Telefonare dall’Inghilterra risparmiando.

Tra meno di un mese, la mia pulcina, andrà in Inghilterra per il Jamboree (che, tra l’altro, quest’anno capita nel centenario dello scoutismo) ed uno dei problemi maggiori è quello di riuscire a sentirsi.

Nello stesso periodo infatti, io sarò in Toscana per un campo con i ragazzi del mio reparto e, tra i boschi, i telefoni fissi scarseggiano. L’unica salvezza è il cellulare.

I prezzi di una chiamata internazionale però sono letteralmente assurdi (basti pensare che le offerte di Tim “agevolate” prevedono uno scatto alla risposta di 1 euro) e gli effetti delle nuove proposte per abbassare le tariffe di roaming non sembrano tutt’ora sortire effetti sui piani tariffari.

Ho iniziato così a ricercare, come alcuni anni fa, tra le offerte VoIP, ciò che faceva per me.

All’inizio ho puntato la mia attenzione su Jajah, che attualmente mi sembra uno degli operatori più innovativi e concorrenziali.

Si compila un form online e parte la chiamata tra il tuo telefono e quello del destinatario, semplicissimo. I prezzi sono veramente convenienti (28centesimi al minuto tra due cellulari Italia<->Inghilterra) ma la scomodità consiste nel dover necessariamente avere un computer o un cellulare Symbian configurato per inizializzare la chiamata. Senza dimenticare, in tal caso, la necessità di una connessione web configurata sul telefonino. Inoltre non so quale sia il numero che “chiama” ad entrambi e così, non posso esser certo che non ci siano eventuali addebiti da parte della Wind.

Troppo difficile in definitiva per la mia pulcina. Troppo macchinoso e lungo. Sono sicuro che, arrivata li, avrebbe rinunciato ed avrebbe ripiegato sui piccioni viaggiatori… invece di mettersi a chiedere “la configurazione gsm/gprs per collegare il cellulare in roaming al web”.

Quando andai in Inghilterra io, non avevo neanche un cellulare… e per tenermi in contatto in modo economico con i miei genitori riuscii a far partire il browser web (Internet Explorer 5 ai tempi) da una postazione per informazioni turistiche (che purtroppo non aveva mouse…) e… mandavo gratuitamente sms ed e-mail da là. ;-) La cosa più buffa è che, scoperto l’arcano, prendevo ogni volta la metro solo per tenere i contatti…

Tornando seri comunque, non posso chiedere cose simili anche a lei. Non posso sperare che trovi un punto informazioni e riesca ad uscire dal “programma” ed accedere agli altri servizi installati…

Così, ho continuato a cercare e la soluzione sembra essere arrivata da Eutelia con il suo “Skypho” (che da un mese è diventato EuteliaVoIP).

Il servizio, da quando l’ho usato l’ultima volta è migliorato tantissimo. La gestione via web è un pizzico meno rozza e sono stati rinforzati tanti servizi, tra cui il trasferimento di chiamata.

In pratica ho:

  1. attivato un numero urbano inglese;
  2. direzionato quel numero verso il mio numero di cellulare.

In questo modo, vanno a scomparire tutte quelle strane configurazioni, la necessità di un computer e di una connessione…

Quando la mia pulcina telefonerà a quel numero, farà una chiamata urbana da una cabina telefonica mentre la chiamata arriverà sul mio cellulare a 29 centesimi 18 centesimi al minuto. Una differenza enorme rispetto ai prezzi tradizionali e… non tanto distante neanche dalle tariffe della telefonia mobile italiana.

Per completare l’opera, ho aggiunto un ulteriore numero (è possibile richiedere fino a 99 numeri locali), in modo da permetterle di telefonare anche a casa sua al prezzo di una urbana più 3 centesimi 1,5 centesimi al minuto. Un risparmio senza confronti in questo caso.

Nei prossimi giorni continuerò ovviamente a cercare ed anzi, se siete a conoscenza di altre offerte (o se siete spesso all’estero ed avete risolto il problema in altri modi), fatemelo sapere: il mio portafoglio ve ne sarà grato. :-)

Ciao,

Emanuele

Pubblicato da

Ingegnere. Si divide tra lavoro, bicicletta, monociclo e volontariato. Vive in un monolocale con otto pesciolini che non lo aiutano a tenere in ordine.

