altri inventori, viene sempre fuori uno strano italiano che lo ha scoperto prima ma non se lo è aggiudicato, anche degli oggetti più banali!

Il moto perpetuo non ci metterei la mano sul fuoco che sia irraggiungibile, sicuramente con la fisica conosciuta attualmente non è possibile, ma non si sa mai che arrivi un nuovo materiale e ci si riesca. Di possibilità ce ne sono tante, ma per ogniuna si è giunto ad un limite… basta che anche solo uno di essi ceda per riuscirci.
Del motore a curvatura non ne avevo mai sentito parlare, ho dato un occhiata veloce e non pensavo eravamo a questi limiti.

Per Bastarda (e tutti gli altri) io non sono Elena, ma mi sono firmato in Elena2 perchè era il primo nome che mi è venuto in mente… (si parlava di Elena poco prima)
In primis sono un uomo, secondo sai quanta gente incagliata con le tecnologie cerca da una vita una donna con cui poter parlare di tutte queste cose e che abbia le sue stesse passioni??!!!
Anche noi abbiamo smesso di cercare la donna Azzurra ;)

Kmq sarebbe da spostarci da questa discussione e creare un area privata dove parlare tutti insieme.
Qui ormai stiamo solo ad aumentare le visioni del blog di Emanuele.

Commento scritto da Elena2 il 8 giugno 2010 alle 06:27
327
avatar autore commento

ho sempre saputo che non potevi essere la Elena del 145
e quel due cmq lo confermava
si mi piacerebbe continuare magari in altro luogo ma temo che le mie riflessioni siano considerate poco attinenti o cmq non interessanti e lo capisco.
le vite private? non capisco in letteratura si dice non confondiamo l’uomo con l ‘opera.
Gentile Elena Aka Bastarda, forse Mariaelena?
la velocità massima del sistema, Eraclito parlava di misure oltre le quali le Erinni avrebbero attaccato persino il Sole,questo sostiene la tua idea lo stesso parlava di bilanci totali che tutto sarebbe tornato al fuoco poi i suoi incisi sono stati rimaneggiati da Aristotele uno che meriterebbe una bella ridimensionata altro che Zio Leo
e le cose si confondono ma ci sono guide che possono aiutarci
concludo consapevole di non esserti d aiuto per la tua teoria del tutto
e per niente altro…
non sono certo che non si possa fisicamente curvare il tempo e lo spazio

Commento scritto da dulcamara il 8 giugno 2010 alle 08:06
328
avatar autore commento

Dulcamara si, pensavo che con quel 2 si sarebbe capito che non ero la Elena1… il cambio di sesso avrebbe favorito meno cavoli nel caso questo forum fosse finito male…

Kmq non è che le cose che dici non sono interessanti, anzi! Però noi veri appassionati di ingegneria siamo persone che molto spesso hanno vissuto trascurando qualcos altro come politica, televisione, sport, religione, letteratura, società…
(se uno le tralascia tutte molto probabilmente ha la sindrome di Asperger!)

e quindi siamo talmente ignoranti in filosofia che non siamo in grado di fare commenti, non conoscendo gli argomenti e non potendo obbiettare…

Nella vita ci si prova a conoescere un pò di tutto, ma cè chi è portato per una cosa e chi per un altra.

Per ciò che hai detto sulla velocità anche io penso questo.
Ciò che ha detto bastarda è scontato, tutti sanno che nel campo del reale il termine infinito non esiste e ciò implica che anche la velocità abbia un limite massimo olte al quale bisogna fermarsi. A tutto cè una fine!
Per ora ho sentito spesso dire che questo limite si associa alla velocità della luce, anche perchè se venisse superato non si sa cosa si vedrebbe visto che i raggi che arrivano ai nostri occhi sono fatti di luce….

Però se si guarda la formula del’energia –> E=mc^2
Implica che (velocità della luce)^2 è uguale a E/m –> più è piccola la massa e meno energia serve…. ora la luce è composta da fotoni che hanno massa nulla…. X/0 –> tende ad infinito —> olte non si può andare….
Tutto questo con la teoria matematica, che spesso non è vera.

Commento scritto da Elena2 il 8 giugno 2010 alle 08:57
329
avatar autore commento

gentile amico aka Elena 2 che vuoi dire il forum fosse finito male? perbacco siamo tra persone civili e l incursione di qualche screanzato o troll non potrebbe certo ledere nessuna certezza.
ad ogni modo non diamo per scontato nulla e non tutti sanno che nel campo reale l infinito non esiste, lasciamoci ispirare dalle parole dell altro sia che sia una “mente” come la cara Elena aka Bastarda o che sia un pescatore che si esprime solo in dialetto personalmente ho imparato molto dai pescatori. Non credo nel contraddittorio a parte casi specifici.
sono qui a bearmi della vostra sapienza e non intendo contraddire nessuno
comprendo benissimo quello che dici con “tralasciare il resto” per anni sono stato in balia della poesia orale e non esisteva altro per me, poi la nascita del mio primo figlio mi ha obbligato a scendere nel mondo e a guadagnarmi il pane, come detto qualche post più su sono un mediocre autore di testi teatrali, radiofonici, comici, presentatore nelle feste di piazza organizzatore di eventi negli ipermercati sic. che si deve fare per campare!
sono dunque un buffone un saltimbanco con tutto il rispetto che ho per queste arti anche se nella lingua corrente queste parole hanno assunto prevalentemente un carattere negativo.
ho amici ingegneri che stimo e che tartasso con le mie domande e so quanto potete essere spigolosi è normale per chi è sempre nella” materia”
filosofia significa letteralmente amore per la sapienza quindi tu come ricercatore non sei affato ignorante in filosofia, anzi! e che durante il lungo svolgersi dell’evo le parole hanno perso il loro significato, si sono indebolite e nessuno più oggi crede alla antica formula
“mentre parlo creo” la si fa pronunciare ad Amalia la maga di paperopoli, maledetto Disney!

buon lavoro geniacci!

Commento scritto da dulcamara il 8 giugno 2010 alle 10:30
330
avatar autore commento

Ragazzi siete simpatici :-) Peccato che come giustamente avete fatto notare, forse
non è questa la sede + adatta per parlare di filosofia o metafisica… anche se
ammetto che sia un’attrazione… dunque per un pò penso ke non posterò +.

Mi stupisco che nessuno mi abbia messa al muro per quello che ho scritto ieri,
cioè che un corpo in moto uniforme è energia potenziale… ho pensato solo dopo averlo
scritto che per un fisico convenzionale quella è una bestemmia (sarebbe energia
cinetica) mentre io l’ho scritto perchè difatti la considero comunque potenziale, e
io sono abituata a usare la mia testa, non quel che dicono i libri… anche se i
libri vanno letti, almeno per criticarli o condividerli quando e dove meritano.

Peccaaaaato… mi ero illusa di avere una collega omonima invece era un maschietto
(di solito è + normale su questi forum per una femminuccia firmarsi al maschile
che non il contrario :-D) Cmq sai, un conto è un uomo in senso lato, un altro
conto è un Principe Azzurro, come quello che è venuto a ripararmi la caldaia 3
anni fa, o quel cassiere del supermercato che poi è sparito perchè era precario :-D
Con tutta questa ironia voglio dire… ci sono cose che ha senso sognare perchè
magari hanno 1 possibilità di essere realizzate o di esistere, altre che proprio…
nisba ! E con questo voglio difendere i ricercatori “di frontiera” come me, perchè
se 9 su 10 sono visionari, ciarlatani, mitomani, o semplici illusi, 1 su 10 ancora
non si aspetta che un motore magnetico possa girare, però ammette che non
sapendo ancora nulla ci siano TANTE cose altrettanto belle possibili che ancora
non sappiamo fare, e che ci renderebbero la vita + facile.

Io dal canto mio non ho paura a dirlo, sto scoprendo delle cose… diciamo molto
interessanti. Non parlerò finchè non avrò capito tutto, e allora renderò tutto
pubblico e dimostrato. Anche perchè fino all’ultimo potrei rendermi conto di
aver commesso degli errori, e non è bello pubblicare cose parziali o addirittura
sbagliate. Ma se volete uno spunto… beh sappiate, e lo dico ancora una volta,
che i fisici hanno sbagliato tutto. Il nostro universo è un AUTOMA CELLULARE
a tre dimensioni, con una funzione di trasformazione (regole del gioco) ancora
ignota e condizioni al contorno ancora ignote. Ogni cella contiene un vettore
intero. Non dirò altro perchè ancora non mi autoalimento e le bollette enel,
care e salate anche per via di studio e laboratorio, le devo ancora pagare.
Ma magari, tra 100 anni, forse 200, quando qualcun’altro capirà le stesse cose,
trovando questi rantoli su qualche HD arrugginito dirà: cavoli, qualcuno ci si
stava avvicinando…

Dulcamara, anche questi sono degli spunti simpatici per farci una storia :)

Commento scritto da Bastarda il 8 giugno 2010 alle 13:41
331
avatar autore commento

Dulcamara per finito male intendevo cercare di rintracciarci, se mi venivano davanti casa a cercare una donna facevo in tempo a dire che non cera!
…Ma poi mi sono reso conto che Elena (aka Bastarda) era una delle più accanite (ed esperte) e visto che mi stavate per scambiare per lei rischiavo di assumermi anche le sue colpe e finire nella lista dei primi da trovare…
Credevo fosse chiaroa tutti che Elena2 fosse una seconda versione.

L’idea più facile che mi viene in mente per continuare a parlare di queste cose è facebook, creando un gruppo privato/invisibile alle ricerche, dove per entrare bisognerebbe fare richiesta.
Eviteremmo anche che l’enel legga tutto in modo pubblico (anche se sghignazzeranno per quanto siamo indietro!)
Unico problema: dovremmo rilevare i nostri nomi, sempre che non vogliate farvi un account dedicato, ma io non ho nulla da nascondere ed anzi, sarei felice di sapere quanti anni avete e che mestiere svolgete…
Io sono interessato a parlare di ogni sorta di tecnologia, non tanto ad evadere le bollette.
Fatemi sapere, o se conoscete siti migliori dite la vostra.

Commento scritto da Elena2 il 8 giugno 2010 alle 17:42
332
avatar autore commento

Alla faccia degli spunti simpatici!!! sono esterrefatto! di spunti ce ne sono tanti e non solo per storie ma per il mio desiderio di conoscenza, è pleonastico che tu non mi consideri viste le mie rudimentali conoscenze ( non avevo colto lo scandalo dell’energia potenziale e non cinetica, e come avrei potuto?) ma sarei felicissimo di farti domande e di leggerti. il mio amico indiano è in india e l ‘altro ingegnere con cui trascorrevo i pomeriggi è ad Amsterdam, sono orfano di ingegneri insomma.
ho qualche speranza? anche se non comprendo bene quello che dici lo comprendo in senso “sottile” e il mio stato cambia.
tu ti occupi di energia quindi capisci quello che dico ne sono certo
ah al post 147 c’era davvero una Elena poi scomparsa sic.
” Il nostro universo è un AUTOMA CELLULARE
a tre dimensioni, con una funzione di trasformazione (regole del gioco) ancora
ignota e condizioni al contorno ancora ignote. Ogni cella contiene un vettore
intero. ”
MA IO NON CI DORMO STANOTTE!!!
ma stiamo scherzando? non ho capito niente, ma che densità…
ora io medito su questa affermazione cerco di visualizzarla
chiedo aiuto e qualcosa succederà
stanne certa
un saluto a tutti un sincero ringraziamento all umorale Elena 2 all accademico Metatarso
a Mariaelena aka bastarda che chiamerei volentieri Maestro se me lo permettesse :-)

Commento scritto da dulcamara il 8 giugno 2010 alle 17:43
333
avatar autore commento

Oops abbiamo postato insieme! non avevo letto il tuo
che dire del mestiere ho parlato, gli anni? posso dirteli sono 46
o 47? ho pero il conto, non li chiederemo per ragioni di galateo a Mariaelena

Commento scritto da dulcamara il 8 giugno 2010 alle 17:54
334
avatar autore commento

Si siete simpatici e si, questa non è la sede piu idonea x certi discorsi, filosofici e non.
Dulcamara la filosofia è l’arte dell’imponderabile, attraente devo dire ma purtroppo spesso fine solo a se stessi.
Eleno condivido gran parte di quello che scrivi ma ci sono cose che mai mi hanno convinto sopratutto nella fisica subatomica, purtroppo non ho ne il tempo ne le capacità per verificare niente, in fondo anche io sono un intuitivo :)
Bastarda ho notato l’errore e stavo per dirlo ma, ho ricordato l’affermazione del Battaglia sull’energia, cito piu o meno “Nessuno sa cosa sia energia, si sa solo che essa esiste e possiamo definirla (impropriamente)come quella grandezza che si conserva se il tempo è uniforme”
Dovremmo ricordarci questo quando facciamo i saputelli su certe cose (io x primo)
Un corpo è sempre in moto quindi posso comprendere l’assioma di energia potenziale/cinetica.
Riguardo al tuo universo….
Perche fermarsi ad un vettore solo?
Saluti, anche io tralascerò x un po di postare
walterpetit@hotmail.com

Commento scritto da Metatarso il 8 giugno 2010 alle 17:55
335
avatar autore commento

Non credo che formare un’altra area di discussione altrove sui contatori enel sia una
cosa saggia. Io cmq non ho intenzione di parteciparvi. E’ dopotutto istigazione a
delinquere, con il rischio, ripeto, che + noi si fa e si dice, + loro facciano indagini
prendendo contromisure. Io lascerei cadere la faccenda qui, a meno che qualcun’altro
abbia dettagli da aggiungere a suo rischio. Gli spunti per chi vuole lavorare ci sono,
e io personalmente mi limiterei a quelli.

Mi spiace che per colpa mia poi il discorso abbia assunto un orientamento diverso.
Quando Dulcamara diceva che presto avrebbe visto un congegno miracoloso, detti
quasi per scontato che si trattava dell’ennesimo sedicente dispositivo free-energy
o qualcosa del genere – capita spesso infatti che qualcuno organizzi simili eventi,
che poi nel 90% dei casi vengono sospesi all’ultimo momento, o comunque si
tratta di bufale. Non di un apparecchio “furbo” per ingannare il contatore. In ogni
caso la sua testimonianza sarà ben gradita e sicuramente + in tema, qui, che
non parlare di filosofia e fisica di frontiera. Si, sono begli argomenti, ora non so
consigliare un forum adatto in italiano… forse quello di http://www.energeticambiente.it
ma non escludo che su yahoogroups ce ne siano anche di migliori. Altrimenti
http://www.overunity.com, è in inglese, ci sono diverse sezioni tematiche. Io non amo
discutere tanto, preferisco lavorare, anche se magari nelle pause capita di lasciarmi
un pò andare certe volte… praticamente in questo momento sono solamente
sul gruppo Testatika di yahoogroups.

Non vorrei aver inquietato nessuno con quelle affermazioni sulla mia visione
dell’universo nè l’ho fatto per darmi importanza. Era solo per fare capire che
ci sto lavorando seriamente e sono giunta a delle conclusioni anche se sono
soltanto all’inizio. E nella speranza che magari, qualcuno che lurka di passaggio
e che capisce questo genere di “arabo” possa trarne spunto di riflessione e
di lavoro. La giustificazione dei miei risultati richiederebbe pagine e pagine
di ragionamenti prima ancora di carattere metafisico e filosofico che scientifico.
Per questo dico che la “spiritualità” e la filosofia sono importanti per un approccio
scientifico costruttivo, arriva un punto in cui le discipline si fondono sino a
divenire indistinguibili. Se invece si vuole solo quantificare pregiudicando ogni
possibilità di “capire”, beh allora basta una laurea in fisica e magari anche una
in matematica. Vi posso dire che certi concetti li potrebbe capire anche un
bambino delle elementari, se spiegati nel modo corretto, una volta siano tutti
chiari e provati. Perlomeno quelli fisici e non quelli metafisici.

Una definizione per energia ? E’ una bella domanda. Non ho ancora trovato una
bella risposta. Forse l’unica cosa sensata che posso dire ora è che l’energia
è il contenuto dell’universo, che non può cambiare. Per me è difficile dire
cosa NON è energia in quanto ormai vedo chiaramente solo vettori e stati
di polarizzazione dello spazio, ovvero energia potenziale ed energia in
movimento. Ci penserò.

Un saluto

Commento scritto da Bastarda il 9 giugno 2010 alle 00:31
336
avatar autore commento

ringrazio tutti, ho appreso la lezione, mi farò sentire solo nella remotissima ipotesi che la “scatola” funzioni, non pper istigare al crimine, ma per capire come diavolo hanno fatto,
ripeto che filosofia significa amore per la sapienza quindi qui filosofi lo siamo tutti, Metatarso compreso ;-)

dulcamara@operamail.com

Commento scritto da dulcamara il 9 giugno 2010 alle 01:34
337
avatar autore commento

Per correttezza saluto tutti anche io :)

Su questo blog manca la possibilità di poter cancellare/modificare i propri post…. e chiunque può firmarsi a nome nostro.
A me del contatore sinceramente non frega niente, giusto scoprire cosa cè dentro senza aprirlo.

Ero qui per dibattere di tecnologia, per questo ho proposto facebook dove ci siamo tutti ed a volti scoperti.

Buon Lavoro

Commento scritto da Elena2 il 9 giugno 2010 alle 09:15
338
avatar autore commento

Cosa ne pensate di questo video?
http://www.youtube.com/watch?v=4K4ODe2cnuI

…un pò ingrandite le faccende e poco studiate, però sicuramente non ha sparato cose a caso….

Apparte l’errore che Tesla è morto ad 87 anni.

Commento scritto da Elena2 il 1 luglio 2010 alle 05:43
339
avatar autore commento

IL ;-) CONTATORE VA BUCATO !!!!!!

Commento scritto da WINKELMAN il 1 luglio 2010 alle 12:20
340
avatar autore commento

un pò ingrandite le faccende e poco studiate, però sicuramente non ha sparato cose a caso….

Commento scritto da Elena2 il 1 luglio 2010

sicuramente????

ho retto solo metà del filmino, non ho sentito niente di concreto.

Commento scritto da blux il 1 luglio 2010 alle 22:44
341
avatar autore commento

Ho visuto 27 anni in Germania e non si staccava mai il Contatore se veniva Usato lavatrice,lavastoviglia, forno etc…….
Il Contatore aveva 230V 32A 8Kw.
Sono ritornato in Italia e mi sento nell’duemilla come nei Paesi bassi.
Vergogna che Enel non mi sembra Europeo dalla vista del’contatore ma dal punto di vista di €uro invece oltre Europeo.
Povere Italia

Commento scritto da enzo il 6 luglio 2010 alle 20:22
342
avatar autore commento

Che commento privo di utilità..
Anche qui, se fai un contratto da 8kW non ti scatterà mai il contatore.
Se c’è una vergogna, è che l’ Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas (AEEG) non abbia ancora innalzato la fascia sociale dai canonici 3kW a valori più elevati come succede in altri stati europei, considerando che l’utilizzo dell’ energia di una famiglia media è decuplicato negli ultimi decenni.
è l’ AEEG che fissa le fascie sociali, e le tariffe dell’ energia, non l’Enel o qualsiasi altro gestore. Tanto è vero che dal 1 luglio molti di noi sono passati alla tariffa bioraria per decisione dell’ Autority.
C’è anche da dire che gli elettrodomestici più voraci sono di origine teutonica, proprio perchè là non vi sono problemi di limiti o costi eccessivi, potendo contare anche su fonti nucleari o rinnovabili (fotovoltaico) incentivate già da diversi anni e che quindi ora hanno raggiunto una buona diffusione.
Comunque non c’entra nulla con questa discussione..

Commento scritto da Italo il 6 luglio 2010 alle 21:25
343
avatar autore commento

Nei anni 80 fina oggi per la fascia sociale e di 8kw, la bioraria esiste dai anni 80 e viene cucinato con fornelli elettrici e riscaldamento.
La Germania a 15 % della energia viene fornito con rinnovabile (fotovoltaico, …) non Nucleare,nel 2015 vogliono arrivare 25%.
Un Impianto di 5kW fotovoltaico in Italia costa 30000€ in germania 15000€.

La verita e che

viene di piu incentivate se vai per il rinnovabili (fotovoltaico).
La verita è che o l’ Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas o Enel o …. anno tutti lo stesso funzione ( come possiamo fregare i Cittadini ).

Commento scritto da enzo il 7 luglio 2010 alle 01:57
344
avatar autore commento

Bentornato in Italia, allora. Aldilà del fatto che 32A monofasi sono meno di 8kW, se in germania i fotovoltaici costano così poco noi italiano siamo stupidi che li compriamo qui, di provenienza cinese e li paghiamo di più.
Bene ora che sappiamo la verità, questa discussione ci ha guadagnato..

Commento scritto da Italo il 7 luglio 2010 alle 22:15
345
avatar autore commento

P istallata 3Kw. In uso: lavatrice 2 Kw PC 0,4 Kw Pompa pannelli solari 0,1 Kw TOTALE 2,5 Kw Il contatopre mi da un supero di potenza del 19% quindi il prelieco è di 3Kw + 0,570 Kw (1l 19% di 3Kw )Mi sono accertato che non ci fosse nessun altro utilizzatore inserito.Risulta che la potenza assorbita secondo il contatore è di 3Kw + 0.570 = 3,570 mentre in realtà sono 2,5Kw il che significa un prelievo, consumo e pagamento di ben 0,1070Kw. Ho staccato tutto quindi il contatore doveva segnare zero e cessare la segnalazione di esubero potenza ma quando ho riattaccato segnava ancora la stessa situazione: ho pensato che ci saranno dei tempi di azzeramento dati e lo ho nuovamente staccato, quindi la casa senza alimentazione, e al successivo reinserimento avvenuto dopo ben 20 minuti non era cambiato nulla. Ho scritto queste stesse informazioni all’Enel la quale dopo 15 giorni mi ha risposto che se voglio la verifica del contatore lo posso fare al costo di 50,27 euro da pagare se il contatore dovesse risultare perfetto se difettoso la sostituzione è gratuita. Poichè sono nell’ambiente eletrico collegherò a valle del contatore un misuratore professionale e vedrò se i dati coincidono. Come per i vecchi contatori credo che anche questi per legge debbano essere verificati ad una data scadenza che però non conosco come per i contatori del gas che, per il mio, stà funzionando da 15 anni senza mai nessun controllo. Da quando ho il contatore elettronico ho visto crescere vistosamente l’importo di consumo energia elettrica pur avendo e usando gli utilizzatori come quando c’era il buon vecchio contatore elettromeccanico che però non era manovrabile a distanza e questo era una grande sicurezza per il cliente. Ho fatto un’ultima prova staccando tutti gli utilizzatori lasciando solo la lampada del campanello e tre orologi inseriti in componenti elettronici. La potenza segnata di ben 0.4 Kw. Dall’Enel non ho avuto nessuna spiegazione tecnica ma solo la possibilità di controllare il contatore magari a distanza con il telecontrollo che in Italia non occore essere dei veggenti per sapere come andrà a finire. Saluti e mi scuso per la lungaggine. Non voglio fregare ma neanche essere fregato

Commento scritto da pietro il 4 agosto 2010 alle 13:57
346
avatar autore commento

Pietro, e il frigo non lo conti?

Commento scritto da markogts il 4 agosto 2010 alle 14:32
347
avatar autore commento

Ciao markogts. Hai ragione ma mi sembra fosse in pausa o aggiungiamo altri 70 Watt ma il conto non torna. Quello che non mi torna è che nessuno ti dà una spiegazione tecnica plausibile supportata da numeri. Ciao Buone ferie

Commento scritto da pietro il 4 agosto 2010 alle 14:56
348
avatar autore commento

per fare la prova vera devi staccare tutte quante le spine! …non basta spegnere gli apparecchi.
Se hai i magnetotermici anche dentro casa stacca direttamente quelli oppure visto che sei pratico disattiva la corrente dal contatore e scollega i cavi che vanno verso casa, riaccendi e verifica.

Ricorda che gli apparecchi attaccati alla spina anche se spenti spesso consumano….. per farti un esempio, informati sui trasformatori, sui caricabatterie del cellulare ecc.

Commento scritto da anonimus il 4 agosto 2010 alle 16:07
349
avatar autore commento

Ciao anonimus. Sono d’accordo che qualche piccolo utilizzatore sfugge però si tratta di consumi irrisori che non giustificano minimamente i dati che ho rilevato dal contatore. Se riuscissi a reperire un manuale tecnico con lo schema di costruzione allora potrei capire come rileva i consumi, puo darsi che faccia una media però quando leggi consumo instantaneo 2,2 Kw e ti da un supero di potenza del 19% su 3Kw non ci siamo. Io vorrei solo capire il perchè ma visto che il problema ha interessato anche l’Unione Consumatori l’Enel potrebbe dare una risposta al problema che molti hanno notato. Appena sono a casa da solo farò la prova di staccare l’alimentazione alla casa e vi saprò dire visto che il problema è di vivo interesse tanto che pensavo di scrivere queste mie a vuoto………..invece sono state lette. Ciao a tutti e buone ferie

Commento scritto da pietro il 4 agosto 2010 alle 18:02
350
avatar autore commento

Controlla anche il tempo tra i lampeggi dei led rossi. Quello superiore lampeggia ogni millesimo di kWh, con un lampeggio ogni 2 secondi sei a 1,8 kW di potenza (1800 lampi/ora = 1,8 kWh/h = 1,8 kW). Il led inferiore invece indica la potenza reattiva ma non mi ricordo con che “passo”. E non sottovalutare i consumi da stand-by, sono piccoli ma sono tanti.

Commento scritto da markogts il 4 agosto 2010 alle 20:01
351
avatar autore commento

Siccome siamo tutti come S Tommaso, chiama un eletricista SERIO (non il 99,5% che sono azzeccagarbugli) e , come ti ha suggerito l’Enel, fai mettere a lui un altro contatore (scegli tu marca, modello e tecnologia) in parallelo a quello Enel per qualche giorno. Magia, segnerà uguale.. o meno di pochissimo o(più) se usi un vecchio elettromeccanico di scarsa classe di precisione.
Il contatore Enel ti mostra la potenza media dei due minuti precedenti.
Ti sono aumentati i consumi da quando hai il contatore elettronico? Bè, dovrebbero andare a cercare il tuo vecchio elettromeccanico e magari si scopre che aveva 40 anni e gli attriti interni gli facevano integrare la metà dei consumi..