17 commenti » Scrivi un commento

  1. IO sono uttente Vodafone. Con Vodafon passport parlo con mia figlia in Inghilterra al prezzo delle telefonate nazionali,la chiamo io e lei paga per telefonate ricevute 1 Euro ogni 30 nminuti

  2. Sembrava interessante la tua soluzione ma andando a guardare mi sembra, scusa per l’espressione, una vera porcata.
    Per ricevere chiamate, ogni mezz’ora parte uno “scattone” di 1€ e la chiamata è comunque a pagamento (al costo delle normali tariffe verso cellulari in Italia).
    Considerando 19cent come chiamata al minuto (mi sembra il prezzo delle attuali tariffe Vodafone), ogni mezz’ora di chiamata costa ben 6,7€ totali.
    Sfruttando il VoIP di Eutelia descritto sopra, la differenza è abissale… se poi sfruttiamo il metodo contrario (chiama chi è all’estero), arriviamo a cifre da sbeffeggio: mezz’ora di chiamata costa circa 1€ totale.
    Ti consiglio, se ti va, di rivedere un po’ la tua scelta.
    Ciao,
    Emanuele

  3. Pingback: 234 millesimi di euro. - …time is what you make of it…

  4. scusa emanuele 2 domande:

    come si fà ad attivare un numero urbano inglese???

    che vuol dire direzionarlo verso un cellulare.
    se mi mandi una mail semplificata te ne sarei grato

    grazie……

  5. Dal pannello di EuteliaVoip: Area Utenti -> Gestione numerazioni.
    Arrivato li scegli il paese che ti interessa e perfino il numero che più ti aggrada.
    Il trasferimento invece si fa da Servizi -> Trasferimento chiamate e permette di far inoltrare automaticamente la chiamata verso un numero scelto da te. Un cellulare se per caso sei fuori casa e non potresti rispondere ad un numero fisso.
    Ciao,
    Emanuele

  6. Ciao! Vorrei porti una domanda a cui probabilmente hai risposto 1000 volte. Se io sono a Londra posso chiamare dal mio cellulare il numero che ho creato a quei costi senza l’uso necessario di un computer?

  7. Beh se chiami dal tuo cellulare ricordati che stai facendo una chiamata in roaming internazionale… tranne se la scheda è inglese e allora pagherai la chiamata verso quel numero inglese secondo quel piano tariffario.
    Ciao,
    Emanuele

  8. Giuseppe vuoi dire che chi ha i soldi se li deve far fregare.cosi oltre a spendere passi pure per fesso.Bravo bravo.

  9. Ciao Emanuele, ti volevo fare i complimenti per la soluzione… a distanza di due anni dal post :)

    Visto che ora mi trovo anche io nella stessa situazione, posso chiederti se per caso sai se il servizio è ancora disponibile?
    Grazie mille
    Alessandro

  10. Ciao Emanuele, anch’io sto per partire per Londra e, cercando idee su come risparmiare in comunicazioni con la family in Italia, ho trovato questo tuo interessante sito.
    Ho seguito la procedura e ho attivato un numero urbano UK direzionandolo sul numero di casa in Italia. Ho fatto una prova da cellulare e da un altro numero fisso (chiamando il numero UK avrebbe dovuto squillare in casa, secondo la mia logica). Risultato: il cellulare fa immediatamente cadere la chiamata e l’altro fisso dà occupato. In cosa sbaglio? Cosa mi sfugge? Grazie!

    • La tua logica è giusta. Sicura d’aver inserito il prefisso inglese? Ah, se può interessarti, in questi giorni Skype sta facendo una promozione per chiamare gratuitamente una nazione… è una promozione nata coi mondiali e durerà un mese, non so quanto starai a Londra ma magari ti è sufficiente…
      Ciao,
      Emanuele

  11. Pingback: Telefono VoIP a 19 euro da Eutelia! - …time is what you make of it…

  12. Post interessante, e anche se è un po’ vecchietto volevo portare la mia esperienza a riguardo, magari puo’ essere comunque utile a qualcuno! Io per telefonare all’estero mi sono trovata molto bene con un altro servizio Voip che è Jibtel! Le tariffe sono veramente convenienti e la cosa comoda è che, una volta che ci si è iscritti, si puo’ usare direttamente per chiamare da cellulare a cellulare (o anche fisso!) senza bisogno di connessione ad internet né per chi chiama né per chi riceve…sappiamo che specialmente all’estero non è sempre facile trovare una connessione quindi è ottimo! Se volete darci un’occhiata, il sito è http://www.jibtel.com/it/it/ e c’è spiegato tutto il funzionamento…che comunque è molto semplice :) da provare!

Lascia un Commento

I campi richiesti sono marcati con *.


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>