Commento scritto da Zippo il 4 agosto 2010 alle 22:47
352
avatar autore commento

Ciao zippo. Per la precisione l’Enel non mi ha consigliato il controllo con altro contatore ma lo controllano loro via telematica e quindi a me non resta che avere completa fiducia nel loro controllo che se dovesse essere a posto mi fatturano 50,27 euro. Se per esempio dovessero trovare che segna il 16% io ho il diritto di chiedere il rimborso dei soldi pagati in più per l’Energia consumata e non per le varie tasse: pensa la durata e il costo della causa. Come precedentemente detto collegherò subito dopo il contatore Enel un’altro contatore professionale e quindi vedrò se i dati coincidono. Ho la possibilità per lavoro di disporre di lab. misure elettriche e ti assicuro che i vecchi contatori elettromeccanici raramente andavano fuori tolleranza. Il telecontrollo ha molti dati positivi ma pensa che la sua gestione è completamente fuori dal tuo controllo: tu puoi solo avere fiducia nella correttezza del gestore. Ciao a tutti

Commento scritto da pietro il 5 agosto 2010 alle 01:02
353
avatar autore commento

E io ti assicuro che di strumenti elettromeccanici fermi ne ho visto a centinaia: c’è una parte meccanica (sospensioni dell’ alberino), e con il tempo si logora, inesorabilmente. Comunque stiamo dicendo la stessa cosa, metti un altro strumento, e ci scommetto la pelliccia che segnerà la stessa cosa del contatore.
I contatori che mette Enel li mettono anche altre società, non c’è nessuna possibilità di alterare da remoto l’integrazione dei consumi, è tutto depositato, certificato, controllato dall’ autority.. non siamo nella repubblica delle banane, anche se è più facile pensare a cospirazioni piuttosto che, a volte, vedere la semplice realtà oggettiva.
Pensa al telefono fisso, nessuno di noi ha mai avuto un contascatti riconosciuto ufficialmente in casa dal gestore, ma nessuno ha sollevato troppi polveroni.
Se per lavoro disponi di un laboratorio di misure elettriche, parla con chi vi lavora, vedrai che ti toglierà ogni dubbio, ti mostrerà come fare delle semplici prove con un carico fisso, o anche solo con un amperometro, o di uno strumentino da 10 euro al Lidl..
Ah.. se segna di più (o di meno) nessun processo o causa (se per ogni guasto ci fosse un processo…) semplicemente si ricostruiscono i consumi fatturati in eccesso o non fatturati: la matematica è quella.. Ciao

Commento scritto da Zippo il 5 agosto 2010 alle 22:49
354
avatar autore commento

Ah scusa dimenticavo: il secondo contatore te lo ho consigliato io, non l’Enel :-) e L’ Enel non fa la verifica in via telematica (peri motivi scritti su) ma ti manda un omino con la macchina e gli strumenti per vedere se funziona bene o male (non devi fidarti per forza, devi assistere e se ritieni necessario far assistere un tecnico di tua fiducia). Per questo se il contatore invece funziona paghi l’uscita (sai quante vecchiette chiamano pompieri, enel, carabinieri, acuqa e gas, quando gli scatta il salvavita? :-)
Un mio conoscente ha chiesto la verifica del contatore, e (come gli avevo anticipato) il tecnico che è andato da lui a provare il contatore gli ha detto che funzionava bene, e che il consumo era dovuto a quello che il contatore alimentava (poi ha buttato il vecchio freezer e tutto è tornato come prima)..

Per markogst: il “passo” è scritto sul contatore stesso, come tutti gli strumenti di misura il mio è 1000imp per kW/h, e la reattiva, nel contatore monofase di casa, non è conteggiata.
Ciao

Commento scritto da Zippo il 5 agosto 2010 alle 22:57
355
avatar autore commento

Appunto, e sul contatore si leggono due dati:

Ra 1000 imp/kWh (e non kW/h, che sarebbe una variazione di potenza nel tempo, l’energia invece è una *integrazione* della potenza nel tempo)
Rr 1000 imp/kvarh (che è l’equivalente unità di misura per l’energia reattiva)

Se “imp” sta per impulso del led, e se i led sono due, a me la cosa pare chiara.

Altro paio di maniche il fatto che con i contratti casalinghi non si paghi la potenza reattiva e dunque non sia necessario conteggiarla, ma misurarla è uno scherzo, lo fa anche il misuratore da presa che ho comprato al negozio di faidate.

Commento scritto da markogts il 6 agosto 2010 alle 16:55
356
avatar autore commento

Ho letto un pò di commenti, ma devo dire che io uso dei PV in-grid, per un totale fabbisogno personale di 700Wp e devo dire che mi sento ben realizzato, tanto per quanto mi servo tanto per quello che cerco di no immettere in rete per no regalare niente all’enel, in questo modo risparmio parecchi KW al giorno. E senza rubare niente all’ENEL.

Commento scritto da Livio il 14 agosto 2010 alle 15:00
357
avatar autore commento

Ciao a tutti. Dopo che ho notificato all’Enel i problemi al contatore e detto che avrei fatto misure di potenza con strumento professionale da una settimana il contatore mi dà segnalazioni di potenza che coincidono con la potenza assorbita dagli utilizzatori inseriti che controllo attentamente. Non ho più avuto nessun esubero, l’ultimo era del 5% con una potenza instantanea di 0,5 Kw quindi secondo il contatore io impegnavo, e pagavo, per 3,15 Kw. A casa mia non è cambiato assolutamente nulla non so dall’altra parte. Se continua così è tutto Ok ma resto con le antenne dritte. Forse è ststo un telemiracolo. Saluti

Commento scritto da pietro il 14 agosto 2010 alle 19:19
358
avatar autore commento

Per Bastarda:
C’è qualcosa che mi sono perso? Ho impiegato otto ore a leggere tutta la pagina che se la srotoli dal nono piano arriva fino a terra e c’è un’unica cosa che non ho capito (sarà l’età?). Nel post 318 ti stupisci che ci sia un’altra Elena. Ma i 145/146, allora chi li ha scritti? Memoria corta? Sostituzione di persona? Non sei la prima Bastarda? Non ho letto con sufficiente attenzione?

Commento scritto da Brunone il 12 settembre 2010 alle 11:47
359
avatar autore commento

Il 145 era l’altra elena, il 146 mio.
Ora non ricordo + che casino era successo. Aggiungi che spesso poi postavo messaggi
che non comparivano e probabilmente andavano persi. E poi aggiungi che qui magari
c’è gente che si firma al femminile per non farsi riconoscere, o viceversa, chi lo sa.

BTW… per rispondere a delle vecchie domande. Sono appena stata un mese in quella
casa di montagna dove c’è il contatore che ho hackato. Tutto ok, ancora a mia zia
non sono arrivati avvisi di garanzia o la polizia in casa. Quando superi la potenza
che dovrebbe distaccare ma non può farlo ti dice Distacco per supero potenza per
qualche minuto poi il messaggio sparisce. Certo devo confermare che la frequenza
di aggiornamento della “potenza attuale” è lentissimo e da lì non puoi capire
quanto stai consumando – spero che almeno la frequenza di campionamento dei
consumi sia rapida ma suppongo di si.
Addio

Commento scritto da Bastarda il 12 settembre 2010 alle 13:29
360
avatar autore commento

Chi mi sa spiegare perche’ l’antico orologio enel ralllentava e a volte girava al contrario collegando una batteria di condensatori tra fase e terra

Commento scritto da gelatino il 28 settembre 2010 alle 19:06
361
avatar autore commento

salve
vi racconto la mia esperienza
sono venuti i tecnici enel per controllare il mio contatore risultava manomesso
avevo fatto la modifica via hardware tenuta per 6 mesi ma avevo tanta di quella paura che ho fatto riportare tutto come prima ovviamente si sono accorti che i sigilli non erano integri hanno misurata la corrente e si sono accorti di una differenza del 13%.Morale dela favola mi hanno staccato il misuratore mi hanno lasciato una settimana al buio ed adesso non so ha cosa vado incontro.
qualcuno ha delle delucidazioni da darmi.

Commento scritto da dogs il 29 settembre 2010 alle 14:04
362
avatar autore commento

sai come si dice in questi casi , “attaccati al tram”
sicuramente avrai un denuncia credo, invece per riavere la corrente registra un nuovo contratto a qualcuno di famiglia riduci i consumi e paga le bollette.
non so voi ma io non ho tatno in bolletta, mai superati i 120€

Commento scritto da soscomputer2008 il 29 settembre 2010 alle 15:05
363
avatar autore commento

che ne dite di fregare la tensione continua alla telecom?
si raggiungono anche i 90V, ma non sò la potenza.
Si potrebbero alimentare piccole lampadine a led

Commento scritto da pappagallo il 29 settembre 2010 alle 18:19
364
avatar autore commento

Dogs,
capisco lo stress e la paura ma cerca di essere meno sintetico!!!
Prima di tutto, QUALE delle tante modifiche qui ipotizzate avresti fatto ?
Cosa significa che hai fatto riportare tutto come prima ?
E soprattutto, perchè sono venuti a controllartelo ? Come si sono accorti ?
…c’è mica lo zampino del moderatore, che minacciava ? ;)
Giocare con l’enel è + pericoloso ke giocare con la corrente !!!

Commento scritto da Carogna il 29 settembre 2010 alle 18:37
365
avatar autore commento

quello che stò per dire è estremamente vero sono venuti
dei tecnici dell’enel a farmi la modifica lui insieme al suo compare auto enel divisa enel tanto per intenderci da premettere che non capisco niente di elettonica, mi dicono che hanno sostituito un pezzo all’interno cosi’ avrei pagato meno sulla bolletta
cosa hanno sostituito non so proprio dirti,in seguito li ho richiamati per farmi rimettere il pezzo originale o comunque togliere la modifica
(sempre auto enel attrezzatura enel)Vi dirò di piu’ che quando mi hanno sostituito il contatore io ancora non abitavo in quella casa sono stati gli stessi tecnici a dirmi che se volevo potevano modificarlo per risparmiare sulla bolletta.Io allora non feci niente il resto lo sapete!
Sembra assurda la mia storia ma e pura verità.

Commento scritto da dogs il 29 settembre 2010 alle 20:29
366
avatar autore commento

Ho fatto i conti dell’ultimo anno, dopo la ristrutturazione, nella quale ho sostituito il forno e il boiler elettrici con analoghi a gas, oltre a mettere solo lampade CCFL e LED: ebbene, ho ridotto i consumi di energia elettrica da 2600 a 1600 kWh annui. Spesa annua media 220€, pari a 35-40€ a bolletta bimestrale. Il bello è che nel frattempo la bolletta del gas è rimasta invariata (sui 400 € all’anno) grazie alla caldaia a condensazione: con quello che risparmia ho ACS e forno praticamente a gratis.

Se impiegaste un decimo degli sforzi per fare le cose ovvie, risparmiereste di più e fareste sonni tranquilli. :roll:

Commento scritto da markogts il 29 settembre 2010 alle 20:58
367
avatar autore commento

:evil: Ciao a tutti sono un dipendente di ENEL distribuzione con qualifica di verificatore,cioe’ quello che viene a casa vostra e se avete manomesso il contatore vi fa’ il verbale.State molto attenti perche’modificare il contatore o allaccirsi direttamente alla rete enel vi puo’ costare molto caro.Sono da Marzo in Sicilia e assieme a altri colleghi provenienti dal nord Italia e a oggi abbiamo eseguito controlli su oltre 8000 utenze e redatto oltre 3500 verbali per furti di energia che comportano denuncia alla procura della repubblica e alla agenzia delle entrate oltre a multa con ricalcolo della energia rubata,eseguiamo anche interventi con le forze dell’ordine e in questo caso a volte si procede all’arresto immediato(e’ furto aggravato).L’ENEL ha istituito un provvedimento di emergenza per debellare i furti di energia inasprendo i controlli.Dalle mie parti dicono”uomo avvisato mezzo savato”.

Commento scritto da massimo il 10 ottobre 2010 alle 19:09
368
avatar autore commento

il tutto e’ quasi esatto….. ci sono alcune sbavature, ma e’ possibile il fai da te sul contatore… (io suggerisco pero’ di lasciar fare ai veri hackers… quindi lammeroni state buoni….).
cio premesso a farlo si incorre nella violazione del art. 640 ter. del codice penale: nella fattispecie vi procurate un indebito vantaggio economico ai danni dell’enel (i famosi euro richiesti per il cambio di potenza)ed in piu’ il tutto avviene con una “non autorizzata” introduzione in sistemi informatici altrui(il contatore e’ proprieta’ dell’enel) con relativa modifica di dati.
Qundi per pochi spiccioli (ingiusti che siano) chiamate quei galantuomini dell’enel e ditegli che volete portare il tutto ai 6kwh (facendo attenzione che i fili che dal contatore arrivano al vostro impianto non siano i classici 2*6 perche’ vi servira un 2*10 ampere se non volete col tempo friggere i cavi.

Commento scritto da Viruskiller il 21 ottobre 2010 alle 17:34
369
avatar autore commento

premettendo che non ho nè l’idea nè l’utilita di manomettere contatori (se fosse per me vivrei a lume di candela), vorrei commentare chi fa tanto il moralista sul benessere del pianeta e sul fatto che se fosse per enel ci darebbe 10 kw a testa. Parole sante, ma sinceramente poi mi viene il latte alle ginocchia leggendo che un Premier fa muovere aerei di stato per portare prostitute ad Arcore, che un certo generale si faceva portare le spigole fresche in aereo, che la moglie di uno sceicco ha noleggiato un treno intero per andare a fare shopping a Milano, che la guerra in iraq ha bruciato milioni di barili di petrolio, che la BP ha distrutto il golfo del Messico per risparmiare su una valvola.
Pertanto concludo dicendo che devono essere i ricconi per primi a dare l’esempio, e non i soliti poveracci a risparmiare su una candela. Se dobbiamo finire nel baratro, ben venga il baratro, per tutti. Non staro’ certo a farmi i patemi per una carta buttata in strada, quando c’è il riccone di turno che inquina per una spigola quanto inquinero’ io tutta una vita. O tutti rispettiamo le regole, o tutti finiamo estinti. Non me ne po fregà de meno, come dicono a Roma.

Commento scritto da ghigo il 25 gennaio 2011 alle 18:32
370
avatar autore commento

Ma questa tecnica sarà ancora fattibile??? Emanuele tu ci hai mai provato?

Commento scritto da CyberAngel il 2 febbraio 2011 alle 20:35
371
avatar autore commento

No CyberAngel, trovai questa guida nel web e mi sembrava interessante. Andai a guardare il contatore, vidi la porta irDa ma alla fine non mi convinsi mai. Perché alla fin fine – è vero – avrei tolto un limite ma, ovviamente, il consumo lo avrei pagato ugualmente… così un contatore che mi stacca la corrente e – indirettamente – mi fa accorgere che sto consumando troppo mi sta bene.
Ciao,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 2 febbraio 2011 alle 22:00
372
avatar autore commento

MA FIGURATI SE NON SE NE ACCORGONO E’ COLLEGATO IL TUTTO AD UN COMPUTER SE NE ACCORGONO E COME E POI BASTA CHE ABBIANO UN PROGRAMMA PER RESETTARE OGNI CONTATORE TRAMITE RETE PERCHE’ APPUNTO COME DICEVI ANCHE TU SONO TUTTI COLLEGATI ALLA CENTRALE APPENA SVETTI DALLA SOGLIA LO RIPORTANO A 3KW O FORSE LI CREDI FESSI ??????????????????????????????????????????? TI FACCIO UN ESEMPIO SE TUTTI I CONTATORI TARATI SUI 3KW TRASMETTONO UN CODICE PARTICOLARE CHE ERA QUELLO CHE DICEVI ANCHE TU PRIMA E’ OVVIO CHE APPENA SFORI LO RESETTANO MENTRE QUELLI DA 6KW AVRANNO SICURAMENTE UN ALTRO CODICE NON SONO FESSI FIDATI

Commento scritto da ANONIMO il 20 febbraio 2011 alle 19:50
373

[...] mi sono imbattuto in questo link Non so se può essere utile Gigi __________________ I miei dati su sonnenertrag.eu e [...]

Commento scritto da Teleleggere i propri contatori - EnergeticAmbiente.it il 26 febbraio 2011 alle 17:31
374
avatar autore commento

Vedo che ci sono tanti miei colleghi… anche io lavoro per enel distribuzione (precisamente in una direzione territoriale) e mi chiedo… se tutti pagassero l’energia non costerebbe meno?
Poi mi fanno schifo quelli che si fanno corrompere…
Comunque anche se ci lavoro sono favorevole allo studio di qualsiasi cosa perchè è solo lo studio pratico che ci permette di crescere.
Comunque cari amici non vi conviene minimamente pensare di fare i furbi pensando che un misuratore che non trasmette un allarme non verrà mai controllato… perchè si vede già “ad occhio” se c’è un vistoso calo di consumi (specie sui GME in MT dove ci sono le truffe molto più consistenti… nell’ordine di milioni di kWh all’anno, non migliaia di un utente domestico).
Negli ultimi mesi personalmente ho recuperato circa 15-20 milioni di kWh frodati, con verifiche inviate ad hoc o su quelle che persone come massimo ci inviano… quindi ricordatevi che è pericoloso ;)

Commento scritto da Giuseppe il 16 marzo 2011 alle 23:32
375
avatar autore commento

ciao a tutti,, ma secondo voi un colosso come l’enel si fa fregare cosi’ facilmente ” allora ci vuole un programma specifico per fare una modifica al contatore che pero’ si connette all pc tramite una sonda infrarosso. si modifica kw di uscita e contemporaneamente il kw in uscita diventa come se consumassi 2 kw .. in pratica se consumo 6 ne pago 2 ci vogliono in media 4 minuti per uno bravo,, e in genere lo fa chi lavorava all’ enell .. pensionati o cassaintegrati per arrotondare .. un servizio dell genere si prendono dai 600 a 1000 euro dipende dall’onesta e da chi lo chiede … esempio : se lo chiede un commerciante posso arrivare pure a 1200 euro invece una casa privata con medi consumi si parte da 600 euro..

Commento scritto da sergio il 23 marzo 2011 alle 20:59
376
avatar autore commento

Buon giorno
Controllare sempre tutti i dettagli della bolletta cercando di interpretare nel modo corretto tutto ciò che viene riportato, ne vedrete delle belle!!!!!!!!!!!

Commento scritto da mario catanzaro il 24 marzo 2011 alle 11:24
377
avatar autore commento

ancora meglio attaccatevi con un cavo alla colonnina dei lampioni e un buon teleruttore di potenza collegato al contatore enell e il gioco e’ fatto
poi posson o fa tutti i controlli che vogliono nn si scoprira’ mai

Commento scritto da sergio il 24 marzo 2011 alle 20:27
378
avatar autore commento

ciao napoletano vorrei farti alcune domante in pvt….
contattami susy123456@tiscali.it

Commento scritto da susy il 31 marzo 2011 alle 19:14
379
avatar autore commento

:dogarf: che caxxo di faccina avete a non rispondere dopo aver letto
tutto fino infondo mi son bruciata gli occhi… per la mod del ponte di messina contattatemi susy123456@tiscali.it
mi serve un aiutino

Commento scritto da susy il 1 aprile 2011 alle 16:47
380
avatar autore commento

Un po’ come quanto spiegato in questo video…


Ciao,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 14 aprile 2011 alle 11:43
381
avatar autore commento

sostituire le due resistenze da 240 ohm (sigla 241) con resistenze da 24k (sigla 243) vedrete che calo di consumi! come aprirlo è stato detto…
x Emanuele: che ci fai col mio IP??? le segXe??? ah ah ah ah…

per qualsiasi info o chiarimento o voglia di fare qualcosa insieme contattatemi:

luigi@dl360server.dyndns.info

i vs messaggi saranno conservati in un server sicuro! garantito al limone! ;)

Commento scritto da Luigi il 3 maggio 2011 alle 00:17
382
avatar autore commento

X PAPPAGALLO
>che ne dite di fregare la tensione continua alla telecom?
>si raggiungono anche i 90V, ma non sò la potenza.
>Si potrebbero alimentare piccole lampadine a led
>Commento scritto da pappagallo il 29 settembre 2010

LA PAROLA D’ORDINE è: F R E G A R E!!!!!
SEI UN GRANDE!!!! :)

Commento scritto da Luigi il 3 maggio 2011 alle 00:24
383
avatar autore commento

Luigi, io non me ne faccio nulla. Puoi scrivere ciò che vuoi e ti assumi la responsabilità di quanto inserito. Se un giorno (fin ora – e lo dico per tranquillizzare tutti – non è successo) la Polizia o chi per lei mi chiederà conto e ragione di questa pagina però non mi posso assumere responsabilità per cose di cui non mi sento artefice o promotore. L’IP rimane registrato in tal senso. In ogni caso ti invito a moderare i termini, non è scritto da nessuna parte che questa pagina del mio blog (che è un po’ “casa mia”) rimanga coi commenti aperti per scrivere ciò che vi gira.
Ciao,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 3 maggio 2011 alle 00:26
384
avatar autore commento

eh eh… allora ancora non sei a nanna….

Commento scritto da Luigi il 3 maggio 2011 alle 00:53
385
avatar autore commento

E tu non sei “Luigi”… ;-)
Ciao,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 3 maggio 2011 alle 08:47
386
avatar autore commento

salve non so se è il luogo giusto dove scrivere ma ormai a parte ad un’esorcista non so piu’ a chi rivolgermi :cry: le mie bollette ammontano a una media di 500 euro a trimestre (enelenergia) per una famiglia di 3 persone fuori di casa per lavoro tutto il giorno…all’enel mi dicono che a parer loro il consumo è eccessivo (bella scoperta) , mi hanno sostituito il contatore, e ho già contattato 3 elettricisti diversi per cercare di capire dove vadano a finire tutti questi kw.dalla curva dei consumi giornalieri stampatami da enel risultano cose stranissime , giornate in cui il consumo è si e no di 7/8 kw e giornate in cui è di 23/26 kw , e le cose che facciamo quotidianamente sono le stesse…chi sa darmi un consiglio? che posso fare per trovare la soluzione? …dimenticavo sono passata da bollette da 140 euro circa precontattore elettronico a 480/500 post contattore elettronico…..

Commento scritto da ada il 4 maggio 2011 alle 16:07
387
avatar autore commento

Cara Ada
I dati inseriti sono incompleti per poterti darti una risposta, comunque: 1) la fornitura di quanti KW di potenza disponibile;
2) i consumi sulle F1-F2-F2 sono;
3) il periodo di riferimento >mese/anno<.
Ricevuti i dati ti risponderò

Commento scritto da mario catanzaro il 4 maggio 2011 alle 19:51
388
avatar autore commento

ok scusa sarò piu’ precisa. la fornitura è di 3kw , dall’ultima bolletta (come esempio) le letture sono f1 627 f2 471 f3 666 questa si riferisce al periodo novembre-gennaio di questo anno …(tutto dicembre eravamo fuori ) e non possediamo riscaldamento che utilizzi la corrente , una lavatrice classe a++ che accendo solo il sabato a freddo per massimo due lavaggi , il boiler con il timer e usiamo l’acqua calda con grande parsimonia , visti i costi, lampadine a basso consumo e un pc , inoltre nella bolletta è riportato un consumo medio annuale in fascia arancione di 2293kw e di 4550 in fascia blu .
se manca ancora qualche dato segnalamelo …grazie per l’aiuto :-(

Commento scritto da ada il 4 maggio 2011 alle 20:32
389
avatar autore commento

X Ada
Se il costo della tua bolletta si riferisce a 3 mesi (novembre, dicembre e gennaio) ed i consumi si riferiscono a soli due mesi (novembre e gennaio), e dato che i consumi in percentuale nelle tre fasce sono:
F1= 32/30 % – F2= 23/22 % – F3= 45/48 % per mesi di 30 e 31 giorni.
Osservando i tuoi consumi nelle varie fasce salta fuori che i consumi che ti sono state addebitate sono F1= 35.6 % – F2= 26.7 % – F3= 37.7 %, le anomalie sono evidenti, pertanto ti consiglio di contestare subito la bolletta al tuo fornitore.
Permettimi una considerazione, dai dati rilevo in termini percentuali, che i consumi sono concentrati prevalentamente di giorno e concentrati nel periodo che va dal lunedì a al venerdi, e quindi fai la vita da casalinga fregandotene di tutte le accortezze di risparmio.

Commento scritto da mario catanzaro il 5 maggio 2011 alle 10:41
390
avatar autore commento

i consumi si riferiscono a novembre dicembre e gennaio , purtroppo o per fortuna , non so , (dipende dal giorno :-) ) esco , anzi usciamo tutti alle 7,30 ogni mattina e rientriamo alle 14/14,30 ..mi chiedo cosa succhi tutta questa elettricità in nostra assenza….resta di fatto che dato che non mi do pace ho rifatto interamente l’impianto elettrico , per altro nuovo, ho fatto sostituire il contattore , periodicamente un elettricista (ormai fa parte dell’arredamento :-D ) controlla che non vi siano utenti attaccati per errore al mio impianto….all’enel mi rispondono che seppur trovando il consumo decisamente eccessivo il problema non è loro dato che la bolletta segna il consumo esatto che segna il contattore ……che mi resta da fare??? cambiare gestore?

Commento scritto da ada il 5 maggio 2011 alle 14:18
391
avatar autore commento

x Ada
presumo di non essere stato capace di spiegarti il concetto attraverso le percentuali di F1-F2-F3 sopra indicati. comunque, per semplificarti il concetto sistematicamente tutti i giorni alla stessa ora rileva la lettura riportata sul contatore, così facendo riuscirai a rilevare i consumi giornalieri confrontandoli con l’utilizzazione delle apparecchiature elettriche funzionanti nel periodo.

Commento scritto da mario catanzaro il 6 maggio 2011 alle 17:31
392
avatar autore commento

e 3 anni che parlate delle stesse cose .

………………………………………..
……………………………..senza concludere nulla !!

Commento scritto da letinha il 13 maggio 2011 alle 23:44
393
avatar autore commento

vero, letinha! non si è concluso nulla, perchè del nulla si scrive. ma qual’è il tuo contributo? hai addirittura risparmiato un accento.

cia

Commento scritto da Blux il 16 maggio 2011 alle 20:25
394
avatar autore commento

Una funzionalità del contatore è quella di poter visualizzare il consumo instantaneo. Tramite il tasto accanto al display. Puoi staccare tutto e vedere se continua il consumo e con un poco di prove controllare il consumo che viene addebitato per i singoli elettrodomestici.

Commento scritto da armando il 16 giugno 2011 alle 06:58
395
avatar autore commento

Se non avete le piombature (succede spesso) meglio staccare il contatore dell’acqua, sostituirlo temporaneamente con uno identico (portato preventivamente alla stessa misura), portare indietro con un aspirapolvere il contatore “vero”, e poi rimetterlo al suo posto.

Commento scritto da Filippetto il 19 giugno 2011 alle 20:30
396
avatar autore commento

Domanda Tecnica. Ho un 3 kw e accendendo tv, luci, ecc ecc sforo sempre la soglia di kw e i signori da una tariffa di 0.14 per kw/h la portano addirittura al doppio, quasi 30 centesimi per kw/h.
Non solo uno ha la disgrazia di consumare piu energia, non puo permettersi di cambiare tutti gli apparecchi dentro in tripla classe A, ma deve vedersi raddoppiare la tariffa e quindi pensavo come non sforare.

Alternativa 1: Non accendere elettrodomestici
Alernativa 2: Farsi la doccia e riscaldarsi la pappa di notte
Alternativa 3: :timid: Montare un gruppo elettrogeno di 5 kw in garage silenzioso e quando ti serve potenza tipo condizionatori ecc. utilizzare per quelle ore il gruppo, puoi spendere al massimo 5 euro di carburante al giorno ed hai 5 kw pieni senza prelevarli dai signori e quindi non sforare i loro consumi. A conti fatti da una bolletta bimestre di quasdi 450 euro che mi sono ritrovato a causa delle sforature andrei a meno di 150. Vi pare poco ?

ultima domanda, posso mettere in parallelo la 220 dei signori e la mia 220 del gruppo magari con un diodo di non ritorno di un centinaio di Ampere per ed avere anche un’effetto potenza maggiore in Kw. o mi conviene separare le linee. Grazie e saluti al forum che non ho letto tutto ma sono certo interessante e certamente utile non a fregare i signori, ma a far capire che di sanguisuga in italia ne abbiamo fin troppo sui C….

Commento scritto da gaetano il 23 giugno 2011 alle 18:21
397
avatar autore commento

@gaetano
Con l’entrata in scena dell’AEEG rispetto al vecchio monopolio dell’ENEL, sotto la guida del CIP, per gli Utenti dell’Energia Elettrica, e del Gas, l’intento era di:
1) liberalizzare il mercato;
2) avere bollette trasparenti e leggibili;
3) contenere i costi;
4) vigilare sulla correttezza di ogni aziende che opera sul mercato libero.

Diamo qualche giudizio con la realtà dei fatti.
* il mercato dell’energia è libero, ma, da fruitore del servizio lo giudico
in senso positivo oppure negativo?
* le bollette sono leggibili, trasparenti, e facilmente decifrabili nella
loro esposizione dei dati in esse contenute?
* i costi evidenziati sono facilmente decifrabili?
* le aziende che operino e sono presenti sia sul mercato libero che
vincolato, lavorino in trasparenza, e l’AEEG li monitora costantemente
per bloccare sul nascere ogni forma di prevaricazione?.
Il mio personale giudizio non può essere che fortissimamente NEGATIVO.
In quanto:
1. non vi è bisogno di andare da nessun MAGO di turno per capire che è
stata solo ed esclusivamente una bella trova (AEEG) per creare una
struttura così mastodontica che costa alle casse dello stato una
montagna di soldi, per un servizio reso alla collettività deficitario
sotto ogni punto di vista.
2. basta prendere una bolletta dell’energia elettrica che ognuno di noi
possiede, quella attuale (2011) ed una precedente (fino al 2006), e
confrontare i dati relativi i costi in essa riportate, vi accorgerete
che il costo dell’energia elettrica sono aumentati di circa il 15% ma la
bolletta a subito rincari dal 100% al 200%.
3. perchè il costo della bolletta energetica si è più che raddoppiata, e
dal momento che, confrontando il dato sull’aumento del costo tra il 2006
e il 2011 è stato solo del 15% circa?, come mai prima di questa bella
trovata (AEEG, contatori intelligenti, consumi scaglionati per pagare di
meno) le bollette sono sempre più care?.
4. un discorso a parte andrebbe fatto sulle aziende presenti sul mercato,
ad iniziare da enel, e quindi dalla camaleontica AEEG (a proposito chi
sa cos’è AEEG la segnala subito alla popolazione affinchè possiamo tutti
noi complimentarci con questi signori, per il loro lavoro molto
impegnativo e fruttuoso per l’intera popolazione.
Mi fermo, ma ci sarebbe tantissimo da dire e gridare in faccia a tutti i politicanti da quattro soldi che (a loro dire rappresentano il popolo) prendendoli a calci nel sedere spazzando via tutto il malcostume imperante.

Commento scritto da Mario Catanzaro il 24 giugno 2011 alle 11:24
398
avatar autore commento

Salve a tutti si non si puo piu vivere a me ultimamente e arrivata una fattura di 155 e e siamo in 2 e sto pensando seriamente di farlo truccar per pagare qualcosinain meno ne sapete voi a riguardo grazie a tutti ciao

Commento scritto da Dennys il 1 luglio 2011 alle 16:06
399
avatar autore commento

Sarebbe meglio che chi suggerisce questi interventi si legga bene il codice penale…….Si becca una bella denuncia

Commento scritto da Marco il 16 luglio 2011 alle 16:23
400
avatar autore commento

io vorrei sapere se esiste un tempo di latenza tra il consumo reale e i messaggi del contatore, es. se adesso mi stacca la luce per il troppo consumo e io dalla centralina in casa stacco il generale quindi TUTTO senza corrente. dopo quanto tempo il sistema aggiorna il messaggio di avviso? non entro 2 minuti :-|

altro quesito:
due appartamenti identici, due condizionatori identici, nell’appartamento A con i consumi standard + DUE GROSSI FREEZER si ha un messaggio di “carico oltre il 6%” , nell’appartamento B con consumi standard la corrente si stacca… messaggio “carico oltre il 31%”

bah

Commento scritto da geppo il 26 agosto 2011 alle 15:51
401
avatar autore commento

Ciao a tutti, in particolare a Bastarda la quale era interessata a delle foto dettagliate: sono in possesso di materiale “interessante”, se sei interessata dammi un tuo recapito. saluti, AlKol

Commento scritto da AlKol il 4 settembre 2011 alle 21:53
402
avatar autore commento

da quello che so anno fatto 2 versioni di gem la prima che era facilmente bucabile anche con un palmare , e la seconda che e dotato di un ir modificato ” proprietario”

Commento scritto da nipsy il 7 settembre 2011 alle 15:09
403
avatar autore commento

Cari Amici io da qualche mese ho chiuso il mio contatore enel e con una spesa di solo 450 euro mi sono fatto un motore magnetico con alternatore tolto a un gruppo elettrogeno e arrivo quasi a 5 Kw ” cercate su internet” e fatevolo pure voi e mandate a fanculo ENEL e tutto il resto e ho energia gratis se propio dovro spendere altri soldi sara’ solamente per cambiare l’alternatore che un giorno si guastera e miraccomando continuate a scrivere cazzate sul enel, lo sapevate che ce una legge italiana che gli zingari si possono attacare ai pali della corrente gratis? e una legge fatta nel periodo della seconda guerra mondiale e ad oggi e tuttora valida ahhahahha

Commento scritto da Arlerisy il 17 settembre 2011 alle 13:51
404
avatar autore commento

Mi dai la tua email per acquistare il tuo motore e se funziona veramente lo compro.
Talete

Commento scritto da talete il 17 settembre 2011 alle 17:06
405
avatar autore commento

a chi ha scritto l’annuncio numero 403:

ciao,

mi piacerebbe vedere il tuo motore magnetico e farmi spiegare come costruirmene uno. Posso viaggiare senza problemi. Ti lascio il mio indirizzo di posta elettronica

guidino79@gmail.com

per cortesia contattami che sono davvero interessato,
grazie mille,

Guido

Commento scritto da marco il 19 settembre 2011 alle 01:33
406
avatar autore commento

risposta a Marco messaggio n.405

caro Marco il giorno 2/06/2011 mi sono recato all ufficio brevetti in Roma, non ti dico nemmeno cosa mi hanno detto dalle l’oro risposte mi sono alzato e me ne sono andato senza nemmeno mostrargli il progetto, poi uno di loro mi e corso dietro e a tutti costi voleva che gli lasciavo il proggetto e poi sarei dovuto tornare dopo un paio di giorni ma non convinto sono andato via……..dopo alcuni giorni ho saputo che l’ufficio brevetti comunica a molte grandi aziende brevetti fatti da altri che copiando il tutto e dichiarando brevetti gia’ prpori; quindi ho deciso che tra circa qualche mese in collaborazione con un azienda la quale ha contribuito gratuitamente alla realizzazione dello stesso al video della costruzione e dell funzionamento che andra pure in onda su un noto programma televisivo serale, il proggetto verra’ pure pubblicato su un sito dove tutti potranno scaricarlo e condividerlo…….quindi come mai dovrei regalare a tutti questo mio progetto? difatti non lo regalero’ del tutto difatti il sito dove si potra scaricare gratuitamente il tutto avra’ decine di banner di siti molto popolari in tutto il mondo e questo sara’ il mio premio…..(accordi speciali con questi siti a prezzo di download particolare non il classico banner ad 1 cent ma ad euro)un saluto a tutti
statte attenti a presentare brevetti e meglio darli gratuitamente ne vale la vostra VITA!!!!

Commento scritto da Arlerisy il 20 settembre 2011 alle 15:34
407
avatar autore commento

risposta a Arlerisy messaggio n.406

ciao Arlerisy,
non so se fossi tu ad aver scritto il messaggio numero 403..
ero interessato a vedere una motore funzionante perchè ho letto tutto e il contrario di tutto su internet.
Non mi interessano brevetti, speculazioni, guadagni o quant’altro…mi sembrava solo una soluzione ecologica ed economica per la mia casa di prossima venuta! :) se poi la unisco alla possibilità di avere il pretesto per farmi un giro nella nostra bella Italia….perchè non provare?

tra un po’ di settimane sarò a Roma per qualche giorno a trovare la mia cuginetta…se tu hai un motore funzionante e ti va di conoscerci io sono disponibile, comunque grazie della risposta in ogni caso.

ti ricordo la mia mail:
guidino79@gmail.com

grazie ancora e buona serata,
Guido

Commento scritto da marco il 20 settembre 2011 alle 20:53
408
avatar autore commento

Grazie alla mia caparbietà ci sono riuscito ed anch’io ho il mio motore magnetico con potenza di oltre 8kw in corrente laternata.
Vi saluto.
Talete
P.S.: A giorni mi levo quella sanguisuga dell’ENEL.

Commento scritto da Talete il 21 settembre 2011 alle 17:00
409
avatar autore commento

a Talete:

mi potresti dare una mano tu?

grazie!
Guido

Commento scritto da marco il 21 settembre 2011 alle 23:32
410
avatar autore commento

In risposta ad Arlerisy riguardo agli zingari:
Non so di che legge pali, ma da tecnico Enel distribuzione posso assicurarti che i campi nomadi, hanno la fornitura misurata NORMALMENTE.
L’unica cosa assurda è che hanno un unico contatore per tutto il campo ( con potenza idonea ) pagato da NOI, visto che sono forniture che paga mensilmente il comune. Gli zingari molte volte si allacciano abusivamente perchè non voglio la fornitura limitata, quando vogliono usare o provare macchinari industriali ( che non oso immaginare la provenienza ). Tempo fà ho letto un commento in cui un collega enel commentava che le bollette erano divenute più care in quanto la rete elettrica invece di 220 volt, veniva esercita con 230 volt…..di conseguenza se la potenza è di tensione per corrente per cos.f……ecco da cosa è dovuto l’aumento. Ricordo al collega la legge di ohm che dice che la corrente è inversamente proporzionale alla tensione ( se aumenti la tensione si abbassa la corrente )…..di conseguenza se prima avevamo 220 ed ora 230 volt in casa…la potenza è sempre la stessa…..anzì, visto che la tensione è di 10 volt più alta ( e la corrente di qualcosa diminuisce quindi ) avremo sulle linee un effetto joule minore ( piu corrente circola nei fili e piu questi dissipano energia, sottoforma di calore ). Sono disponibile per eventuali dubbi e domande riguardanti il mondo enel ed elettrico

Commento scritto da Peter il 24 settembre 2011 alle 17:15
411
avatar autore commento

matrix.ivan@gmail.com
importante che mi contatti

Commento scritto da vlad il 25 settembre 2011 alle 22:01
412
avatar autore commento

vlad a chi ti riferisci ?

Commento scritto da Peter il 27 settembre 2011 alle 15:11
413
avatar autore commento

in risposta a Peter:
la legge e una legge fascista fatta da mussolini in persona

Commento scritto da Arlerisy il 28 settembre 2011 alle 14:21
414
avatar autore commento

Ricordo sempre a tutti di mantenere la discussione sul piano della legalità. Questo post, da anni, permette a tante persone di discutere circa la qualità del servizio Enel ma non avalla illeciti.
Per pura curiosità, comunque, eccovi la mia ultima esperienza con gli operatori Enel. :evil:
Saluti,
Emanuele


Commento scritto da Emanuele il 29 settembre 2011 alle 10:56
415
avatar autore commento

LADRI!!!!! ENEL DISTRIBUZIONE E ENEL ENERGIA SONO ENTRAMBI LADRI! ENEL ENERGIA ANCORA DI PIU’, I CONTATORI ELETTRONICI SONO UNA FREGATURA! SENZA CONTARE CHE L’ITALIA E’ L’UNICO PAESE AD AVERE LIMITI DI CONSUMO!!!!! NEGLI ALTRI PAESI UNO CONSUMA QUANTO GLI PARE ACCENDENDO CIO’ CHE SERVE SENZA FARE A TURNO TRA CHI DEVE STIRARE O ASCIUGARSI I CAPELLI! PER UNO STRANIERO STA COSA E’ ASSURDA DEI MIEI AMICI AMERICANI NON CI VOLEVANO NEMMENO CREDERE! IN ITALIA E’ TUTTO UN MAGNA MAGNA, C’E’ UNA CLAUSOLA PER OGNI COSA E SI STUDIA DI TUTTO PER OTTENERE PIU’ SOLDI,VUOI I 6KHW DEVI PAGARE! CHE SCHIFO! IN FRANCIA USAVO LAVATRICE, ASCIUGATRICE, ASCIGACAPELLI FORNELLI ELETTRICI EFORNO LUCI ECC TUTTO ASSIEME! IN GERMANIA E’ UGUALE! SOLO IN ITALIA CI SONO STE COSE! FATE SCHIFO!

Commento scritto da FE il 1 ottobre 2011 alle 15:48
416
avatar autore commento

NEGLI ALTRI PAESI UNO CONSUMA QUANTO GLI PARE……
se così fosse, come si può progettare una linea di distribuzione senza sapere quale sarà il suo carico nominale ?
Non conosco il criterio utilizzato dagli altri paesi, penso che la potenza disponibile si sia adeguata negli anni in questi paesi, mentre in Italia è rimasto tutto fermo, nessun adeguamento ( negli anni 90 3 kw bastavano e avanzavano, ora invece ne occorrono almeno 4,5 kw ).
Ipotizzo quindi che questi contatori, siano anch’essi limitati, ma che abbiano una limitazione sui 4,5 se non 6 Kw; Volendo uno può farsi un contratto senza limitazione, ma abdrebbe in contro a due problematiche: La prima è che se supera la potenza contrattuale, viene applicata una penale con ricalcoli sulla bolletta ( anche se superi di un solo giorno, paghi per tutto l’anno ), inoltre non avendo la limitazione, non hai più il timore che scatti il contatore e, non essendo parsimonioso nei consumi, poi ti ritrovi con bollette salate ( è come avere una 500 e una ferrari in autostrada…….è più probabile prenderti la multa se usi la fewrrari che non la 500…. )
Riguardo ai commenti….LADRI ENEL DISTRIBUZIONE…..guarda che enel distribuzione è quella che gestisce le linee, che garantisce la continuità del servizio elettrico, applica le direttive del garante per l’eletricità, in poche parole non ha nessuna colpa riguardo bollette salate, potenze ridicole etc. etc…. noi garantiamo che l’acqua scorra bene nelle tubature, senza perdite e che arrivi con la giusta pressione ai rubinetti…poi di chi la immette, di chi la pompa e chi acquista da chi a noi non ci interessa ( scusate l’esempio banale, ma c’è troppa gente che ancora non ha capito bene come funziona il mercato libero e non capisce la differenza tra enel distribuzione, enel energia etc etc. )

Commento scritto da Peter il 1 ottobre 2011 alle 16:59
417
avatar autore commento

So bene come funziona il mercato libero,fidati!
Dico ladri perchè sanno bene che un contatore da 3khw non basta, cioè è ridicolo, 3 khw non sono niente! Attacchi forno e phon è sei giàà oltre, e che c’entra anni 90 o no….ma dai è ridicolo! L’unica verità è questa pensano bene di farti pagare per un contatore adeguato, poi ti posso garantire che in USA i consumi non sono limitati, uno può far andare tutto quello che ha in casa senza problemi e pure in Francia! é chiaro che ci sarà un limite, non puoi attaccarci per es un forno industriale per laterizi o una linea ferroviaria se è questo che intendi…. ma scommetto che non è ne3 ne 4,5, ne 6! Ma molto di più! Bollette salate o no, se uno paga quello che consuma qual’è il problema? Perchè se uno ha un arrosto in forno e deve ascigarsi i capelli non può??? se non pagando 200 e sbatti euro, più un surplus sulla biolletta? Sono ladri autorizzati punto e basta! ma tanto non c’è da stupirsi…in italia….

Commento scritto da FE il 1 ottobre 2011 alle 17:20
418
avatar autore commento

P.S pensa In USA dov’ero io la casa di una nuova famiglia che ignari del fatto che l’allaccio dell’ex propieatrio scadeva sono rimasti senza corrente si sono messe d’accordo col vicino con cavi etc e un contatore dava luce a ben 2 case! Inpensabile quì!

Commento scritto da FE il 1 ottobre 2011 alle 17:26
419
avatar autore commento

Purtroppo non ho possibilità di uscire fuori dal bel paese ( :burp: ) altrimenti mi sarebbe piaciuto come funzionano le cose negli altri paesi….giusto per fare confronti. Enel energia, edison, sorgenia etc etc….e meno male che secondo Bersani liberalizzando si ottenevano notevoli risparmi su tutto essendoci la concorrenza. I narcos hanno il cartello della coca e noi abbiamo quello dell’elettricità. ma alla fine, è come dici tu….che bip vogliamo, siamo in italia

Commento scritto da Peter il 3 ottobre 2011 alle 19:24
420
avatar autore commento

caro massimo invece di minacciare la gente perchè non dici che fai parte di una banda di ladri….e dico il vero perchè cambiando il contatore di fatto costringete la gente a chiedere l’aumento di potenza con pagamento del dovuto,è tutta una truffa dell’enel siete un pugno di mafiosi,ben vengano i furti di elettricità a questo punto,ve li meritate

Commento scritto da alex il 5 ottobre 2011 alle 11:13
421
avatar autore commento

QUest’articolo è pieno di errori e ignoranza, a partire dal significato della parola GEM (Gruppo elettronico monofase).
Lasciate perdere e non fate le vittime, non ci sono fregature.

Un dipendente enel che paga la bolletta come tutti voi.

Commento scritto da Ang il 9 ottobre 2011 alle 10:22
422
avatar autore commento

lavoro per l’ENEL e vi posso garantire che questo metodo non funziona assolutamente, abbiamo software che controllano in tempo reale ogni contatore, potenza erogata, sfasamento, corrente, etc e vediamo pure se il cliente stacca il contatore o ce l’ha acceso. Premesso che questo metodo non funzionerà mai, anche il giorno che trovate un sistema “giusto” ma illegale venite beccati nel giro di pochissimo tempo e dei dipendenti accompagnati dalla guardia di finanza vengono a casa vostra per verificare l’irregolarità e multarvi.

Commento scritto da Marco il 20 ottobre 2011 alle 18:25
423
avatar autore commento

2 ore per leggermi una valanga di commenti, molti dei quali senza senso!! Ora permettetemi una domanda off-topic: qualcuno ha uno schema elettrico del GEM o almeno una foto del circuito? Oppure sapete dirmi dove trovo informazioni tecniche? Grazie. Tanto per essere chiari: non voglio fregare l’enel o rubare alcunché: ho solo bisogno di info per un’idea balzana (e legale).

Commento scritto da Davide il 25 ottobre 2011 alle 00:03
424
avatar autore commento

@Davide, autore del post N.423, se sei interessato a qualche foto del contatore lasciami un recapito (email) così ci facciamo una bella chiaccherata poichè ho del materiale “INTERESSANTE” che potrebbe interessarti. ciao

Commento scritto da AlKol il 25 ottobre 2011 alle 16:07
425
avatar autore commento

ddpp_99@yahoo.it

Grazie, ciao

Commento scritto da Davide il 25 ottobre 2011 alle 16:30
426
avatar autore commento

E` una manomissione inutile , anzi …darsi una zappata sui piedi farebbe meno male :-D
Che senso ha aumentare da 3 a 6 , e spendere di piu di quello che gia spendo .
Per di piu` avviene gratuitamente , se qualcuno volesse aumentarla .
Sarebbe utile poter usufruire senza pagare l`energia , allora SI , avrebbe un senso logico .
Il collegamento all infrared con hyperterminal funziona , e` gia stato fatto moolti anni fa …il fatto e` che LORO vedono in tempo reale i tentati ingressi

Commento scritto da enrico il 29 ottobre 2011 alle 19:26
427
avatar autore commento

Ma che cagate dici? …..uno paga quello che consuma,per esempio se in una giornata devi usare 4 elettrodomestici che useresti comunque tutti in quella giornata ma facendo però a turno qual’è la differenza? No spiegami! Solo scomodità! Oppure se una sera non avessi potuto fare la lavastoviglie perchè avevi il forno acceso e la accenderesti invece il mattino dopo? Cambia qualcosa? No! La faresti andare comunque! Mah……che discorsi, anzi ti dirò che se si potessero accendere più elettrodomestici assieme li farei andare la notte visto che è la fascia oraria che costa di meno! E risparmieresti! Bah…………che gente……

Commento scritto da Fe il 29 ottobre 2011 alle 22:43
428
avatar autore commento

P.S Ma poi con quale fornitore il passaggio da 3 a 6 sarebbe Gratis????? No dai dimmelo perchè se no lo faccio di corsa!

Commento scritto da Fe il 29 ottobre 2011 alle 22:47
429
avatar autore commento

Spiego meglio , forse comprendi il concetto .
Inutile aumentare i kw , perche` aumentando non faccio altro che pagare oltre , in caso di maggior consumo .
Quindi , a cosa mi serve avere una maggiorazione , quando ho il necessario per far funzionare tutto senza problemi ? .
Ogni appartamento/villa , ha una taratura in kw necessaria per poter far funzionare tutto cio che serve senza avere calo energetico , perfino coloro che coltivano erba con apposite lampade hanno energia sufficiente
Collegarsi all ieee e` cosa vecchia di almeno 3/4 anni , considerata inutile gia da allora .
I tuoi toni agressivi , oltre ad essere uno spreco di byte , fanno modo di creare inutili incomprensioni verso altri utenti .
L`enel mi aumentava i kw senza dover pagare un solo euro , …forse perche` sono bello

Commento scritto da enrico il 30 ottobre 2011 alle 16:00
430
avatar autore commento

Probabilmente non ci arrivi proprio…….cos’è che pagheresti oltre? Paghi solo quello che consumi, se invece di consumare 3kwh in 2 ore ne consumi 6 in 1ora non è forse la setssa cosa??? Il fatto che a te 3kwh bastino è un altro discorso e non è quello che hai fatto in partenza! Poi…. Sulla base di che cosa affremi che ogni casa ha la taratura necessaria per far funzionare tutto? Proprio adesso ho l’asciugatrice accesa e dovrei fare la lavastoviglie e non posso! Come me mille si lamentano poiche i 3kwh di base forniti dall’enel sono un qualcosa di ridicolo!!! Ho provato a chiedere un aumento a 6kwh e mi hanno chiesto 200 euro per la stessa operazione dell’articolo in questione! Due minuti con un aggeggio! Io non so se vai a letto con qualche tecnico/a dell’enel e te lo fa gratis….ma per noi non inciuciati con qualcuno dell’enell’aumento costa salato!
Toni aggressivi… spreco di byte…..ahahah …..ma per favore…… svegliati!

Commento scritto da Fe il 30 ottobre 2011 alle 21:53
431
avatar autore commento

Grazie alla mia caparbietà ci sono riuscito ed anch’io ho il mio motore magnetico con potenza di oltre 8kw in corrente laternata.
Vi saluto.
Talete
P.S.: A giorni mi levo quella sanguisuga dell’ENEL.

Commento scritto da Talete il 21 settembre 2011 alle 17:00

Talete perchè non ci dici dove hai comprato il tuo motore magnetico, a me basterebbe uno da 3 kw.
grazie Ciro

Commento scritto da Ciro il 31 ottobre 2011 alle 00:33
432
avatar autore commento

grande Cirocaparbio!

raccontaci la tua grande conquista tecnologica.

finalmente uno che non ci racconta cazzate (o no?)!

Commento scritto da blux il 1 novembre 2011 alle 20:27
433
avatar autore commento

Ora Enel e arrivati ​​a Spagna (con l’acquisizione di Endesa) e desideri modificare tutti i contatori qui. Italianizando a Spagna con prezzi e tasse “alla italiana”.

Commento scritto da Tamara il 3 dicembre 2011 alle 04:58
434
avatar autore commento

Condoglianze alla Spagna!!!!! Fatevi valere comunque!

Commento scritto da Fe il 3 dicembre 2011 alle 16:59
435
avatar autore commento

Spostare il contatore – io ho la derivazione che arriva dal differenziale della cantina sul pianerottolo di casa , se io stacco i cavi che portano corrente al GEM , dato che dovrei spostarlo di 70 cm in una nicchia che ho già predisposto , ma lo vorrei fare senza intervenire sullo stesso , cioè asportandolo dal muro tasselli compresi per intenderci , cosa mi può succedere?
grazie a chiunque mi risponda

franco

Commento scritto da franco il 7 dicembre 2011 alle 11:53
436
avatar autore commento

risposta al 429

ad esempio se devo far funzionare in un appartamento di 120mq l’impianto di climatizzazione non bastano 3kw e usare anche gli altri elettrodomestici frigo ongelatore forno elettrico tv ecc ecc i 3kw non bastano ecco perche ha qualcuno servirebbe 6 kw

Commento scritto da Arlerisy il 7 dicembre 2011 alle 12:39
437
avatar autore commento

tempo fa ho visto il vecchio film grande fratello, sembra che ora ci siamo, attenzione a fare i furbi, perché se vogliono sanno se avete manomesso contatore e se vogliono vi pinzano.

Commento scritto da Edoardo il 1 gennaio 2012 alle 23:53
438
avatar autore commento

ciao a tutti, allora vediamo di far luce su un po’ di cose, allora il contatore dell’enel si può crackare senza troppi problemi, però rischiate sempre una denuncia al primo controllo dell’enel (e state sicuri che i controlli li fanno) detto questo esistono sistemi molto più semplici:
per aumentare il picco di corrente consumata (quello che descrivono nell’articolo per intenderci) ci sono due soluzioni perfettamente legali:
il primo metodo è da buzzurri e fortemente sconsigliato perche pericoloso, consiste semplicemente nel bloccare meccanicamente la levetta in posizione alta del contatore (tenendolo bloccata in su la leva l’interruttore termo-magnetico,il contatore non scatterà mai, quindi voi potete superare il picco dei 3.6 kw) è comunque pericoloso perchè in questo modo impedite il funzionamento dell’interruttore magnetico il quale è una protezione.
ora il metodo intelligente, basta che mettete dopo il contatore un trasformatore a 12v una batteria (quella di una macchina va benissimo) e poi un inverter. facendo così il contatore non salterà mai perchè in caso di sovraccarico voi preleverete la “corrente in più” dalla batteria..
questo appena descritto e semplicemente il sistema tampone che si usa nelle unita ups che si attaccano ai computer…
esempio:
mettiamo che abbiate messo una batteria da 50Ah, diciamo ora che avete acceso contemporaneamente condizionatore, forno e lavatrice —> otterrete diciamo un consumo di 4,8 kw senza il sistema di batteria tampone il contatore salterebbe, ma così no perché prenderete 3,6 kw dalla rete e 1,2 kw dalla batteria, garantendovi di tener acceso un consumo di 4,8kw per mezz’ora. (50Ah x 12v = 0.6kw/h –> 1.2kw/(1/2 h)).. più capiente sarà la batteria più autonomi avrete ovviamente.

ora se volete rubare i metodi sono infiniti.
potete tagliare i cavi prima del contatore e prenderla da lì,
prenderla dai vicini, oppure dal lampione davanti casa vostra ma rischierete sempre una denuncia penale, ahn un altro metodo un po’ più figo sarebbe sfasare la fase prima del contatore, (farla andare da 220v a 230v e poi farla tornare a 220 dopo il contatore) in questo modo voi otterrete più energia ma il contatore segnerà sempre la stessa,
oppure ancora più estremo:

sappiamo che la corrente AC è 220v perchè la fase cambia 50 volte al secondo (50hz) e ha dei picchi che vanno a 280v (facendo la media si trova che la fase rimane sui 220v ecco il perchè di questo numero) detto questo si può giocare sui picchi della fase, dal momento che l’onda sinusoidale della fase (essendo un onda) supera i 300v (quindi in pratica facciamo passare tutta la corrente a 280v così l’apparecchiatura non darà problemi e il contatore registrerà sempre come fosse 220, utilizzando la differenza a nostro guadagno)
allora:
mettere un trasformatore e trasformarla in corrente continua prima del contatore, poi mettete un inverter al quarzo che mantenga una media dell’onda a 280, e poi dopo il contatore mettete un raddizzatore di corrente per riportarla a 220. immagino che abbiate capito poco dell’ultima parte xke senza figure è difficile da spiegare, quindi metto la mia mail agufigo@yahoo.it
sappiate cmq che rubare la corrente è sempre un furto quindi reato penale!
ciao a tutti

Commento scritto da augusto il 2 gennaio 2012 alle 16:44
439
avatar autore commento

Complimenti augusto! mai viste tante fesserie scritte da una sola persona

Commento scritto da Blux il 2 gennaio 2012 alle 18:02
440
avatar autore commento

quoto! specie per lo “sfasare” da 220 a 230 per avere più energia…TORNA A ZAPPARE LA TERRA :lol:

Commento scritto da Angelo il 2 gennaio 2012 alle 19:05
441
avatar autore commento

devo farti proprio i miei complimenti blux per il tuo atteggiamento molto costruttivo, da vera persona matura.
detto questo:

proprio tutte fesserie?? riguardo alle prime cose che ho detto di certo no, hai mai visto al tg come fanno a rubare la corrente a napoli? si attaccando dal vicino al lampione, addirittura ai cavi dell’alta tensione, se trovo il servizio lo posto (dal momento che IO le argomento le mie opinioni),
usare una batteria tampone ti sembra proprio una cazzata che non puoi realizzare? le unità UPS (tipo quelle che vendono al mediaworld) come credi che funzionino-_-’

e fin qui è giusto. ora inizio a fare delle considerazioni (discutibili per carità)

quella di “sfasare” la corrente era solo un’idea che mi è venuta ricordandomi di un servizio di striscia la notizia che raccontava di un paese della Sicilia (non ricordo quale) nel quale tutte le radio sveglie erano accelerate di 10 min perche la corrente non era a 50hz ma leggermente più alta. questa era solo una mia riflessione,
bloccare l’interruttore anche quella era un’idea che non ho mai verificato ma dovrebbe essere possibile dal momento che quando salta il contatore fa staccare un relè, bloccando questo relè non può meccanicamente aprirsi il circuito.

ripeto le mie erano solo delle idee delle quali mi sarebbe piaciuto discuterne (in fondo siamo in questo post per questo motivo) ho letto sopra di macchine a moto perpetuo che generano corrente, quindi non solo l’unico che dice “fesserie”:)
ma purtroppo vedo un atteggiamento molto poco costruttivo.
per Angelo: la prendo come una battuta la tua (immagino sia così) però si potrebbe mantenere un dialogo un poco più pacato..

Commento scritto da augusto il 3 gennaio 2012 alle 15:00
442
avatar autore commento

augusto, le “spari” e poi ti meravigli se qualcuno te lo fa notare????

- “il contatore dell’enel si può crackare senza troppi problemi”

come???? tutte le cagate che si leggono in internet non hanno mai avuto conferme, tant’è che le frodi continuano per la maggior parte con le solite manomissioni elettriche (fili).

- “il primo metodo è da buzzurri e fortemente sconsigliato perche pericoloso, consiste semplicemente nel bloccare meccanicamente la levetta in posizione alta del contatore ”

Fesseria!!! la levetta è meccanicamente separata dallo sganciatore. puoi stare ore con il pollice sotto all’interruttore ma non otterrai nulla.

- “ora il metodo intelligente….”
a me sembra il metodo deficiente! sai quanto ti costa una UPS da più di 3 KW con una sufficiente autonomia?
per le rimanenti scemenze bastano le tue stesse ammissioni.

pacatamente…. e se possibile senza spararle.

Commento scritto da Blux il 3 gennaio 2012 alle 20:32
443
avatar autore commento

Inutile fare trucchi per consumare di più: risparmiate!! E’ inverno quindi spegnete il frigo, mettetene il contenuto sul balcone in un armadietto assieme ad alcune bottiglie d’acqua per stabilizzare la temperatura. Con 3 mesi di frigo spento farete un bel risparmio. Rinunciate ai surgelati. Per evitare i picchi evitate di comprare phon, aspirapolvere e ferri da stiro tedeschi da 1800-2000 W e scegliete quelli da 1000 al massimo. Usate la lavatrice solo a freddo e usate l’ammollo spegnendola per alcune ore dopo il caricamento dell’acqua e qualche rimescolamento. Per i lavaggi a caldo potete versare nell’oblò un pentolone di acqua riscaldata sui fornelli. Lo stesso metodo vale per la lavastoviglie e per fare un bagno caldo senza usare il boiler elettrico (occhio a non scottarvi). Banale dire che si possono usare lampade fluorescenti e led. Staccare gli standby con le ciabatte dotate di interruttori e staccare l’interruttore generale quando uscite di casa se lo avete installato in posizione comoda.

Commento scritto da Piotr il 4 gennaio 2012 alle 20:22
444
avatar autore commento

piotr, un po’ estremo per certi versi, ma sicuramente più realistico razionale e condivisibile di altri.

Commento scritto da blux il 4 gennaio 2012 alle 22:47
445

[...] questo blog ed Enel è sempre stato altalenante. Anni fa presi in esame un documento che descriveva come aumentare la potenza del contatore, di recente invece mi lamentavo del servizio di chat inserito nel portale Enel e qualche settimana [...]

Commento scritto da Enel Blogger Award 2012. - …time is what you make of it… il 6 gennaio 2012 alle 12:16
446
avatar autore commento

x blux:

“come???? tutte le cagate che si leggono in internet non hanno mai avuto conferme, tant’è che le frodi continuano per la maggior parte con le solite manomissioni elettriche (fili).”

se uno ha un minimo di conoscenze di disassembly si, ovviamente le manomissioni elettrice sono più semplici per questo più usate.. concordi con me quando dico che si può fare un ponte tra i cavi (allora non dico SOLO FESSERIE ^_^)

“Fesseria!!! la levetta è meccanicamente separata dallo sganciatore. puoi stare ore con il pollice sotto all’interruttore ma non otterrai nulla.”
giusto me l’ero scordato, ribatto che si potrebbe bloccare il relè magneticamente, essendo un elettruttore, dopotutto queste sono idee..

“a me sembra il metodo deficiente! sai quanto ti costa una UPS da più di 3 KW con una sufficiente autonomia?”
si lo so xke ne avevo costruito uno simile, ma con autonomia da 60Ah.
allora trasformatore e inverter: 60€
batteria da 100Ah: circa 100€ (x3)=300€
facendo il totale abbiamo 300Ah*12volt =3,6kw/h quindi abbiano ulteriori 3.6kw per un’ora, il tempo che ci impiega la mia lavatrice a finire un ciclo di lavaggio, il doppio del tempo che ci impiega il forno a cuocere una pizza e il quadruplo del tempo che ci vuole per asciugarsi i capelli col phon, per un uso domestico mi sembra giusta come autonomia
Tot spesa: circa 360€
se questo ti sembra un metodo deficiente poniti delle domande-_-’

ho letto un po’ di commenti in dietro e ho notato che questo comportamento lo hai con tutti, e molti utenti interessanti se ne sono andati xke non si possono discutere le varie idee.
complimenti cmq per i modi educati che hanno allontanato molte persone interessanti in questo blog, il tuo atteggiamento è da vera persona matura!-_-

mi tolgo da questo blog, se qualcuno vorrà può sempre contattarmi
ciao a tutti!

ps: x Piotr io aggiungerei anche di sostituire l’asciugatrice elettrica con una a metano visto che è un elettrodomestico molto esoso di corrente!

Commento scritto da augusto il 6 gennaio 2012 alle 16:32
447
avatar autore commento

Augusto mi spieghi come fai a far prendere 3kW dal contatore e 3 dall’inverter? non è proprio così semplice come credi…. ;-)

Saluto tutti i miei colleghi che aiutano molte persone a evitare di macchiarsi la condotta penale e pagare (poi) più di quello che hanno consumato; vedete i nuovi metodi di ricalcolo con la potenza tecnicamente prelevabile: derivazione abusiva di 6mmq si ricalcola l’energia MASSIMA prelevabile da tale cavo (e sono parecchi kW) per 1600 ore annue… significa circa 30’000€ se si viene scoperti! in 5 anni li pagate 30’000€ ???

Commento scritto da Giuseppe il 26 gennaio 2012 alle 18:10
448
avatar autore commento

Messaggio per Arlerisy…
Ne realizzi uno pure per me?
email: sardus-wine@live.it
vorrei tanto mandare pure io a fan… l’Enel

Commento scritto da Luke il 30 gennaio 2012 alle 13:32
449
avatar autore commento

Al di la dei vostri tentativi di fregare l’enel a me resta un dubbio generato dalla diffidenza verso le scatole chiuse di cui non si conosce, almeno con diagrammi di flusso certi e certificati, il funzionamento.
Ora se il contatore puo’ ricevere comandi autorizzati per molte funzioni fra cui il reset del contatore parziale, esiste la certezza che un comando anomalo non possa far segnare al contatore +1 kw non consumato???.
Questo non e’ stato chiarito e certificato ,che io sappia , da nessuno.
Mentre sul contatore meccanico un difetto nel meccanismo di avanzamento numeri era controllabile , in quello elettronico una eventuale anomalia e’ praticamente impossibile da accertare.
Vorrei capire quale ente estraneo a ENEL ha controllato il software e ha certificato l’impossibilita’ di tale evenienza.
In particolare la possibilita’ che eventi esterni o bug possano alterare l’avanzamento del contatore indipendentemente dalla potenza consumata.
Se avete qualche info non a mia conoscenza vi prego di comunicarmele che mi metto “il dubbio in pace”…….. .

Commento scritto da lodo il 18 febbraio 2012 alle 23:07
450
avatar autore commento

x Piotr

ma che vita triste fai a casa tua…?! :cry:

Commento scritto da max il 19 febbraio 2012 alle 03:07
451
avatar autore commento

Diciamo che la schiena cerco di tenerla aderente ad un muro…… .
In quaranta anni di conoscenza informatica ne ho viste di tutti i colori e non tutti mi sono piaciuti.
Un esempio classico sono le dll dove con xxx.dll /f ti scrivo sul monitor ciao e sempre con xxx.dll ma /k5 ti faccio il capuccino…….. .
saluti all’ottimista

Commento scritto da lodo il 19 febbraio 2012 alle 17:10
452
avatar autore commento

Se non ti basta , circa 7 anni fa sono diventato scemo nel ricercare una soluzione al fatto che avevo dimenticato la password di accesso ad un print server di una nota ditta sprovvisto del tasto di reset.
Il servizio tecnico della ditta mi aveva assicurato che non esisteva soluzione e che quindi mi dovevo rassegnare all’idea di buttarlo.
Ebbene, dopo mesi di ricerche e analisi scopro l’esistenza di un comando inviabile via rete che unito ad un codice facilmente reperibile resetta il print server (credo bene che la ditta non voleva divulgare l’informazione).
Il comando permetteva quindi di resettare qualunque print server di quel tipo anche se protetto da password semplicemente inviandolo via rete al dispositivo individuato.
Una scoperta che ha risolto il mio problema ma allo stesso tempo mi ha reso cosciente del fatto che la mia schiena informatica non era poi cosi’ al sicuro, protetta dalle password, come credevo.

Commento scritto da lodo il 19 febbraio 2012 alle 17:33
453
avatar autore commento

piotr… ieri ho acceso un clima inverter (un solo split) ed un phon…
saltata la corrente…
ho tutte lampadine led o a basso consumo a casa; stiamo sempre tutti attenti a non lasciare nulla acceso se non necessario…

I tuoi consigli sono inutili, il problema è che si sono lasciate le soglie di 50 anni fa senza considerare che al giorno d’oggi gli apparecchi elettronici dentro una abitazione sono molti di più…

Enel = Ladri…

Commento scritto da Gino il 29 febbraio 2012 alle 10:32
454
avatar autore commento

Gino, hai provato a chiedere un aumento di potenza? non è vietato
vedrai, magicamente non salterà più la corrente!

Commento scritto da Blux il 9 marzo 2012 alle 21:32
455
avatar autore commento

Ricordo umilmente a tutti che il furto di energia elettrica è, come tutti gli altri furti, un reato penale quindi perseguibile secondo la legge. Ricordo altresì che Enel Distribuzione SpA ha intensificato e di molto i controlli inviando personale all’uopo addestrato, da molte parti d’Italia, nelle zone cosidette ‘a rischio’ e pure aumentando il personale specializzato nei controlli nelle singole zone. Se si vuole una bolletta più ‘leggera’, basta consumare meno cambiando stile di vita. Un caro saluto a tutti ed un augurio per una felice Pasqua.

Commento scritto da Pagnufli il 4 aprile 2012 alle 19:03
456
avatar autore commento

SAlve se ti è possibile Arlerisy mi potresti contattare per fornirmi il sito di cui parli o farmi vedere un video o una foto del progetto di generatore a motore magnetico.
ciao e grazie

Commento scritto da cristian il 14 luglio 2012 alle 20:01
457
avatar autore commento

Mhm…
L’argomento è articolato, ma le esigenze sono reali.
Tra le tante soluzioni ai problemi del distacco, dei consumi, dei costi, ecc. ne vorrei indicare una che, tra l’altro, aiuta a monitorare i consumi.
Semplice, funzionale ed economica: THRILLI Home (preallarme di sovraccarico).
Senza batterie, senza alimentatori, facile da installare, anche per un hobbista. Acquistabile anche in rete.
Funziona da anni e…risolve.
http://www.thrilli.com
PLB

Commento scritto da PLB il 20 luglio 2012 alle 13:06
458
avatar autore commento

Buongiorno, ho trovato questa discussione cercando sul motore di ricerca qualcuno mi sa dare maggiori indicazioni per aumentare i kw? mi sembra di aver capito che non si può fare cm è spiegato nel post ma che si può comunque intervenire qualcuno sa farlo?

oppure passando ad altro gestore si puà contestualmente modificare la potenza impegnata? il passaggio non penso comporti costi aggiugntivi

contattatemi sulla mail videogrego@fastwebnet.it

Commento scritto da rockyjoe il 1 agosto 2012 alle 11:26
459
avatar autore commento

puoi tranqullamente chiedere al tuo venditore un aumento di potenza. costa circa 70 € al kw.

Commento scritto da Blux il 1 agosto 2012 alle 20:13
460
avatar autore commento

ovviamente ma essendo il contratto inferiore a una normale utenza come potenza impegnata, 1,5kw mi domandavo se in questo caso cambiava qualcosa a me basta 3 kw il costo per portarlo alla normalità è a mio avviso ingiustificato

Commento scritto da rockyjoe il 1 agosto 2012 alle 21:48
461
avatar autore commento

ingiustificato in base a quale ragionamento o norma?

Commento scritto da Blux il 1 agosto 2012 alle 22:10
462
avatar autore commento

beh per reimpostarlo credo basti premere un tasto dalla centrale, e poi più che un aumento è più un adeguamento non credo facciano nemmeno più i contratti da 1,5kw

Commento scritto da rockyjoe il 2 agosto 2012 alle 10:31
463
avatar autore commento

ho capito rooky che sei totalmente ignorante sull’argomento. ti basti sapere che esistono leggi che stabiliscono questi importi forfettari. questo permette a tutti la possibilità di avere una fornitura di energia elettrica a prezzi sostenibili. altrimenti se ognuno dovesse sostenere i costi reali della fornitura avremmo ancora zone rurali senza elettricità.
informati!
http://www.autorita.energia.it/it/index.htm

Commento scritto da Blux il 2 agosto 2012 alle 22:12
464
avatar autore commento

Volevo una conferma o meno sul fatto che il contatore Enel misuri e quindi addebiti energia uscente eventualmente prodotta in eccesso da sistemi di produzione di energie rinnovabili connessi in grid-tie (cioè in parallelo dopo il contatore Enel).
Mi sta bene regalarla all’enel,ma doverla anche ripagare in bolletta….

Commento scritto da Rik54 il 10 agosto 2012 alle 12:17
465
avatar autore commento

penso che sia vero, anche se non l’ho mai trovato scritto. comunque sarebbe giusto che te la facessero pagare anche il doppio visto che connetti alla rete l’impianto illegalmente.

Commento scritto da Blux il 10 agosto 2012 alle 20:21
466
avatar autore commento

e no,caro Blux,la connessione in grid tie non ha bisogno di concessioni,essendo al di sotto di 1Kw,infòrmati.
Gli elettroni generati a mie spese nella mia rete non sono dell’enel :-D

Commento scritto da Rik54 il 11 agosto 2012 alle 07:18
467
avatar autore commento

informati tu caro Rik54. al di sotto del kw non sono obbligatorie le norme CEI e non è richiedibile l’incentivo, ma alla rete del distributore non puoi attaccarci quel cazzo che ti pare senza chiedere l’autorizzazione. anche solo per un problema di sicurezza. informati!

Commento scritto da Blux il 11 agosto 2012 alle 08:29
468
avatar autore commento

caro Flux ,le apparecchiature che collego alla mia rete ,dopo il contatore,si scollegano automaticamente in mancanza di tensione enel per ovvi motivi di sicurezza,non prenderti di queste preoccupazioni :roll:

Commento scritto da Rik54 il 11 agosto 2012 alle 10:33
469
avatar autore commento

Caro Frik, fai come ti pare, ma se vuoi il contatore bidirezionale non hai altra scelta. altrimenti paga anche l’energia che immetti visto che sei così furbetto

Commento scritto da Blux il 11 agosto 2012 alle 11:23
470
avatar autore commento

complimenti per i modi forbiti ed educati per rispondere in un forum,un vero gentleman,continua così,farai strada :-D

Commento scritto da Rik54 il 11 agosto 2012 alle 23:22
471
avatar autore commento

grazie rik, per i complimenti. ma non ti aspettare i miei. chi non rispetta le regole e oltretutto se ne vanta stupidamente ha tutto il mio disprezzo.

Commento scritto da blux il 13 agosto 2012 alle 21:25
472
avatar autore commento

non ho certo bisogno dei tuoi complimenti ovviamente,oltretutto devi spiegarmi perchè voglio infrangere le regole oltretutto vantandomene (ma quando mai?),forse non hai capito la mia richiesta iniziale alla quale hai risposto lacunosamente aggiungendo commenti sarcastici di nessun contenuto tecnico

Commento scritto da Rik54 il 16 agosto 2012 alle 09:21
473
avatar autore commento

E basta! chi più ne ha più ne metta!

Commento scritto da Pagnufli il 16 agosto 2012 alle 11:10
474
avatar autore commento

Altro problema: come si comporta il contatore GEM in caso di FULMINI diretti sulla linea o indiretti?
A me ha interrotto l’EE , me lo hanno dovuto sostituire (gratis) ed hanno aggiunto una corda di terra da 30 mmq in Al (da queste parti il rame te lo rubano da addosso).
Quali protezioni ha il contatore? Ce l’ha un SPD interno? Quali garanzie mi offre la qualità della fornitura riguardo alle mie apparechiature elettronoche (computer e varie????)

Chi ne sa qualcosa, mi illumini, grazie,
DELLAVALLE

Commento scritto da giuseppe il 21 agosto 2012 alle 16:27
475
avatar autore commento

Confesso la mia ignoranza riguardo i vari acronimi ma, in linea generale, il contatore ha solo compiti riguardo la misura dell’energia prelevata, non ha certamente compiti di protezione degli impianti. Se si vuole proteggere le varie apparecchiature, è necessario attivarsi per proprio conto a valle del contatore.

Commento scritto da Pagnufli il 22 agosto 2012 alle 08:48
476
avatar autore commento

caro PAGNUFFI,

non è questione di contatore, ma di QUALITA della fornitura e della sua affidabilità.

A valle del contatore e dentro il contatore stesso debbono esserci tutti quelli ammennicoli necessari per garantirmi quanto pago e che non vengano danneggiate le mie apparecchiature.

Mi rimangono gli interrogativi:
Perché mi hanno sostituito il contatore?
Perché sono rimasto senza corrente?
Perché hanno installato una corda di terra da 30 mmq che prima non c’era???
Ossequi, DELLAVALLE (giusppedellavalle@alice.it)

Commento scritto da giuseppe il 22 agosto 2012 alle 10:33
477
avatar autore commento

correggo la precedente: > volevo scrivere: >
Scusate, DELLAVALLE

Commento scritto da giuseppe il 23 agosto 2012 alle 11:22
478
avatar autore commento

A quanto pare i commenti vengono inviati a chi si iscrive qui sotto, ma non sono più elencati in questa pagina. Perché? Trovo che sia un bellissimo esempio di fuffa internettiana!! Ridate vita al blog!!!

Commento scritto da Asdrubale il 10 dicembre 2012 alle 11:25
479
avatar autore commento

vorrei capire anche io se davvero capita che il gem faccia pagare anche la corrente che uno produce e mette in rete .io da quando ho l’impianto fotovoltaico pago il triplo di corrente di prima

Commento scritto da dino2962 il 7 febbraio 2013 alle 22:13
480
avatar autore commento

secondo me sì,e non mi stupirebbe conoscendo i gestori di energia,telefonici e quant’altro.Informati meglio e fatti dare una spiegazione tecnica convincente

Commento scritto da Rik54 il 8 febbraio 2013 alle 10:21
481
avatar autore commento

per dino2962: tu , ovviamente, hai fatto una pratica per avere un allacciamento da autoproduttore. Dovresti avere un contatore elettricamente collegato all’uscita dell’inverter che segnerà l’energia Prodotta nel registro ‘Immissioni’ ed un contatore, posto all’arrivo della linea enel, che conteggerà l’energia che tu prelevi dalla rete nel registro ‘Prelievi’, e quella in surplus, che tu non usi e che immetti nella rete conteggiata nel registro ‘Immissioni’. Il tutto è facilmente da te controllabile attraverso i pulsanti che sono su contatore a destra dei display.

Commento scritto da Pagnufli il 9 febbraio 2013 alle 09:04
482
avatar autore commento

ma se uno volesse semplicemente scaricare le letture delle varie fasce senza scivere ogni volta a penna i dati? noe esiste un software che LECITAMENTE mi permette di connetterni tramite infrarossi e prelevare periodicamente le letture direttamente dal contatore?
Grazie

Commento scritto da Gilo il 11 febbraio 2013 alle 11:07
483
avatar autore commento

Appunto:
mi è capitato in occasione del cambio ora legale/solare, che l’orario del mio contatore risultasse sfalsato di un’ora e mezza circa, l’ ho segnalato all’ACEA, e lo hanno rimesso a posto dopo circa un mese.la domanda mia è la seguente: i consumi che ero convinto di fare dalle 19,00 in poi, in effettierano in fascia ridotta dalle 20,30 in poi, la differenza di quell’ora e mezza a tariffa più alta, quando me la ridanno?????????
( la domanda è sarcastica e reorica, volevo solo far notare di verificafre periodicamente i contatori, perchè a mio avviso questi sono trucchetti usati da ACEA per rimediare qualche spicciolo in più)

Commento scritto da Gilo il 11 febbraio 2013 alle 11:13
484
avatar autore commento

per pagnufli

Certo ho un contatore bidirezionale che conteggia emissioni ed immissioni : So quanto rpoduco e so quanto consumo perchè lo leggo scritto sul comntatore ma dal momento che i cavi sono collegati tutti insieme non vorrei che il contatore facesse confusione e popi contasse come consumi anche le immissioni . Come lo verifico ?

Commento scritto da dino2962 il 11 febbraio 2013 alle 18:22
485
avatar autore commento

Controllare i collegamenti è relativamente semplice,per quanto riguarda il contatore che conteggia esclusivamente la produzione del fotovoltaico dovrai avere collegati all’uscita del contatore ( morsetti accessibili posti nella parte inferiore del contatore sotto una calotta all’uscita dell’interruttore automatico di protezione), i fili che arrivano dal tuo inverter mentre il tuo impianto utilizzatore di casa dovrà essere collegato ai morsetti posti sotto la tavoletta del contatore ( morsetti non accessibili se non rimuovendo il contatore ). Inoltre il contatore dovrà conteggiare l’energia solo nel registro delle ‘Immissioni’ ed il registro ‘Prelievi’ dovrà rimanere sempre uguale. Il contatore cosidetto di ‘scambio’ dovrà avere collegato l’arrivo dell’impianto Enel ai morsetti posti sotto il contatore (morsetti non accessibili) ed il tuo impianto utilizzatore sarà collegato all’uscita dell’interruttore automatico di protezione ( morsetti accessibili posti sotto la calotta nella parte inferiore del contatore). Il contatore di scambio conteggerà l’energia sia nel registro ‘Prelievi’ che nel registro ‘Immissioni’ a secondo dell’utilizzo che avrai tu. Se vuoi puoi procurarti una pinza wattmetrica e controllare il verso delle energie, in alternativa puoi rivolgerti ad un professionista. Ciao e auguri.

Commento scritto da Pagnufli il 13 febbraio 2013 alle 19:16
486
avatar autore commento

:dogarf: :dogarf: :dogarf:
Grossa cagataaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa……

Oltresì hai copiato questo articolo parola x parola, l’ articolo io l’ avevo scritto qui http://www.laconcorrenza.org/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=81 circa sei mesi prima che tu me lo copiassi Pistolaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…………………………

Commento scritto da Moreno il 26 marzo 2013 alle 19:44
487
avatar autore commento

Ogni tanto la “conoscenza” diviene qualcosa che spinge oltre l’etica… e così, pubblico qui un articolo che lessi anni fa e che ho ritrovato per caso in questi giorni.

Moreno, quale parte di quanto riportato non è chiara? Non mi sembra ci sia alcuna gara allo scoop da parte mia e come potrai vedere ho indicato da sempre anche la fonte in cui trovai io l’articolo (Autistici.org).
Bene, ho già sprecato troppo tempo per oggi.
Buona giornata,
Emanuele

Commento scritto da Emanuele il 27 marzo 2013 alle 01:07
488
avatar autore commento

Io ho aperto il contatore, ho fatto prima

Commento scritto da kaliffo il 2 maggio 2013 alle 11:53
489
avatar autore commento

bravissimo kaliffo!! è così che si fa!!! cosa cazzo ce ne frega a noi delle regole!! sono solo minchiate che devono rispettare solo gli altri!! noi siamo più furbi!!! bravissimo!!! ma hai trovato qualche sorpresa come nell’uovo di pasqua???

Commento scritto da pagnufli il 4 maggio 2013 alle 09:07
490
avatar autore commento

Salve
Qualcuno sà se al contatore get2A anno 2012 è applicabile il Ma…te

Grazie

Commento scritto da eolo il 8 maggio 2013 alle 10:46
491
avatar autore commento

Dicono che il get2A 2012 và in blocco E’ vero?

Commento scritto da losco il 8 maggio 2013 alle 10:49
492
avatar autore commento

Avviso per i naviganti: si rende noto agli amanti delle calamite che i nuovi modelli di contatori elettronici sono provvisti di dispositivo che, in presenza di forti campi magnetici, aprono l’interruttore del contatore e provvedono ad inviare segnalazione al centro di raccolta dati.

Commento scritto da pagnufli il 26 giugno 2013 alle 22:33
493
avatar autore commento

salve a tutti scrivo per mettere al corrente della evoluzione del mio caso:
ho fatto fare una verifica del contatore dall’enel e non hanno trovato alcun guasto o malfunzionamento quindi il sovraconsumo del mio impianto era dovuto a una cattiva distribuzionedei consumi sulle fasi . In sostanza il riscaldamento endava a prelevare su una fase dove non vi sono immissioni. Una volta corretto questo problema , l’enel dice che dovrebbe andare tutto a posto . Ora devo solo aumentare la potenza del contatore che è rimasta a 3,3 kw

Commento scritto da dino il 27 giugno 2013 alle 11:00

Scrivi un tuo commento





;-) :worry: :timid: :roll: :o :love: :lol: :joy: :evil: :eeeh: :dogarf: :cry: :burp: :-| :-x :-P :-D :-? :-) :-( 8-O 8-)